ingresso national museum of korea di seoul Fonte: wikipedia - Autore: Ian Muttoo - Licenza: CC BY-SA 2.0

Cosa vedere al National Museum of Korea di Seul: consigli, prezzi e come arrivare

National Museum of Korea, Seoul, guida alle opere da visitare assolutamente. Consigli, mappa, prezzi, info su cosa vedere e come arrivare, cenni storici e curiositÓ.

ingresso national museum of korea di seoul Fonte: wikipedia - Autore: Ian Muttoo - Licenza: CC BY-SA 2.0 Dopo aver cambiato diverse collocazioni negli anni, Il Museo Nazionale di Seoul ha trovato la sua sede definitiva nella bellissima nuova struttura inserita all'interno del parco di Yongsan nel 2005. Oggi è il più grande museo d'arte della Corea del Sud e il sesto per estensione al mondo con una superficie di 137.201, risultando anche uno dei più visitati al mondo. Per le offerte espositive e formative è molto amato dagli abitanti della capitale coreana, che visitano spessissimo il museo durante l'arco dell'anno.
VEDI ANCHE: 10 cose da vedere assolutamente a Seul

Cosa vedere e come visitare National Museum of Korea

Il museo al suo interno raccoglie oltre 220.000 oggetti e, di questi, ben 13.000 sono esposti in modo permanente. Alcune sale sono dedicate, a rotazione, alle esposizioni temporanee, per le quali può essere richiesto il pagamento di un biglietto di ingresso a seconda dell'importanza. Le esposizioni sono sempre di grande livello e variano dalla fotografia, alla scultura, alla pittura, alle arti visive e opere di modernariato. La collazione permanente è divisa in tre piani ben distinti, ai quali vanno dedicati almeno 45 minuti ognuno.

  1. Al primo piano si trova la galleria archeologica, che accoglie circa 4.500 reperti che vanno dal periodo paleolitico al quello dell'unificazione di Silla, uno dei tre regni un tempo confederazione di stati unificati dal re Park Hyeokgeose, e la galleria storica. Il piano è a sua volta diviso in due sezioni differenti: nella prima sezione si trovano testimonianze della dinastia Goryeo (918-1392), della dinastia Joseon (1392-1897) e del periodo imperiale (1897-1910); nella seconda sezione trovano posto il periodo preistorico e la storia antica, fino all'anno 1000, dell'intera regione.
  2. Al secondo piano si trova una galleria che accoglie 890 pezzi di arte religiosa e tradizionale coreana e opere provenienti da differenti culture, anch'essa divisa in due sezioni. La prima sezione propone la calligrafia e bellissimi esempi di pittura tradizionale coreana e buddista, mentre nella seconda trovano posto le collezioni donate al museo da privati e sempre inerenti alle arti religiose e calligrafiche.
  3. Al terzo piano si trovano oggetti d'artigianato e sculture come i circa 630 pezzi di carattere buddhista coreano e gli oltre 970 oggetti di arte asiatica, e anche questo piano risulta essere diviso in due differenti sezioni. Nella prima troviamo pregevoli manufatti in metallo e ceramica oltre che sculture di ispirazione religiosa; nella seconda opere d'arte della cultura di tutta l'area asiatica.
  4. Il museo si completa con un bellissimo giardino di piante locali, giochi d'acqua e spazi per la meditazione.

A seguire alcuni dei migliori pezzi in esposizione

1 - Gold Crown (manufatti di corona reale)

gold crown Fonte: wikipedia - Autore: somedragon2000 - Licenza: CC BY-SA 2.0 Proveniente dalla regione di Beakje, questi ornamenti fanno parte di una corona reale risalente al VI secolo. Realizzati in fili finissimi di oro che vanno a comporre un vaso di fiori e un fior di loto. Da studi effettuati sui materiali, la tipologia di lavorazione e le simmetrie, sembrerebbe che facessero parte di una corona di una regina.

2 - Horse Rider (cavaliere e servitore)

Coppia di vasi in ceramica del VI secolo raffiguranti un servitore e il suo padrone a cavallo. Le differenze di casta si notano nei fini dettagli come gli ornamenti del padrone, mentre il servitore risulta essere a petto nudo. I vasi erano probabilmente usati per servire liquidi. La provenienza e Gyeongju

3 - Imperial Seal (sigillo imperiale)

Quando nel 1897 il re Gojong si dichiarò imperatore, decise di cambiare alcuni apparati dello stato ealcuni simboli legati ad esso. Prima del suo insediamento, infatti, i sigilli reali erano a forma di tartaruga mentre vennero cambiati con le fattezze di un drago, secondo Gojong simbolo più adatto ad un imperatore. I materiali usato per questo pezzo in esposizione sono ceramica e legno

4 - Bronze Bell (campana)

Campana in bronzo risalente al 1010 e proveniente provincia di Chungcheongnam-do. Nella religione buddista il suono delle campane è di buon auspicio ed è portatore di serenità. La campana esposta è considerata una delle più belle del periodo e risulta essere un capolavoro oltre che per il suono, per la finitura dei dettagli. Sula superficie reca anche un'iscrizione che indica dove e quando è stata realizzata.

5 - Pensive Bodhisattva (buddha)

Oltre al valore storico, questa statua del Buddha ha un grande valore religioso proprio per la figura che rappresenta. La posizione contemplativa e lo sguardo benigno e misterioso ne fanno una delle statue più amate dalla cultura coreana. Risalente al periodo dei Tre Regni, primi anni del VII secolo, è realizzata in ceramica.

6 - Moon Jar (vaso)

Vaso in porcellana del XVIII secolo, fa parte di una collezione chiamata I Vasi della Luna. Proviene da Josoen, in porcellana finissima bianca, è alto circa 40 cm ed emana un chiarore molto brillante.

7 - Incense Burner (bruciatore di incenso)

bruciatore d incenso Fonte: wikipedia - Autore: Steve46814 - Licenza: CC BY-SA 3.0 Altro importante manufatto in ceramica del XII secolo, questo bruciatore di incenso è finemente decorato e composto di tre pezzi ben distinti: un coperchio traforato dal quale usciva il fumo; il corpo a forma di fior di loto dove l'incenso veniva bruciato; una base rotonda che poggia su tre conigli. Tutto il bruciatore è finemente decorato da artigiani di Goryeo e l'estetica complessiva ne fa un oggetto di particolare pregio.

8 - Ferocious Tiger (tigre)

Risalente al XVIII secolo, questo dipinto è uno dei più belli fatti su questa tematica. La tigre, infatti, era una delle protezioni dagli spiriti maligni e venivano posizionati nelle casa a protezione della famiglia. I particolari mettono in evidenza la bravura dell'artista che, oltre al corpo centrale, si è soffermato sui dettagli della coda, dei bambù, dei pini e gli uccelli sullo sfondo.

9 - Portrait of Seo Jiksu (ritratto di studioso)

Datato 1796, questo ritratto raffigura Seo Jiksu con diverse tecniche di ombreggiatura, accentuate dalle pieghe dell'indumento e dal contrasto con i calzini bianchissimi. Molto dettagliati sono anche il cappello e il volto del celebre studioso che evidenziano la bravura dell'artista.

10 - Mount Geumgang from Album of Mount Geumgang (dipinto di paesaggio)

Il celebre pittore Jeong Seon dipinse nel 1711 una serie di dipinti a carattere naturalistico tra cui questo bellissimo quadro del monte Geumgang. Le prospettive mettono in risalto i picchi e i colori tenui portano l'osservatore ad uno stato di calma e di pace, sensazioni volute trasmettere dall'artista.

Dove si trova e come arrivare

  • A piedi: da Yongsan Station, la stazione principale di Seul, dista circa 2km percorribili a piedi in circa 45 minuti
  • In bus: il museo è servito dalla compagnia locale urbana con i bus linea n°400 o n°502 al costo di KRW1250 (€0,98)
  • In metro: linea 4 o linea Jungang, fermata Ichon Station poi 150m a piedi

VEDI ANCHE: Come muoversi a Seul: info, costi e consigli

Orari e prezzi

  • Orari: lunedi, martedi, giovedi e venerdi dalle 10:00 alle 18:00; mercoledi e sabato dalle 10:00 alle 21:00; domenica dalle 10:00 alle 19:00
  • Miglior orario per evitare code: il museo è uno dei più visitati del mondo quindi bisogna mettere in preventivo la fila. L'orario migliore è quello dell'apertura o il serale.
  • Costo biglietto: gratis
  • Variazioni ingressi: per le esposizioni temporanee può essere richiesto un pagamento agli ingressi.

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Acquista la city card: con l'acquisto della Discover Seul Pass si ha l'accesso gratuito in molti siti della città, sui mezzi pubblici e sconti in alcuni esercizi commerciali. Il costo è di KRW39,900 (€30,45) per 24 ore.
  2. Occhio alle restrizioni: nel museo non è consentito introdurre acqua o cibo e ci sono limitazioni anche per l'uso di apparati fotografici. Si consiglia di chiedere sempre il permesso al personale addetto prima di scattare o riprendere.
  3. Tempo minimo: si consiglia di considerare un minimo di 2 ore per la visita, tenendo conto che è sempre molto affollato e ci sono file nelle varie sale.

Cenni storici e curiosità: cosa sapere in breve

Il museo venne aperto nel 1945 con le collezioni dell'imperatore Sunjong, ma ha cambiato più volte la sua sede nel corso degli anni fin quando si è deciso di costruire una struttura apposta e adatta a contenere l'enorme mole di opere e reperti. Nel 2005 trova quindi la sua collocazione definitiva nella moderna struttura fatta costruire all'interno del suggestivo parco di Yongsan. Per la bellezza della struttura e la posizione, il museo è meta di pomeriggi domenicali di tante famiglie con bambini che qui possono trovare molti spazi organizzati con laboratori, mostre dedicate, giochi a carattere artistico. Da qualche anno si è deciso di istituire proprio un museo per bambini all'interno della struttura, al quale si accede gratuitamente ma con un biglietto di ingresso proprio per regolarne l'afflusso. Il Children Museum è aperto dalle 9:00 alle 18:00 e diviso in 5 sessioni di entrata.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo Ŕ benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti pu˛ interessare anche...

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su