Boqueria-Barcellona-storia-curiosita

Visita al Mercato della Boqueria a Barcellona: Come arrivare, prezzi e consigli

Cerchi consigli per visitare il Mercato della Boqueria a Barcellona? Ecco info su come arrivare, prezzi, orari e una guida per un tour completo in poco tempo

Boqueria-Barcellona-storia-curiositaLa Boqueria è uno dei luoghi più emblematici di tutta Barcellona, e di certo il più frequentato. Le orgini del mercato in se sono molto antiche, ed difficile individuarne la data esatte anche perché, alcune attività, come la vendita di carne e pesce, avvenivano già dal 1200 nel lougo dove oggi risiede il mercato. La struttura della Boqueria cosi come la vediamo ogg invece, è piuttosto moderna. Questa venna inaugurata nel 1840, al seguito dell'incendio che distrusse il monastero che li si ergeva.
VEDI ANCHE: 10 cose da vedere assolutamente a Barcellona

Dove si trova e come arrivare

Mostra Mappa

  • A piedi: il mercato è situato a metà della Rambla. Ottieni indicazioni
  • In bus: linee 59, V13
  • In metro: Fermata Liceu, sulla linea verde L3

VEDI ANCHE: Come muoversi a Barcellona

Orari e prezzi

  • Orari:dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 20.30
  • Miglior orario per la folla: l'attrazione in questione è un mercato, quindi, l'affluenza di persone costituisce parte del suo fascino. Volendo recarsi a visitarlo in un orario "con poca gente", è consigliata la fascia oraria che va dalle 9 alle 11 e dalle 19 fino ad ora di chiusura.
  • Costo visita: l'ingresso è gratuito

Tour, visite guidate e biglietti online

Cosa vedere e come visitare il Mercato della Boqueria

visita_mercato_della_boqueria_BarcellonaIl Mercato di San Giuseppe o "La Boqueria", è un il luogo perfetto dove acquistare prodotti freschi, anche se, ad oggi, ha quasi perso il suo ruolo di mercato per trasformarsi in attrazione turistica a tempo pieno. Il colorato e vivace mercato è un labirinto di 2.500 metri quadrati, occupato da più di 300 bancarelle, dov'è possibile acquistare qualsiasi prodotto.

Il mercato prende il nome dal convento di Sant Josep, che sorgeva nello stesso luogo, prima di essere distrutto da un incendio. Un architetto catalano, Josep Mas i Villa, trasformò la zona in un mercato dove, inizialmente, le bancarelle s'incontravano allo scoperto ma poi, per ovvi motivi, venne coperto dall'attuale struttura costruita nel 1914.

L'ingresso principale, costruito in ferro battuto, decorato in stile moderne e abbellito con pannelli di vetro colorato, presenta nella parte alta la celebra insegna con affisso il nome del mercato. La vera attrazione della Boquerie sono i banchi dei venditori. I prodotti sono esposti in un modo così meticoloso e attento, da rispettare addirittura la sfumatura dei colori. Tra le bancarelle più caratteristiche troviamo quelle di frutta e verdura, soprattutto esotica, e la famosa "libreria gastronomica".

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Alzati presto: l'ideale sarebbe raggiungere l'ingresso entro l'orario d'apertura.
  2. Fai attenzione: nel mercato proliferano i borseggiatori
  3. Tempo minimo: è consigliato prendersi tutto il tempo possibile per assaggiare almeno due delle pietanze caratteristiche d'asporto pensate apposta per i turisti.
  4. Mangiare alla Boqueria: gli stand della Boqueria sono pieni di prodotti tipici, assolutamente da non perdere sono quelli a base di Jamon, il prosciutto locale, disponibile anche sottoforma di spiedino, che non supera il ragionevole costo di €5,00. Un punto di riferimento tra i ristoratori del luogo è Clemen's Boqueria, il bar/ristorante che occupa il numero 111 , specializzato principalmente in piatti tipici di pesce. Nonostante ci sia una grande affluenza di persone, con conseguente lunga attesa per i posti a sedere, il servizio e veloce e i prezzi si avvicinano alla media italiana: pulpo gallega, il salmone, i calamari fritti e linsalata di mare totale €41,00. Uno dei punti forti della Boqueria è la vendita di frutta esotica, disponibile anche in formato frullato o macedonia, con prezzi che vanno da €1,50 a €2,00. Anche le specialità di frutta, come quelle a base di Jamon, sono presenti su quasi tutti gli stand del mercato ma, assolutamente da non perdere, sono quelli del banco Fruites y Verdures Soley Roser al numero 508.

Cenni storici, curiosità e info pratiche: cosa sapere in breve

Boqueria-Barcellona-storia-curiositaNato agli inzi del XVII secole nella piana del Plade de Boqueria, alle porte della città, fu inaugurato poi nel 1836 nella sua attuale sede, tra il Palazzo della Virreina e il Teatro Liceu. Il mercato ha preso il posto del convento San Josep, dal quale deriva il suo nome, e che fu distrutto da un'incendio. Il nome "Boqueria" sembra essere derivato dalla vendita di carne de Boc, la parola catalana utilizzata per indicare il maschio di capra che, nel XIII secolo, usavano pascolare nella stessa area dove ora sorge il mercato.

Ad oggi La Boqueria non è solo un mercato dove si possono trovare prodotti altrimenti difficili da reperire, ma anche un'attrazione turistica che attrae visitatori da tutto il mondo, e soprattutto uno dei mercati più importanti al mondo. La Boqueria è gemellata con ilBorough Market di Londra, e tra i due sono frequenti delle collaborazioni, come la presenza del mercato catalano a Londra, nel 2008, in occasione della riapertura di quello londinese.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su