cattedrale santa maria assunta

Cosa vedere a Ostuni in 3 giorni

Cosa vedere a Ostuni in 3 giorni. Itinerario dei posti da non perdere assolutamente. Consigli utili per visitare Ostuni in un weekend!

cattedrale santa maria assuntaOstuni, "la città bianca", è tra i centri turistici più rinomati della Penisola Salentina, da oltre vent'anni detentore della Bandiera Blu e delle cinque vele Legambiente. La città è ricca di meraviglie, se avete in in programma di visitarla in 3 giorni, ecco un itinerario di cui tener conto!
VEDI ANCHE: 10 cose da vedere a Ostuni 10 spiagge più belle di Ostuni

Prima di partire: consigli utili

  • Quando visitare Ostuni: Ostuni è una meravigliosa località sul mare, è chiaro che l'estate è il periodo ideaIe per visitarla. Anche le altre stagioni non vanno sottovalutate. Ad esempio in autunno, specialmente in occasione della manifestazione la "Settimana dei bambini del Mediterraneo", la città risplende delle sue meraviglie.
  • Come arrivare:in aereo, l'aeroporto del Salento dista 35 minuti d'auto: La compagnia Air Shuttle effettua i trasferimenti verso località turistiche salentine a bordo di minivan climatizzati da 8 posti a sedere. Occorre prenotare il servizio in anticipo dal sito ufficiale o tramite call center. Con il treno, fermata Ostuni. La stazione dista 10 minuti d'auto dal centro città. Diversi autobus di linea collegano la stazione con la città.
  • Dove dormire:il centro della città è ricco di alberghi e B&B, a prezzi pù che onesti Hotel e b&b a partire da €48,64 a camera - guarda le offerte
  • Come muoversi: muoversi a piedi è la situazione migliore. Per raggiungere le zone limitrofe, è consigliato l'affitto di un'auto o di uno scooter, in modo da muoversi più agevolmente. In alternativa, i mezzi pubblici funzionano abbastanza bene, e il costo di un biglietto singolo è di €1,00.

Giorno 1

Mostra Mappa

Mattina: Colazione, Piazza della Libertà, Obelisco di Sant'Oronzo, Chiesa di San Francesco, L'Ulivo che Canta.

Pel la colazione, una fermata a Dolci Momenti è quasi un obbligo: qui troverete una vasta scelta di dolci e leccornie, che vi daranno la giusta forza per iniziare la giornata. Il bar si trova a circa due minuti di passegiata a piedi da Piazza della Libertà, il centro culturale, storico e della movida di Ostuni. Qui sorgono l'ex monastero, oggi sede del Comune, la chiesa di San Francesco e il famoso Obelisco di Sant'Oronzo. Conosciuto anche con il nome di "Guglia", l'obelisco è stato costruito intorno al 1771. Altro 21 metri, l'opera è stata eretta come ringraziamento a Sant'Oronzo, per la protezione fornita alla città durante il periodo di peste e carestie. La chiesa di San Francesco risale invece al 1304. Di stile gotico, nel 1600 e nella seconda metà del 1700 ha subito una serie di modifiche, fino ad arrivare al totale inglobamento della facciata all'interno di quella dell'attuale Municipio, che l'ha resa "invisibile" dall'esterno. Al suo interno invece la struttura presenta ancora delle ricche decorazioni, una tela di Luca Giordano e diverse statue, risalenti al XVII e XVIII secolo. Da Pizza della Libertà, muovendosi su via Cattedrale, si incontreranno una serie di attrazioni turistiche, tutte vicine tra loro. Giunti all'incrocio con via Antonio Petraloro, è possibile distanziarsi dall'itinerario per far tappa alla bottega "l'Ulivo che canta", dove il proprietario vi guiderà nei misteri della lavorazione a mano del legno.

Pomeriggio: Pranzo, Museo di Civiltà Preclassiche, la Concattedrale di Santa Maria Assunta, Porta del Salento

cattedrale santa maria assuntaRitornati su via Cattedrale, recarsi all'Osteria Monacelle, ideale per una pausa pranzo all'insegna dei piatti tipici di Ostuni, spendendo il giusto prezzo. Terminato il pranzo si può visitare il vicino Museo di Civiltà Preclassiche. All'interno del museo, inaugurato nel 1989, sono custoditi importanti reperti dell'epoca medievale e meoderna, ritrovati nei pressi di Ostuni, e tutti i ritrovamenti portati alla luce nella Grotta di Agnano. Continuando sulla strada si giunge alla Cocattedrale di Santa Maria Assunta. Costruita nel 1400, seguendo un mix tra stil veneto e quello gotico, la Cattedrale presenta sulla facciata un rosone finemente decorato: il secondo più grande in Europa. Il suo interno è caratterizzato da tre navate, cappelle decorate e un soffitto riccamente dipinto. A circa un minuto di distanza dalla Cattedrale c'è l'opera d'arte moderna "la porta blu" o "porta del Salento"

Sera: Cena, Largo Trinchera

L'Osteria Piazzetta della Cattedrale è il posto giusto dove fermarsi a cena. Locations ricercata con ottimo cibo, di certo non vanta prezzi bassissimi, ma comunque nella media cittadina. L'Osteria si trova in Largo Trinchera, la Piazza della Cattedrale per antonomasia, e il luogo in cui la Curia Vescovile ha sempre gestito il suo potere. I lati della piazza sono chiusi da un palazzo ecclesiastico: sulla destra della cattedrale, c'è il Palazzo Vescovile, collegato al Palazzo del Seminario, sulla sinistra, tramite l'arco Scoppa. Tutti gli edifici sono stati ristrutturati e/o compleatamente ricostruiti, in seguito al terremoto del 1743 e, tra questi, quello che ha maggiormente risentito dei cambiamenti è stato proprio l'arco, originariamente costruito in legno, ma ricostruito in pietra nel 1750, seguendo lo stile barocco. Il committente dell'opera fu il vescovoFrancesco Antonio Scoppa, che fece apporre la sua arme sopra
del concio di chiave dell'arco.

In sintesi:

  • Luoghi visitati: Piazza della Libertà (gratis), Obelisco di Sant'Oronzo (gratis), Chiesa di San Francesco (gratis), L'Ulivo che Canta (gratis), Museo di Civiltà Preclassiche (€5,00), Porta del Salento (gratis), la Concattedrale di Santa Maria Assunta (€1,00), Largo Trinchera (gratis)
  • Dove mangiare:Colazione presso Dolci Momenti (Ottieni indicazioni), Pranzo presso Osteria Monacelle (Ottieni indicazioni), Cena presso Osteria Piazzetta Cattedrale (Ottieni indicazioni).

Giorno 2

Mostra Mappa

Mattina e Pomeriggio: Parco archeologico Naturale Santa Maria di Agnano

parco archeologico naturale santa maria di agnano 1Il Parco archeologico Naturale Santa Maria di Agnano si trova fuori dalla città, a circa 2km dal centro storico, e ha nella grotta di Santa Maria di Agnano la sua maggiore attrativa. Sede di culti e riti antichi di 300 anni, la grotta era in passato un vero e proprio santuario, dove sono state rinvenute due sepolture,Ostuni 1 e Ostuni 2, complete di corredo funebre, oltre a numerosi altri reperti di epoca medievale. Il Parco dista all'incirca 12 minuti in auto ma è raggiungibile anche con i mezzi pubblici il sabato e la domenica. I bus partono da Piazza Italia, e bisogna munirsi di regolare titolo di viaggio. La prima corsa è alle 9,45 quindi, è consigliabile fermarsi a fare colazione presso il bar Paradiso per ingannare l'attesa. Inoltre, all'interno del parco è possibile svolgere diverse attività, tra cui le visite guidate agli scavi, e sono presenti aree pic-nic attrezzate, adatte anche ai bambini. Quindi, al fine di godere al meglio delle bellezze a disposizione del turista, è bene portarsi il pranzo a sacco e dedicare alla visita l'intera giornata. Per info e prenotazioni sulle visite al Parco visitare il sito ufficiale del museo

Sera: Cena, Centro Storico

Situato nel centro storico, il Ristorante Spessite è ubicato all'interno di un frantoio del '700. La location caratteristica, e la possibilità di godere di menu a prezzo fisso, lo rende la soluzione adatta per una cena all'insegna delle tipicità del luogo. Una passeggiata per il Centro Storico di Ostuni è il modo giusto per digerire. Camminando per i vicoletti della città vecchia, si avrà la possibilità di notare alcune particolarità che lo rendono speciale. Prima di tutto abbiamo il curioso colore bianco degli edifici, dato dalle colate di calce che li ricoprono che, in passato, hanno protetto gli abitanti dall'epidemia della peste. In secondo luogo invece, non si può non notare come i vicoli della città, siano tutti ciechi.In queste stradine sono presenti abitazioni qualche volta scavate nella roccia, unite poi da archi e semiarchi che fungono da sostegno.

In sintesi:

  • Luoghi visitati: Parco archeologico Naturale Santa Maria di Agnano (€5,00), Centro Storico di Ostuni (gratis)
  • Dove mangiare:Colazione presso bar Paradiso (Ottieni indicazioni), Pranzo a sacco, Cena presso Ristorante Spessite (Ottieni indicazioni)

Giorno 3

Mostra Mappa

Mattina e Pomeriggio: Colazione, Chiesa dello Spirito Santo, Parco Dune Costiere

parco dune costiereUna volta fatta colazione al Monna Lisa Cafè, si puo partire alla volta della Chiesa dello Spirito Santo, proprio li vicina. Facilmente riconoscibile, grazie al suo ingresso del XV secolo, adornato da bassorilievi targotici, custodisce le statue seicentesche di Sant'Oronzo e della Madonna del Buon Consiglio. Finita la visita, è arrivato il momento di partire alla volta del Parco delle Dune Costiere. Meta imperdibile per chi ama la natura, il parco è ampio 1100 ettari e contiene diversi habitat, disseminati per gli 8 km di costa ed aree agricole che lo compongono. Istituito nel 2006. al fine di recuperare e tutelare specie animali e vegetali altrimenti estinte, passeggiando per i suoi sentieri si avrà modo di vedere anche alcune antiche masserie. E' possibile scegliere tra il tour del parco e il tour delle masserie antiche, il tutto rigorosamente in bici. Per raggiungere la zona, ogni anno vengono istituite delle corse speciali dei mezzi pubblici, visitate il sito del Comune di Ostuni per ulteriori informazioni. La zona è facilmente raggiungbile anche con mezzi propri in circa 20 minuti. Visitare il parco vuol dire fare un vero e proprio tuffo nella natura, e per godersela in tutta tranquillità, è bene portare con se il pranzo a sacco.

Sera: Chiesa della Madonna della Grata, Cena

Il ritorno dal parco potrebbe essere una buona occasione per passare anche per la Chiesa della Madonna della Grata, situata in via Presidente Cucci, poco distante dal Centro Storico di Ostuni e famosa per un fatto miracoloso quì avvenuto. Si racconta che, nel 1700, un uomo costretto a camminare curvo a causa di forti dolori alla schiena, si recò al santuario per pregare la Madonna ed improvvisamente guarì. In memoria di tale accadimento, ogni prima domenica di agosto si festeggia la Madonna della Grata con una processione spettacolare. Finita la visitauna sosta all'Osteria don Chisciotte è quello che ci vuole per chiudere in bellezza. Ubicata all'interno di un'antica stalla, il locale propone una serie di piatti salentini tipici e di pesce a prezzi modici. E' possibile anche usufruire delle soluzioni a menù fisso.

In sintesi:

  • Luoghi visitati: Chiesa dello Spirito Santo (gratis), Parco Dune Costiere (gli itinerari a disposizione del visitatore sono molti, il costo per ognuno è indicato qui), Chiesa della Madonna della Grata (gratis)
  • Dove mangiare:Colazione presso Monna Lisa Cafè (Ottieni indicazioni), Cena presso Osteria don Chisciotte (Ottieni indicazioni)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su