Amsterdam Citta Paesi Bassi Europa Piazza Dam è il cuore di Amsterdam, circondata da importanti palazzi ed edifici, tra cui il Palazzo Reale, uno dei palazzi ancora oggi utilizzati dalla famiglia reale! Viene utilizzato principalmente per le cerimonie di Stato e, quando non c'è nessun evento programmato, è aperto al pubblico per le visite, un'occasione davvero unica.
Ecco tutti i nostri consigli per organizzare al meglio una visita al Palazzo Reale di Amsterdam!
VEDI ANCHE: Cosa vedere ad Amsterdam

Orari e prezzi

Il Palazzo Reale di Amsterdam, nel cuore della città, è aperto in inverno da mercoledì a domenica, in estate tutti i giorni, con orario continuato 10:00-17:00. Attenzione: viene chiuso in caso di cerimonie di Stato, quindi vi consigliamo di consultare sempre gli eventi in città! L'ingresso è di €12,50, compreso di audioguida disponibile anche in italiano.

  • Orari: inverno mer-dom 10:00-17:00, lun chiuso. Estate tutti i giorni 10:00-17:00. Chiuso in caso di eventi e cerimonie di Stato;
  • Miglior orario per evitare code: all'orario di apertura o verso ora di pranzo;
  • Costo biglietto: €12,50 - prenota online;
  • Riduzioni: studenti €9,00;
  • Gratuità: bambini e ragazzi fino 18 anni.

Biglietto prioritario: si tratta di una delle attrazioni più visitate di Amsterdam, acquista quindi il biglietto prioritario con audioguida, disponibile anche in italiano, per evitare la coda alle biglietterie.

Biglietti online e visite guidate

Cosa vedere e come visitare il Palazzo Reale

amsterdam citta paesi bassi europa Costruito nel 1665 durante il Secolo d'Oro olandese, il Palazzo Reale è un vero e proprio tripudio di bellezza e ricchezza. Inizialmente ricoprì il ruolo di Municipio di Amsterdam, per poi diventare Palazzo Reale nell'Ottocento.

Si trova sul lato occidentale di Piazza Dam, ovvero il centro della città, ed è facilmente riconoscibile grazie alla sua imponente facciata, in stile barocco e classicista, sormontata dalla grande torre ottagonale con cupola alta ben 52 metri! L'ingresso è invece meno visibile: nessun portone monumentale, ma 7 archi molto semplici.

Ma la vera bellezza si trova all'interno: maestosi lampadari, arazzi originali del tempo, quadri di artisti come Govert Flinck e Ferdinand Boi, entrambi allievi di Rembrabdt, mobili d'epoca, orologi e oggettistica. Oggi al pubblico sono aperte 17 sale, visitabili in autonomia con l'audioguida, disponibile anche in italiano. Ci sono principalmente tre sale che non potete assolutamente perdervi, vediamole nel dettaglio.

Burgerzaal

amsterdam palais royal burgerzaal Foto di Jean-Christophe BENOIST. La Burgerzaal, ovvero la Sala Civica, è la più grande e importante di tutto il Palazzo. Si trova in una posizione molto centrale e sarà una delle prime che avrete modo di visitare.

Una volta entrati rimarrete subito colpiti dalla sua grandezza: è larga circa 60 m, lunga 120 m e alta ben 25 m. Disposta su due livello, è completamente rivestita di marmo bianco! Anche i pavimenti sono ricoperti di marmo, mentre il soffitto è decorato con un meraviglioso dipinto risalente agli inizi del XVIII secolo. La sala simboleggia la potenza della città durante il Secolo d'Oro.

Vierschaar

vierschaar royal palace of amsterdam 11 Foto di Superchilum. Da non perdere nemmeno la Vierschaar, ovvero la Sala del Tribunale, situata tra la Sala Civica e la grande scala d'ingresso. Come si può capire dal nome, qui un tempo venivano emanate le sentenze penali e le condanne a morte, sempre aperte al pubblico. Scopo di questo palazzo era anche quello di coinvolgere il pubblico e i cittadini nella vita del regno.

La sala è completamente rivestita in marmo ed ospita meravigliose sculture. Sulle pareti è possibile ammirare tra grandi altorilievi a grandezza naturale, situati proprio dietro i banchi dove gli ufficiali emanavano i verdetti. Questi altorilievi rappresentano principalmente tre scene la Storia del re greco Zaleuco di Locri, le Sentenze del console romano Lucio Giunio Bruto e il Giudizio di Salomone.

Schepenzaal

Infine, da non perdere la Schepenzaal, ovvero la Sala degli Scabini, situata accanto alla Sala Civica e collegate tra loro da un portone. Chiamata anche Sala del Consiglio, gli Scabini, in epoca medievale, erano gli esperti nel diritto legislativo, che quindi giudicavano ed emanavano sentenze. In questa sala si riunivano lo Scoltetto, ovvero colui che deteneva il potere del comune (carica attiva fino al 1832) e 9 Scabini.

Con un aspetto più modesto rispetto alle due sale precedenti, la Sala degli Scabini ospita però meravigliose opere d'arte: sopra uno dei due caminetti di può ammirare il dipinto di Ferdinand Bol intitolato Mosè discende dal Sinai con i Dieci Comandamenti, dipinto nel 1662, mentre sul lato opposto si trova la Giustizia fra la Pace e la Prudenza di Jurriaen Ovens.

Dove si trova e come arrivare

  • A piedi: in Nieuwezijds Voorburgwal 147, Piazza Dam, nel quartiere Binnenstad. Facilmente raggiungibile a piedi dalla stazione centrale Amsterdam Centraal (900 m, 11 min) e da De Oude Kerk (500 m, 6 min) - Ottieni indicazioni
  • In bus e tram: fermata di riferimento Dam, servita dal tram (linee 4, 14 e 24) e dal bus (linee N82, N83, N85, N86, N87, N89, N91 e N93). Da Amsterdam Centraal, tram linea 4, 14 o 24 fino a fermata Dam (2 min);
  • In metro: stazione di riferimento Rokin, servita dalla linea 52. Da Amsterdam Centraal, metro linea 52 fino a stazione Rokin (1 min), poi 4 min a piedi fino al Palazzo Reale.

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Acquista la city card: se sei interessato a visitare altri musei o attrazioni della città, puoi acquistare la I Amsterdam City Card e risparmiare sugli ingressi (da €65,00);
  2. Biglietto prioritario: acquista il biglietto con ingresso prioritario con audioguida per evitare le interminabili code. Info e costi qui;
  3. Attenzione alle Cerimonie di Stato: in occasione di eventi e cerimonie il Palazzo Reale chiude al pubblico. Assicurati di visitarlo in una giornata senza eventi. Info sul sito ufficiale;
  4. Occhio alle restrizioni: non è consentito introdurre acqua o cibo e portare ombrelli, zaini, caschi e borse ingombranti. Vietato scattare foto con flash, treppiede o selfie stick;
  5. Tempo minimo: ti consigliamo di considerare un minimo di un'ora per la visita. L'ideale sarebbe poter dedicare almeno 1 h 30 min di tempo;
  6. Accessibilità: il palazzo è accessibile anche alle persone su sedia a rotelle. Presenti ascensore e servizio di noleggio sedia a rotelle.

Cenni storici e curiosità: cosa sapere in breve

koninklijk paleis amsterdam Foto di Yair Haklai. Il Palazzo Reale di Amsterdam, chiamato in olandese Koninklijk Paleis o Paleis op de Dam, è uno dei palazzi ancora oggi utilizzati dalla famiglia reale, in questo caso per cerimonie di Stato ed eventi ufficiali. La famiglia, infatti, risiede a L'Aia.

Costruito tra il 1648 e il 1665 e inaugurato nello stesso anno, nasce però come Municipio della città, per ospitare la sede del Comune. I lavori vennero affidati all'architetto Jacob van Campen. La struttura fu costruita durante il Secolo d'Oro, periodo di grande potenza per l'Olanda e uno degli scopi della costruzione del nuovo municipio era anche quello di ostentare la propria ricchezza e la grande potenza commerciale ottenuta.

Il Municipio divenne Residenza Reale all'inizio dell'Ottocento, prima con il fratello minore di Napoleone, poi con il ritorno del re Guglielmo I dei Paesi Bassi nel 1815. Nel 1936 il palazzo diventa ufficialmente di proprietà del Regno dei Paesi Bassi, per poi essere dichiarato Rijksmonument, ovvero Monumento Nazionale dei Paesi Bassi, nel 1970.