Dove si trovano i cerchi nel grano nel mondo?

Svelato il mistero dei cerchi nel grano? Ecco info e curiosità: scopri il significato dei veri messaggi alieni, dove si trovano e quali sono gli ultimi comparsi in Italia, Inghilterra e nel Mondo!

I cerchi nel grano sono ormai un fenomeno noto anche per chi non se ne intende di alieni, esoterismo e complotti. Si tratta di misteriose figure che appaiono sui campi durante la notte come se fossero dipinte da un'abile mano d'artista. In tanti hanno provato a fornire una spiegazione più o meno credibile, ma di fatto il mistero permane. Scopriamo insieme cosa sono e dove compaiono. Siete curiosi?
VEDI ANCHE: I LUOGHI PIU' MISTERIOSI DEL MONDO

Qual è il loro significato? Sono veri messaggi alieni?

significatoNessuno sa quale sia il vero significato di queste opere, nè perché esse appaiano. C'è chi ritiene essere i crop circle dei messaggi alieni o di altre entità che noi dovremmo decifrare per capire alcuni misteri dell'Universo e della Vita, ma evidentemente non siamo molto bravi a farlo...
VEDI ANCHE: I LUOGHI DEGLI AVVISTAMENTI UFO NEL MONDO

rmai si sa che l'80% nascono da mano umana, ma il restante 20%? Chi o cosa li fa e perché li crea? Al momento non abbiamo nessuna risposta certa e il dibattito continua tra scienziati, ufologi, complottisti, amanti del mistero e credenti nelle forze spirituali della Natura.

Qual è stato il primo? E dove sono comparsi gli ultimi?

doveTutto ebbe inizio sul finire degli anni '70 nel sud dell'Inghilterra. Misteriosi cerchi apparivano durante le notti estive: grandi fino a 25 metri di diametro oppure piccoli come una ruota, al loro interno le spighe erano piegate a spirale e mai spezzate. Nel 1980, quando i giornali iniziarono a parlarne, i cerchi aumentarono (da 3 in quell'anno a 700 nel 1990) e cominciarono a presentare forme sempre più complesse. Non si trattava più di semplici cerchi, bensì di elaborati e spettacolari pittogrammi. Ovviamente questo curioso fenomeno attirò da subito l'interesse di curiosi, esperti, complottisti, esoteristi ed ufologi. Il tutto si trasformò anche in una sorta di turismo molto redditizio. Visto il suo proliferare negli anni, il fenomeno dei crop circle divenne oggetto d'indagine: come si formano? Chi li crea? perché? Si giunse a stabilire che molti di essi, compresi quelli più complessi, vennero realizzati da mano umana. Un esempio su tutti, quelli di Doug Bower, Dave Chorley e John Lundberg. Bower e Chorley avviarono questa "moda" in Inghilterra negli anni '80 e vennero ddirittura insigniti del Premio Ignobel nel 1992 per l'ideazione della loro burla. Tutte le altre spiegazioni fin'ora trovate sono solo supposizioni ed ipotesi. Col passare degli anni, dai primi pochi cerchi nelle campagne inglesi, il fenomeno si diffuse in tutto il mondo, anche se la località prediletta pare essere rimasta il Regno inglese di Sua Maestà. Migliaia di campi di grano e altri cereali hanno ospitato cerchi e figure sempre più complesse. In generale, le prime formazioni (1970 - 2000) erano basate su semplici figure geometriche. I cerchi nel grano più recenti, quelli comparsi dopo il 2000, sono decisamente più complessi e sembrano fondarsi su principi ispiratori come i frattali. Le figure sono diventate via via sempre più creative. Molti crop cirlce hanno dettagli finemente sviluppati, con intricate simmetrie all'interno di altri elementi a loro volta simmetrici con variazioni su diverse scale di grandezza. Talvolta sono apparse persino illustrazioni con personaggi dei fumetti, di chiara matrice umana. Attualmente il più recente cerchio nel grano è quello del 7 Luglio 2016 a Wilts, nei pressi di Stonehenge. E' apparso in un campo di avena ancora verde e rappresenta una sorta di stella a 7 punte contenente 7 "diamanti" più piccoli al suo interno. Il tutto è poi racchiuso in una grande circonferenza composta da due file di quadratini. Inoltre, accanto alla stella vi è una sorta di mezzaluna.

Ecco adesso una selezione delle figure più spettacolari ritrovate negli anni.

1 - Silbury Hill, UK

1(1)Un'elaborata figura circolare con una decorazione che ricorda una chiave greca.

2 - Crop circle ant, UK

2(1)Una misteriosa formica gigante. Opera dell'uomo o di altre creature? Ma soprattutto: cosa vuole comunicarci l'immagine di una formica?

3 - Cerchio di sabbia, Deserto Mediorientale

3(1)Un cerchio decisamente particolare visto che è stato creato sulla sabbia. Il mistero s'infittisce anche perché secondo alcuni quest'opera non avrebbe nessuna traccia di fattura umana. Il motivo? Nessun segno di impronte o tracce che colleghino il cerchio alla presenza di qualcuno.

4 - Fiore di Poirino, Italia

4(1)Vicino a Torino è stato creato questo splendido e complesso disegno che ricorda un fiore.

5 - Windmill Hill, UK

5(1)Il Paese di Sua Maestà è molto gettonato dai creatori di crop circle. Questa splendida opera fatta di cerchi lascia davvero senza parole.

6 - Oxfordshire, UK

6(1)Una creazione gigantesca, il doppio della dimensione della maggior parte degli altri cerchi. A molti ricorda una medusa, anche a voi?

7 - West Woodhay, UK

7(1)Siamo ancora una volta in Inghilterra, patria indiscussa dei crop circle. Questo sembra un serpente. Pare proprio che i creatori di queste opere conoscano bene il regno animale...cosa ne pensate?

8 - Goes, Olanda

8(1)Una sorta di uomo farfalla di 30 metri per 450, per molti un'opera che ricorda accuratamente l'Uomo Vitruviano di Leonardo Da Vinci. Esso si dice sia il simbolo della fioritura dell'umanità. Un messaggio chiaro finalmente? Forse...o forse no...

9 - Windmill Hill, UK

9(1)Un'altra splendida creazione nei pressi di questa collina. Pare proprio sia una località gettonata dai creatori, alieni o no, di crop circle. E' innegabilmente un'opera splendida. Sembra quasi fatta di metallo, ma in realtà i suoi "bagliori cromatici" sono dati dalla differente densità delle piante presenti nei diversi punti. Chiunque sia l'artista, ha fatto un capolavoro!

10 - Chilbolton, UK

10(1)Concludiamo con il crop circle più emblematico di tutti. Siamo per l'ennesima volta in Inghilterra. Che sia opera di un umano burlone o è realmente il vero autore quello rappresentato? Questo cerchio nel grano è portatore di un messaggio di pace o vuole farci capire qualche inquietante verità?

Svelato il mistero dei cerchi?

Chi è il responsabile? Ufo? Vortici di plasma? Fenomeni elettrodinamici? In realtà nulla di tutto questo. In linea teorica (e anche pratica) per tracciare un cerchio bastano una corda, un rastrello e un paletto. In un'oretta di lavoro il gioco è fatto. Si entra in un campo lungo il "canale" lasciato dal trattore. Poi si penetra all'interno sfruttando i solchi tra le spighe. Si pianta il paletto e poi gli si lega attorno la corda. Il palo fa da perno e la corda, girando, riesce a piegare le robuste piante di grano. Per terminare l'opera bisogna schiacciare le spighe tracciando la circonferenza, regolandosi con la corda. Una volta che il cerchio è fatto, si può allargare il sentiero e calpestare le spighe senza timore di lasciare tracce. Ma è davvero tutto così stupidamente semplice? In realtà no. Prima di tutto: che senso avrebbe per i contadini rovinare intere porzioni di campo per creare disegni, a volte nemmeno poi così belli? Secondo alcuni studiosi, sebbenel'80% dei crop circle sia opera dell'uomo, non si sa chi o cosa sia l'autore della restante parte. Un'ipotesi è che il fenomeno venga causato dall'azione del campo magnetico della Terra. ll meteorologo Terence Meaden sostiene che i crop circle siano frutto di vortici di plasma che sfiorerebbero il grano schiacciandolo secondo figure geometriche. Mulinelli di aria elettricamente carica provocherebbero quindi cambiamenti a livello cellulare delle piante. Ok, però il plasma è un gas di particelle elettricamente cariche. Per generarlo, è necessario scaldare un gas sopra i 1000 °C o applicare campi elettrici intensi come quelli che producono i lampi. Possibile quindi che i cerchi nel grano siano prodotti da vortici di plasma, per altro mai identificati nell'atmosfera? E poi come farebbero a creare forme geometriche quali spigoli, triangoli e quadrati? Il mistero, per lo meno per ora, rimane...


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su