Gorizia: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Aggiornato a Gennaio 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 189 viaggiatori.
Cosa vedere a Gorizia e dintorni: itinerari di un weekend e di un giorno. Scopri 10 cose da visitare, i migliori ristoranti e cosa fare la sera. Info e consigli utili su Gorizia

gorizia castelloFoto di Snowdog. Città di confine, è stata segnata dalle guerre e influenzata culturalmente dall'incrocio delle civiltà latina, slava e germanica che si sono succedute alla sua guida nel corso dei secoli. Le sue strade, la sua architettura, la lingua, la cucina e i suoi parchi testimoniano la grande storia di questa città e l'importanza che riveste come punto di raccordo di mondi differenti. Già insediamento urbano nel I secolo a.C., si sviluppo' nel medioevo sotto il patriarca di Aquileia e ai conti di Baviera. Nel '400 dopo un periodo di guerre tra l'Austria e Venezia, venne annessa ai territori Asburgici. Alla fine della I Guerra Mondiale passò al Regno d'Italia, ma il conto in vite umane più caro venne pagato durante la II Guerra Mondiale, che segnò indelebilmente la città e la sua popolazione.
Oggi è una città con un'eccellente qualità della vita, immersa tra le colline del Collio, moderna ma legata ad un passato che non si può e non si deve dimenticare.

10 cose da vedere a Gorizia in un Weekend

1 - Castello

gorizia castelloFoto di SnowdogIl Castello, in stile medievale e risalente all'XI secolo, svetta sulla città in tutta la sua maestosità. Nei secoli ha perso molto della sua architettura originale a causa di modifiche e ampliamenti voluti da chi si è susseguito alla guida politica e militare. Bombardato durante la Prima Guerra Mondiale, il Castello fu ricostruito tra il 1934 e il 1937 e l'intervento ha cercato di riportare il complesso al suo aspetto medievale e rinascimentale, mettendo in luce le antiche strutture scoperte durante i lavori di ripristino.
All'interno del castello si trova il Museo del Medioevo Goriziano, con una collezione di fedeli riproduzioni di armi bianche (1271 - 1500), una Sala Didattica, e l'esposizione permanente di strumenti musicali antichi. Nei pressi si può ammirare la Chiesetta di Santo Spirito, con alcuni affreschi attribuiti al figlio di Tintoretto.

  • Come arrivare: dalla stazione prendere il bus n°1 fino a Piazza della Vittoria per poi arrivare a piedi al castello in circa 15 minuti o con il bus n°7. Le tratte in bus costano €1,30 e sono valide per 60 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: dal martedi alla domenica dalle 10:00 alle 19:00 - lunedi dalle 9:30 alle 11:30
  • Costo biglietto: intero €3,00 - ridotto €1,50 - Il Castello e i Musei provinciali di Gorizia sono gratis con FVGcard.

2 - Piazza della Vittoria

piazza vittoria goriziaCentro cittadino sin dal Settecento, vi si affacciano diversi edifici storici.
Edificio principale che domina la piazza è la chiesa di Sant'Ignazio (1767), imponente costruzione barocca voluta dai Gesuiti , protagonisti della storia religiosa di Gorizia. La facciata è affiancata da due alte torri campanarie, coronate da cupole a cipolla. Di fornte alla chiesa è situata la Colonna di Sant'Ignazio, del 1687.
Altra bella costruzione è Casa Torriana, di origine cinquecentesca, oggi sede della Prefettura. Fra i molti ospiti illustri che vi abitarono ci fu anche il poeta e diplomatico veneziano Giacomo Casanova.
Al centro della Piazza si trova la Fontana del Nettuno e i Tritoni. Altri edifici sono la Chiesa dell'Esaltazione della Croce (1746), con facciata rococò, il palazzo arcivescovile Cobenzl (1587).

  • Come arrivare: in pieno centro storico, si arriva dalla stazione con il bus n°1 e da qui si può proseguire verso tutti i più interessanti siti cittadini - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

3 - Duomo

/foto/duomo di gorizia facciataFoto di T137Il Duomo di Gorizia è dedicato ai Santi Patroni Ilario e Taziano. Le origini sono molto antiche, infatti c'è infatti una testimonianza del 1296 che ne accerta l'esistenza. Alla fine del XIV secolo la chiesa fu ampliata ed il nuovo edifico costruito in stile gotico venne ultimato nel 1525. Una fra le più corpose fasi di ripristino fu tra il 1688 e il 1702, quando venne abbattuta l'unica navata centrale in stile gotico e al suo posto venne costruita una chiesa a tre navate, in stile barocco, con una tribuna per l'organo e il coro sopra la porta centrale. L'attuale facciata venne completata solo nel corso del XIX secolo in stile neoclassico.

  • Come arrivare: da Piazza della Vittoria dista 450 metri percorribili in 5 minuti seguendo via Roma - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

4 - Sinagoga

/foto/sinagoga di goriziaFoto di T137La sinagoga venne edificata nel 1756 e utilizzata dalla comunità ebraica fino al 1969, quando fu accorpata a quella di Trieste; oggi non è regolarmente adibita al culto. Il museo, sito al piano terra dell'edificio, presenta la storia dell'ebraismo a Gorizia attraverso documenti, fotografie e oggetti, e una sezione è dedicata ai dipinti del filosofo Carlo Michelstaedter.
Tutt'ora conserva l'aspetto settecentesco con marmi e arredi originali e si possono ammirare la Galleria delle Donne e l'Arca Santa rivolta verso Gerusalemme.

  • Come arrivare: da Piazza della Vittoria dista 450 metri percorribili in 5 minuti seguendo via Roma - Ottieni indicazioni
  • Orari: martedi e giovedi dalle 17:00 alle 19:00
  • Costo biglietto: gratis

5 - Museo della Grande Guerra

Il Museo della Grande Guerra di Gorizia, ospitato nei sotterranei delle cinquecentesche Case Dornberg e Tasso, rappresenta gli eventi bellici ed i loro riflessi umani e sociali. Accanto alle armi del conflitto, sono esposti oggetti della quotidianità della vita dei soldati che, insieme alla riproduzione a grandezza naturale di una trincea, descrivono la drammatica realtà del fronte.
Gorizia è stata un'autentica città "di trincea", profondamente segnata dai bombardamenti, ma mai abbandonata dai suoi abitanti. Si prosegue con la descrizione degli eventi dello sfondamento austro-tedesco a Caporetto sino all'armistizio italo-austriaco del 3 novembre.

  • Come arrivare: da Piazza della Vittoria si arriva a piedi in circa 15 minuti o con il bus n°7 - Ottieni indicazioni
  • Orari: dal martedi alla domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 19:00 - lunedi chiuso
  • Costo biglietto: intero €3,00 - ridotto €1,50 - Il Castello e i Musei provinciali di Gorizia sono gratis con FVGcard.

6 - Piazza Sant'Antonio

piazza sant antonio goriziaLa piazza è delimitata dalla facciata settecentesca di palazzo Strassoldo, una delle più antiche casate friulane (oggi sede di un Grand Hotel), e sul lato opposto si trova il chiostro dell'ex convento francescano, edificato nel trecento. Sul fondo della piazza sorge Palazzo Lantieri, bellissima dimora privata di origine trecentesca, visitabile su richiesta.

  • Come arrivare: da Piazza della Vittoria dista solo 550 metri per una passeggiata di meno di 10 minuti - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile (per eventuali visite a Palazzo Lantieri, informarsi tramite mail contatto@palazzo-lantieri.com)
  • Costo biglietto: gratis

7 - Parco della Rimembranza

/foto/tempietto circolare parco della rimembranza gorizia fontanaIl Parco della Rimembranza è stato voluto per ricordare le vittime della Prima Guerra Mondiale. Si tratta di uno spazio di circa due ettari e mezzo in pieno centro, lungo Corso Italia e utilizzato come cimitero a metà del XIX secolo. Molti i sentieri che, all'ombra dei numerosi alberi, permettono di scoprire i vari monumenti che sono stati posti. Ci sono dei busti dedicati agli irredentisti goriziani Giovanni Maniacco ed Emilio Cravos, all'interventista toscano Vittorio Locchi e sculture che celebrano la Brigata Alpina "Julia" e la Brigata di Fanteria dei "Lupi di Toscana".
Al centro del parco si trovano una fontana ed i resti di una cappella del 1929. Il muro che commemora i 665 deportati goriziani durante il maggio 1945 completa il parco ed il ricordo dei caduti.

  • Come arrivare: dalla stazione ferroviaria si arriva con il bus n°1, da Piazza della Vittoria sono 1,3 km e si arriva in circa 15 minuti a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

8 - Museo Provinciale di Palazzo Attems

/foto/gorizia palazzo attems pinacotecaFoto di RollroboterLa bella esposizione museale comprende un'ampia selezione della Pinacoteca, con opere della pittura veneta del'700 ed una sezione dedicata alla ritrattistica dell'800. Tra i dipinti, notevole è Gli Dei dell'Olimpo del Paroli, tela del 1745. All'interno vengono allestite anche mostre temporanee e molto bello risulta essere il cortile interno.

  • Come arrivare: in P.za De Amicis, da Piazza della Vittoria sono 450 metri percorribili in 5 minuti a piedi - Ottieni indicazioni
  • Orari: dal martedi alla domenica dalle 10:00 alle 18:00 - lunedi chiuso
  • Costo biglietto: intero €6,00 - ridotto €3,00 - Il Castello e i Musei provinciali di Gorizia sono gratis con FVGcard

9 - Gradisca

/foto/castello roganzuolo chiesa monumentale dei ss pietro e paolo e borgo gradiscaFoto di Paolo SteffanTra i Borghi più Belli d'Italia, sulla riva destra del fiume Isonzo, dista soli 20 minuti di auto da Gorizia. Il nome slavo fa riferimento alla fortezza quattrocentesca costruita per respingere le invasioni dei turchi e il tracciato delle mura è ancora percorribile, con i suoi sei torrioni e la Porta Nuova.
Da visitare nella città vecchia vi è la cinquecentesca casa dei Provveditori Veneti, Palazzo Torriani con il museo Documentario della Città e la Galleria d'Arte Contemporanea.

  • Come arrivare: dista da Gorizia circa 12 km percorribili in auto in 15 minuti o con il bus extra urbano E01 al costo di €1,30 a tratta - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

10 - Cormons

Bellissimo borgo nel cuore del Collio, è caratterizzato dallo stile asburgico per via della sua appartenenza all'Austria fino alla fine della alla Prima Guerra Mondiale. Da vedere Piazza della Libertà, dove si trova la statua bronzea dedicata all'Imperatore Massimiliano I d'Asburgo, Piazza XXIV Maggio, tutta in pietra bianca del Carso, e Palazzo Locatelli, oggi sede del Municipio. In tutto il paese si respira un'aria aristocratica e retrò che accompagna il turista per tutta la sua permanenza.

  • Come arrivare: dista da Gorizia circa 15 km percorribili in auto in 20 minuti o con il bus extra urbano E02 al costo di €1,60 a tratta - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre accessibile
  • Costo biglietto: gratis

Cosa vedere a Gorizia in un giorno: itinerario consigliato

chiesa santignazio goriziaFoto di T137Mattina: arrivando a Gorizia con il treno o parcheggiando l'auto in uno dei comodi parcheggi nelle sue vicinanze, si può pensare di recarsi subito verso il bellissimo Parco della Rimembranza, magari fermandosi poco prima dell'ingresso alla Pasticceria L'Oca Golosa per una buona colazione. Qui si può respirare la storia della città, nel silenzio degli alberi e nelle statue commemorative che si susseguono attracersando i sentieri.
Usciti dal parco si prosegue fino ad arrivare a Piazza Sant'Antonino per ammirare i trecenteschi palazzi che la circondano e continuare fino ad arrivare al duomo della città dedicato ai Santi Patroni Ilario e Taziano. Da qui ci si sposta a Borgo Castello per una visita al Museo della Grande Guerra e per una pausa pranzo.

Pomeriggio: dopo aver pranzato nel vicinissimo ristorante Lanterna d'Oro, si sale ancora un po' per raggiungere il Castello di Gorizia, ammirare il panorama circostante e visitare le sezioni interne adibite a musei. Si scende poi verso Piazza della Vittoria per ammirarne la bellezza e magari sedersi ad un caffè per contemplare in tranquillità il retaggio di un passato fastoso.
Ultima tappa di questo itinerario è il bel Palazzo Attems e la sua collezione pittorica.

Sera: tornando verso il punto di partenza, si può decidere se fermarsi per un aperitivo in una delle tante enoteche del centro o recarsi direttamente verso il ristorante Sabotino e concludere la giornata con una sfiziosa cena dai gusti mitteleuropei.

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  1. Colazione: presso Pasticceria L'Oca Golosa, a 500 metri dal Parco della Rimembranza, propone pasticceria locale e ottimi caffè - Ottieni indicazioni
  2. Parco della Rimembranza: sempre accessibile
  3. Piazza Sant'Antonino: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  4. Duomo: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  5. Museo della Grande Guerra: dal martedi alla domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 19:00 - lunedi chiuso - costo biglietto: intero €3,00 - ridotto €1,50 - Il Castello e i Musei provinciali di Gorizia sono gratis con FVGcard
  6. Pranzo: presso il ristorante Lanterna d'Oro, Borgo Castello 20 - Ottieni indicazioni
  7. Castello: dal martedi alla domenica dalle 10:00 alle 19:00 - lunedi dalle 9:30 alle 11:30 - costo biglietto: intero €3,00 - ridotto €1,50 - Il Castello e i Musei provinciali di Gorizia sono gratis con FVGcard
  8. Piazza della Vittoria: sempre accessibile - costo biglietto: gratis
  9. Palazzo Attems: dal martedi alla domenica dalle 10:00 alle 18:00 - lunedi chiuso - costo biglietto: intero €6,00 - ridotto €3,00 - Il Castello e i Musei provinciali di Gorizia sono gratis con FVGcard
  10. Cena: presso il ristorante Sabotino, Via Santa Chiara, 4 - Ottieni indicazioni

Dove mangiare a Gorizia: i migliori ristoranti

  1. Lanterna d'Oro: comoda pausa per questa zona nei pressi del castello, propone piatti della tradizione friulana con attenzione alle materie prime e alla qualità. Buona cantina dei vini.
    Prezzo medio a persona: €30,00
    Indirizzo e contatti: via Borgo Castello 20 (Ottieni indicazioni) - tel: 0841534100
  2. Sabotino: locale intimo, curato e informale. Ottima cucina di pesce e buon rapporto qualità-prezzo
    Prezzo medio a persona: €25,00
    Indirizzo e contatti: Via Santa Chiara, 4 (Ottieni indicazioni) - tel: 0841538111
  3. Trattoria da Gianni: trattoria che propone cucina italiana e tipica slovena. Da provare lo Jota o il Gulash accompagnati da birre artigianali locali. Porzioni abbondanti e ottimi prezzi.
    Prezzo medio a persona: €25,00
    Indirizzo e contatti: via C. de Morelli, 8 (Ottieni indicazioni) - tel: 0841534568

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di Gorizia

Gorizia è una città universitaria e con molti giovani che la vivono giorno e notte. Piena di locali, enoteche, pub e ristoranti, offre un'ampia scelta per passare serate spensierate, ma il tutto chiude a mezzanotte. Un'ordinanza infatti impone lo stop alla musica alle ore 23:00 e la chiusura dei locali alle 00:00.
Se si vuole tirare fino all'alba basta passare il confine sloveno, che dista solo un paio di chilometri, e immergersi nella movida mitteleuropea.

I migliori pub, locali e discoteche

  • Antico Caffè Trieste: storico locale in centro, famoso per la sua grande proposta di vini, birre e cocktails. Ritrovo rinomato per aperitivi e dopocena.
    Indirizzo: via Generale Cascino 25 (Ottieni indicazioni) / Pagina facebook
  • L'Alchimista: wine bar fornitissimo che propone serate con musica dal vivo.
    Indirizzo: via Garibaldi, 16 (Ottieni indicazioni) Pagina facebook
  • Casino Perla: bellissimo resort a pochi chilometri dal confine, al suo interno un casinò, una discoteca, un teatro, bar e ristoranti. Sempre affollato e con moltissimi eventi in cartellone.
    Indirizzo: Kidriceva Ulica, 7 (Nova Gorica) Ottieni indicazioni / Pagina facebook

Organizza il tuo soggiorno a Gorizia: info e consigli utili

  • Come arrivare: l'aeroporto più vicino è quello di Trieste, a circa 20 km da Gorizia, collegato con i bus linea n°1 della APT o con treni regionali, in circa 1 ora, al costo di €2,70. In treno da Milano servono 6 ore in regionale al costo di €32,30; da Bologna servono circa 4 ore per un costo in regionale di €25,55; da Roma si deve necessariamente abbinare un treno veloce e si arriva in circa 5 ore e 40 minuti per un costo minimo di €101,85. Gorizia è collegata a molte città italiane ed estere anche con bus della Flixbus, con tariffe a partire dai €19,99.
  • Come muoversi: data la modesta estensione è facilmente percorribile a piedi ed è possibile spostarsi senza difficoltà anche nei borghi limitrofi grazie alla rete capillare di trasporti urbani ed extra urbani gestiti dalle autolinee APT. Si consigli di acquistare la FVGcard, una chipcard nominativa che ha la durata di 48ore, 72ore o 7 giorni (dal primo utilizzo) e che permette di entrare gratuitamente e saltando le file nelle strutture convenzionate e di fruire di speciali scontistiche. I costi sono di €18,00 per 48 ore, €21,00 per 72 ore, €29,00 per una settimana.
  • Dove parcheggiare: Parcheggio Battisti, via Cesare Battisti 39 (Ottieni indicazioni) aperto 24h su 24 - Parcheggio Vittoria, Piazza Vittoria (Ottieni indicazioni) dalle 7:00 alle 20:00, Parcheggio Cavour, Piazza Cavour (Ottieni indicazioni) dalle 7:00 alle 20:00. Le tariffe sono di €1,00 per ogni ora o €4,00 per tutto il giorno.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €62,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: Aquileia (34 km - 30 minuti) - Riserva Naturale dell'Isonzo (40 km - 35 minuti) - Palmanova (33 km - 30 minuti) - Trieste (48 km - 50 minuti), Udine (32 km - 40 minuti), Postumia, Slovenia (93 km - 43 minuti), Lubiana, Slovenia (72 km - 75 minuti)
Scopri la Guida Smart di Friuli-Venezia Giulia

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo è benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Guida di Friuli-Venezia Giulia

Torna su