citt delle arti e delle scienze

Cosa vedere a Valencia in 3 giorni

Cosa vedere a Valencia in 3 giorni. Itinerario dei posti da non perdere assolutamente. Consigli utili per visitare Valencia in un weekend!

citt delle arti e delle scienzeSoleggiata e ospitale, Valencia è la terza città della Spagna per importanza dopo Madrid e Barcellona. Ogni anno, sempre più turisti scelgono di visitare la patria della paella, perdendosi nella sua atmosfera ricca di cultura, arte, divertimento e buon cibo. Il centro storico è abbastanza piccolo, per cui ecco un itinerario di 3 giorni per ammirare la città in tutta tranquillità.
VEDI ANCHE: 10 cose da vedere a Valencia cosa vedere a Valencia in un giorno dove mangiare la migliore paella a Valencia

Prima di partire: consigli utili

  • Quando visitare Valencia: dal punto di vista climatico il periodo migliore è compreso da Marzo/Aprile ad Agosto/Settembre, con il picco di bella stagione tra Giugno e Agosto. Durante l'anno, comunque, si svolgono ricorrenze ed eventi che animano la città, e potrebbe essere un'idea far coincidere il viaggio con una di queste. In particolare, segnaliamo la sentita celebrazione di Las Fallas, con la quale i valenciani salutano l'arrivo della primavera; per l'occasione, che si tiene dal 15 al 19 marzo, artisti e scultori locali costruiscono fantocci e opere di cartapesta, che vengono fatti sfilare e poi bruciati come buon auspicio. Durante tutto il mese di luglio, invece, le strade della città si riempiono di divertimenti, attività e colori in occasione della Grande Festa di Valencia: tra i tanti eventi che troverete, una notte coi musei aperti fino all'alba, spettacoli di fuochi artificiali sul mare, concerti all'aperto e la spettacolare Battaglia dei Fiori, il gran finale della fiera. Per maggiori informazioni leggere questo articolo.
  • Come arrivare: Dall'Italia, i voli diretti per Valencia partono ogni giorno da Torino, Roma, Bologna, Bari, Pisa, Trieste, Milano, Venezia; dall'aeroporto Manises, che dista una decina di chilometri dal centro storico, potete prendere l'autobus 150 della compagnia Fernanbus (il biglietto costa €1,45 e la corsa dura sui 50 minuti) o le linee 3 e 5 della metropolitana, con le quali arriverete a destinazione in circa 20 minuti, al costo di €4,90
  • Dove dormire: la zona di Ciutat Vella è il centro storico della città, dove si concentra il maggior numero di attrazioni e locali, e presenta numerosi alloggi anche a prezzi convenienti; in particolare, da sottolineare la zona del Barrio del Carmen, molto vicino al centro storico e consigliato per gli amanti della movida. Se desiderate invece soggiornare in una zona meno "calda", Ruzafa potrebbe fare al caso vostro: culturalmente vivace, è un compromesso ideale per rilassarsi senza rinunciare alla vicinanza e comodità del centro cittadino.
  • Come muoversi: potrete scegliere tra metro (prezzi e orari variano a seconda delle zone, a partire da €1,50) e autobus diurni (dalle 04:00 alle 22:30) e notturni (dalle 22:30 alle 02:00) al costo di minimo €1,50 a corsa. Per convenienza, potete acquistare la Valencia Tourist Card, che tra i numerosi servizi per turisti propone anche sconti sui mezzi di trasporto (oltre che per attrazioni e musei): la card ha prezzo variabile a seconda dei giorni di permanenza, a partire da €15,00. Per maggiori informazioni, leggere questo articolo.
  • Consigli: se volete esplorare Valencia in più autonomia, potete rivolgervi anche al servizio di bike sharing, consultando l'app. Le bici sono collocate in vari punti della città, e il servizio è gratuito la prima mezz'ora; la seconda mezz'ora si paga €1,04 e se si supera l'ora €3,12.

Giorno 1

Mostra Mappa

1 - Mattina: Colazione, Cattedrale, Museo della Ceramica, Mercat Central

cattedrale valenciaIniziate bene la mattinata con una colazione tipica da Horchateria Santa Catalina, un caratteristico bar storico del centro dove vi serviranno cioccolata calda, churros o la tipica orzata artigianale del posto, il tutto con circa €5,00 a persona. Iniziate quindi la vostra visita alla stupenda Cattedrale di Valencia; in stile gotico, al suo interno potrete trovare un museo (ospitante circa 90 opere di diversi stili) e ammirare il famoso Santo Graal. Non dimenticatevi di salire sul Miguelete, il campanile, per godere di un panorama mozzafiato della città (il costo, a parte, è di circa €2,00). L'accesso alla Cattedrale è consentito dalle 10:00 alle 17:30 (domenica chiusa) nel periodo novembre/marzo e dalle 10:00 alle 18:30 da aprile a ottobre (e dalle 14:00 alle 18:30 la domenica) e il costo del biglietto è €7,00 tranne che per gruppi (€4,00) giovani e persone con disabilità (€5,50).

La seconda tappa della vostra giornata sarà il Museo delle Ceramiche, situato all'interno dello splendido Palazzo del Marquese de Dos Aguas, il miglior esempio di stile barocco della città: il museo ospita la più grande collezione nazionale di ceramiche; potrete inoltre trovare merci dell'Itinerario della Seta. Il biglietto intero costa €3,00 (ingresso gratuito per under 18 e over 65) e l'ingresso è di norma consentito dalle 10:00 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 20:00.

Prima di pranzo visitate l'imponente Mercato Centrale: 959 banchi di prodotti freschi, tra cui frutta, verdura, una vasta quantità di carne (da citare il prosciutto di Salamanca) e pesce, soprattutto crostacei; insomma, un tripudio di colori e profumi deliziosi, tappa obbligatoria per calarsi ancora di più nell'atmosfera valenciana e comprarsi qualche ricordo (oltre al cibo, infatti, il Mercato offre una serie di ristoratini, caffetterie, negozi di fiori e artigianato).

2 - Pomeriggio: Pranzo, Lonja de la Seda, Museo delle Belle Arti

lonja de la sedaPer pranzo fermatevi all' Escalones de la Lonja , caratteristico ristorantino di tapas situato proprio di fronte al palazzo omonimo. Ad un prezzo di circa €15 a persona, potrete gustare le tipiche tapas (piatti sfiziosi della tradizione spagnola composti da diversi ingredienti) con sangria, ottime birre artigianali, e molto altro. Dopo pranzo, è d'obbligo una visita alla Lonja de la Seda (Mercato della Seta) uno degli edifici caratteristici della città e tra i più famosi monumenti appartenenti all'età d'oro di Valencia. Dichiarata Patrimonio dell'Umanità UNESCO il 5 dicembre 1996, per una sua visita bastano €2,00 (€1,00 per gruppi, studenti, pensionati o famiglie numerose). Se capitate di domenica, l'ingresso è gratuito, e potrete anche visitare una mostra speciale di francobolli e monete.

Finita la visita, dirigetevi quindi verso il Museo delle Belle Arti, la seconda pinacoteca spagnola dopo il Museo del Prado di Madrid; all'interno potrete ammirare numerose opere gotiche e rinascimentali, in particolare di Goya, Espinosa, Pinturicchio, Velazquez, El Greco e molti altri. L'ingresso è gratuito, aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 20:00 tranne il lunedì. Se lo desiderate, potete richiedere una visita guidata su appuntamento.

3 - Sera: Cena, Barrio del Carmen

barrio del carmen 1Per la prima serata, consigliamo di visitare il caratteristico Barrio del Carmen, il quartiere più vivace e movimentato della città, gremito di locali, discoteche, pub e negozi. Per la cena, provate La Comisaria; servono di tutto, dalle tapas a piatti più raffinati (polpo con patate, tataki di tonno...) il tutto a circa €20,00 a persona.

In sintesi:

Giorno 2

Mostra Mappa

1 - Mattina: Colazione, Città delle arti e delle scienze (prima parte)

entrata oceanograficIl secondo giorno è dedicato al divertimento. Iniziate la mattinata con una ricca colazione presso La Pequena Pasteleria de Mama, deliziosa pasticceria dalle tinte pastello dove coccolarsi con ottimi cornetti, torte, dolci, succhi e the, con prezzi che oscillano in media dai €5,00 ai €10,00. Dopo colazione, potete andare alla scoperta della bellissima Città delle arti e delle scienze, ideata dall'architetto Santiago Calatrava, ed emblema dell'architettura modernista.

La struttura (quasi impossibile da visitare completamente in un solo giorno) comprende 6 sezioni: il Palazzo delle arti (al cui interno trovano spazio le migliori manifestazioni dedicate al mondo dell'arte, della musica, del teatro e della danza), l'Umbracle (una passeggiata panoramica in un immenso giardino interno, circondati da piante, rampicanti e opere d'arte), l'Hemisferic (un imponente planetario), il Museo delle Scienze (il più grande della Spagna, si tratta di un museo interattivo dedicato a ogni branca della scienza), l'Oceanografic (il più grande acquario d'Europa) e l'Agorà (area che dovrebbe ospitare manifestazioni sportive ed eventi al chiuso).

Data la scarsità di tempo, consigliamo di dedicare la giornata a visitare il Museo delle Scienze, il planetario e l'Oceanografic, che sono forse le aree più interessanti e divertenti. I prezzi delle singole attrazioni sono a partire da €8,00, ma potete anche acquistare biglietti combinati (ad esempio, Oceanografic, Museo della Scienza ed Hemisferic a circa €40,00). Ricordate comunque, che se possedete la Valencia Tourist Card avrete diritto a uno sconto del 15%

2 - Pomeriggio: Pranzo, Città delle arti e delle scienze (seconda parte), Museo Fallero (alternativa)

umbracle citta delle scienzePer risparmiare un po' di tempo e denaro, pranzate al sacco. Se invece preferite sedervi in un locale, potete raggiungere Neco, situato a 2,7 km dalla Città delle scienze (circa 35 minuti a piedi), che offre un ricco menu a buffet a prezzo fisso (circa €13,00 a persona). Nel pomeriggio visitate ancora qualche attrazione della Città delle Scienze o in alternativa potreste vedere il vicino Museo Fallero, nato per raccontare la memoria della più sentita festa valenciana, Las Fallas: la festa consiste nel bruciare i monumenti artistici e i fantocci costruiti per l'occasione, e il museo è nato per "salvare" alcune di queste opere dalle fiamme ed esporle al pubblico. Si tratta di un museo molto originale e caratteristico, divertente da visitare, e l'entrata costa €2,00 (tranne sabato, domenica e festivi, che è gratuita.)

3 - Sera: Cena, Ruzafa

Per la vostra seconda serata a Valencia, consigliamo il quartiere Ruzafa, pittoresco e giovanile, pieno di negozi e localini originali che valgono senza dubbio una visita, magari anche nel tardo pomeriggio per trovare i negozi aperti. A cena, recatevi da El Rodamon de Russafa. Si tratta di un raffinato locale che reintepreta le tipiche tapas in chiave internazionale, proponendo piatti delle cucine di tutto il mondo, il tutto a un prezzo ragionevole di circa €20,00 a persona (poco più con bevande incluse.) Da provare.

In sintesi:

Giorno 3

Mostra Mappa

1 - Mattina: Colazione, Bioparc e Parco di Cabecera

elefante al bioparcSiamo arrivati all'ultimo giorno del vostro viaggio. Iniziate facendo colazione da Cafeteria Pasteleria Carala, una piccola caffetteria con un vasto assortimento di torte, dolci e prodotti salati (potrete ammirare anche la lavorazione dei dolci attraverso un vetro che si affaccia sul laboratorio), a circa un massimo di €10,00 (dipende sempre dalla quantità di cibo che andrete a mangiare). Recatevi poi verso il Parco di Cabecera, che con i suoi 330.000 mq si classifica come area più verde della città.

Al suo interno, troverete il Bioparc. Si tratta di un parco naturale dove ammirare numerosi esemplari della fauna africana in habitat naturali selvaggi: ippopotami, elefanti, zebre, rinoceronti, leoni, struzzi e molti altri ancora, fino a 4.000 animali di 250 specie diverse. Gli orari di apertura variano a seconda del periodo, per cui vi consigliamo di controllarli sul sito ufficiale. Il biglietto intero viene €23,80, con riduzioni per under 13 e over 65, ed è gratuito per bambini sotto i 4 anni.

2 - Pomeriggio: Pranzo, Istituto Valenzano d'Arte Moderna, Museo della Storia di Valencia

Una volta usciti dal Bioparc, dirigetevi verso il vostro pranzo, magari passeggiando nei Giardini del Turia, un'immensa area verde che circonda il centro di Valencia per kilometri, e congiunge il Bioparc con la Città delle arti. Andate quindi a mangiare presso El forn del Carmen, un antico forno ora adibito a ristorante, per gustare tapas e l'autentica paella valenciana (da richiedere su prenotazione), il tutto innaffiato da un'ottima sangria; il locale offre porzioni abbondanti ad un prezzo molto conveniente (probabilmente non supererete i €20,00 a persona).

Dopo pranzo potete dirigervi verso l'Istituto Valenzano di Arte Moderna, centro di rilievo per quanto riguarda l'arte moderna del panorama spagnolo contemporaneo. Il biglietto intero costa €6,00 per gli adulti, €3,00 per i ragazzi ed è gratuito per bambini e over 65 (alcuni orari nei weekend sono a ingresso libero, per informazioni più dettagliate consultate il sito web.) Per concludere, consigliamo la visita a una piccola perla un po' nascosta rispetto alle altre attrazioni: si tratta del Museo della Storia di Valencia, posto all'interno di una vecchia cisterna dell'acqua. Il museo ripercorre la storia della città, dalla nascita ai giorni nostri, e la racconta con l'utilizzo di oggetti quotidiani, libri, filmati e... una macchina del tempo! L'ingresso costa €2,00 (gratuito la domenica e i festivi) o è compreso all'interno della Valencia Card.

3 - Sera: Cena, La Malvarrosa

la tipica paella valencianaPer l'ultima serata, potete decidere di restare nel centro o di osare e prendere l'autobus o la metro per godervi il tramonto e la serata su una delle zone costiere più belle di Valencia, La Malvarrosa (soprattutto se andate in bella stagione). Consigliamo un'ottima cena a base di paella, nel ristorante Casa Cesar - El Delfin, un po' più nascosto rispetto ai ristoranti più "turistici", ma di alta qualità e a due passi dal mare. Il menù è fisso e molto abbondante, e con circa €26,00 a persona potrete gustare 3 antipasti, 1 piatto principale (solitamente la paella), tris di dolci, caffè e amaro (con bevande incluse). Concludete la serata passeggiando sul lungomare. Fate attenzione però agli orari, se soggiornate vicino al centro di Valencia e non avete la macchina per spostarvi in autonomia: l'ultimo autobus per il centro riparte infatti verso le 23:30. In ogni caso, se preferite godervi solo il tramonto e una passeggiata sul lungomare, tornando poi in centro a godervi la cena, vi consiglio la Cerveceria Juan: una trattoria tipica e rustica, frequentata molto dai valenciani. Porzioni abbondanti a circa €15,00 in media, in una location davvero molto originale... provare per credere!

In sintesi:

Quanto costa un weekend a Valencia

In media, per un viaggio di tre giorni a Valencia si possono trovare pacchetti camera + volo che oscillano dai €180,00 ai €300,00 circa; considerando che a questo si devono aggiungere i costi dei pasti, dei mezzi e delle attrazioni, dovete valutare mediamente un costo a partire da circa €400,00 a persona. Vediamo più nello specifico una stima dell'itinerario da noi proposto.

  • Costi per mangiare: circa €40,00 al giorno a persona (compresi colazione, pranzo, cena)
  • Costi per musei e attrazioni: dai €10,00 ai €40,00 a persona seguendo l'itinerario da noi suggerito
  • Trasporti: circa €10,00 a persona (in media €3,00 per l'autobus, €1,50 ogni corsa in metro, viaggio dall'aeroporto che oscilla tra €1,50 e €3,90 a seconda del mezzo). Tenente sempre presente che il centro non è molto grande, e molte destinazioni potete raggiungerle tranquillamente anche a piedi.
  • Hotel, alloggi e b&b: a partire da €60,00 a camera - guarda le offerte
  • Svago: da €7,00 a persona al giorno (compresi spuntini, caffè, aperitivi, drink, ecc.)
  • Costo complessivo di un weekend a Valencia: a partire da €400,00 a persona circa

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo è benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti può interessare anche...

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su