rocca calascio 1

L'Aquila: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Cosa vedere a L'Aquila e dintorni: itinerari di un week-end e di un giorno. Scopri 10 cose da visitare, i migliori ristoranti e cosa fare la sera. Info e consigli utili su L'Aquila

rocca calascio 1L'Aquila è una delle città più importanti dell'Italia Centrale. Famoso centro universitario, ricco di storia e di bellezze naturali, L'Aquila ha passato dei brutti momenti nel 2009, quando il terremoto l'ha quasi distrutta. La città però non si è arresa e giorno dopo giorno cerca ancora di tornare al suo antico splendore. Situata nella valle dell'Aterno, è uno dei capoluoghi più alti e freddi d'Italia, e anche uno dei più suggestivi. Circondata da numerose frazioni, che costellano le montagne che la circondano, merita almeno una visita durante l'anno, per godere di tutte le sue bellezze. Noi ci abbiamo provato, indicando 10 cose da vedere in questa bellissima città.
VEDI ANCHE: Posti da visitare assolutamente in Abruzzo Cosa vedere in Abruzzo - parchi naturali, borghi e luoghi sconosciuti

10 cose da vedere a L'Aquila in un Weekend

1 - Basilica di Collemaggio e Parco del Sole

basilica collemaggio Fonte: wikipedia - Autore: Ra Boe - Licenza: CC BY-SA 2.5 Famosa per la sua facciata, massimo esempio di arte abruzzese, la Basilica di Collemaggio è stata costruita nella seconda metà del XIII secolo, anche se è stata rimaneggiata per secoli con restauri, modifiche e decorazioni. La Basilica è stata fondata da San Pietro Celestino, che oggi qui riposa. A neanche 5 minuti a piedi dalla Basilica si trova anche il Parco del Sole, allestito nel XX secolo come ampliamento dei giardini della Villa Comunale. Al suo interno si tengono diversi eventi, come la Perdonanza Celestiniana, che si tiene ogni anno il 28 ed il 29 agosto.

  • Come arrivare:la Basilica dista 350 metri dal terminal Bus, percorribili in 4 minuti a piedi. Dalla stazione dei treni dista invece 2,2 km, percorribili in 33 minuti in auto. - Ottieni indicazioni
  • Orari:tutti i giorni, 9:00-12:30 e 15:30-18:00.
  • Costo biglietto:Gratis
  • Card, ticket e tour consigliati:L'Aquila dei Misteri: vista guidata a piedi

2 - Fontana delle 99 cannelle

99 cannelleLa Fontana delle 99 cannelle è uno dei luoghi più famosi di tutta L'Aquila. Situata nella zona della Riviera, una delle più antiche del centro storico, la fontana è formata da 93 maschere di pietra e 6 cannelle "senza faccia", dalle quali esce sempre dell'acqua. Secondo la leggenda, le cannelle posizionate su 3 lati, starebbero a simboleggiare i 99 castelli che fondarono L'Aquila nel XIII secolo.

  • Come arrivare:la Fontana dista 1,9 km dal terminal Bus, percorribili in 26 minuti con l'automobile. Dalla stazione dei treni dista invece 250 metri, percorribili in 3 minuti a piedi- Ottieni indicazioni
  • Orari:sempre accessibile
  • Costo biglietto:gratis

3 - Museo Nazionale d'Abruzzo

Il Museo Nazionale d'Abruzzo, conosciuto anche come MunDa, è il museo più importante di tutta la regione. Situato una volta all'interno del Forte Spagnolo, ora è stato spostato all'interno dell'ex mattatoio della città, a due passi dalla fontana delle 99 Cannelle. Tra le opere al suo interno citiamo la scultura della Madonna con Bambino, le opere di Andrea de Litio ed i ritratti di San Bernardino da Siena e di Giacinto Brandi.

  • Come arrivare:- il MunDa dista 2,00 km dal terminal Bus, percorribili in 27 minuti con l'automobile. Dalla stazione dei treni dista invece 400 metri, percorribili in 5 minuti a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari:mar-dom 8:30-19:00
  • Costo biglietto:€4,00 interno,€2,00 ridotto

4 - Forte Spagnolo e Auditorium Renzo Piano

Situata sul punto più alto della città, il Forte Spagnolo è stato progettato da Pirro Aloisio Scrivà nel 1534. Con la sua pianta quadrata circondata da 4 bastioni, uno per ogni angolo, il Forte è uno dei forti militri che meglio si sono conservati. Come ogni Forte che si rispetti, anche questo prevedeva un fossato ed un punte levatoio, che si ritirava parzialmente, poi distrutto nel 1883 e rimpiazzato dall'attuale ponte di pietra. Nella stessa zona del Forte Spagnolo si trova anche l'Auditorium Renzo Piano, progetto fortemente voluto dall'architetto nel 2009, proprio a seguito del terremoto. Inizialmente l'idea doveva essere quella di ristrutturare l'auditorium già presente, ma si è trasformata nella costruzione di un nuovo luogo dedicato ad ospitare eventi di ogni tipo.

  • Come arrivare:il Forte dista circa 1,3 km dal Terminal Bus percorribile in 23 minuti a piedi. Dalla stazione ferroviaria dista invece 2 km, percorribili in 31 minuti a piedi, o 3,6 km percorribili in 12 minuti con l'automobile. - Ottieni indicazioni
  • Orari:chiuso al pubblico per ristrutturazione
  • Costo biglietto://

5 - Cattedrale di San Massimo

Risalente al XIII secolo, la Cattedrale di San Massimo è il Duomo della città, e simbolo della sua storia. Situata nel cuore del centro storico della città, antistante la celebre piazza Duomo, è stata distrutta dal terremoto del 1703 prima, e da quello del 2009. Restaurata una prima volta nel 1700, anche se solo nel 1800 viene completato il prospetto, vede al suo interno decori barocchi, cappelle laterli, una scalinata ed il sepolcro dell'Agnifili di Silvestro dell'Aquila. Purtroppo la chiesa ancora non è aperta al pubblico a causa dei lavori di ristrutturazione.

  • Come arrivare:la cattedrale dista 750 metri dal Terminal Bus di Collemaggio, percorribile in 12 minuti a piedi. Dalla Stazione Ferroviaria dista 1,3 km, percorribili in 21 minuti a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari:attualmente la chiesa non è visitabile
  • Costo biglietto:gratis

6 - Basilica di San Bernardino

basilica san bernardino Fonte: wikimedia - Autore: Ra Boe - Licenza: CC BY-SA 2.5 Situata nel centro della città, è stata edificata tra il 1454 ed il 1427. Dedicata a San Bernardino da Siena, che secondo la leggenda riunì le due fazioni che si fronteggiavano nella città nel 1444, fu distrutta dal terremoto del 1700 e poi ricostruita in stile barocco. Come per la Cattedrale, anche la Basilica di San Bernardino ha subìto danni durante il terremoto del 2009: ad essere toccati sono stati soprattutto il campanile e l'abside. Ad essere di particolare interesse è però la sua facciata, costruita sotto ispirazione della chiesa fiorentina di San Lorenzo del Michelangelo.

  • Come arrivare:la Basilica dista 700 metri dal Terminal Bus di Collemaggio percorribili in 4 minuti a piedi. Dalla stazione ferroviaria dista 1,6 km, percorribili in 25 minuti a piedi, o 3,4 km percorribili in 13 minuti con l'automobile Ottieni indicazioni
  • Orari:Tutti i giorni dalle ore 6:30 alle ore 19:00
  • Costo biglietto:gratis

7 - Fontana Luminosa

Di particolare interesse è la Fontana Luminosa, realizzata nel 1934 da Nicola d'Antino come felice conclusione della sistemazione urbanistica della città. Situata al centro di piazza Battaglione Alpini, la fontana si presenta come una vasca in cui spiccano due nudi femminili realizzati in bronzo, che sorreggono la famosa conca abruzzese. Forse non di importanza storica particolare, ma è molto apprezzata per il panorama che proprio da qui si gode, in direzione Gran Sasso.

  • Come arrivare:la fontana dista circa 1,2 km dal Terminal Bus percorribili in 17 minuti a piedi. Dalla stazione ferroviaria dista invece 1,7 km, percorribili in 27 minuti a piedi, o 3,3 km percorribili in 13 minuti con l'automobile - Ottieni indicazioni
  • Orari:sempre visitare
  • Costo biglietto:gratis

8 - Grotte di Stiffe

Le Grotte di Stiffe si trovano nel punto in cui il fiume, dopo un tratto sotterraneo, torna all'esterno. Sono uno dei massimi esempi di fenomeni di erosione e corrosione dovuta all'acqua, che in queste grotte ha creato degli spettacolari giochi di colori. Queste grotte, che fanno parte del parco naturale regionale Sirente-Velino, sono una delle maggiori attrazioni della zona dal 1991, anno in cui furono rese accessibili al pubblico. Ad oggi il complesso grotte di Stiffe, lungo circa 1 km, ha ancora zone che sono parzialmente inesplorate.

  • Come arrivare:le grotte distano 20,6 km da L'Aquila, percorribili in 30 minuti in auto - Ottieni indicazioni
  • Orari:tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:00 aal 16 ottobre al 31 marzo. Dal 1 aprile al 15 ottobre dalle 10:00 alle 18:00
  • Costo biglietto:€10,00 intero, €8,50 ridotto, €7,50 per gruppi, gratuito per bambini sotto i 6 anni e per portatori di handicap ed invalidi al 100%

9 - Castello di Rocca Calascio

rocca calascio 1Il Castello di Rocca Calascio è una delle attrazioni più famose di tutto l'Abruzzo. Diventato famoso per essere stato la location del film Ladyhawke, oltre che aver ospitato le riprese di La Piovra, Il nome della Rosa e The American, il castello di Rocca Calascio è ormai in rovina a causa del terremoto del 1703 e dell'abbandono del borgo avvenuto fino al XX secolo, ma conserva ancora tutto il suo fascino. Arroccato sulle montagne che circondano il comune di Calascio, a 1.450 metri di altezza, è stato costruito molto probabilmente per ordine di re Ruggero d'Altavilla tra il 1140 ed il 1239, anno in cui viene attestato per la prima volta.

  • Come arrivare:il castelo dista 40 km da L'Aquila, percorribili in 51 minuti in automobile - Ottieni indicazioni
  • Orari:sempre visitabile
  • Costo biglietto:gratis

10 - Lago di Sinizzo

Il lago di Sinizzo, situato nella zona di San Demetrio ne' Vestiti, in piena Valle dell'Aterno, nasce da due sorgenti di acqua potabile e cristallina. Circondato da salici e querce, questo lago di origine vulcanica è molto amato da tutti gli amanti della natura grazie alla sua natura incontaminata. Abitato da lucci, trote e carpe, offre la possibilità di pescare ed anche fare un bagno nelle calde giornate estive. Come molti altri edifici, anche il lago è stato vittima del terremoto del 2009, che ha causato profonde crepe nei suoi argini, che hanno anche rischiato di far sparire il lago. Oggi per fortuna la situazione è rientrata grazie ad un lavoro di consolidamento.

  • Come arrivare:il lago dista 20,9 km da L'Aquila, percorribili in 28 minuti in automobile - Ottieni indicazioni
  • Orari:sempre accessibile
  • Costo biglietto:gratis, €5,00 per il parcheggio

Cosa vedere a L'Aquila in un giorno: itinerario consigliato

L'Aquila può essere visitata in un solo giorno, non per mancanza di attrattive, ma perché molte di queste purtroppo sono ancora chiuse in seguito al terremoto del 2009. Questo non toglie però che il centro storico della città sia uno dei più caratteristici di tutta l'Italia centrale. Per visitarlo come si deve provate a seguire il nostro itinerario.

​Cosa vedere a L'Aquila la mattina

La vostra giornata inizia dal Terminal Bus di Collemaggio (ideale anche come parcheggio chi arriva in auto), a due passi dalla Basilica di Collamaggio. Dopo aver visitato la struttura del XIII secolo potete fare colazione al Bar Chalet della Villa, uno dei bar storici della città, famoso per i suoi cibi di produzione propria. Da qui si può procedere su Corso Federico II fino alla Banca d'Italia e girare a sinistra su Piazza Duomo, per vedere la maestosa Cattedrale di San Massimo, situata proprio in fondo alla piazza. Per raggiungere la Basilica di San Bernardino, la prossima Tappa, è sufficiente tornare su Corso Federico II fino ai Quattro Cantoni e girare a destra lungo Via S. Bernardino fino ad arrivare alla chiesa.

Cosa vedere a L'Aquila di pomeriggio

Dopo aver pranzato a Il Primo Papavero, nelle immediate vicinanze della chiesa di San Bernardino, dirigetevi su corso Vittorio Emanuele fino al Forte Spagnolo, antica fortezza che ospitava il museo con il celebre mammuth, ora chiuso per ristrutturazione. Da lì sarà facile, dopo aver visitato anche l'Auditorium di Renzo Piano, vedere la Fontana Luminosa, che segna la fine del centro storico della città e di Corso Vittorio Emanuele. Infine recarsi presso il Museo Nazionale d'Abruzzo, con quadri,sculture lignee e reperti archeologici, ospitato ora nell'ex mattatoio comunale. Da qui si potrà raggiungere la Fontana delle 99 Cannelle, distante circa 200 metri e poi fermarsi a cena nel vicino locale Re Gatto.

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  1. Colazione presso Bar Chalet della Villa
  2. Basilica di Santa Maria di Colle Maggio - orari: tutti i giorni, 9:00-12:30 e 15:30-18:00- costo biglietto: gratis
  3. Cattedrale di San Massimo e Piazza Duomo - non visitabile - costo biglietto: gratis
  4. Basilica di San Bernardino - orari: dalle ore 6:30 alle ore 19:00 - costo biglietto: gratis
  5. Pranzo presso Il Primo Papavero
  6. Forte Spagnolo - orari: chiuso al pubblico per ristrutturazione - costo biglietto: non pervenuto
  7. Fontana Luminosa - orari: sempre visitabile - costo biglietto: gratis
  8. Museo Nazionale d'Abruzzo - orari: mar-dom 8:30 / 19:00 - costo biglietto : €4,00 interno,€2,00 ridotto
  9. Fontana delle 99 cannelle- orari: sempre visitabile - costo biglietto: gratis
  10. Cena presso Re Gatto

Dove mangiare a L'Aquila: i migliori ristoranti

  1. Il primo papavero: offre una cucina che mescola tradizione ed innovazione, con i suoi piatti rivisitati. Punto di vanto è il pane, rigorosamente preparatoda loro.
    Prezzo medio a persona: €25,00
    Indirizzo e contatti: via San Bernardino, 9 (Ottieni indicazioni) / tel: 3409934291
  2. Trattoria Fore le Mura da Franchino: specialista nella pasta e nella cucina della carne, con porzioni abbondanti. Da non perdere gli arrosticini.
    Prezzo medio a persona: €20,00
    Indirizzo e contatti: via Porta del Colle, 20 (Ottieni indicazioni) / tel: 0862606740
  3. Re Gatto: i suoi punti di forza sono la pasta fatta in casa ed i prodotti locali come funghi e tartufi
    Prezzo medio a persona: €25,00
    Indirizzo e contatti: via Madonna del Ponte, 2 (Ottieni indicazioni) / tel: 3914255722

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di L'Aquila

La zona più fervente è il centro storico. Anche se, a causa delle rigide temperature notturne, uscire per locali la sera non è molto comune a L'Aquila. La maggior parte dei locali aperti fino a tarda notte sono pub con musica dal vivo. In città infatti ci sono diverse opzioni che offrono questa possibilità, unita anche ad ottimi cibi in genere a base di carne.

I migliori pub, locali e discoteche

Organizza il tuo soggiorno a L'Aquila: info e consigli utili

  • Come arrivare:il modo migliore per arrivare in città è usare gli autobus FlixBus o TUA, la compagnia di trasporti regionale. La città ha anche una stazione ferroviaria, che però è sconsigliata a causa dei tempi di viaggio eccessivamente lunghi. Gli autobus, metodo indicato per arrivare a L'Aquila, partono da tutte le città principali, e prevedono un biglietto di circa €10,00 per ogni corsa. Da Roma Tiburtina ad esempio il percorso viene coperto in circa 1 ora e 30 minuti. Gli aereoporti più vicini sono l'aeroporto internazionale di Pescara, e gli aeroporti di Roma Fiumicino e Ciampino.
  • Come muoversi: il centro storico non è aperto al traffico, e dunque il modo migliore è visitarlo è a piedi. Per raggiungere le località più distanti è invece consigliato l'utilizzo di un mezzo proprio, dato che gli autobus della compagnia regionale vi permettono solo di avvicinarvi alle varie destinazioni.
  • Dove parcheggiare: si può parcheggiare l'automobile poco fuori dal centro storico, a circa 100 metri dalla zona poi chiusa al traffico. Un'altra alternativa è usufruire dei parcheggi che si trovano vicino alla Fontana Luminosa e vicino alle chiese di S. Bernardino e Collemaggio.
  • Dove dormire:Hotel e b&b a partire da €45,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: citiamo Roio Poggio, con la sua chiesa-convento sopravvissuto miracolosamente al terremoto del 2009, il monastero di Santo Spirito ad Ocre, dichiarato monumento nazionale. Santo Stefano di Sessanio, appartenente al club dei borghi più belli d'Italia. Tra le cose da non perdere c'è anche il Parco Nazionale del Gran Sasso, che comprende, oltre il massiccio del Gran Sasso, la catena dei Monti della Laga, la Val Fondillo, il Lago di Barrea con i borghi di Barrea, Villetta Barrea e Civitella Alfedena, e le più lontane Opi, Ortona dei Marsi, Pescasseroli e Alfedena.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su