Cosa vedere in Islanda in 5 giorni

Quali sono le cose assolutamente da non perdere in Islanda? Ecco le mete da vedere, anche in estate o in inverno, per un viaggio o un tour in Islanda di 5 giorni!

Cosa vedere in Islanda in 5 giorniSituata sul bordo del Circolo Polare Artico e su uno dei punti della Terra più attivi per quanto riguarda le attività vulcaniche, l'Islanda è un mix stimolante di ghiacciai, sorgenti termali ribollenti e fiordi frastagliati. Qui attività come escursioni a piedi sotto il sole di mezzanotte fanno da sfondo anche a tanta tradizione storica e letteraria. L'Islanda è un luogo dove la natura regna sovrana. A parte la moderna e cosmopolita capitale, Reykjavík, gli altri centri abitati sono piccoli borghi, spesso villaggi di pescatori situati lungo le coste. L'interno resta totalmente disabitato e si presenta come un ampio altopiano sferzato dal vento, con deserti di cenere e lava solidificata, un panorama interrotto dal Vatnajökull, il più grande ghiacciaio d'Europa. Storicamente, gli islandesi hanno un mix di sangue nordico e celtico, un patrimonio spesso ritenuto responsabile del loro approccio tipicamente rilassato nei confronti della vita. La battaglia per la sopravvivenza contro gli elementi naturali, nel corso dei secoli, ha reso questa fiera popolazione altamente autosufficiente, la cui unica dipendenza è quella che riguarda il mare e la pesca per la loro economia. Un viaggio in Islanda è, senza dubbio, una esperienza avventurosa, emozionante e indimenticabile, per questo abbiamo selezionato alcune attrattive imperdibili per chi avrà la fortuna di poter visitare questo Paese. Per organizzare al meglio il viaggio e per seguire un itinerario personalizzato, è consigliato noleggiare un'auto e spostarsi in autonomia. Esistono tour organizzati, ovviamente, ma sono molto cari! Seguire il proprio percorso programmato con anticipo con un'auto a noleggio è la soluzione migliore: chissà che, durante il tragitto, vi imbattiate in qualche fuori programma ancor più gradevole!

GIORNO 1

Il primo giorno è da dedicare alla visita della capitale dell'Islanda, Reykjavík, la città capitale di uno stato situata più a Nord rispetto a tutte le altre. Dopo la visita al Museo Fallologico Islandese ed alla Chiesa di Hallgrímur, potrete assaggiare la cucina locale in qualche ristorante tipico. La cucina nordica è una tra le più sane e genuine del mondo, grazie all'utilizzo quasi esclusivo di prodotti del territorio. Tra i locali più famosi segnaliamo il Saegreifinn, un ristorante molto suggestivo a conduzione famigliare. Qui sarete accolti dal gestore, un vecchio pescatore molto accogliente e cortese, che vi proporrà piatti squisiti a base di pesce fresco preparato in diverse varianti: zuppa di aragosta e di balena, pesce gatto, salmone, halibut e trota di fiume. Dopo un buon pasto sarete pronti per intraprendere il vostro tour lungo il Golden Circle.

Museo Fallologico Islandese, Reykjavík

Museo FallologicoPartiamo dalla capitale islandese e ci immergiamo subito in una atmosfera molto "naturale", anche se in maniera un po' stravagante! Il Phallological Museum islandese è un luogo unico al mondo, in quanto contiene una raccolta di peni appartenenti a diverse specie di mammiferi. Aspettatevi una visita decisamente monotematica, in quanto in questo museo sono presenti oltre duecento peni di animali terrestri e marini tipici dell'Islanda. Potrete ammirare 55 esempi di peni di 16 diversi tipi di balena, quello dell'orso polare, del tricheco e.. anche quello della specie umana!

Chiesa di Hallgrímur, Reykjavík

Chiesa di HallgrímurPrima di lasciare la capitale, fate una visita alla Chiesa di Hallgrímur. È la chiesa più alta e più grande del Islanda ed è anche il suo sito più fotografato. Prende il nome da uno studioso e scrittore di inni del XVII secolo, il reverendo Hallgrímur Pétursson. Per terminare la costruzione di questo edificio ci sono voluti ben 50 anni, a partire dal 1945. La forma della struttura è avveniristica e rappresenta quasi un incrocio tra un ghiacciaio e una astronave. Si può visitare la chiesa pagando circa 6 dollari, nonché usufruire dell'apposito ascensore che porta in cima alla torre, dove si può godere di una magnifica vista sulla città. È anche possibile partecipare alle funzioni, visitando il sito web si possono conoscere gli orari.

Laguna Blu, a circa 39 km dalla capitale Reykjavík

Laguna BluLasciando la capitale in direzione sud, dopo circa 40 chilometri, è possibile imbattersi in una delle attrazioni più famose e frequentate dell'isola. Bláa lónið o Laguna Blu è un centro termale geotermico con acqua di mare che pare abbia grandi proprietà rigenerative e terapeutiche. L'acqua, ricca di silice e minerali, funziona in modo egregio su tutti i tipi di eczema e altri problemi della pelle, come ad esempio la psoriasi: la Laguna Blu ha anche una clinica specializzata per il trattamento dei problemi della pelle. Il centro offre anche una varietà di trattamenti SPA di lusso, ed è possibile cenare presso il ristorante "Lava" situato presso la laguna. Una visita presso la Laguna Blu è sempre un'esperienza emozionante: l'acqua ha un colore blu lattiginoso, il sito è circondato dalla lava, aspetto che rende il luogo incantevole e misterioso.

GIORNO 2

Lasciata Reykjavík potrete avventurarvi lungo il Golden Circle ed iniziare a selezionare le tappe che intendete raggiungere. Ne abbiamo riunite alcune tra le più suggestive e più frequentate, quelle mete imperdibili che in un tour di 5 giorni non possono mancare. La prima, immancabile tappa è senza dubbio quella che vi permetterà di ammirare i famosi geyser islandesi, un'attrazione unica presso la quale è d'obbligo spendere qualche ora.

Golden Circle

Golden CircleIl Golden Circle è il percorso turistico numero uno in Islanda, è una strada circolare che percorre il Sud dell'isola, parte dalla Capitale e copre circa 300 chilometri. Percorrendo questa strada è possibile godere delle bellezze di questa terra: le cascate, i geyser e i più magnifici panorami del parco nazionale. Le strade sono di solito ben tenute durante ogni stagione e ci sono tour organizzati in abbondanza per percorrerla, ma come abbiamo segnalato in precedenza, è sempre consigliato noleggiare un'auto.

Geyser "Geysir", valle di Haukadalur

Geyser In poco meno di due ore, lasciandosi alle spalle la Laguna Blu e percorrendo il Golden Circle in direzione nord - est, ci si imbatte nella valle di Haukadalur, una celebre zona geotermica. Il famoso geyser chiamato Geysir è una delle principali attrazioni dell'Islanda, il luogo dove sorge è un'altra tappa che si incontra lungo il Golden Circle. I celebri geyser, presenti anche in altre parti del mondo, prendono il nome proprio da questa attrazione islandese, essendo esso il più antico mai conosciuto. Presso il sito sono ben due i geyser più conosciuti e visitati, oltre al già citato Geysir, è presente il più piccolo Strokkur. Purtroppo l'azione dei turisti, che gettano sassi e pietre nella sua cavità per provocarne l'eruzione, lo ha ostruito: in principio, il Geysir era in grado di eruttare dei getti d'acqua alti fino a 80 metri! Anche se non è in attività, Geysir offre comunque lo spettacolo del proprio cratere fumante.

GIORNO 3

Il terzo giorno inizia con una delle celebri cascate islandesi e con i fantastici giochi di luce creati dalla caduta delle acque. Dedicate a questa zona il giusto tempo, in quanto la successiva tappa è abbastanza difficoltosa, sia da raggiungere che da affrontare. La visita al più esteso ghiacciaio del mondo occuperà gran parte della vostra giornata e vi lascerà non solo sbalorditi ma anche piuttosto stanchi! Il divertimento, però, è assicurato, soprattutto quando arriverà la parte dove utilizzerete le motoslitte!

Cascata Gullfoss, Sud-Ovest dell'Islanda

Cascata GullfossA soli 10 minuti di Golden Circle si incontra Gullfoss (tradotto come "Golden Falls" o "Cascata d'oro"), la cascata più famosa d'Islanda, come testimoniano le decine di turisti che si incontrano ogni giorno presso questo luogo. È un luogo davvero unico, spettacolare e memorabile. La cascata si compone di due salti, che terminano in un profondo e stretto canyon, le acque compiono un balzo di 11 e 21 metri ed il nome cascata d'oro è dovuto ai giochi di luce ed agli arcobaleni di rara bellezza creati dalle nuvole di vapore che la circondano. È considerata una delle cascate più grandi d'Europa, è riserva naturale dal 1975 ed è facilmente visitabile grazie alla presenza di tanti sentieri da percorrere a piedi in tutta sicurezza.

Vatnajökull, Islanda Sud - Orientale

VatnajökullSe non temete il freddo intenso e le escursioni un po' estreme, una visita alla zona dove sorge il Vatnajökull è d'obbligo. Questa enorme massa bianca non è altro che il più grande ghiacciaio non solo dell'isola ma anche di tutta Europa, la sua calotta polare detiene il record di più grande del mondo, dopo i poli. Provate a guardare su una cartina l'estensione delle province di Milano, Bergamo e Brescia messe insieme: questa è la dimensione del Vatnajökull! Affidandosi ad una agenzia specializzata, avrete a disposizione delle superjeep, le uniche in grado di percorrere la vertiginosa pista sterrata F985 e raggiungere l'unico rifugio presente all'estremità del ghiacciaio. Questo è il punto di partenza per numerose attività, che comprendono sia l'esplorazione classica del ghiacciaio oppure, per i più temerari, utilizzare lo skidoo, la tipica motoslitta. Per raggiungere questo luogo è possibile che incontriate qualche difficoltà, dato che la zona è abbastanza impervia. Ma, se non volete proprio rinunciare a questa escursione, è consigliato visitare con anticipo il sito internet del Parco Nazionale o rivolgersi a qualche agenzia locale che potrà anche procurarvi dei veicoli 4x4, gli unici a poter affrontare le strade locali.

GIORNO 4

Dopo un'impresa tanto divertente e soddisfacente quanto stancante come quella dell'esplorazione del ghiacciaio Vatnajökull, prendetevi un po' di tempo per rilassarvi godendovi lo spettacolo degli icebergs. Al termine della visita, potrete iniziare ad intraprendere la strada del ritorno, sempre lungo il Golden Circle, recandovi di nuovo verso la capitale.

Laguna glaciale Jökulsárlón, a sud del ghiacciaio Vatnajökull

Laguna glaciale Jökulsárlón, a sud del ghiacciaio VatnajökullAlla estremità sud-est del Parco Nazionale Vatnajökull si trova questo luogo imperdibile. Se quello che cercate in un viaggio in Islanda sono quanti più paesaggi mozzafiato riusciate ad assaporare, non potete perdervi il lago ghiacciato Jökulsárlón. Lo spettacolo, qui, è davvero unico: sulla superficie di questa sconfinata laguna glaciale galleggia una serie di iceberg. L'atmosfera che si respira è quasi surreale, il silenzio è interrotto solamente dal rumore di qualche pezzo di ghiaccio che si stacca da una delle montagne bianche e cade nell'acqua. Gli icebergs lanciano i propri riflessi azzurri dalla superficie di una vasta laguna smeraldo, le foche nuotano in gruppo nelle sue acque e si concedono brevi pisolini sulle grandi piattaforme naturali. Per godere al meglio di questo spettacolo naturale è possibile partecipare ai tour su mezzi anfibi, partendo dalla terraferma e tuffandosi in acqua, riuscendo quasi ad arrivare a sfiorare gli icebergs. Questo luogo si raggiunge in circa 4 ore di auto dalla zona dei geyser, procedendo con l'itinerario verso sud - est.

GIORNO 5

Si inizia a pensare al rientro, non prima di aver visitato il Parco Nazionale Skatfafell, ultima tappa di questo tour di 5 giorni dell'Islanda. Le attrattive dell'isola sono molte di più, ma occorre più tempo per visitarle tutte! Di ritorno a Reykjavík, la vacanza non è ancora del tutto terminata. Resta ancora una attrattiva tipica islandese da non perdere, ed è possibile vederla anche in città. In alternativa, potrete passare l'ultima notte in tenda, dormendo sotto le stelle e sotto lo spettacolo impagabile dell'Aurora boreale.

Parco Nazionale Skaftafell, Sud dell'Islanda

SkaftafellDalla precedente tappa si inizia, sempre seguendo il Golden Circle per circa 45 minuti, il percorso di ritorno verso la capitale, non prima di essersi recati presso un altro luogo sbalorditivo. Il Parco Nazionale Skaftafell misura 4800 chilometri quadrati ed è qui che si possono ammirare i paesaggi più strani e surreali del pianeta. L'area rappresenta un costante duello di fuoco e acqua, a causa della presenza di fiumi glaciali, sorgenti di acqua calda, lava ma anche del famoso e temibile ghiacciaio Vatnajökull. Numerosi sentieri escursionistici si snodano attraverso tutta l'area del Parco, e portano a veri e propri tesori naturali come la cascata Svartifoss, che scorre su una rupe sublime di colonne di basalto nero, e a breve distanza, i titanici iceberg che galleggiano magnificamente su Jökulsárlón, una maestosa laguna glaciale. Qui i visitatori possono navigare tra le innumerevoli montagne di ghiaccio che costantemente cadono dal ghiacciaio. Nel corso degli anni la laguna è stata per diverse volte lo scenario di film di Hollywood come Tomb Raider, Die Another Day e Batman Begins.

Da Non Perdere: Aurora boreale

Se avete sempre pensato che gli islandesi sono un popolo privilegiato perché possono godere sempre dello spettacolo dell'Aurora Boreale… bè, avete ragione! È possibile osservare questo fenomeno durante tutto l'anno, anche se il periodo nel quale sussistono le condizioni ideali (buio e cielo limpido) va da settembre fino a metà aprile.
VEDI ANCHE: DOVE E QUANDO VEDERE L'AURORA BOREALE
Anche stando nella capitale vi capiterà di vederne una! Per osservare quelle più belle e luminose, però, è necessario allontanarsi, nemmeno troppo, dalla città. L'ideale è compiere una escursione e campeggiare presso gli altipiani islandesi per ammirare le Aurore Boreali, lo scenario di buio intenso e la tranquillità del luogo renderanno il tutto ancora più unico e speciale.

Scopri la Guida Smart di Islanda

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo Ŕ benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Commenti sull'articolo
  • Veronica
    Veronica 31 Marzo 2017 10:48

    Ciao Elisa!
    molto interessante il tuo itinerario.
    Conosci agenzie locali che vendono escursioni per Vatnaj÷kull? perchÚ da google map non mi da la strada, forse le macchine normali non riescono ad arrivare.
    Grazie in anticipo per la tua risposta

    Rispondi
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su