Italia Puglia Otranto Otranto

Otranto, Puglia: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Aggiornato a Luglio 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 189 viaggiatori.

Italia Puglia Otranto OtrantoOtranto è il borgo più ad est d'Italia, si trova infatti sul tacco dello stivale, e fa parte del bellissimo territorio del Salento. Chiamato anche "Porta d'Oriente", è un affascinante paese sul mare che ha un borgo considerato tra i più belli d'Italia, riconosciuto inoltre nel 2010 come Patrimonio Culturale dell'UNESCO quale Sito Messaggero di Pace. Per gli amanti della Puglia autentica, Otranto è il posto ideale, con le sue tradizioni, il suo cibo, il mare, la natura e alcune tra le più belle spiagge della penisola salentina.

Ecco una guida su Otranto: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera!

10 cose da vedere a Otranto in un weekend

1 - Il centro storico

salento otranto italia pugliaIl centro storico di Otranto è un posto molto caratteristico e tipico dei paesi meridionali. Piccolo e affascinante, pullula di gente, in particolar modo nel periodo estivo, quando i turisti invadono le strade della città alla ricerca dei negozietti di artigianato locale.

Il centro storico è circondato da mura che delimitano la zona rendendola pedonale, così da poterla visitare in tranquillità a piedi e senza il caos delle auto. Vi consigliamo di prenotare una visita guidata a piedi per scoprire in un paio d'ore l'interessante passato della città mentre camminate tra le antiche chiese e gli edifici che la rendono oggi un luogo pittoresco.

  • Come arrivare: dal porto in 15 min a piedi percorrendo Via del Porto - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

2 - Castello Aragonese

otranto il castello aragonese panoramio 1Foto di Carlo Pelagalli. Appena arrivati nel centro storico, è la prima cosa che vi colpirà, la maestosità del Castello Aragonese. Fu una fortezza costruita tra il 1485 ed il 1498: data la posizione strategica del paese, Otranto aveva un importante ruolo nel commercio ed è stata spesso sotto attacco di dure battaglie, per questo furono erette delle mura difensive. Oggi il Castello è diventato il simbolo della città pugliese e della cinta muraria, con cui forma un unico apparato difensivo.

E' possibile visitare la fortezza fino alla parte superiore, dove si trovano il Museo Archeologico e la terrazza panoramica. Le varie stanze del Castello Aragonese vengono utilizzate per ospitare mostre temporanee o eventi vari.

  • Come arrivare: in Piazza Castello; dal porto in 10 min a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 10:00-22:00
  • Costo biglietto: €3,00

3 - Cattedrale di Santa Maria Annunziata

duomo otranto salento escursioneLa Cattedrale di Otranto risale all'XI secolo, al suo interno è possibile vedere sontuosi mosaici sul pavimento e la Cappella dei Martiri. Questa cappella è una parte della chiesa che ricorda lo sterminio dei martiri di Otranto, che nel 1480 furono uccisi durante l'invasione turca per non aver voluto rinnegare la propria fede, delle teche in vetro ne custodiscono gli 800 crani.

Il bellissimo mosaico pavimentale si estende per tutta la lunghezza della navata principale e raffigura l'albero della vita, attorno al quale si sviluppano varie scene contenute nell'Antico Testamento, come simbolo del tortuoso cammino dell'uomo per raggiungere la salvezza eterna a seguito dei peccati.

  • Come arrivare: in Piazza Basilica, 1; dal porto in 15 min a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: 7:00-12:30 e 15:00-20:00 nel periodo estivo; 7:00-12:00 e 15:00-17:00 per il resto dell'anno
  • Costo biglietto: gratis

4 - Chiesa della Madonna dell'Altomare

La Chiesa della Madonna dell'Altomare è stata edificata nel XVII secolo e ricostruita nel 1744, come ricorda l'epigrafe visibile sulla facciata. E' situata su uno sperone tufaceo che scende direttamente nel mare.

La sua particolarità sono le decorazioni che richiamano la tradizione marittima a cui gli abitanti di Otranto sono molto legati. A cominciare dal pavimento a mosaico che raffigura una stella di tradizione marinara circondata da nodi savoia o ad otto. Poi tutti gli arredi e l'illuminazione riportano ad altri simboli legati al mare, dal cavalluccio marino al delfino, dall'ancora alla conchiglia.

  • Come arrivare: in via Punta, 2/3; a piedi in 20 min dal porto percorrendo tutto il lungomare - Ottieni indicazioni
  • Orari: da giugno a settembre 9:00-12:00 e 16:00-19:00; altri mesi 9:00-12:00 e 15:00-17:00
  • Costo biglietto: gratis

5 - Laghetto di Bauxite

cava di bauxite otranto salentoFuori dal centro abitato di Otranto, a sud della città, vi potete lasciare incantare dal Laghetto di Bauxite, un lago verde smeraldo incastonato fra le collinette color corallo della cava omonima. Si chiama così perché si tratta di una cava in cui in passato avveniva l'estrazione della bauxite, il minerale da cui si ricava l'alluminio. Oggi questo posto è diventato uno dei più belli e incredibili del Salento.

La zona tutt'intorno al lago è ricca di piante acquatiche e paludose. E' accessibile a piedi o in bici ed è meta ogni anno di gite scolastiche e di visite dei più curiosi che vogliono ammirare o fotografare questo tripudio di colori. Il modo migliore per arrivarci e visitare il posto è un tour guidato in bici che, pedalando per le piste ciclabili del Parco naturale costiero di Otranto-Leuca, vi farà esplorare tutto il sentiero della bauxite e ammirare le fantastiche vedute lungo il percorso.

  • Come arrivare: a piedi o in bici in 40 min circa dal porto, percorrete i sentieri costieri, salite sul Sentiero del Serpe fino alla Torre del Serpe, qui proseguite fino alla scogliera sulla Grotta di Palombara e oltrepassate la Baia delle Orte, dopo un sentiero costiero arriverete alla Cava di Bauxite - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

6 - Baia dei Turchi

alimini otranto 1Il mare di Otranto è stato premiato con la Bandiera Blu, e una delle spiagge su cui sventola è quella della Baia dei Turchi. Si trova a 7 km a nord del borgo. Porta questo nome perché è proprio qui che sbarcarono i turchi che invasero poi la zona. E' una delle spiagge più belle del Salento e la preferita dagli otrantini, che si allontanano dal centro per trovare un po' di tranquillità.

Questa baia appartiene all'Oasi dei Laghi Alimini ed è caratterizzata da sabbia fine e bianca, acque celesti e la pineta alle sue spalle. E' perfetta per chiunque, anche per le famiglie con bambini, è divisa tra spiaggia libera e spiaggia privata. Non potrete perdervela e non resisterete ad una nuotata in queste acque che sembrano caraibiche.

  • Come arrivare: in 30 min circa, raggiungete con l'auto il Santo Stefano Parking (€5,00) in 10 min percorrendo la SP366, qui prendete la navetta per giungere alla pineta per poi percorrere un sentiero di 10 min a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

7 - Laghi Alimini

alimini lagoFoto di Chiocciolasud. Anche la località Alimini sventola sulla sua bellissima spiaggia la Bandiera Blu, e 5 Vele di Legambiente. Prende il nome dai due laghi retrostanti, zona protetta dal FAI, situati nell'entroterra salentino. La loro particolarità è data dal fatto che uno dei due bacini, quello piccolo, è di acqua dolce mentre l'altro, Alimini Grande, è di acqua salata. Qui è possibile noleggiare le waterbike per fare la bellissima esperienza di passeggiare in bici sull'acqua. I laghi non sono però balneabili.

La bellezza naturale di questo posto merita assolutamente una visita, e potrete sempre scegliere di raggiungere la vicina spiaggia Alimini per rilassarvi e fare un bagno nelle sue acque sempre trasparenti e dai fondali bassi. Da qui è facile raggiungere anche la Baia dei Turchi.

  • Come arrivare: 25 min da Otranto, raggiungete in auto la pineta in 15 min e lasciatela in uno dei tanti parcheggi disponibili, da qui c'è la navetta oppure potete prendere un sentiero pedonale che porta in spiaggia in pochi min - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

8 - Porto Badisco

porto badisco 1Foto di Luca Margheriti. Questa caletta si trova a pochi km a sud di Otranto, è caratterizzata da scogliere, piccole spiagge di sabbia e di pietra, e un mare cristallino. Porto Badisco è considerata una delle zone più belle del Salento, se non addirittura dell'intera Puglia e d'Italia, oltre che una delle tappe da fare durante un viaggio a Otranto.

E' l'ideale per allontanarsi un po' dal centro cittadino, ed è possibile anche trascorrere un'intera giornata visti tutti i servizi disponibili nel raggio di un centinaio di metri. Questo mare è famoso per i suoi ricci di mare, che tra l'altro qui vengono mangiati anche crudi appena pescati.

  • Come arrivare: in auto in 15 min da Otranto percorrendo la SP87 - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

9 - Punta Palascìa

punta palasciaFoto di Pepemanuele. E' il punto più orientale d'Italia e si trova proprio a Otranto, o meglio a 6 km a sud della città. A segnalare questo punto panoramico è il faro, che troneggia su uno sperone roccioso che affaccia direttamente sul mare dal blu intenso. Qui si incontrano i due mari, l'Adriatico e lo Ionio. Il panorama da Punta Palascìa è imparagonabile, in particolar modo durante l'alba o il tramonto.

In questo tratto la costa è difficilmente balneabile, è possibile invece effettuare escursioni in barca dal porto di Otranto. L'area tutt'attorno al faro è fatta di sentieri ripidi e scoscesi immersi nella selvaggia macchia mediterranea, adatti per l'attività di trekking.

  • Come arrivare: in auto in 12 min da Otranto prendendo la SP87 - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile; faro 9:00-12:00 e 16:00-20:00
  • Costo biglietto: gratis

10 - Ipogeo di Torre Pinta

ipogeo di torre pinta otrantoFoto di Ingo Kuebler. L'ipogeo di Torre Pinta è situato sotto l'omonima torre nella Valle delle Memorie, è una parte di un complesso rupestre nel cuore di un'area ricca di testimonianze archeologiche e antropologiche. Il suo interno è un luogo magico che sembra essere uscito da un film fantasy. Oggi è di pertinenza di un agriturismo, e quindi è privato, ma con una offerta libera è possibile visitarlo chiedendo ai proprietari della struttura ricettiva.

Di recente scoperta (1976), non si ha una sicura datazione temporanea, questo punto di riferimento storico potrebbe risalire al Neolitico. E' caratterizzato da alcune cellette scavate sulle pareti che, con molta probabilità, erano destinate ad accogliere le urne cinerarie dei defunti.

  • Come arrivare: in auto in 5 min dal centro di Otranto - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

Cosa vedere a Otranto in un giorno: itinerario consigliato

otranto salento mare adriaticoIniziate con una ricca colazione da Di Bolina Cafè a pochi passi dal porto. Proseguite la vostra passeggiata verso il centro storico e raggiungete quelli che sono le due attrazioni principali: il Castello Aragonese, simbolo della città, e la Cattedrale. Percorrendo il lungomare arriverete alla Chiesa della Madonna dell'Altomare, cappella a cui gli abitanti di Otranto sono molto legati data la tradizione marinara.

Per pranzo fermatevi da Ristorante dal Baffo e assaggiate le specialità a base di pesce.
Nel pomeriggio potete scoprire le spiagge salentine che si trovano nei dintorni di Otranto. A cominciare dalla zona dell'Oasi dei Laghi Alimini con la vicina Baia dei Turchi, caratterizzate da sabbia fine, acque celesti e la pineta alle spalle. Nella pineta sono disponibili vari parcheggi, da qui c'è un sentiero pedonale che giunge fino alla spiaggia.

Dopo un pomeriggio tra le acque cristalline, potete godervi il tramonto dal punto più ad est della nostra penisola, Punta Palascìa, a 6 km a sud da Otranto. A troneggiare sullo sperone c'è il faro accessibile fino alle 20:00. Per cena tornate nel centro del borgo e fermatevi da Peccato di Vino, con tipica cucina pugliese.

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  1. Colazione presso Di Bolina Cafè (Ottieni indicazioni)
  2. Castello Aragonese - orari: tutti i giorni 10:00-22:00 - costo biglietto: intero €3,00
  3. Cattedrale di Santa Maria Annunziata - orari: estate 7:00-12:30 e 15:00-20:00, restanti mesi 7:00-12:00 e 15:00-17:00 - costo biglietto: gratis
  4. Chiesa della Madonna dell'Altomare - orari: da giugno a settembre 9:00-12:00 e 16:00-19:00, resto dell'anno 9:00-12:00 e 15:00-17:00 - costo biglietto: gratis
  5. Pranzo presso Ristorante dal Baffo (Ottieni indicazioni)
  6. Laghi Alimini - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  7. La Baia dei Turchi - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  8. Punta Palascìa - orari: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  9. Cena presso Peccato di Vino (Ottieni indicazioni)

Dove mangiare a Otranto: i migliori ristoranti

  1. Ristorante Alla Risacca: piatti a base di pietanze pugliesi in un locale dal tocco marinaro con foto di pescatori alle pareti
    Prezzo medio a persona: €25,00
    Indirizzo e contatti: Via Guglielmotto D'Otranto, 14 (Ottieni indicazioni) / tel: 340 753 7610
  2. Ristorante dal Baffo: specialità di pesce servite in un locale informale con decori a mosaico e dehors coperto
    Prezzo medio a persona: €45,00
    Indirizzo e contatti: Lungomare Terra D'Otranto, 51 (Ottieni indicazioni) / tel: 0836 806014
  3. Peccato di Vino: cucina pugliese in un ristorante raffinato con camino e luci soffuse
    Prezzo medio a persona: €40,00
    Indirizzo e contatti: Via Rondachi, 7 (Ottieni indicazioni) / tel: 0836 801488

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di Otranto

movida 1A Otranto è possibile trovare delle location davvero piacevoli per divertirsi la sera o per passare un momento di relax dopo aver trascorso la giornata ad esplorare le incantevole spiagge bianche del Salento.

La città di Otranto è infatti aperta a tutte le tipologie di visitatori, è possibile scegliere un locale adatto per il divertimento giovanile, o un altro per persone più adulte alla ricerca di un posto più sobrio e calmo. Sono inoltre tanti gli stabilimenti balneari che già nel pomeriggio organizzano aperitivi e sunset party che attirano molti turisti e giovani salentini.

I migliori pub, locali e discoteche

  • Spinnaker: lounge bar tra i più di tendenza di Otranto, in pieno centro storico con ottimi cocktail e aperitivi accompagnati da stuzzicheria tipica salentina / Indirizzo: Via Bastione Pelasgi, 12 (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook
  • Fuorirotta: uno dei locali alla moda, molto in voga tra i giovani, è un lido che si trasforma in discoteca sul mare già dal pomeriggio e che organizza sunset beachparty / Indirizzo: Via Antonio Sforza, 7 (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook
  • Ficodindia Salento Beach: stabilimento balneare che organizza serate a tema con i migliori dj, nella zona nord del litorale a pochi km da Otranto, uno dei posti più frequentati / Indirizzo: Contrada Alimini (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook

Organizza il tuo soggiorno a Otranto: info e consigli utili

  • Come arrivare: in aereo fino all'Aeroporto di Lecce San Cataldo, da qui è possibile prendere il treno diretto dal centro di Lecce alla stazione di Otranto (1 h, €3,00 a tratta) in auto, percorrendo la SS16 Adriatica Lecce-Maglie-Otranto
  • Come muoversi: a piedi all'interno del centro cittadino essendo di piccole dimensioni e zona a traffico limitato; in auto per spostarvi nelle località limitrofe e per raggiungere le spiagge poco distanti
  • Dove parcheggiare: vicino alla zona del porto in Via Orte (€0,80 l'ora, €7,00 tariffa giornaliera - Ottieni indicazioni); vicino al centro storico in Via Catona (€5,00 tariffa giornaliera, aperto solo durante la stagione estiva - Ottieni indicazioni)
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €35,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: Lecce (45 km), Galatina (31 km), Melendugno (25 km), Torre dell'Orso (18 km), Santa Cesarea Terme (16 km)

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Puglia

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su