Cosa vedere in Alaska: città e attrazioni da non perdere

Se amate l'avventura e la natura incontaminata, l'Alaska è il posto che fa per voi. Maestosi paesaggi naturali e una fauna incredibile sono gli ingredienti di un viaggio destinato a rimanere indelebile nella mente e nel cuore.

Questo enorme territorio, selvaggio e inospitale, racchiuso tra Canada, Oceano Pacifico e Mar Glaciale Artico, ha costituito un ponte fondamentale per lo sviluppo storico dell'intero continente americano. Fu proprio attraverso lo stretto di Bering che, 15.000 anni fa, mammiferi e gruppi umani provenienti dalla Siberia iniziarono a popolarlo. Ciò che più affascina è poi il fatto che, tutt'oggi, in Alaska l'uomo dipenda dalla natura e dalle sue risorse, in primis dal settore marittimo. Per tal motivo, gli alaskani hanno un rispetto reverenziale verso il mondo animale e vegetale nel quale si sentono solo ospiti.

Un viaggio in questo Paese è un'esperienza unica. Se state organizzando l'itinerario, segnatevi le cose da vedere in Alaska: città e attrazioni da non perdere!

1 - Denali National Park

parco nazionale di denali alaskaIl Denali National Park è il parco nazionale simbolo dell'Alaska.

Vette innevate, ghiacciai attraversati da torrenti tortuosi, foreste incontaminate e animali selvatici. Una riserva che si estende per 24.000 kmq (la superficie della Sardegna!) e al cui interno troneggia il monte McKinley, il più alto del Nord America (6194 m slm). Alle pendici della catena montuosa si sviluppa un'intricata foresta dove è possibile avvistare orsi, lupi e grandi erbivori come alci e caribù e altre numerosi specie selvatiche.

Facilmente accessibile da Anchorage, il Denali si può visitare in maniera autonoma o con tour organizzati, in auto o a piedi. I più sportivi e preparati possono scegliere di visitare il parco affrontando percorsi di trekking: si possono intraprendere percorsi di poche ore così come di vari giorni consecutivi spaziando fra fitti boschi fitti e creste aspre.

2 - Glacier Bay

alaska ghiacciaio ghiaccio partoIl Glacier Bay è un luogo di fonte al quale sembra di essere catapultati nell'era glaciale, appunto.

Nel 1778 James Cook documentò in quest'area un'immensa ed impenetrabile distesa di ghiaccio spessa centinaia di metri. Nel 1794, George Vancouver scoprì che parte del ghiaccio si era sciolto, facendo apparire una baia di 8 chilometri. Con lo scioglimento dei ghiacci la Glacier Bay ha continuato ad ampliarsi: alla bocca dell'insenatura il ghiaccio ha lasciato posto a una foresta, mentre le navi possono insinuarsi fino a 105 chilometri nella baia, che continua ad allargarsi con numerose ramificazioni.

Gustavus è la base di partenza per visitare la Glacier Bay. Il modo migliore per godersi un panorama così particolare è quello di imbarcarsi su un battello e lasciarsi affascinare. Non è raro vedere "frammenti" di ghiaccio delle dimensioni di un'automobile crollare in acqua. Uno spettacolo altamente suggestivo! Chi invece preferisce godersi la bellezza della baia a piedi, da Gustavus si può raggiungere Bartlett Cove, sulla sponda orientale della baia, da dove partono alcuni sentieri nella foresta.

3 - L'Aurora Boreale

aurora boreale alaska spazioIn Alaska è possibile ammirare due degli spettacoli più incredibili che Madre Natura mette in scena: il Sole di Mezzanotte (in estate) e soprattutto l'Aurora Boreale (in inverno).

Durante i mesi invernali il buio è costante, ad illuminare le infinite notti invernali arriva questo particolare effetto atmosferico di luci verdi e gialle, che conferisce al paesaggio un aspetto magico.

Attenzione: comunemente si crede che, più si va verso nord e più aumentano le possibilità di vedere l'aurora boreale, ma non è proprio così. In realtà, è Fairbanks la città che offre la maggiore possibilità di avvistare le luci danzanti. La media di aurore boreali al Polo Nord è di 100 notti all'anno, a Fairbanks ben 240!

L'aurora boreale è un fenomeno che lascia a bocca aperta chiunque, anche chi vi ha già assisito. Ogni aurora, infatti, è diversa dalle precedenti. E persino la colorazione può cambiare notevolmente: si narra che nel 1958, ad esempio, i cieli d'Alaska si tinsero di un rosso così acceso che in molti pensarono ad un incendio.

4 - Fairbanks

ancoraggio alaska citta urbanoFairbanks, pur non essendo la capitale dell'Alaska, è una città fulcro della nazione. Con 30 mila abitanti è la seconda città più popolosa dello stato e un punto di partenza strategico per escursioni nel centro-nord del Paese.

Isolata e in mezzo al nulla, Fairbanks è una città unica nel suo genere, molto interessante da visitare anche per la sua storia in quanto cresciuta e arricchitasi con la corsa all'oro.

Da visitare il Morris Thompson Cultural and Visitors Center, che offre un'introduzione al territorio alaskano e ai popoli che lo hanno abitato nel tempo. Ancor più interessante è l'Ice Museum che, come suggerisce il nome, ha per protagonista dell'esposizione proprio l'elemento ghiaccio. L'ambiente, riempito esclusivamente con sculture di ghiaccio, è costantemente mantenuto a -7°. L'arte della scultura del ghiaccio è diventata qui un evento di rilevanza mondiale. Tutti i mesi di marzo di ogni anno, Fairbanks ospita i campionati mondiali di scultura sul ghiaccio, con artisti che accorrono da tutto il mondo per sfidarsi con opere talvolta colossali, alte sino a 6 metri!

5 - Inside Passage

glacier bay alaska acqua di lagoL'Inside Passage è la lingua di mare che serpeggia tra la frastagliata costa sud-orientale dell'Alaska e l'arcipelago di centinaia di isolette che la proteggono dalle intemperie provenienti dall'oceano. E' una sorta di "autostrada marina" che collega, tramite nave, Vancouver con Skagway, toccando molte altre cittadine fra cui Juneau, la capitale.

Viaggiare attraverso l'Inside Passage è una delle esperienze più particolari che si possono fare in Alaska, e nella vita in generale. Animali marini e terrestri, fiordi e ghiacciai: ovunque si volti lo sguardo, c'è da rimanere a bocca aperta per lo stupore!

L'Inside Passage si può percorrere sostanzialmente in 3 modi: con navi da crociera, comode e lussusose; con piccole navi da crociera locali, meno lussuose delle prime ma con il vantaggio di essere più economiche e, essendo più piccole, possono avvicinarsi molto di più alle coste; infine con i traghetti del servizio statale Alaska Marine Highway System. Quest'ultima è senza dubbio la scelta più spartana, ma perfetta per chi vuole immergersi nella cultura locale ed avventurarsi anche nei luoghi più insoliti e meno turistici.

6 - Isole Aleutine

unalaskaFoto di Piergiuliano Chesi. Le Aleutine costituiscono l'arcipelago che si allunga verso est dall'Alaska Peninsula. Sono molto difficili da raggiungere, fatto che ne fa una delle aree più belle ed incontaminate, ma al stesso tempo meno visitate, di tutta l'Alaska. Più di 2.500 fra isole e scogliere, la maggior parte delle quali fa parte dell'Alaska Maritime National Wildlife Refuge, la riserva nazionale dove la fauna marina vive indisturbata.

Peculiarità delle Aleutine sono gli oltre 60 vulcani attivi che dominano il vastissimo arcipelago. Solo 10 isole sono abitate e in tutto ci vivono circa 8.000 persone di cui, più della metà, ad Unalaska, la principale delle 10.
La zona è decisamente più ricca di forme di vita animali! Le Aleutine sono infatti un paradiso per i pescatori e per gli amanti del birdwatching.

I turisti le possono raggiungere con un traghetto che viaggia in estate due volte al mese oppure in aereo. Ancor più difficile da raggiungere sono le più orientali, quelle più vicine alla Kamchatcka.
VEDI ANCHE: Isole Aleutine, Alaska: dove si trovano, quando andare e cosa vedere

7 - Fiordi di Kenai

fiordo di braccio di tracy alaska 1A sud di Achorage sorge la Penisola di Kenai. I fiordi sono l'attrattiva principale di questa regione, composta in prevalenza da paludi, laghi e ghiacciai.

Un ambiente che, con ghiaccio e acqua dolce, ha dato vita a un complesso ecosistema e contiene uno dei parchi più suggestivi dello stato: il Kenai Fjords National Park. Il parco si trova sul lato opposto della penisola rispetto al capoluogo Kenai, ed è uno dei posti migliori dell'Alaska per vedere i ghiacciai.

L'escursione che va per la maggiore è il tour in barca o kayak lungo le coste e all'interno dei profondi fiordi, in fondo ai quali i ghiacciai, regolarmente, perdono iceberg in mare. L'attività dei turisti consiste nell'aspettare pazientemente che un mastodontico blocco di ghiaccio si stacchi e sprofondi in mare con un rimbombante scricchiolio ed il tonfo finale.

Anche la città di Kenai, in sé, è interessante, in quanto presenta caratteristiche che mostrano chiaramente le sue origini russe, anche per la presenza della comunità degli Old Believers, gruppo etnico russo-ortodosso che parla sia russo che inglese.

8 - Tour in treno lungo i sentieri della corsa all'oro

treno alaska viaggio ferrovia 1L'Alaska ha da sempre attirato grandi investitori per le sue innumerevoli risorse naturali, in primis l'oro.

In verità, la zona più ricca d'oro è il Klondike, la regione canadese che confina con l'Alaska; ma è da qui che partivano i cercatori d'oro statunitensi. E ancor oggi, questa zona è caratterizzata da questa tematica; vi è addirittura un parco nazionale: il Klondike Gold Rush National Historical Park.

Proprio per la corsa all'oro, fu costruita la White Pass and Yukon Route, la ferrovia che collega la città canadese di Whitehorse con l'alaskana Skagway. E non c'è neppure bisogno di dirlo, la corsa all'oro è oggi sfruttata come attrattiva turistica. Un treno d'epoca collega Skagway con White Pass Summit, la città di confine fra i due stati. Un tragitto di 64 chilometri (tra andata e ritorno) della durata di 3 ore circa, e che permette di percorrere uno fra i più panoramici tragitti del nord America, tra cascate spettacolari e ponti vertiginosi sui ghiacciai!

L'alternativa economica per ammirare comunque questi paesaggi, è la Statale 98 che corre, per buona parte, parallela alla ferrovia, e dalla quale si snodano vari sentieri per fare trekking, il più famoso è il Denver glacier trail.

9 - Fare un giro in slitta trainata dai cani

cani slitta squadra calesseUna corsa a bordo di una slitta trainata da cani: il sogno di grandi e piccini, un'esperienza unica ed entusiasmante che in Alaska può avverarsi!

Un tempo, lo sleddog , questo il nome della disciplina, era il mezzo di trasporto più diffuso tra le popolazioni che vivevano al Nord; oggi, oltre ad essere una forte attrattiva turistica, è anche uno sport. Le slitte vengono trainate da un minimo di 8 a un massimo di 20 cani, ognuno dei quali ha un ruolo ben specifico; il cane guida è il "musher".

La maggior parte dei tour in slitta parte da Anchorage e conduce alla scoperta di località turistiche come il Denali Park, Fairbanks, Girdwood e Juneau. Prima di mettersi in pista, le guide fanno un mini-corso per illustrare tutte le tecniche di guida e i possibili imprevisti; in seguito si passa alle prove tecnico-pratiche. I passeggeri sono seduti e coperti e poi si lascia fare tutto ai cani che sono già perfettamente addestrati e sanno il percorso da seguire. Durante questi tour, oltre ad ammirare le vette innevate e i boschi infiniti, si può osservare anche la fauna locale, seguendo le orme lasciate sulla neve. Il periodo ideale per fare un tour in slitta è da novembre ad aprile.

10 - Kobuk Valley National Park

alaska panorama scenico montagneMa l'Alaska non è solo ghiaccio! Ebbene sì, esiste una zona dello stato chè può essere paragonata al deserto del Sahara.

Il Kobuk Valley National Park si trova a nord del Circolo Polare Artico, là dove termina la taiga e inizia la tundra. Incastonato fra due catene montuose, si apre questo territorio di 730 mila ettari privo di strade e sentieri. Nel Kobuk, regno dei grizzly e sorvolato dalle aquile reali, è custodito un cuore di dune di sabbia finissima che rappresenta uno dei tesori più nascosti del Nord America. Al centro del parco si trova un'area di 65 kmq di dune di sabbia dorata, alte fino a 30 metri. A differenza di altri deserti, questo piccolo Sahara si è formato nel corso dei millenni dall'erosione operata dai ghiacciai sulle rocce.

Nonostante l'eccentricità del luogo, il Kobuk Valley National Park è purtroppo una delle destinazioni meno battute dai turisti a causa delle difficoltà per raggiungerlo. Ci si arriva solamente con piccoli aerei, un'esperienza decisamente unica ma che ovviamente si fa pagare.

Dove si trova


L'Alaska si trova sul Circolo Polare Artico ed è il 49° Stato degli Stati Uniti d'America, anche se è diviso da quest'ultimo dal Canada. Attraversando lo Stretto di Bering si arriva in Russia e nel continente asiatico.

Grazie anche alle numerose isole, le coste dell'Alaska superano i 54.700km di lunghezza. La serie di isole che si estende a ovest della punta sudoccidentale del Paese è nota come l'arcipelago delle Aleutine e molte di queste ospitano vulcani attivi.

Viaggiare informati: info utili e documenti necessari

  • Abitanti: 710.300
  • Capitale: Juneau
  • Lingue: la più parlata è l'anglo-americano (89,7%), il 5,2% è ripartito tra più di 20 lingue indigene, segue lo spagnolo con il 2,9%
  • Moneta locale: dollaro americano (USD) / €1,00 = 1,11 USD
  • Clima: uno dei luoghi più freddi del mondo, con un clima molto rigido che può arrivare a -80°; in generale, la stagione migliore per visitarla è l'estate, da giugno ad agosto, fa freddo ma, almeno, siamo sopra lo zero
  • Fuso Orario: -10h di differenza con l'Italia
  • Vaccinazioni: nessuna vaccinazione richiesta
  • Requisiti d'ingresso: Passaporto con data di scadenza successiva alla data prevista per il rientro; necessario ottenere un'autorizzazione ESTA
  • Distanza dall'Italia: 8.112 km (10 ore e 6 minuti di volo) da Roma alla capitale
  • Assicurazione di viaggio/sanitaria: consigliata. Con noi ottieni uno sconto del 10% e hai copertura completa, assicurazione medica h24 e consulenza telefonica illimitata – fai un preventivo gratis

Tour ed escursioni in Alaska

Assicurazione di viaggio: il nostro consiglio

Noi ci affidiamo sempre alla compagnia Compagnia di assicurazioni, che fornisce una copertura completa a dei prezzi assolutamente competitivi.
Inoltre mettono a disposizione un'assistenza clienti, un call center sempre attivo e l'assicurazione medica h24 con consulenza medica telefonica Illimitata: sappiamo bene che quando ci si trova all'estero in situazioni di emergenza, trovare un consulente sempre pronto a rispondere è la cosa più importante.
Visita il loro sito e ricevi uno sconto del 10% sulla tua polizza riservato agli utenti di Travel365.

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)

Aggiornato a Settembre 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 48 viaggiatori.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Alaska

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su