Capitali Europee della Cultura: passato, presente e futuro dell'iniziativa culturale

Vuoi conoscere le le capitali europee della cultura 2015? Ecco un elenco delle città ed alcune info sugli eventi in programma. Scopri origini e storia delle città europee della cultura, ed info su Matera 2019: la prossima capitale culturale italiana dell' UE.

Bandiere Europee
Negli anni '50 un gruppo di leader visionari gettò le basi per la creazione di una Europa unita, zona di libero mercato costituita da nazioni accomunate da ideali di pace. In principio venne costituita la CEE, pilastro dell'odierna UE, ma fin da subito il processo di integrazione si rivelò lungo e complesso. Non esisteva una identità comune.
Per questo motivo nel 1985 la bellissima Melina Mercouri, promosse una iniziativa lodevole: istituire un sussidio per l'organizzazione di eventi e manifestazioni culturali in una città del continente, al fine di incrementarne la visibilità internazionale diffondendo un senso di appartenenza comune. Così nacque la prima Capitale Europea della Cultura.

Un po' di Storia: Città Europee della Cultura

Melina MercouriInizialmente l'idea era leggermente diversa, infatti ogni anno veniva designata una sola città in seguito al riconoscimento di particolari meriti.
Tale città diveniva sede di eventi volti alla diffusione dei principi civili e delle tradizioni culturali tipiche della nazione, e per questo motivo tutti gli stati ambivano alla possibilità di candidare la capitale. Questa formula rimase immutata fino al 1999.
Dal 2000 le città sono diventate "Capitali", e le nazioni ospitanti vengono ruotate a turno (2 per ogni anno).
La primissima città fu Atene, la capitale della Grecia, terra d'origine della "madrina" Mercouri. Da allora si susseguirono ben 51 cittadine.

Capitali Europee della Cultura 2015

Per l'anno 2015 sono state selezionate Mons in Belgio e Plzeň nella Repubblica Ceca.

  • Mons - Belgio
    Incredibilmente ricca di inestimabili perle artistiche risalenti al Barocco e nota per le storiche vicende risalenti al periodo delle guerre mondiali, le cui testimonianze sono conservate nel Musée de la Guerre. Oltre 1.300 attività ed eventi verranno dilazionati nell'arco dell'anno.
    Gli organizzatori hanno cercato di coniugare la tradizione artistica nazionale con i nuovi prospetti dell'ingegneria e della creatività belga, affidandosi al genio delle nuove leve dell'imprenditoria. I fondi stanziati hanno infatti consentito una rivoluzione dell'intero apparato turistico/culturale cittadino, con la costruzione di 5 nuovi musei e la valorizzazione delle meraviglie presenti, alcune delle quali insignite del prestigioso riconoscimento di Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco.
  • Plzeň - Repubblica Ceca
    L'importantissimo valore storico di Plzeň le ha permesso di aggiudircarsi gli onori di Capitale Europea, nonostante sia famosa in tutto il mondo per meriti ben diversi: nella città Boema viene infatti prodotta la birra di qualità Pilsener.
    Davvero incredibili i tunnel medievali della città sotterranea, ma anche le strutture religiose come la Grande Sinagoga o la Chiesa di San Bartolomeo. Per l'anno 2015 il programma è ricchissimo: si parla di 50 festival e spettacoli di intrattenimento ed oltre 600 eventi minori.
    Attreverso essi il comitato organizzativo intende mostrare la profonda coscienza europea che contraddistingue il popolo Ceco.
    Pilsen si prepara quindi ad ospitare grandi festeggiamenti: pare infatti che sia stata fatta giungere dalla Francia una enorme giostra realizzata dal talentuoso François Delarozière.

Uno sguardo al futuro: Matera 2019

Logo Matera 2019
Vi chiedete quale sarà la prossima "Capitale" culturale italiana? La risposta è Matera, la città dei sassi, la terza città più antica del mondo, che ha vinto la gara al "fotofinish" contro Ravenna.

VEDI ANCHE: LE 10 CITTA' PIU' ANTICHE DEL MONDO

Lo slogan scelto è: "Open Future", che pare quasi voler ribadire il concetto di cultura all'avanguardia, aperta alle nuove tecnologie, in grado di adattarsi ad una dimensione sempre più Europea e meno "regionale".
Sarà quindi Matera la quarta città dopo Firenze, Bologna e Genova, a rappresentare la cultura italiana in Europa!


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su