Taj Mahal India Agra Architettura

Cosa sapere per un Viaggio in India

Aggiornato a Giugno 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 173 viaggiatori.

Taj Mahal India Agra ArchitetturaL'India è sicuramente uno di quei luoghi magici e misteriosi che attira ogni tipo di viaggiatore. La sua storia antichissima, i siti archeologici e i palazzi magnificenti del Rajasthan, i paesaggi variegati che spaziano dal deserto del nord alle spiagge del sud, il caos di metropoli moderne come Mumbay e Nuova Delhi, la spiritualità che si respira a Varanasi, le foreste tropicali e i villaggi lungo i fiumi del Kerala, e infine, le vette imponenti dell'Himalaya. Senza dimenticare i colori sgargianti e i sapori speziati della sua cucina.

Insomma, l'India è uno di quei luoghi che riesce ad esaudire i sogni di tutti, regalando sensazioni indimenticabili. Ma non è un viaggio facile, soprattutto dal punto di vista introspettivo e psicologico; nessuno infatti torna senza un bagaglio di domande.

Ecco una lista di consigli utili per preparare al meglio un viaggio in India.

Periodo migliore

panoramica del taj mahal agra mausoleoPer un tour completo o per il classico Rajasthan (la meta ambita dalla maggior parte dei turisti soprattutto per la prima volta in India), allora è perfetto il nostro inverno. Il periodo che va da novembre a febbraio corrisponde infatti alla stagione fresca e asciutta: mattina e sera fa abbastanza freddo e addirittura può esserci la nebbia; durante il giorno, invece, le temperature salgono ma non sono torride e consentono di visitare le varie attrazioni con agio.

Considerando la vastità e la grande varietà di paesaggi presenti nel Paese, in India si rilevano notevoli differenze climatiche da una regione all'altra.
In linea di massima si riconoscono tre stagioni: un'estate calda ed afosa (da marzo a fine maggio), la stagione dei monsoni (da giugno a fine ottobre) e un inverno fresco e soleggiato (da novembre a fine febbraio).
Molto interessante capitare in India a marzo, durante l'Holi Festival, la famosissima festa dei colori; così come tra ottobre e novembre per il Diwali, il Festival delle luci che dura 5 giorni. A gennaio, Bikaner ospita invece il Bikaner Camel Festival, coloratissimo festival dedicato ai cammelli nel deserto del Rajasthan.

Documenti necessari

Passaporto con validità residua di almeno sei mesi al momento dell'arrivo.

Visto di ingresso. Dall'aprile 2017 è possibile richiederlo on-line.
Esistono due tipologie principali di visto online: visto turistico standard (adesivo che viene apposto sul passaporto e che garantisce al viaggiatore libertà di movimento e minori restrizioni rispetto all'E-Visa) e E-Visa (autorizzazione elettronica all'ingresso), solo per finalità turistiche e viene apposto dai funzionari del governo indiano all'arrivo nello Stato.
Per ottenere il visto sono necessari: passaporto con almeno sei mesi di validità residua dalla data di entrata in India e due pagine bianche + 2 foto tessere a colori su sfondo bianco di dimensioni 5 cm x 5 cm. Tempi di rilascio: almeno 10 giorni lavorativi. Costi: €53,00 o €75,00 se tramite agenzie o ufficiovisti.it.

All'entrata nel Paese occorre mostrare: biglietto di ritorno, risorse sufficienti a copertura del soggiorno, copia della prenotazione alberghiera e del tour dell'India diviso in tappe (se si risiede da un privato, copia della lettera di invito in inglese e del documento di identità o visto valido dell'ospitante).

Quanti giorni

  • Durata minima del viaggio: almeno 10 giorni (volo escluso)
  • Durata consigliata del viaggio: almeno 15 giorni (volo escluso)

Come vestirsi e cosa portare

In inverno: vestiti di mezza stagione in tessuto naturale e traspirante: leggeri per il giorno, giacca pesante e maglione caldo per sera e mattina, berretto e sciarpa per le sere e le mattine più fredde.
Scarpe comode per camminare molto, chiuse per la sporcizia che c'è per strada e facili da mettere- togliere (ideali i tipi senza lacci); vanno continuamente tolte per entrare nei templi e per camminare nelle zone sacre (es. lungo il Gange e attorno ai laghi sacri). Proprio per quest'ultimo motivo è buona cosa portarsi tante paia di calzini da buttare via a fine giornata.

Tr le cose da portare ricordate: repellente antizanzare (anche nella stagione asciutta!); adattatore elettrico; kit di primo soccorso per i piccoli inconvenienti, medicinali che si prendono abitualmente e disinfettante per disturbi intestinali; occhiali da sole, crema solare, cappello; salviettine e/o gel disinfettante mani.

Cosa vedere

edificio taj mahal agraLa prima volta in India spesso si tende a fare un tour de force di una settimana per andare alla scoperta del cosiddetto "Triangolo d'Oro". Le città comprese in questo giro sono Dehli, la capitale; Jaipur, la Città Rosa, capoluogo del Rajasthan e terra dei Maharaja ed Agra col celeberrimo Taj Mahal, una delle 7 Meraviglie del Mondo.

Se si ha più tempo a disposizione, o per una seconda volta in India suggeriamo di esplorare meglio il Rajasthan. Imperdibili Jodhpur, la Città Blu; la romantica Udaipur e la piccola Pushkar con il lago sacro; il deserto Jaisalmer e i templi dalle raffigurazioni erotiche di Khajuraho.
Altre alternative sono addentrarsi nella regione dell'Orissa, nella parte orientale del Paese, per conoscere le sue tribù e toccare città "forti" come Calcutta; esplorare il sud tra templi coloratissimi, natura selvaggia e un po' di relax al mare a Goa.

Da qualunque regione, un comodo collegamento interno via aerea consente di raggiungere la mistica zona di Varanasi, dove sono consigliati almeno un paio di giorni per vivere esperienze molto toccanti e suggestive. Evento tanto affascinante quanto spirituale è il Kumbh Mela e si tiene una volta ogni 12 anni.

  • Se visiti la destinazione per la prima volta: "Triangolo d'Oro" (Dehli, Jaipur, Agra)
  • Se stai ritornando nella destinazione: Rajasthan (Jodhpur, Udaipur, Pushkar, Jaisalmer, Khajuraho); Varanasi; Orissa (Vishakapatnam, Rayagada, Similiguda, lago Chilka, Raghurajpur, Calcutta); Sud (Kerala, Pondicherry, Goa, Tanjore, Trichy, Madurai Cochin)

Come muoversi

riscia viaggio taxi trasportiPer le grandi distanze, la scelta più comoda, rapida e abbastanza economica è il volo interno (es.Dehli-Varanasi a partire da €35,00, 50 min di volo). Tantissime le compagnie locali: Spicejet, Vistara, IndiGo, Jet Airways, Go Air.

Per esplorare le singole regioni, l'opzione più comoda e che, alla fine, si rivela anche vantaggiosa dal punto di vista qualità/prezzo è noleggiare un'auto con autista. Potrete godervi il viaggio in totale serenità ammirando anche le bellezze del paesaggio tra uno spostamento e l'altro (media di €35,00/40,00 al giorno ad auto).
Improponibile il noleggio: le strade indiane sono costantemente invase da animali, persone e qualunque tipo di veicolo!

Treni e autobus sono certamente esperienze più autoctone ed economiche; tuttavia sono da prendere in considerazione fattori quali ritardi, lungaggini nello spostamento e condizioni igieniche (es. Dehli-Varanasi in bus o treno richiede una media di 6 ore di viaggio, €5,00).

Per il treno, i biglietti vanno sempre prenotati almeno con qualche giorno di anticipo; scelta tra 8 classi. Per gli autobus ci sono 2 tipi di biglietti: la poltrona o la cuccetta (sleepers). Niente lenzuola, cuscini nè coperte.

Cosa prenotare in anticipo

taj mahal india agra architetturaIl volo intercontinentale è certamente la prima cosa da prenotare con mesi di anticipo, soprattutto se prevedete un soggiorno in alta stagione e per trovare tariffe, per quanto possibile, abbastanza economiche.

Almeno un paio di mesi prima della partenza prenotate anche gli eventuali voli interni.

Se volete affidarvi ad un driver/agenzia locale, contattateli mesi prima dall'Italia per concordare itinerari, servizi e compensi.

Prenotare preventivamente anche le strutture in cui alloggerete.

Consiglio: spesso le agenzie locali, oltre al driver, forniscono anche il servizio di prenotazione hotel, voli interni ed eventuali escursioni (crociere sul lago, salita con elefante al Forte di Amber, giro in barca sul Gange etc...). Questa opzione, alla fine, si rivela vantaggiosa sotto tutti i punti di vista: sia per la comodità del "tutto incluso" sia per il lato economico in quanto, ancor prima di partire, saprete il totale forfettario che andrete a spendere (eccetto pasti, singoli ingressi da pagare in loco, mance e spese personali).

Dove dormire

Importante premessa: il livello qualitativo delle strutture ricettive indiane non è come il nostro. Se volete una struttura buona (non lusso), mai scendere sotto le 4 stelle (confronta hotel e b&b a partire da €8,00 a camera)

Il Paese propone una vasta gamma di strutture ricettive per tutti i tipi di viaggiatori.
Si va dagli ostelli economici per poche centinaia di rupie, adatte soprattutto per i viaggiatori "zaino in spalla" che gli alberghi principeschi.

Dove è possibile, suggeriamo di alloggiare nelle carattersitiche havelis, antiche dimore dei mercanti, costruite tra il XVII ed il XX secolo, oggi trasformate in hotel.

Stessa varietà di tipologia e prezzo anche al sud. Molto diffusi gli EcoLodges, ma non mancano lussuosi Resort dove farsi coccolare con massaggi ayurvedici, fino agli spartani hunts sulle spiagge.

Ultimamente si sta sviluppando anche il concetto delle "guesthouse", B&B, "homestay" che, oltre al comfort di una struttura ricettiva di livello medio, offrono la possibilità di entrare a diretto contatto con la cultura locale.

Dove mangiare

buffet indiano cibo spezie pranzoLa cucina indiana è prevalentemente vegetariana. L'unica carne disponibile è il pollo; il pesce si trova al sud nelle località di mare. Carne vaccina e maiale inesistenti.
Ricordate che il cibo è sempre molto speziato e piccante. Dire sempre "No Spicy e No hot".

Tra i locali dove mangiare c'è ampia scelta. Street-food e locali umili frequentati solitamente dagli indiani sono economici ma li sconsigliamo per le discutibili condizioni igieniche.
D'altra parte, in un ristorante di buon livello, di stampo occidentale per arredamento e atmosfera, con tovagliato e posate, si spende attorno ai €7,00/€8,00 a persona.

Nelle città più grandi non mancano proposte di cucina internazionale (italiana, cinese, thai) e fast-food.

Onnipresenti sui menù: Dosa e Samosa (appetizer), riso biryani condito con verdure, spezie o pollo, Dal Makhni a basedi lenticchie, Palak paneer (spinaci e formaggio).
Il Thali è un vero e proprio pasto completo servito su un unico vassoio.
Buonissimo il pane che ha innumerevoli nomi a seconda di come è cotto o condito. Il tipo più gettonato è il naan, cotto nel forno tandoori, e che può essere insaporito con formaggio "chees naan", cipolle o spezie.

Quanto costa

  • Costo voli e spostamenti: €700,00/800,00 volo a/r (confronta voli); €35,00 a giornata per un driver a vostra disposizione (prezzo per auto, non per persona)
  • Costo accomodation: ostelli e guest-house €7,00, hotel buoni €35,00/40,00, hotel lusso €120,00 (guarda le offerte)
  • Budget giornaliero minimo per pasti e attrazioni: €40,00 a persona, considerando pranzo e cena in buon ristorante e un paio di attrazioni a pagamento

Come pagare

rupie banconota in indiaLa moneta locale è la Rupia Indiana, €1,00 = HI 82,22.

Si consiglia di portare un po' di contanti (euro o dollari) ma senza esagerare. Entrambe le monete si cambiano facilmente: banche, agenzie di viaggio, hotel, change money sono i posti migliori per cambiare soldi. I tassi di cambio dell'aeroporto sono sempre poco convenienti; all'arrivo cambiare quindi il minimo indispensabile per raggiungere il vostro hotel.

Il Bancomat è l'opzione migliore, più sicura, più conveniente e , per questo, la più usata tra i viaggiatori. Considerate una commissione di 100-200 rupie (circa €1,20/2,40) per transazione, oltre alle eventuali commissioni della vostra banca (da contattare prima di partire). Affidatevi agli sportelli bancari del settore privato come HDFC, Axis, ICICI, IndusInd, Kotak, Yes o CitiBank. I Bancomat in India erogano al max 10.000 rupie per transazione (circa €140,00).

Le Carte di Credito raramente vengono accettate, eccezion fatta per le grandi città e gli hotel e i ristoranti di lusso.

Non è consentito importare valuta indiana in India, tantomeno esportarla.

Sicurezza

uomini in indiaL'India non si annovera di sicuro tra le mete più tranquille. Gli abitanti sono molto scaltri e, per questo, è buona cosa esplorarla con qualcuno del posto, non per forza un viaggio di gruppo, ma anche semplicemente contattare un tour operator locale che vi metterà a disposizione un driver.

Si raccomanda massima vigilanza sui mezzi di trasporto, sulle spiagge e nei luoghi turistici: frequenti sono infatti gli episodi di micro-criminalità e violenza.

Rischio terrorismo elevato: massima allerta nei luoghi ad alta frequentazione (mercati, mezzi di trasporto pubblico, stazioni, luoghi di culto, manifestazioni e ogni altro tipo di assembramento, hotel di catene internazionali, centri commerciali...).

La stagione monsonica (da maggio a settembre), provoca regolarmente vittime e problemi alla viabilità. Verificare la situazione climatica e di viabilità, oltre che sanitaria, visto che le inondazioni favoriscono il propagarsi di malattie.

Aree di confine da evitare: stato del Jammu&Kashmir (ad eccezione del Ladakh), Punjab, Valle del Kashmir.
Tenetevi aggiornati sul sito ufficiale della Farnesina.

Consigli utili e norme di comportamento

  1. Per presentarsi basta semplicemente unire le mani e dire "Namastè".
  2. Quando ci si presenta, gli uomini non devono mai stringere la mano di una donna.
  3. Le donne devono vestirsi in modo appropriato, con spalle e gambe coperte. Preferire abiti larghi per non evidenziare le forme del corpo.
  4. Evitare di indossare l'abito locale, il saree, in quanto potrebbe risultare offensivo.
  5. Togliersi sempre le scarpe per entrare nei templi, visitare luoghi sacri (es. i ghat) ed entrare nelle dimore private.
  6. Le donne che fumano o che bevono alcolici vengono considerate prostitute.
  7. Mai mangiare con la mano sinistra, che viene usata solo per l'igiene personale, mai mangiare da piatti o stoviglie altrui.
  8. Soffiare il naso in un fazzoletto senza farsi vedere. Per gli indiani è normale "snasare a terra"; soffiarsi il naso in un fazzoletto e rimetterlo in tasca è considerato qualcosa di sporco.
  9. Non toccare nè indicare persone o statue con i piedi in quanto sono considerati la parte impura del corpo.
  10. Evitare di scavalcare le persone sedute per terra.
  11. Ira e collera manifestate in maniera troppo eccessiva sono percepite negativamente. In qualsiasi situazione vi troviate non perdete mai il sorriso: sarà il modo migliore per ottenere ciò che volete.
  12. No alle effusioni in pubblico. Non abbracciatevi e non tenetevi per mano in strada, soprattutto se siete di sesso opposto. I baci in pubblico sono addirittura interdetti per legge.
  13. No alla cavalleria. Offrire il proprio aiuto o cedere il posto sul bus ad una donna, come altre forme di gentilezza e cavalleria, può essere considerato un insulto.
  14. L'India è un paese omofobo e tutta la sessualità è un argomento ancora tabù. L'omosessualità è considerata un reato e viene punita dalla legge; tuttavia due uomini possono tenersi per mano mentre passeggiano conversando.
  15. Non portare rupie indiane fuori dall'India, poiché è considerato illegale.
  16. Assicurazione di viaggio/sanitaria: consigliata. Con noi ottieni uno sconto del 10% e hai copertura completa, assicurazione medica h24 e consulenza telefonica illimitata – fai un preventivo gratis

Assicurazione di viaggio: il nostro consiglio

Noi ci affidiamo sempre alla compagnia Compagnia di assicurazioni, che fornisce una copertura completa a dei prezzi assolutamente competitivi.
Inoltre mettono a disposizione un'assistenza clienti, un call center sempre attivo e l'assicurazione medica h24 con consulenza medica telefonica Illimitata: sappiamo bene che quando ci si trova all'estero in situazioni di emergenza, trovare un consulente sempre pronto a rispondere è la cosa più importante.
Visita il loro sito e ricevi uno sconto del 10% sulla tua polizza riservato agli utenti di Travel365.

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su India

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su