Visita al Ponte Carlo di Praga: Come arrivare, prezzi e consigli

Cerchi consigli per visitare il Ponte Carlo a Praga? Ecco info su come arrivare, prezzi, orari e una guida per un tour completo in poco tempo

Una visita a Praga non può non avere, tra le sue mete, Ponte Carlo. Edificato durante il regno di Carlo IV, è uno dei monumenti più importanti e suggestivi della città. Risalente al 1357, questo colossale ponte, lungo ben 520 metri, è sempre stato un luogo di fondamentale importanza per la città, oltre ad essere la fonte di numerose leggende.
Situato esattamente al centro di Praga, Ponte Carlo collega le due parti della città: la zona "vecchia" e la cosiddetta Mala Strana, una delle zone più famose di tutta la Praga. Volete scoprire la sua storia e tutta la sua bellezza? Ecco tutte le informazioni su come arrivare, prezzi e consigli su Ponte Carlo a Praga.
VEDI ANCHE: 10 cose da vedere a Praga

Come arrivare

Ponte Carlo si trova in un punto molto facile da raggiungere. Il monumento infatti sorge praticamente al centro della città ed è ben collegato con qualsiasi punto di Praga.

  • A piedi: Dalla Stazione Centrale dirigersi su Ruzova e continuare su Nezanka. Proseguire poi su Celetna e Karlova fino al fiume - Ottieni indicazioni
  • In bus: autobus n. 194 con fermata Staromestskà o il n. 192 che ferma a Malostranské Namestì.
  • In metro: linea A- fermata Staromestskà

Costi e orari

ponte carlo nottePer visitare il Ponte Carlo non servono particolari accorgimenti. Essendo un luogo di congiunzione fondamentale per le due parti della città, è infatti sempre visitabile. Stesso discorso non può essere fatto invece per la Torre, che rispetta precisi orari.

  • Orari: sempre visitabile, la Torre invece rispetta i seguenti orari: da Novembre a Febbraio 10,00-17,00, Marzo 10,00-18,00. Aprile 10,00-19,00. Maggio-Settembre 10,00-22,00. Ottobre 10,00-19,00.
  • Biglietto intero: l'ingresso al ponte è gratuito, per la Torre invece il prezzo è di € 4,00
  • Riduzioni: per la Torre il biglietto ridotto è di € 2,70

Tour, visite guidate e biglietti online

Visitare il Ponte Carlo: Consigli utili

Visitare Ponte Carlo è facilissimo e non ci sono da fare particolari raccomandazioni. L'unico punto fondamentale per poter visitare bene questo luogo è fare attenzione all'orario e, se proprio non volete lasciare niente al caso, fare qualche ricerca sui personaggi raffigurati sotto forma di statua. Per il resto buon divertimento!

  1. Visitate il Ponte di sera: il momento più suggestivo per visitare il Ponte Carlo è sicuramente la sera, quando le bancarelle di venditori ambulanti e la folla lo liberano.
  2. Evitate le ore di punta: se proprio non riuscite a visitare Ponte Carlo di sera o al tramonto cercate almeno di evitare gli orari di punta come la tarda mattinata o il pomeriggio.
  3. Usufruite dei battelli: se il ponte è troppo frequentato perché non vederlo da un'altra angolazione? Potreste usufruire dei vari tour in battello che vi permetteranno di godere ugualmente delle bellezze del Ponte Carlo, ma con molta meno gente.

Cenni storici, curiosità e info pratiche: cosa sapere sul Ponte Carlo in breve

praga ponte carlo(1)Ora che sappiamo le informazioni più tecniche su Ponte Carlo è ora di fare i conti con un po' di storia, o meglio, con un po' di leggenda. Ponte Carlo infatti, oltre ad essere uno dei luoghi più famosi di Praga, è anche sede di leggende che affascinano abitanti e turisti.
La più famosa riguarda sicuramente le 30 statue di santi che popolano i due lati del ponte: secondo questa leggenda durante la notte, e quando nascono bambini sull'isola di Kampa, le statue prenderebbero vita.
Altre leggende invece riguardano la costruzione del ponte, le cui pietre sarebbero state impastate con migliaia di tuorli d'uovo per farle resistere alle piene del Moldava, oppure ancora l'inizio della sua costruzione. Sembra infatti che Carlo IV abbia posizionato la prima pietra il 9 luglio 1357 alle 5,31, in modo tale da creare una sequenza "fortunata" e palindroma, che si potesse leggere da destra verso sinistra e viceversa (1-3-5-7-9-7-5-3-1).
Un'altra leggenda vede protagonista San Giovanni Nepumoceno. Secondo questa storia Re Venceslao fece gettare il santo nel fiume dopo il suo rifiuto di rivelare quello che gli aveva confessato la regina. Secoli dopo la lingua del santo venne ritrovata ancora pulsante tra le acque fiume. Da quel momento la statua del santo, che ancora oggi potrete trovare sul ponte, è diventata un luogo di devozione molto importante: ogni giorno abitanti e turisti si avvicinano per toccarla in segno di buona sorte.
VEDI ANCHE: Cosa vedere a Praga in un giorno

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!


Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su