Cosa vedere al Van Gogh Museum di Amsterdam: consigli, prezzi e come arrivare

Van Gogh Museum, Amsterdam, guida alle opere da visitare assolutamente. Consigli, mappa, prezzi, info su cosa vedere e come arrivare, cenni storici e curiositÓ.

museo van goghIl Museo Van Gogh di Amsterdam è il più grande contenitore di opere del pittore olandese del mondo. Edificato su due complessi collegati, è stato inaugurato nel 1973 e completato nella struttura attuale nel 2015 con la nuova entrata in Paulus Potterstaad. La collezione presente documenta tutte le fasi vissute dal pittore fino alla sua morte ed è completa di quadri, disegni, bozzetti e lettere inviate al fratello. L'importanza storica e artistica si percepisce immediatamente varcato l'ingresso principale e anche i non appassionati non potranno che entusiasmarsi di fronte ad opere di inestimabile valore.
VEDI ANCHE: 10 Cose da vedere assolutamente ad Amsterdam Cosa vedere ad Amsterdam in un giorno

Cosa vedere e come visitare Van Gogh Museum

Disposto su tre piani, le opere si presentano al visitatore in ordine cronologico, partendo dai primi lavori relaizzati in Olanda e rappresentanti per lo più scene di vita quotidiana e rurali, passando la fase parigina, fino all'ultimo e più cupo periodo del pittore. Il museo ospita anche opere di artisti come Manet, Monet, Bernard, Breton, Gauguin, Emile Bernard e Toulouse Lautrec, inoltre sono molte le mostre temporanee che ciclicamente trovano spazio all'interno della struttura. Si consiglia di visitare il museo seguendo il percorso indicato, in ordine cronologico, partendo dal primo piano e se si viaggia con bambini ci si può rivolgere al desk per prenotare una delle attività pensate proprio per i più piccoli. All'interno si trovano anche una libreria, un fornitissimo gift shop e un ristorante

1 - I Mangiatori di Patate

vincent van gogh i mangiatori di patateDipinto nel 1885, l'opera raffigura l'interno di una abitazione poco illuminata da luce di una lampada a petrolio appesa a una delle travi del soffitto, che evidenzia le tazzine di caffè e il povero pasto dei commensali. Al centro della composizione c'è una famiglia di contadini riunita intorno a un tavolo, per consumare la cena. Gli sguardi sono sfuggenti e rafforzano l'idea che l'osservatore si stia intrufolando in un momento molto intimo. Questo quadro rappresenta bene la sintesi degli studi di Van Gogh nei suoi primi anni lavorativi.

  • Data creazione: 1885
  • Autore: Vincent van Gogh
  • Dimensioni: 82x114 cm
  • Tecnica: olio su tela

2 - Natura Morta con Bibbia

natura morta con bibbiaDipinto nel 1885, in un momento molto fragile dell'artista dopo la morte del padre, rappresenta tutte le sue inquietudini e i contrasti avuti in famiglia. La Bibbia in primo piano aperta al capitolo 53 del libro di Isaia, a sottolineare la profonda fede del padre, una candela spenta che invece simboleggia la sfiducia nella religione dell'artista e il libro di Zola Joie de vivre, che narra del disfacimento familiare. Opera molto intima e ricca di contrasti.

  • Data creazione: 1887
  • Autore: Vincent van Gogh
  • Dimensioni: 65x78 cm
  • Tecnica: olio su tela

3 - Giapponeseria: Oiran

Dipinto nel 1887, frutto dell'amore del pittore verso l'arte giapponese. Quest'opera di dimensioni notevoli, raffigura una figura femminile giapponese in kimono. La figura si staglia su un monumentale campo cromatico molto brillante su uno sfondo finemente decorato. In basso una rana regge la cornice dove è inscritta la cortigiana, sopra il volto galleggia una piccola imbarcazione e a sinistra si trovano due gru su di un giardino acquatico all'ombra di un canneto, tutti dettagli che qualificherebbero la donna come oiran, cioè prostituta.

  • Data creazione: 1885
  • Autore: Vincent van Gogh
  • Dimensioni: 105,5x60,5 cm
  • Tecnica: olio su tela

4 - La Camera di Vincent ad Arles

la camera di vincent ad arlesTre versioni di questo quadro sono state dipinte tra il 1888 e il 1889, una esposta al Art Institute of Chicago, una al museo D'Orsay di Parigi e quella esposta qui ad Amsterdam datata ottobre 1888. Il soggetto del dipinto è la camera da letto di Vincent nella casa di Arles, con la finestra sullo sfondo, lo scrittoio e le due sedie vuote che simboleggiano forse la solitudine del pittore e la sua ricerca di una donna o di un amico. I colori di questo dipinto sono carichi, ricchi, sgargianti, e sono applicati sulla tela con pennellate rosse, verdi, gialle, arancio molte nervose.

  • Data creazione: 1888
  • Autore: Vincent van Gogh
  • Dimensioni: 72x90 cm
  • Tecnica: olio su tela

5 - La Casa Gialla

vincent van gogh la casa giallaDipinto nel 1888, rappresenta uno scorcio della citta di Arles. La prospettiva induce l'osservatore a concentrarsi subito sull'edificio principale per poi venire guidato verso gli elementi secondari e sui personaggi che camminano in strada. Anche in quest'opera il colore è di forte impatto e il giallo predomina con le sue sfumature e le sue varianti sugli altri colori usati dall'artista.

  • Data creazione: 1888
  • Autore: Vincent van Gogh
  • Dimensioni: 76x94 cm
  • Tecnica: olio su tela

6 - Ramo di Mandorlo in Fiore in un Bicchiere

vincent willem van gogh il ramo di mandorloDipinto nel 1890, questo quadro venne dipinto come dono per la nascita del nipote. La tenerezza dei fiori e il cielo turchese sono uno sprazzo di primavera nell'ospedale psichiatrico di Saint Paul-de-Mausole, dove l'artista era ricoverato. Suggestivo il contrasto creato tra il bianco dei fiori di mandorlo e l'azzurro del cielo, che ne fanno un opera molto delicata, quasi distante dai lavori che di solito eseguiva.

  • Data creazione: 1890
  • Autore: Vincent van Gogh
  • Dimensioni: 24x19 cm
  • Tecnica: olio su tela

7 - Campo di Grano con Volo di Corvi

vincent van gogh campo di grano con volo di corviDipinto nel 1890, forse l'ultimo dipinto dell'artista anche se non ci sono prove di questa teoria. Rappresenta una tempesta che si sta per abbattere su un campo di grano dal quale si leva in volo uno stormo di corvi neri. Il campo di grano è sconquassato dal vento, mentre nel cielo inizialmente terso, si calano nuvole minacciose. Il campo di grano è inoltre solcato da tre sentieri serpeggianti. Questo quadro è un ulteriore omaggio alle forze della natura che inesorabili tendono ad abbattersi su ognuno di noi.

  • Data creazione: 1890
  • Autore: Vincent van Gogh
  • Dimensioni: 50,3x100,5 cm
  • Tecnica: olio su tela

8 - Vaso con Quindici Girasoli

girasoliDel 1889, fa parte di una serie di tele dipinte usando solo sfumature di giallo. L'artista ha voluto dimostrare che era possibile creare un immagine con numerose variazioni di un singolo colore, senza alcuna perdita di efficacia sull'osservatore. Dopo aver dipinto il primo e sentendosi complimentato dall'amico Gauguin, ne dipinse altri probabilmente avendo come modello il suo stesso primo lavoro. I dipinti di girasole hanno avuto un significato speciale per Van Gogh, che voleva comunicare gratitudine verso l'amico che era venuto a trovarlo ad Arles.

  • Data creazione: 1889
  • Autore: Vincent van Gogh
  • Dimensioni: 95x73 cm
  • Tecnica: olio su tela

9 - Autoritratto

vincent van gogh autoritrattoDipinto nel 1888, Van Gogh si presenta in questo autoritratto come pittore, tenendo una tavolozza e dei pennelli dietro al cavalletto. Dimostra di essere un artista moderno usando un stile pittorico con colori brillanti. Questo autoritratto fa parte di un numero consistente di dipinti del genere ma fu l'ultima opera prodotta da Van Gogh a Parigi, città che lo aveva sfinito mentalmente e fisicamente.

  • Data creazione: 1888
  • Autore: Vincent van Gogh
  • Dimensioni: 65,1x50 cm
  • Tecnica: olio su tela

10 - Il Seminatore

il seminatore van gogh amsterdam analisiDipinto nel 1888 e ispirato dai lavori di Jean-François Millet,questo quadro esprime l'ammirazione di Van Gogh per il mondo agricolo da dove proveniva. L'alone di luce disegnata dal sole intorno al protagonista valorizza la funzione di creatore di nuova vita. I toni sono più cupi e il giallo tanto caro all'artista è contrastato dai toni di blu del campo e dal verde del cielo.

  • Data creazione: 1888
  • Autore: Vincent van Gogh
  • Dimensioni: 32x40 cm
  • Tecnica: olio su tela

Dove si trova e come arrivare

Mostra Mappa

  • A piedi: dalla stazione principale di Amstersdam si può arrivare al museo percorrendo 3 km in circa 40 minuti, seguendo sempre la strada Rokin in direzione sud - Ottieni indicazioni
  • In bus: con la linea tramviaria n°2 o n°12 in partenza dalla stazione centrale ogni 10 minuti, si arriva al museo in circa 15 minuti (fermata Van Baerlestraat). Il biglietto per una corsa costa €1,50.
  • In metro: la metropolitana collega la stazione centrale con il museo tramite la linea n°52 al costo di €1,60 con partenze ogni 8 minuti e arrivo in circa 15 minuti (fermata Vijzelgracht).

Orari e prezzi

  • Orari: tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00 - venerdi dalle 9:00 alle 21:00
  • Miglior orario per evitare code: con l'orario prestabilito in sede di prenotazione si evitano le file, si consiglia comunque di prenotare la visita per le prime ore della giornata o alla chiusura.
  • Costo biglietto: intero, ingresso e tour multimediale €24,00 - intero, solo ingresso €19,00
  • Riduzioni: per agevolazioni, tour di gruppo e scuole devono essere prenotati all'indirizzo info@vangoghmuseum.nl
  • Gratuità: under 18

Tour, visite guidate e biglietti online

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Alzati presto: l'ideale sarebbe raggiungere l'ingresso entro le ore 9:30
  2. Acquista la city card: con la Amsterdam Card l'ingresso al museo è gratuito e si dovrà solo procedere alla prenotazione dell'orario. La card da diritto a viaggi illimitati sui mezzi di trasporto pubblico, l'ingresso ai principali musei della città e alcune attrazioni, un giro in battello e vari sconti. Il costo è di €60,00 per adulti e bambini per 1 giorno, €80,00 per 2 giorni, €95,00 per tre giorni. Si consiglia di acquistare la card solo per gli adulti, in quanto i bambini sotto i 10 anni godono già di molte agevolazioni e gli under 18 entrano gratis nei musei.
  3. Biglietto prioritario: i biglietti sono disponibili solo online; sono biglietti ad "ingresso prioritario orario" e al momento della prenotazione si deve necessariamente indicare la data e l'ora di visita. Il margine di ritardo consentito è di 30 minuti, dopodichè l'ingresso non è garantito. Acquista online il biglietto prioritario per saltare la fila
  4. Occhio alle restrizioni: piccole borse si possono portare nel museo dopo essere state controllate, ma zaini e ombrelli non sono ammessi e devono essere lasciati nel guardaroba. Vietato fare fotografie con o senza flash e con qualsiasi apparato.
  5. Tempo minimo: il tempo di visita del museo è di 1 ora e 30 minuti.
  6. Dintorni: nelle immediate vicinanze del Van Gogh Museum si trovano anche il Rijksmuseum, lo Stedelijk e il parco cittadino Vondelpark.

Cenni storici e curiosità: cosa sapere in breve

Le architetture del museo sono state progettate da Gerrit Rietveld, uno dei massimi esponenti del neoplasticismo olandese, poi riprese da Kisho Kurokawa per la costruzione della nuova ala. Il 7 dicembre 2002 due dipinti vennero rubati dal museo da ladri calatisi dal tetto, i quali asportarono le tele "Una congregazione lascia la chiesa riformata di Nuenen" e "La spiaggia di Scheveningen prima di una tempesta". Le tele sono state ritrovate 14 anni dopo dopo una perquisizione ai danni della camorra.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!


Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su