Quando andare in Kenya: clima e periodo migliore per un safari

Quando andare in Kenya. Info su clima, stagioni, temperature e precipitazioni mese per mese. Scopri il periodo migliore per un safari in Kenya, mesi da evitare, rischi e pericoli.

Affacciato sull'Oceano Indiano, il Kenya ha una costa di ben 400 km piena di conchiglie e coralli, rilievi montuosi e spazi sconfinati di savane dove il colore rosso della terra si contrappone all'azzurro intenso del cielo: è il paese più rappresentativo del continente africano. Difatti, è meta ideale per molte persone e presa d'assalto dal turismo di massa.
Qui si trovano animali selvaggi come leoni, elefanti e rinoceronti. Dalla capitale, Nairobi, partono diversi safari che attraversano la riserva Masai Mara, famosa per le annuali migrazioni di gnu, e il Parco Nazionale Amboseli, da dove si può ammirare il celebre monte del Kilimangiaro (di ben 5.895 metri), situato in Tanzania.

Periodo migliore per un Safari

Il clima in Kenya varia da zona a zona, quindi per sapere in quale periodo conviene andare bisogna fare una distinzione in base alla regione.

  1. Altopiano e parchi nazionali (Nairobi, Masai Mara, Amboseli e Tsavo): il periodo più indicato è da giugno a settembre, anche se c'è un rischio di rovesci pomeridiani e serali ad alte quote, e gennaio/febbraio in cui a bassa quota si fa sentire il caldo.
    Voli economici per Nairobi da €389,32 - Hotel, lodge e resort da €21,00 a notte - Masai Mara: safari di 3 giorni da €590,00
  2. Zone costiere (Malindi, Mombasa): i mesi migliori sono agosto/settembre e gennaio/febbraio, nonostante in questi utlimi due si possano toccare facilmente i 30°C. Da novembre a marzo fa infatti molto caldo, mentre da aprile a giugno c'è la maggior concentrazione di piogge.
    Voli economici per Malindi o Mombasa da €432,56 - Hotel, lodge e resort da €20,00 a notte - Da Mombasa: Safari di 3 giorni a Tsavo East e Salt Lick da €590,00
  3. Regione settentrionale (Lago Turkana, Lodwar): luglio e agosto sono i mesi meno caldi. Possono esserci scarse e irregolari piogge nei periodi marzo-maggio e ottobre-dicembre.
    Hotel, lodge e resort da €18,00 a notte

Il periodo migliore per un Safari in Kenya è nei mesi di gennaio e febbraio durante la stagione secca o tra giugno e settembre, momento in cui potrete ammirare la grande migrazione degli gnu dal Serengeti in Tanzania, nella riserva naturale Masai Mara.
L'alta stagione turistica va da gennaio a febbraio e, a seguire, da giugno a settembre.
Tra marzo e maggio (e in misura minore da ottobre a dicembre) si verificano le piogge che, solitamente, non impediscono di fare escursioni. Dunque è in questi mesi che troverete un buon compromesso tra clima e costo.

Di seguito alcune escursioni e Safari in Kenya:

Periodo da evitare

  • Sugli altipiani e parchi nazionali: il periodo meno indicato è da marzo a maggio;
  • Sulla costa: aprile-giugno sono in genere i più piovosi e quelli che presentano il maggior rischio di allagamenti, specialmente ad aprile nelle zone interne e maggio sulla costa;
  • Nella parte settentrionale: il clima è arido tutto l'anno, con temperature relativamente più basse a luglio e agosto.

Rischi e pericoli

Il Kenya non si trova nella traiettoria dei cicloni tropicali, tuttavia, la costa a sud dell'Equatore potrebbe esserne interessata (di fatto non è mai accaduto negli ultimi decenni). In ogni caso, la costa può subire gli effetti di cicloni che si formano nell'Oceano Indiano e portano piogge abbondanti da novembre a metà maggio, e più frequentemente da fine dicembre a metà aprile.

Clima e stagioni

panorama kenya africaIl Kenya è tagliato in due dall'Equatore e presenta tre tipi di clima diversi tra loro: caldo e umido lungo la costa; temperato nell'ovest e nel sud-ovest dove si trovano montagne, parchi e altipiani; torrido nella parte settentrionale.
In generale febbraio-marzo è il periodo più caldo, luglio-agosto quello più fresco.

In base al vento si determinano la stagione secca da ottobre a marzo, quando prevalgono i venti caldi che arrivano dall'Arabia, e l'umida da aprile a settembre con i venti più freschi provenienti dall'Oceano Indiano. All'inizio dei due periodi si definisce la piovosità: la "stagione delle lunghe piogge" da marzo a maggio, e la meno intensa "stagione delle brevi piogge" da ottobre a dicembre.
Le precipitazioni, più abbondanti sulla costa e a sud-ovest, si presentano sotto forma di temporale pomeridiano oppure serale e sono abbastanza irregolari.

Temperature medie e Precipitazioni - Altopiano e parchi (Nairobi - Masai Mara, Amboseli, Tsavo)

tribu maasai kenyaSugli altopiani il clima è mite e la temperatura, così come la piovosità, variano a seconda della quota e dell'esposizione. Più si sale e più aumenta il rischio di piogge.
Nella capitale Nairobi è piacevole di giorno, fresco la notte con temperature massime sui 21/22°C da giugno ad agosto e minime di 10/11°C, mentre da gennaio a marzo (mesi più caldi) massime di 25/26°C e minime sui 12/14 gradi.
La stagione delle piogge è marzo-maggio e ottobre-dicembre e si presentano sotto forma di rovescio. I mesi più soleggiati sono gennaio e febbraio.

La riserva faunistica Masai Mara, che si trova a 1500 metri, non ha periodi completamente secchi ma il mese più piovoso è aprile, quello meno luglio. Le temperature variano dai 25 ai 28 gradi nell'arco dell'anno, le minime sono sui 12°C.
Anche i parchi dell'area sud-orientale del Kenya sono caldi e aridi, però in misura maggiore rispetto al cuore dell'altopiano: l'Amboseli National Park e Tsavo National Park hanno massime quasi sempre oltre i 30°C, le minime sono sui 20.

Infine nelle highlands a nord-ovest di Nairobi, al di sopra dei 2.000 metri a luglio e agosto le piogge sono abbondanti, mesi generalmente poco piovosi nel resto del Kenya; il momento relativamente secco è da ottobre a marzo.

Periodo consigliato: a gennaio e febbraio è l'ideale, da marzo cominciano le piogge che trovano il picco massimo ad aprile e maggio (mesi sconsigliati). Da giugno a settembre il clima è perfetto, difatti è l'altro picco di alta stagione dopo gennaio/febbraio. Da ottobre a dicembre diminuiscono i turisti, c'è meno sole e probabilità di piogge, però è comunque un buon periodo per visitare il Kenya.

Stagione Periodo Temperature (min/max) Giorni di pioggia
Estate gennaio-marzo 12°/26° 6
Inverno giugno-agosto 10°/21° 4
Stagione di passaggio aprile-maggio / settembre-dicembre 13°/23° 10

Temperature medie e Precipitazioni - Zone costiere (Malindi, Mombasa)

porto vecchio mombasa kenyaSulla costa fa caldissimo da novembre a marzo, con molta umidità e massime intorno ai 31/32 gradi (e punte di 36/37). Più gradevole da giugno ad agosto, quando si scende intorno ai 28 gradi. A gennaio e febbraio piove poco, a marzo e dicembre è possibile qualche rovescio soprattutto a sud (Mombasa).

La stagione delle lunghe piogge è da aprile a giugno, con maggio come mese più piovoso. I mesi migliori sono agosto e settembre poiché i meno caldi e con piogge non abbondanti.

Periodo consigliato: i mesi da giugno a settembre (in particolare agosto e settembre) sono quelli ideali dato che le temperature sono relativamente più basse e piove poco. Gennaio/febbraio e marzo/dicembre sono mesi piacevoli però il clima è torrido. Aprile e maggio sono i mesi più piovosi, mentre a ottobre/novembre è possibile qualche rovescio che lascia subito spazio al sole.

Stagione Periodo Temperature (min/max) Giorni di pioggia
Estate novembre-marzo 23°/31° 4
Inverno aprile-agosto 22°/28° 12

Temperature medie e Precipitazioni - Zona settentrionale (Lago Turkana, Lodwar)

elefanti amboseli keyaLa zona settentrionale è quella più secca e calda del Kenya, specialmente le aree che si trovano in quote più basse come il Lago Turkana.
C'è un clima afoso tutto l'anno e le piogge sono irregolari (e sporadiche), con probabilità di rovescio nei periodi piovosi (3-4 giorni), ovvero da marzo a maggio e da ottobre a dicembre.

Le massime sono intorno ai 30°C tutto l'anno con picchi di 35/36 gradi, mentre le minime sui 24°C.
Gli unici mesi, se vogliamo definirli più "freschi" sono luglio ed agosto, in cui si scende sui 28/29°C.

Periodo consigliato: luglio e agosto sono i mesi che si preferiscono al resto dell'anno.

Cosa portare in valigia

Inverno (giugno-agosto)

  • per la costa (Malindi, Mombasa) e lo Tsavo National Park: vestiti leggeri, felpa per la sera, foulard per la brezza, impermeabile leggero;
  • per Nairobi, il Masai Mara e l'altopiano alle quote intermedie: vestiti leggeri per il giorno, maglione e giacca per la sera, impermeabile leggero o ombrello;
  • per le highlands: sopra i 2.000 metri vestiti di mezza stagione, mentre sopra i 3.000 metri, giubbotto caldo e berretto;
  • per il nord e il Lago Turkana: vestiti leggerissimi, coprenti e in tessuto naturale, turbante da deserto, cappello per il sole.

Estate (dicembre-febbraio)

  • per la costa (Malindi, Mombasa) e lo Tsavo National Park: vestiti leggeri e in fibra naturale, felpa leggera per la sera;
  • per Nairobi, il Masai Mara e l'altopiano alle quote intermedie: vestiti leggeri per il giorno, giacca e maglione per la sera;
  • per le highlands: sopra i 2.000 metri vestiti di mezza stagione, impermeabile o ombrello, mentre sopra i 3.000 metri, giubbotto caldo e cappello;
  • per il nord e il Lago Turkana: consiglio vestiti leggerissimi, coprenti e in tessuto naturale, turbante da deserto, cappello per il sole.

Indicazioni generali

  • per l'altopiano raccomando vestiti a strati, cappello per il sole, crema solare, impermeabile per i possibili rovesci;
  • per le riserve, vestiti di colore neutro e scarpe comode di tela;
  • per le montagne indossate scarpe da trekking e, per la cima del Monte Kenya (tutto l'anno), un abbigliamento adeguato per il freddo, giacca, berretto, guanti, sciarpa, occhiali da sole, crema solare;
  • infine, per la barriera corallina, attrezzatura per snorkeling e scarpe acquatiche.

Info utili

  • Capitale: Nairobi
  • Popolazione: 48,46 milioni
  • Superficie: 580.367 Kmq
  • Lingue: lingua swahili e lingua inglese
  • Moneta: Scellino keniota (Ksh o Kes) / Cambio: €1,00 = 118,14 Kes; 1 Kes = 0,0085 €
  • Documenti: i cittadini italiani devono munirsi del passaporto con validità residua di almeno sei mesi e del visto turistico. La permanenza è limitata a tre mesi.
  • Fuso orario: +2h rispetto all'Italia, +1h quando in Italia vige l'ora legale
  • Vaccinazioni: non ci sono vaccinazioni obbligatorie, ma si consigliano quelle per la febbre gialla, epatite A, epatite B, malaria, tifo. La più consigliata dai medici è la profilassi antimalarica. Per evitare, inoltre, le diffuse infezioni gastro - intestinali si raccomanda di non mangiare cibi crudi, di bere acqua filtrata senza ghiaccio o imbottigliata.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su