Visita al Palazzo Reale di Monaco di Baviera: Come arrivare, prezzi e consigli

Cerchi consigli per visitare il Palazzo Reale di Monaco di Baviera? Ecco info su come arrivare, prezzi, orari e una guida per un tour completo in poco tempo

Con le sue 130 stanze aperte al pubblico, i giardini, le sale del tesoro con metalli e pietre preziose e il suo splendido teatro,la Residenza di Monaco è uno dei palazzi più importanti d'Europa. Fatevi trascinare dal fascino della vita di corte, visitando questo splendido palazzo nel centro di Monaco di Baviera.
VEDI ANCHE: Cosa vedere a Monaco di Baviera

Dove si trova e come arrivare

  • A piedi: da Marienplatz procedi in direzione nordest verso Dienerstraße, Svolta a sinistra e prendi Dienerstraße, Continua su Residenzstraße per 400 metri, svolta a destra: dopo circa 150 metri Residenz sarà visibile sulla destra Ottieni indicazioni
  • In bus: 100 fermata "Odeonsplatz"
  • In metro: linea U3, U6 fermata "Odeonsplatz"
  • Tram: 19 "Nationaltheater"

VEDI ANCHE: Come muoversi a Monaco di Baviera

Orari e prezzi

  • Orari: da Aprile a metà Ottobre dalle 9 alle 18; da metà Ottobre a Marzo dalle 10 alle 17.
  • Costo biglietto: €7,00 per Residenzmuseum - €7,00 per il Tesoro - €3,50 per il Teatro Cuvilliés. Il Biglietto combinato ResidenzMuseum + Tesoro costa €11,00; il Biglietto combinato ResidenzMuseum + Treasury + Cuvilliés Theatre cosa €13,00.
  • Riduzioni: per over 65 anni e studenti i prezzi sono €6,00 per Residence Museo - €6,00 per il Tesoro - €2,50 per il Teatro Cuvilliés. Il Biglietto combinato ResidenzMuseum + Tesoro costa €9,00; il Biglietto combinato ResidenzMuseum + Treasury + Cuvilliés Theatre cosa €10,50.
  • Gratuità: ingresso gratis per minori di 18 anni

Cosa vedere e come visitare la Residenza di Monaco di Baviera

Antiquarium-Residenze-Monaco-di-BavieraLa visita al palazzo reale di Monaco non può non iniziare dal Residenzmuseum: complesso di 90 sale, che racchiudono tutte le testimonianze della vita e dell'attività dei regnanti di Baviera.

Nel corso di questo tour si avrà la possibilità di visitare: Chiesa di corte, oggi sala concerti, appartamenti del principe, Stanze Preziose, complesso di sei sale affrescate da François Cuvilliés, Galleria degli Antenati, nella quale sono esposti i ritratti dei regnanti bavaresi, Reichekapelle, cappella famosa per il suo organo cinquecentesco, Stanza di pietra, stanza in stile rococò. L' Antiquarium è la sala più antica della residenza, e di certo anche la più bella. Enorme salone lungo 66 metri, la sala serviva al Duca Alberto V per esporre la sua collezione di statue antiche: i suoi successori decisero che la sala sarebbe stata più adatta a perseguire altri fini, e la trasformarono in un salone per feste.

Finita la visita al Residenzmuseum si può passare ad ammirare il tesoro di corte custodito nelle Schatzkammer, dove sono esposti più di 1200 oggetti preziosi, tra cui vanno ricordati uno stuzzicadenti in oro e la corona reale. Se la giornata permette, si può poi approfittare per visitare gli eleganti giardini all'italiana del palazzo - l'ingresso è gratuito - abbelliti da fontane, statue, aiuole fiorite e padiglioni.

Altra importante attrazione della residenza reale è il Teatro Cuvilliés, che deve il nome al suo costruttore, ed è considerato come il più bel teatro in stile rococò di tutta Europa. Il teatro ospitò durante il Carnevale del 1781 la prima dell'opera di Mozart "Idomeneo", composta per il principe elettore Karl Theodor.

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Alzati presto: l'ideale sarebbe raggiungere l'ingresso all'apertura dei cancelli
  2. Acquista la city card: acquistando la CityTourCard, si può usufruire di trasporti pubblici gratuiti e visite a prezzo scontato.
  3. Occhio alle restrizioni: i biglietti d'ingresso possono essere acquistati solo alla cassa, e pagati o in contanti o con una carta: EC, EUROCARD, MasterCard e VISA. Non è consentito portare nel Residence zaini o oggetti voluminosi. Per ragioni di conservazione, non è possibile entrare nel Museo della Residenza e del Tesoro con i passeggini: bisognerà usufruire di quelli gratuiti disponibili all'ingresso. Non si possono introdurre nell'area del museo cibo e bevande, eccezione fatta per le bottiglie di plastica fino a 0,5 l. Non è possibile entrare al'interno della struttura con gli animali, e non è possibile lasciarli in custodia a nessuno. L'accesso è permesso al solo giardino, sempre che li si tenga al guinzaglio.
  4. Tempo minimo: almeno due ore per la visita al solo Residenzmuseum, tre ore e mezzo per l'intero complesso
  5. Barriere architettoniche: all'interno del Palazzo Reale di Monaco sono presente diverse barriere architettoniche, che possono rendere difficoltosa la visita per i portatori di handicap. Il personale è disponibile per l'accompagnamento, ma potrebbero esserci dei tempi d'attesa pari o superiori alla mezz'ora. Nell'area del museo non ci sono servizi igienici per disabili.

Cenni storici, curiosità e info pratiche: cosa sapere in breve

Palazzo-reale-monaco-di-bavieraDiversi stili artistici si incontrano all'interno di quello che è considerato uno dei Palazzi Reali più grandi e sontuosi del mondo. Collocato nel centro della città, è stato per secoli il culmine del potere, prima ospitando i Duchi, poi i Principi Elettori ed infine i Re della Baviera, che li abitarono fino alla caduta della monarchia.

Costruita su una fortezza gotica del 1385, la Neuveste, il Palazzo ha subito una serie di ampliamenti e ristrutturazioni, che ne hanno portato l'articolazione in tre edifici diversi:il Konigsbau, la Maximilianische Residenz e la Festsaalbau.

Il palazzo fu fortemente danneggiato durante la seconda guerra mondiale, dei 24 mila metri quadrati del tetto ne rimasero intatti solo 50, ed è stato fedelmente ricostruito negli anni successivi anche se, alcuni appartamenti, affreschi e gioielli sono andati irrimediabilmente perduti.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su