Sulmona: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Cripta Della Cattedrale Di San PanfiloFoto di Lorenzo Testa. Sulmona è un comune della provincia dell'Aquila, situato in terra abruzzese a ridosso del Parco nazionale della Majella. La città è nota soprattutto per la sua secolare tradizione nella produzione di confetti e per essere la terra natale del poeta latino Ovidio.

Sulmona è una città piccola e si può visitare bene anche in un giorno solo, o in un week-end considerando che si trova nella Valle Peligna e vale la pena immergersi nella natura di questo luogo come si deve visitando anche i posti limitrofi.
Ecco cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera a Sulmona.

10 cose da vedere a Sulmona in un weekend

1 - Cattedrale di San Panfilo

cripta della cattedrale san panfiloFoto di Lorenzo Testa. La chiesa è il più antico tempio della città, la sua costruzione risale 1075 ed è dedicata al santo patrono di Sulmona. Nel corso dei secoli, ha subito vari lavori di ricostruzione dati i numerosi terremoti che hanno colpito la zona.
Sull'abside centrale della chiesa si nota lo stemma cittadino di antichissima foggia (sono ancora rappresentati infatti il chiodo e la guiggia dello scudo), sono inoltre incise le lettere S.M.P.E. a caratteri gotici sulla fascia superiore, il significato è Sulmo mihi patria est. All'interno, al centro della navata, c'è una nicchia con il busto d'oro del Santo e le sue reliquie, fatto in rame dorato, argento e smalti, è opera dell'orafo sulmonese Giovanni di Marino di Cicco.

Nella cattedrale si trova anche una sala dedicata a Papa Celestino V, in cui sono conservati una parte del suo cuore, custodita in una preziosa teca, alcuni indumenti, un crocifisso e vari importanti documenti.

  • Come arrivare: da Porta Pacentrana sono circa 10 minuti a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: 8:15-12:30 e 16:00-20:00
  • Costo biglietto: gratis

2 - Complesso della Santissima Annunziata

facciata del complesso della santissima annunziataFoto di Mattia Felice Palermo. Il complesso è costituito da più edifici di epoche diverse, ed è il monumento più rappresentativo della città. Chiesa ed ospedale furono fondati nel 1320, l'ospedale divenne uno dei più importanti del Regno di Napoli, mentre della costruzione originaria della chiesa non ne rimane molto a causa dei terremoti che sconvolsero più volte a distanza di secoli Sulmona. Alla ricostruzione risalente al Cinquecento appartengono lo schema planimetrico attuale, il campanile e la cappella della Vergine.

  • Come arrivare: da Porta Pacentrana in 5 minuti a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: palazzo 9:00-13:00 e 15:30-18:30, chiuso il lunedì; chiesa 9:00-13:00 e 15:00-18:00, sabato e domenica 9:00-18:00, chiuso martedì
  • Costo biglietto: gratis

3 - Corso Ovidio

sulmona panorama di corso ovidioFoto di Timo Arnall. Percorrendo questa strada vi imbatterete in numerosi negozi di confetti, l'antica tradizione locale. Ce ne sono di tutti i gusti, e se non vorrete fermarvi a comprarli, sono comunque una delizia per gli occhi, vengono infatti create delle vere e proprie composizioni floreali con questi confetti tutti colorati.
Tra una bottega e l'altra vedrete anche monumenti storici e di grande importanza per la città, come l'acquedotto medievale, simbolo della floridezza economica e demografica che Sulmona raggiunse con Federico II di Svevia. L'acquedotto aveva la fondamentale funzione di portare acqua dal fiume Gizio alla città e alle campagne.

  • Come arrivare: da Porta Pacentrana a piedi in 5 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

4 - Chiesa di Santa Maria della Tomba

facciata di santa maria della tomba sulmonaFoto di Lorenzo Testa92. Una delle chiese in cui fare tappa. Secondo la tradizione questa chiesa fu edificata sui resti di un antico tempio di Giove, anche se secondo alcuni studiosi venne eretta su una parte di quella che sarebbe stata la dimora di Ovidio. Nel XIV secolo era tra i più importanti edifici religiosi, al punto da dare il suo nome ad un intero borgo, che si era progressivamente formato al di là delle mura meridionali più antiche.
La chiesa fu più volte modificata a causa dei danni riportati dopo i terremoti, a seguito di quello del 2009 che colpì L'Aquila è stata nuovamente oggetto di lavori di restauro, questa volta mirati a migliorarne la risposta sismica inserendo dei tiranti e imperniature metalliche nelle murature.

  • Come arrivare: da Porta Pacentrana in 5 minuti circa a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: 11:00-18:00
  • Costo biglietto: gratis

5 - Chiesa di San Francesco della Scarpa

sulmona chiesa di san francesco della scarpaFoto di Luca Aless. La riedificazione più importante risale al 1290 per volontà del re Carlo II d'Angiò, quando venne ampliata in un complesso architettonico molto imponente tale da risultare la più importante chiesa francescana medievale d'Abruzzo.
Oggi, la struttura attuale, non corrisponde più a quella in gran parte crollata in seguito ai vari terremoti, risale bensì alla ristrutturazione settecentesca quando fu trasformata in un ambiente ad aula unica, con dimensioni più ridotte e con spazi annessi lateralmente.
I resti dell'area presbiteriale sono gli unici sopravvissuti al sisma del 1706 e definiscono lo spazio di quella che oggi è conosciuta come "Rotonda", il cortile su cui affacciano piccoli ambienti utilizzati nel passato come botteghe, vi si accede attraverso l'antico portale laterale della chiesa e attualmente viene utilizzata per mostre ed eventi culturali.

  • Come arrivare: a piedi in 5 minuti da Porta Pacentrana - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 9:00-19:00
  • Costo biglietto: gratis

6 - Piazza XX Settembre

sulmona vista di piazza xx settembreFoto di Luca Aless. E' una tappa da fare durante un viaggio alla scoperta della città di Sulmona, è uno dei punti di riferimento chiave per i cittadini del comune abruzzese. Qui si trova la statua dedicata al poeta Ovidio, nato proprio a Sulmona, l'opera in bronzo riporta delle scritte in latino sui quattro lati della base; sul fronte il nome di Publio Ovidio Nasone, sul lato sinistro "Sulmona è la mia patria", sul lato destro "Io sarò considerato il vanto del popolo dei peligni", mentre sul retro in numeri romani la data della fondazione della città di Roma.
Piazza XX Settembre regala uno scorcio incantevole, è circondata da graziosi edifici storici e da qui si intravede anche la cupola dell'Annunziata.

  • Come arrivare: in 5 minuti a piedi da Porta Pacentrana - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

7 - Museo Pelino dell'Arte e della Tecnologia Confettiera

sulmona museo dell arte e della tecnologia confettiera edificioFoto di Ra Boe. E' il museo dedicato all'arte della confetteria, tradizione della città di Sulmona. Si compone di tre sale espositive distribuite su due piani. Nella prima sala sono esposti l'albero genealogico della famiglia di Mario Pelino, ricordi e oggetti pregiati, importanti diplomi e una preziosa raccolta di bomboniere del XIX e XX secolo, inoltre potrete vedere anche alcune composizioni artistiche di confetti.
Nella seconda sala invece sono conservati alcuni preziosi cimeli legati alla storia della fabbrica. Nella terza sala infine è ricostruito un laboratorio del XVIII secolo, con macchinari utilizzati per la produzione e la lavorazione dei confetti, strumenti come una tostatrice, una sbucciatrice, alcuni mulini, mortai e diversi vasi in vetro contenenti gli antichi ingredienti.
Il museo è stato riconosciuto monumento nazionale dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientali nel 1992.

  • Come arrivare: in auto in 5 minuti da Corso Ovidio prendendo la SR479 - Ottieni indicazioni
  • Orari: lun-sab 8:30-12:30 e 15:00-18:30
  • Costo biglietto: gratis

8 - Eremo di Sant'Onofrio al Morrone

sulmona eremo di sant onofrio panoramicaFoto di Ra Boe. Fuori dal centro cittadino di Sulmona, ma sempre nel suo territorio, si trova l'eremo di Sant'Onofrio, collocato a 600 metri di altezza su una ripida parete di roccia che affaccia sulla conca Peligna.
E' semplice raggiungerlo, con l'auto arrivate prima presso la località Badia-bagnaturo, qui in Via Badia c'è l'Abbazia di Santo Spirito da dove partono le chiare segnaletiche per l'Eremo. Raggiungerete un piazzale in cui potrete lasciare l'auto e proseguire a piedi. La salita vi regalerà panorami mozzafiato assicurati.
L'eremo fu fondato nel 1293 da Fra' Pietro Angelerio, poi Papa Celestino V, e la sua storia è fortemente legata a quella del suo fondatore, in questo luogo solitario infatti il Santo trascorse poco più di un anno finché nell'agosto del 1294 lo raggiunsero i cinque legati del conclave con il sovrano Carlo II d'Angiò e suo figlio Carlo Martello per annunciargli la sua elezione a pontefice.
La struttura si presenta come un complesso religioso che comprende una chiesa con soffitto ligneo, e una grotta sottostante in cui il Santo si ritirava in preghiera e dove oggi i fedeli praticano la strofinazione rituale o si bagnano con l'acqua di stillicidio per ottenere la guarigione dai mali.

  • Come arrivare: dopo aver raggiunto la frazione di Badia in auto in 10 minuti, potete attraversare il sentiero in salita in 30 minuti a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

9 - Pacentro

castello caldora pacentroE' un comune a due passi da Sulmona, dista solo 6 km ed è un vero gioiello tutto da scoprire, non a caso fa parte del club dei Borghi più belli d'Italia.
E' uno di quei tipici borghi abruzzesi fatti di stradine strette che si arrampicano fino a portare all'elemento architettonico più rilevante del paese ovvero il castello.

Il borgo è diventato luogo di frequenti visite turistiche grazie alla bellezza del centro antico e del castello Caldora, una tappa imperdibile.

  • Come arrivare: in auto in 10 minuti percorrendo Via Cappuccini e poi la Via Provinciale per Pacentro - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

10 - Porta Napoli

sulmona porta napoliFoto di ManfredK. Tra le fortificazioni e le mura, vi citiamo e consigliamo Porta Napoli. Segna l'entrata alla città medievale, venne edificata tra la fine del XIII e gli inizi del XIV secolo per far fronte alle nuove esigenze difensive del centro urbano date dall'imponente crescita demografica che Sulmona aveva avuto durante il periodo della dominanza sveva. Inizialmente era denominata Porta Nova, perché era posta in Via Nova e difendeva l'ingresso sud della città, inoltre era posta sull'importante asse stradale di collegamento con Napoli, la capitale del Regno. Oggi, delle numerose porte edificate in vari punti della città di Sulmona con funzioni difensive, ne rimangano dieci, quattro della prima cinta muraria e sei della seconda. Porta Napoli è considerata la più caratteristica fra tutte, di sera viene illuminata rendendola ancora più bella.

  • Come arrivare: da Porta Pacentrana in meno di 10 minuti a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

Cosa vedere a Sulmona in un giorno: itinerario consigliato

Iniziate la giornata facendo colazione da Caffè Tucci, a pochi passi da Porta Pacentrana, dalla quale poi potrete incamminarvi alla scoperta di Sulmona. L'itinerario che vi consigliamo comincia con la Chiesa di San Francesco della Scarpa, all'inizio di Corso Ovidio, percorrendo questa lunga via inoltre vi imbatterete in numerosi negozi di confetti, l'antica tradizione locale. Continuate fino al Complesso della Santissima Annunziata, il monumento più rappresentativo della città, costituito da più edifici edificati in epoche diverse. Raggiungete poi la Cattedrale di San Panfilo, il tempio più antico e sede della Diocesi.

Per pranzo fermatevi al Ristorante Il Club dei Buongustai. Nel pomeriggio fate visita al caratteristico Museo Pelino, dedicato all'arte e alla tecnologia della confetteria e in particolar modo alla tradizione della famiglia di Mario Pelino. E' raggiungibile in auto a sud della città, quindi se avete viaggiato verso Sulmona con la macchina sarete avvantaggiati per questa tappa. Di ritorno dal museo al centro cittadino, vi imbatterete per Porta Napoli, segna l'accesso alla città ed è considerata una delle più caratteristiche. Soffermatevi lungo la strada anche ad ammirare la Chiesa di Santa Maria della Tomba. Come ultima tappa visitate l'eremo di Sant'Onofrio al Morrone, con l'auto prima raggiungete la frazione di Badia, ci vogliono 10 minuti, in Via Badia troverete l'Abbazia di Santo Spirito e le segnaletiche per l'Eremo. In un piazzale lungo il tragitto potrete parcheggiare e proseguire a piedi per 30 minuti.

La sera rientrate nel centro di Sulmona e fermatevi a cenare da Ristorante Locanda Medievale, situato in Piazza XX Settembre, è uno dei locali più caratteristici e a tema.

Itinerario di un giorno in sintesi

  1. Colazione presso Caffè Tucci (Ottieni indicazioni)
  2. Chiesa di San Francesco della Scarpa (9:00-19:00)
  3. Complesso della Santissima Annunziata (palazzo 9:00-13:00, chiuso lunedì; chiesa 9:00-13:00, chiuso martedì, sabato e domenica 9:00-18:00)
  4. Cattedrale di San Panfilo (8:15-12:30)
  5. Pranzo presso Ristorante Il Club dei Buongustai (Ottieni indicazioni)
  6. Museo Pelino dell'Arte e della Tecnologia Confettiera(lun-sab 15:00-18:30)
  7. Chiesa di Santa Maria della Tomba (11:00-18:00)
  8. Eremo di Sant'Onofrio al Morrone
  9. Cena presso Ristorante Locanda Medievale (Ottieni indicazioni)

Dove mangiare a Sulmona: i migliori ristoranti

  1. Ristorante Il Club dei Buongustai: ristorante di pesce fresco e di ottimi dessert, con piatti molto curati anche nell'estetica. Prezzo medio a persona: €35,00 Indirizzo e contatti: Via Pescara, 28 (Ottieni indicazioni) / tel: 0864 212859
  2. La Cantina di Biffi: piatti creati con grande accuratezza e ingredienti di qualità, ottima selezione di tutti i prodotti e di vini. Prezzo medio a persona: €30,00 Indirizzo e contatti: Via Barbato, 1 (Ottieni indicazioni) / tel: 0864 380588
  3. Ristorante Locanda Medievale: il posto più caratteristico di Sulmona, il locale è tutto a tema medievale, dalle decorazioni sulle pareti ai tavoli e ai vestiti dei camerieri. Prezzo medio a persona: €40,00 Indirizzo e contatti: Piazza XX Settembre, 24 (Ottieni indicazioni) / tel: 0864 55533
  4. Pizzeria Ristorante Il Vecchio Muro: locale situato in pieno centro a Sulmona con piatti all'insegna della pura tradizione, naturali e gustosi allo stesso tempo. Prezzo medio a persona: €35,00 Indirizzo e contatti: Via Manlio D'Eramo, 20/B (Ottieni indicazioni) / tel: 0864 50595

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di Sulmona

sulmona vista acquedotto medievaleFoto di Luca Aless. La vita notturna della città di Sulmona è abbastanza sviluppata ed offre svariate opportunità per trascorrere la vostra serata in qualche locale con serate con musica dal vivo o dj set. Se invece cercate delle vere e proprie discoteche, vi consigliamo di spostarvi verso Pescara.
La maggior parte dei locali sono concentrati nel centro storico di Sulmona, infatti se vi incamminate lungo Corso Ovidio troverete sicuramente un posto in cui bere un cocktail o una buona birra artigianale a fine giornata. Qui ve ne proponiamo tre.

I migliori pub, locali e discoteche

  • Hollywood Freaks: situato in pieno centro storico alle spalle di Piazza XX Settembre, è uno dei punti di riferimento della vita notturna di Sulmona, consigliato per l'aperitivo e serate con musica dal vivo e dj set / Indirizzo: Via Carrese, 9/11 (Ottieni indicazioni)
  • Soulkitchen: a pochi passi dalla cattedrale, è un altro dei locali più apprezzati per la movida, offre ottime birre artigianali e cocktail durante le serate organizzate / Indirizzo: Via Alessandro Volta, 8 (Ottieni indicazioni)
  • Casa Lumière: locale accogliente e molto grande, arricchito anche dai maxi-schermi dove è possibile seguire le partire, adatto sia ai giovani che alle famiglie, ottimo per trascorrere la serata a bere qualche birra / Indirizzo: Via Michele Torcia, 9 (Ottieni indicazioni)

Organizza il tuo soggiorno a Sulmona: info e consigli utili

  • Come arrivare: è raggiungibile da L'Aquila in poco più di un'ora in auto, da Pescara invece dista 50 minuti. Dispone anche della stazione ferroviaria dove giungono i treni da Roma, da Pescara, da Terni e da L'Aquila
  • Come muoversi: a piedi, il centro di Sulmona è zona a traffico limitato ed è abbastanza piccola
  • Dove parcheggiare: il parcheggio di Piazza Garibaldi (€0,50/h, non disponibile il mercoledì e sabato mattina), oppure il parcheggio Santa Chiara (€1,00/h la prima ora e €0,50 dalla seconda ora)
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €35,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: Pacentro (6 km), Cansano (12 km), Introdacqua (6 km), Caramanico Terme (40 km)

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)

Aggiornato a Settembre 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 44 viaggiatori.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Abruzzo

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su