cariatidi

Cosa vedere al Museo dell'acropoli di Atene: consigli, prezzi e come arrivare

Museo dell'acropoli di Atene, guida alle opere da visitare assolutamente. Consigli, mappa, prezzi, info su cosa vedere e come arrivare, cenni storici e curiositÓ.

museo dell acropoli di atene interniFonte: wikipedia - Autore: Tilemahos Efthimiadis - Licenza: CC BY-SA 2.0 Il museo dell'Acropoli custodisce statue e reperti rinvenuti esclusivamente nell'area dell'Acropoli di Atene. Situato ai piedi della collina dell'Acropoli, il moderno museo era stato progettato dall'architetto Bernard Tschumi per essere pronto per le Olimpiadi del 2004, ma l'apertura è slittata di ben cinque anni, arrivando solo nel 2009.È l'ideale prologo alla visita ai templi, fornendo al visitatore le nozioni necessarie a comprendere ed apprezzare appieno la storia e le architetture del sito archeologico dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.
VEDI ANCHE: 10 Cose da vedere assolutamente ad Atene Cosa vedere ad Atene in un giorno Visita ad Acropoli e Partenone di Atene

Cosa vedere e come visitare il Museo dell'acropoli di Atene

Il museo si sviluppa su tre piani, riprendendo in qualche modo la disposizione dei templi della stessa Acropoli: il percorso è strutturato di modo che i visitatori seguano le orme della capitale greca in ordine cronologico, partendo dal periodo arcaico fino a giungere a quello romano.
Al pianterreno si trova la galleria arcaica, dove sono conservate le Cariatidi, tra i pezzi più rinomati del museo. Da questo piano si accede poi al terzo, il più alto, che ospita la galleria del Partenone, costituita da reperti originali e riproduzioni. Il percorso si conclude col piano mezzano, dove è possibile ammirare reperti dall'età classica a quella romana.
Il museo vanta un'esposizione di quasi 4.000 oggetti, disposti su un'area di 14.000 metri quadrati. In questa vastità di reperti, consigliamo i pezzi più importanti da non perdere durante la vostra visita.

1 - Scavi

Uno dei punti più interessanti si trova all'entrata, dove camminando sulle passerelle sospese è possibile ammirare dall'alto gli scavi ritrovati proprio durante la costruzione del museo, e tuttora il lavorazione per permetterne una migliore fruizione da parte del pubblico.

2 - Cavaliere Rampin

cavaliere rampin ateneFonte: wikipedia - Autore: Roccuz - Licenza: CC BY-SA 2.5 IT Al piano terra, dove è vietato scattare fotografie, la visita inizia dalla galleria arcaica, dove si trovano i reperti più antichi della collezione. Tra questi è noto il Cavaliere Rampin, di cui si conserva il busto del cavaliere, una riproduzione della testa (l'originale è al Louvre di Parigi) e parte del cavallo. La statua è in marmo, ed è datata al VII secolo a.C.

3 - Frammenti dal tempio di Atena Nike

Sullo stesso piano si trovano reperti provenienti dal tempio di Atena Nike. Le decorazioni furono rimosse durante i restauri conclusi nel 2010 per preservarli dalla rovina e sostituiti da copie. La balausra decorativa mostra diversi episodi, ma il più curios vede la dea Nike raffigurata nel gesto di allacciarsi un sandalo anziché in una classica posa vittoriosa.

4 - Cariatidi

cariatidiAvanzando al pian terreno troviamo cinque delle sei Cariatidi originali, le colonne a forma di donna che sorreggevano una porzione del tempio di Eretteo. Le statue sono state infatti spostate e sostituite con delle copie per evitare che lo smog e gli agenti atmosferici le rovinassero. L'ultima Cariatide della collezione manca all'appello poiché conservata presso il British Museum londinese.

5 - Moschophoros

moschophorosFonte: wikipedia - Autore: Marsyas - Licenza: CC BY-SA 2.5 Il Moscoforo è una delle poche statue maschili conservate nel museo dell'Acropoli, raffigurante un uomo che porta un vitello sulle spalle. È proprio dall'animale che la statua prende il suo nome, che in greco antico significa "portatore di vitello". Fu rinvenuto nella seconda metà del XIX secolo in un'area in cui erano stati sepolti i resti dei monumenti distrutti dai persiani. Ancora oggi non è chiaro il simbolo dell'agnello e come esso sia collegato ad Atena: potrebbe trattarsi di un trofeo, oppure di un sacrificio offerto alla dea.

6 - Galleria del Partenone

L'ultimo piano del museo ospita la Galleria del Partenone, ed è ruotato rispetto al resto dell'edificio proprio per riprodurre l'orientamento del tempio.
L'elemento più importante della collezione è senza dubbio il Fregio del Partenone, costituito in parte da elementi originali e in parte da ricostruzione dei pezzi esposti al British Museum, in attesa che questi vengano riportati in patria.

Dove si trova e come arrivare

Mostra Mappa

  • A piedi: dal centro città è raggiungibile in 25 minuti percorrendo 2 km - Ottieni indicazioni
  • In bus: fermata Makryanni, linee 24, 40, 57, 103, 106, 108, 111, 126, 134, 135, 136, 137, 155, 206, 208, 227, 230, 237, 790, 856, Α2, Α3, Α4, Β2, Β3, Β4, Ε2, Ε22.
  • In metro: dal centro città è raggiungibile in 5 minuti dalla fermata Omonia (linea 2) con ultima fermata Akropolis
  • In filobus: fermata Makryianni, linee 1, 5 e 15

Orari e prezzi

  • Orari: dal 1 aprile al 31 ottobre il museo è aperto dalle 8:00 alle 20:00, con chiusura anticipata alle 16:00 il lunedì e posticipata alle 22:00 il venerdì.
    Dal 1 novembre al 31 marzo l'orario diventa 9:00-17:00 dal lunedì al giovedì, con chiusura alle 22:00 il venerdì e chiusura alle 20:00 sabato e domenica.
  • Miglior orario per evitare code: programmate la vostra visita in orario di apertura o chiusura del museo per precedere il flusso maggiore di turisti.
  • Costo biglietto: €5,00 biglietto intero
  • Riduzioni: €3,00 per studenti extra-comunitari
  • Gratuità: gratuito per studenti dell'UE

Tour, visite guidate e biglietti online

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Alzati presto: l'ideale sarebbe raggiungere l'ingresso entro le ore 9:00 e visitare il museo prima dell'Acropoli stessa, di modo da avere delle nozioni di base per comprendere ciò che si vedrà sulla collina.
  2. Acquista la city card: se siete interessati a visitare altri musei o attrazioni della città, potete acquistare la Atene city card per risparmiare sugli ingressi e saltare la fila sia per l'ingresso al museo che per la visita all'Acropoli
  3. Occhio alle restrizioni: è vietato scattare foto ed effettuare riprese nella galleria arcaica, al pianterreno del museo
  4. Tempo minimo: vi consigliamo di considerare un minimo di 1 ora per la visita. L'ideale sarebbe poter dedicare 2 ore per una visita completa

Cenni storici e curiosità: cosa sapere in breve

Il museo fu originariamente fondato nel 1863 direttamente sul suolo dell'Acopoli. Proprio per la sua ubicazione l'area espositiva era di dimensioni ridotte, che portarono ai lavori per una nuova struttura, quella attualemente visitabile, a partire dal 2002. I lavori durarono più di quanto preventivato a causa del ritrovamento di reperti storici durante gli scavi per le fondamenta del museo stesso. La nuova mastodontica sede, con i suoi 14.000 metri quadrati è stata aperta nel 2009.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo Ŕ benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti pu˛ interessare anche...

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su