Cosa vedere in Abruzzo: parchi naturali, borghi e luoghi sconosciuti

Cosa vedere in Abruzzo: riserve naturali, borghi, città e luoghi più belli da visitare. Consigli e idee weekend per vacanze in montagna in inverno e in estate al mare.

51834064"Forte e gentile" è stato definito l'Abruzzo: con il suo patrimonio territoriale così vasto e diversificato, con i suoi borghi meravigliosi e caratteristici, con il suo tratto di mare tra i più belli del suolo italiano, con la sua campagna produttiva, con le sue montagne importanti, con una ricchezza faunistica unica in Europa.

L'Abruzzo racchiude davvero tutto, con un'offerta a dir poco completa per chi voglia davvero conoscere un patrimonio come quello abruzzese.
VEDI ANCHE: i luoghi più belli da visitare in Abruzzo

Paesi e borghi più belli

L'Abruzzo, con i suoi 23 caratteristici piccoli paesi, è seconda nella classifica ufficiale dei Borghi Più Belli d'Italia: è una regione con un concentrato di bellezze mozzafiato, sparse nei vari comuni. Basta soltanto decidere da dove iniziare, e vederli poi tutti.
VEDI ANCHE: i borghi più belli d'Italia 2017 i borghi più belli d'Italia 2018

1 - Navelli, L'Aquila

Borgo di Navelli, L'AquilaIn un borgo di circa 550 abitanti, a Navelli si concentrano molteplici luoghi d'interesse tra chiese, castelli, palazzi e porte storiche, una necropoli, la Piana di Navelli con il suo zafferano DOP dal 2005, chiamato "Oro Rosso dell'Abruzzo".

  • Tempo di visita consigliato: 1 giorno
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: il centro storico con le chiese, il Castello e le coltivazioni di zafferano nella Piana di Navelli. A 4 km, da visitare il comune di Civitaretenga, con il suo magnifico castello e la torre
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €28,00 a camera - guarda le offerte

2 - Pretoro, Chieti

borgo di Pretoro, ChietiBorgo medievale a struttura triangolare lungo il versante orientale del massiccio della Majella, a Pretoro spicca il suo castello da cui ha avuto origine l'attuale agglomerato urbano del 1600, i suoi scavi archeologici, il suo ruolo cruciale come principale punto di vigilanza sul territorio, il suo passato agricolo-pastorale e l'attuale industria tessile, le sue magnifiche 3 chiese, la sua Riserva Naturale e famose aree sciistiche.

  • Tempo di visita consigliato: 1 giorno
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: le chiese del centro storico, la necropoli del Crocifisso (a 2 Km), la Grotta dell'Eremita (ad 8 Km), la Riserva Naturale Valle del Foro (a 10 Km), i percorsi sciistici di passolanciano-Maieletta (a 14 Km) e Cima Blockhaus (a 18 Km)
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €40,00 a camera - guarda le offerte

3 - Penne, Pescara

borgo di Penne, PescaraIl comune che per antonomasia rappresenta la porta d'accesso al Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, passando attraverso la Riserva Naturale del Lago di Penne: di origini pre-romane, Penne è anche la "Città del Mattone" vista la sua preponderanza nella costruzione di tutti gli edifici del paese. Un concentrato di architettura militare e civile imperdibile.

  • Tempo di visita consigliato: 2 giorni
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Chiese, torri e palazzi del centro storico, le innumerevoli Fontane tra qui la Fontana dell'Acqua Ventina nella Valle del Cupo, l'imperdibile Riserva del Lago di Penne, dal 1987 un territorio di 1.000 ettari protetti
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €30,00 a camera - guarda le offerte

4 - Civitella del Tronto, Teramo

borgo di civitella del tronto, teramoCivitella del Tronto è un piccolo comune della provincia di Teramo, eppure importante simbolo dell'ultima, strenua resistenza del Regno Borbone e del Regno delle Due Sicilie piegatasi all'Unità d'Italia e testimoniata dall'ultimo baluardo della magnifica Fortezza Spagnola che si erge nella parte più alta della città. Vie strettissime, pittoresche, chiese di valore e grotte uniche rendono Civitella una meta irrinunciabile.

  • Tempo di visita consigliato: 2 giorni
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: la Fortezza Spagnola che domina la città, la Ruetta (considerata la via più stretta d'Italia), le porte e le chiese del centro storico, Museo delle Armi e delle Mappe Antiche Tiscar, l'Abbazia di Santa Maria di Montesanto con la il suo complesso monastico, il Monumento a Matteo Wade (l'iralndese che resistette all'assedio turco del 1806), le Grotte di S.Angelo, Salomone e del Salinello
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €40,00 a camera - guarda le offerte
  • Card, ticket e tour consigliati: Tour Privato della Fortezza di Civitella del Tronto

5 - Scanno, L'Aquila

borgo di scanno, l'aquilaIn parte compreso entro il territorio del Parco Nazionale d'Abruzzo, Scanno è un piccolo paese a 1.000 metri di quota, reso celebre dall'apprezzamento di molti fotografi a livello internazionale, tanto da soprannominarlo "Città dei Fotografi". Compreso nel territorio anche le rovine di Frattura, noti impianti sciistici e la sua tipica architettura di vicoli e scorci unici.

  • Tempo di visita consigliato: 3 giorni
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Chiese e palazzi del centro storico, il Lago di Scanno con la Chiesa della Madonna del Lago (il lago naturale più grande dell'Abruzzo), l'Eremo di S.Egidio, il fu borgo medievale di Frattura (oggi con poche case abitate e molte rovine dopo il sisma del 1915).
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €54,00 a camera - guarda le offerte

Laghi, parchi e riserve abruzzesi

L'Abruzzo è una tra le regioni più ricche di natura, e forse anche per questo ha il titolo di "Regione Verde d'Europa": con 3 Parchi Nazionali, aree marine protette e un totale di 38 zone tutelate, con un 75% di specie animali e vegetali dell'intero continente europeo. Dalla montagna al mare, l'offerta naturalistica della regione è tra le migliori e più vaste in Italia.

Parco Nazionale del Gran Sasso

Parco Nazionale del Gran SassoIl massiccio del Gran Sasso, con i suoi quasi 3.000 metri di altezza, è il più elevato degli Appennini e tutelato dal Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e con un perimetro di 150 Km. Ha percorsi escursionistici, sciistici, ghiacciai, altipiani infiniti, colline che producono olioe vino di qualità, cascate spettacolari, varie spiagge con Bandiere Blu, fauna diversificata e di gran valore.

Cosa fare

  • Escursioni a piedi: esistono centinaia di sentieri realizzati e segnati con il contributo del CAI (Club Alpino Italiano) in cui camminare in zone pedemontane e tra piccoli insediamenti, tra castelli e necropoli.
  • Escursioni a cavallo: 320 Km. di percorso ossia la più lunga ippovia italiana, con 3 province attraversate, lungo le quali sono dislocati punti di ristoro, abbeveratoi e sistemazioni. I vari itinerari ricalcano quelli già usati in tempi passati che per secoli hanno collegato i vari paesi.
  • Escursioni in mountain bike: seguendo lo stesso percorso dell'ippovia è possibile percorrere gli stessi Km. in mountain bike, visitando con un altro passo i vari punti di interesse.
  • Percorsi eno-gastronomici: una decina di itinerari concentrati sui prodotti tipici della zona, dai formaggi, ai vini, ai cereali, alle carni.

2 - Campo Imperatore

66047877L'altopiano più vasto della zona appenninica, Campo Imperatore si trova a quota 1.800 metri con una superficie di 75 kmq: il "Piccolo Tibet" tanto amato da Fosco Maraini. Un territorio quasi completamente spoglio, anche per via dell'altitudine, eppur largamente popolato da animali al pascolo e importante punto di passaggio per molta fauna.

Cosa fare

  • Visita al Giardino Botanico Alpino: a quota 2.135 metri un magnifico spazio dedicato allo studio della coltivazione di piante d'alta quota che in Primavera/Estate dà estrema soddisfazione visitare ed ammirarne i colori e le forme.
  • Visita ai laghetti: tra la Vallata di Barisciano e l'Altopiano di Navelli è presente una zona di innumerevoli laghetti, tra cui il più panoramico è il Lago di Pietranzoni, al centro di Campo Imperatore, con alle spalle il Monte del Corno Grande.
  • Visita ai Macelli: nella zona di Fonte Vetica, la parte di sud-est della zona, è da visitare la zona dei cosiddetti "macelli" con decine punti di ristoro che vendono prodotti locali Km 0 come salumi, insaccati, carni (i tipici arrosticini)e formaggi, che è possibile cucinare e consumare all'aperto in zona attrezzate con tavoli, panche e punti barbecue.
  • Visita al Castello e Rocca Calascio: la Rocca Calascio ospita il magnifico omonimo castello, tra i più alti d'Italia a 1.450 metri di quota, con ai suoi piedi un antico borgo medievale, ancora oggi abitato da alcune persone. Il contesto unico è stato il set di molti film, italiani ed americani, ed è certamente uno dei simboli dell'Abruzzo.

3 - Grotte di Stiffe

stiffe600.000 anni fa si formarono queste magnifiche grotte, le Grotte di Stiffe, tra i fenomeni carsici più impressionanti d'Italia, collocate nella provincia de L'Aquila, a San Demetrio ne' Vestini, accessibili soltanto dal 1991, con un flusso turistico di migliaia di presenze all'anno.

Cosa fare

  • Visita all'interno delle Grotte: l'intero percorso delle Grotte di Stiffe copre l'arco di 1 ora, ma considerando il potersi soffermare in alcuni punti per ammirarne la bellezza, lunga per 1 Km. ad una temperatura costante di 10° in tutte le stagioni. Le Grotte sono suddivise nella Sala del Silenzio (in cui il fiume tende a prosciugarsi), la Sala della Cascata (con una parete di scorrimento di 30 metri), la Sala delle Concrezioni e Lago Nero (la zona in cui si concentrano stalattiti e stalagmiti con pochissima luce, da cui poi si arriva ad uno specchio d'acqua, il Lago Nero, che è la parte più antica delle Grotte), l'Ultima Cascata (con un salto di 25 metri e una scenografia incredibile).
  • Visita al Museo di Speleologia: accanto alle Grotte di Stiffe è d'obbligo visitare il Museo di Speleologia Vincenzo Rivera, con reperti ed informazioni di mineralogia, botanica e geologia varie.

4 - Lago di Scanno

lago scannoNel magnifico borgo di Scanno, è certamente imperdibile l'omonimo lago, quasi a quota 1.000 metri, il più esteso della regione, con coste poco spaziose, con alcuni tratti adattati alla ricezione bagnanti. Un luogo "magico" in cui le bussole dei sommozzatori perdono il nord e dove si sono spesso verificate onde anomale.

  • Tempo di visita consigliato: Metà giornata.
  • Cosa fare: passeggiata nel lungolago, gita in barca e visita al borgo
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €54,00 a camera - guarda le offerte

5 - Costa dei Trabocchi

costa dei trabocchiIl tratto della costa di Chieti con cale frastagliate e spiaggette sassose, è conosciuta con il nome di Costa dei Trabocchi, soprattutto per le tipiche palafitte che puntinano la zona e che la rendono una scenografia speciale, con il primo trabocco costruito nel 1700, a Punta Turchino. Lungo la costa si incontrano anche varie località turistiche con meravigliosi panorami.

Cosa fare

  • Visita a S.Vito Chietino: qui venne costruito il primo trabocco settecentesco. Dal paese arroccato su uno sperone roccioso, si ammira il panorama della Costa Adriatica da una parte e dall'altra si apre una magnifica vista sulla Majella. Nella zona intorno al porto vi sono alcune piccole spiagge sabbiose.
  • Visita al Castello di Ortona: del 1100, ebbe origine come torre difensiva, poi divenne un castello vero e proprio e, con Alfonso d'Aragona, tutta la struttura conobbe un'ulteriore espansione. Ha una particolare struttura trapezoidale con con 4 torri circolari; non tutto il castello è sopravvissuto, in seguito a danneggiamenti durante la II Guerra Mondiale, ma vale la pena di vederlo sicuramente.
  • Visita al Faro di Punta Penna: ha una sua valenza particolare visto che è il secondo faro più alto d'Italia con i suoi 70 metri. Una costruzione dei primi del '900, poi distrutto nel 1944 e ricostruito su modello dell'originale, circondata dalla Chiesa di Santa Maria di Pennaluce e dalla Torre di Punta Penna.

    Dove andare in Montagna in inverno

    L'Abruzzo delle alte cime e l'Abruzzo dei vasti altipiani: l'Inverno è la stagione ideale per vivere questa magnifica regione approfittando dei suoi paesaggi infiniti: sci alpino, discese di tutti i livelli, sci di fondo, ciaspolate, passeggiate con gli scarponi saranno tutte attività da praticare in più di 700 Km di territorio.
    VEDI ANCHE: i migliori posti per sciare in Italia

    1 - Campo di Giove

    campo di gioveProbabilmente la meta più popolare della montagna abruzzese, con le piste più alte, situata nella parte occidentale del Parco Nazionale della Majella, Campo di Giove è anche il punto strategico per poter organizzare escursioni a località prossime come Sulmona, Pescocostanzo e Pacentro.
    Ciò che colpisce appena arrivati a Campo di Giove è l'aria leggera e purissima in cui è avvolto, con un ambiente realmente selvaggio di enormi faggeti e pinete, con macchie di betulle e frassini. Con la scenografia innevata, imperdibile il piccolo borgo medievale.

    Cosa fare

    • Sport invernali: con 9 piste da sci, di cui una nera (Porrara), Campo Giove è il paradiso di ogni sciatore.
    • Giro nella Transiberiana d'Italia: viaggiare indietro nel tempo in vagoni originali degli anni '20, in mezzo a paesaggi mozzafiato, partendo da Sulmona e raggiungendo quasi i 1.300 metri di quota sempre all'interno del Parco Nazionale della Majella.
    • Visita al centro storico del paese: è sicuramente un esempio dell'architettura montana tipica abruzzese, assieme a due magnifici palazzi storici, Palazzo Nanni e Palazzo Ricciardi. Nel periodo natalizio, da vedere il magnifico Presepe Vivente.

    2 - Campo Felice

    campo feliceAnche Campo Felice è una località rinomata per gli sport invernali, alle pendici del Massiccio del Velino, a sud de L'Aquila. La particolarità di Campo Felice è che è una tra le poche stazioni sciistiche che permette il collegamento di due versanti della montagna praticabile con gli sci ai piedi, ossia da Campo Felice all'Altipiano delle Rocche.

    Cosa fare

    • Sport invernali: sono presenti 21 piste da sci, tra cui molte di livello rosso e nero.
    • Esperienza di Snow Tubing: lungo più di 90 metri, è la versione moderna del vecchio bob, per cui non servono attrezzature speciali e costose, ma solo la voglia di divertirsi.
    • Visitare lo Snow Park: di ben 800 metri, con l'area ricreativa Fun Park, in cui provare attrezzature di divertimento inusuali e addirittura la bici sulla neve.

    3 - Ovindoli, L'Aquila

    ovindoliLuogo ricco di storia e località montana rinomata, Ovindoli, a pochi Km da L'Aquila, è un piccolo borgo affascinante. Gli impianti di Monte Magnola si snodano per 30 Km con svariate piste di diversi livelli, e con ampi spazi per pachi giochi e varie attività invernali.

    Cosa fare

    • Sport invernali: 30 Km di piste di ogni tipo in cui praticare anche snowboard e telemark, e lo Stadio del Fondo, un anello di 5 Km per lo sci di fondo.
    • Visitare l'Alienpark: un attrezzatissimo snow park in cui praticare freestyle, slopestyle e jibbing.
    • Visita al centro del paese: Interessante il paese in cui trovare i resti del Castello di Ovindoli e di S.Potito assieme alla sua Villa Imperiale, la Torre militare di Santa Jona.

    4 - Santo Stefano di Sessanio, L'Aquila

    santo stefano di sessanioUn paese costruito interamente in pietra calcarea bianca, oggi velato nel suo candore per lo scorrere del tempo, Santo Stefano di Sessanio e la distesa di tetti coperti solo da coppi, ha un valore assoluto ed importante per l'Abruzzo. Le sue rinomate lenticchie solleticano i palati di mezzo mondo, mentre il suo paesaggio e la sua offerta di sport invernali sono ad altissimi livelli.

    Cosa fare

    • Sport invernali: a 13 Km dal centro storico, si snodano magnifiche piste di sci di fondo fino alla quota di 1.500 metri proprio accanto al Lago Racollo.
    • Degustare le magnifiche lenticchie: una qualità unica perché coltivate su terreni aridi di alta montagna tra i 1.200 e i 1.400 metri, insaporite dalle tipiche erbe aromatiche del Gran Sasso.
    • Vedere il cuore del paese: con i suoi 112 abitanti, con la magnifica Torre Medicea del 1440 assieme al Palazzo Mediceo, la più grande chiesa del paese, S. Stefano fuori le mura, il tutto inserito in uno dei Borghi Più Belli d'Italia.

    5 - Roccaraso, L'Aquila

    roccarasoLocalità nota già dai primi del '900 come località sciistica di pregio, soprattutto per i turisti del sud Italia, Roccaraso con il suo migliaio di abitanti nella parte bassa de L'Aquila, che possono godersi più di 100 Km di piste inserite in un paesaggio da sogno. Considerata la pregevolezza del luogo, l'offerta di hotel e luoghi benessere è enorme.

    Cosa fare

    • Sport invernali: 110 Km di piste da sci, itinerari di fondo, spazi per snowboard, sci escursionistico.
    • Vista al centro storico: case arroccate le une sulle altre, con la Chiesa di Santa Maria Assunta, l'importante Teatro locale di fine 1600.

      Dove andare al mare in Estate

      L'Abruzzo ha ben 133 Km di litorale, con una varietà di spiagge e cale da poter accontentare qualsiasi gusto: dai posti più solitari e selvaggi, agli arenili più popolari e frequentati, alle calette a cui accedere attraverso sentieri poco noti e da passaggi marini.

      1 - Alba Adriatica, Teramo

      alba adriaticaAlba Adriatica o Spiaggia d'Argento, così come è ben nota questa località abruzzese, ha uno splendido litorale che propone diverse attività, divertimento e benessere, più volte insignita della Bandiera Blu per la pulizia della sua spiaggia dorata e delle sue acque cristalline.

      Cosa fare

      • Assistere al Carnevale Estivo: è probabilmente l'evento più noto della città. Dal 1993, nella prima settimana d'Agosto, celebrazioni diffuse ormai diventate importanti a livello nazionale.
      • Sport da spiaggia: Alba Adriatica ha un robusto background sportivo e di squadre importanti in vari sport, così che ogni anno vengono organizzati molti tornei estivi di beach volley, beach soccer e beach rugby.
      • Visita al centro storico: ha importanti luoghi d'interesse come Torre della Vibrata, il Lungomare Guglielmo Marconi (con una meravigliosa e lunga pista ciclabile), le pinete sessantennali (pini montani trasferiti sulla costa, ormai adattati benissimo al cambio di clima e protette dalle autorità, in quanto simbolo della città).

      2 - Ortona, Chieti

      ortonaUna magnifica cittadina in cui cultura e mare si fondono in un tutt'uno senza uguali: Ortona, il luogo in cui inizia la Costa dei Trabocchi, dove ad un'iniziale spiaggia sabbiosa si sussegue una costa rocciosa e ghiaiosa, la sua collina da cui godere l'intero panorama costiero.

      Cosa fare

      • La cosiddetta Passeggiata Orientale: sul colle di Ortona, da cui si domina l'intera costa.
      • Tutto il percorso della Costa dei Trabocchi: da Ortona, il punto d'inizio, fino a Vasto.
      • Visita ai luoghi di interesse: Il porto di Ortona (il più importante d'Abruzzo con la sua storia travagliata), Palazzo Farnese e il Castello Aragonese.
      • Visita al Cimitero Canadese Commemorativo: il "Moro River Canadian War Cemetery", a San Donato, a pochi passi dal centro di Ortona.

      3 - Pineto, Teramo

      pinetoDal suo nome, Pineto, si evince che la caratteristica più importante siano proprio le sue lussureggianti pinete, datate 1926, che si estendono per più di 4 Km lungo la costa e rendono unico il paesaggio delle colline teramane. Accompagnate da un mare premiato innumerevoli volte dall'ambita Bandiera Blu.

      Cosa fare

      • Immersioni: visita al pregiato sito archeologico subacqueo dei resti del Porto di Atri.
      • Visita alla Torre di Cerrano: faceva parte del Porto di Atri, è un vero capolavoro da ammirare, oggi sede dell'Area Marina Protetta Torre del Cerrano.
      • Visita alla Pineta Filiani: sempre nella località Torre di Cerrano, imperdibile e vero simbolo della zona.

      4 - San Salvo, Chieti

      san salvoL'ultimo paese dell'Abruzzo, direttamente sul confine con il Molise, San Salvo, sorge a 100 metri ad una manciata di Km dalla costa. Ha siti archeologici, necropoli, nuovi siti industriali, architetture pregevoli e certamente un mare cristallino in cui tuffarsi, circondato da sabbia davvero sottile.

      Cosa fare

      • Visita al centro storico: è ricchissimo di siti da visitare, partendo da Parco Archeologico del Quadrilatero, che racchiude chiese, acquedotti, sobborghi, musei ed abbazie.
      • Visita all''area protetta: 60 ettari sul Lungomare Cristoforo Colombo, al cui interno sono stati ricostruiti tutti gli ambienti della costa sabbiosa medioadriatica.

      5 - Vasto, Chieti

      vasto 1Un paese realmente affascinante, con una storia di 3.000 anni, che porta con sé testimonianze di monumenti, chiese, fortificazioni e palazzi concentrati in relativi pochi Km che riescono a contenere anche una costa magnifica fatte di spiagge sabbiose e degradanti e punti frastagliati e rocciosi: tutto questo è Vasto.

      Cosa fare

      • Visita ai luoghi di interesse: le antiche Terme risalenti al I-II secolo d.c. e l'Anfiteatro romano.
      • Visita a Palazzo d'Avalos: con i magnifici giardini, è l'esempio più brillante dello stile rinascimentale abruzzese.
      • Panorama dalla Loggia Amblingh: da qui si ha la visione migliore e più spettacolare sul golfo. Uno spettacolo magnifico durante il giorno e soprattutto la notte.

      Luoghi sconosciuti e posti da vedere

      L'Abruzzo porta alto il nome dell'Italia nel mondo ed attira così tanti turisti da ogni parte del mondo, facendo concorrenza sempre più alle tante blasonate ed inflazionate località a cui siamo abituati. Ma sappiamo anche per certo che una regione come questa contiene tanti, tantissimi piccoli e grandi tesori: ecco i luoghi meno conosciuti da vedere in Abruzzo.

      1. Abbazia di S.Giovanni in Venere, Fossacesia (Chieti) - Ottieni indicazioni
      2. Città Romana di Alba Fucens, Avezzano (L'Aquila) - Ottieni indicazioni
      3. Oratorio di S.Pellegrino, Bominaco (L'Aquila) - Ottieni indicazioni
      4. Chiesa di S.Pietro Ad Oratorium, Capestrano (L'Aquila) - Ottieni indicazioni
      5. Eremo della Madonna di Pietrabona, Castel di Ieri (L'Aquila) - Ottieni indicazioni
      6. Castello di Roccascalegna, Roccascalegna (Chieti) - Ottieni indicazioni
      7. Monastero di S.Clemente, Casauria (Pescara) - Ottieni indicazioni
      8. Badia di S.Liberatore a Maiella, Serramonacesca (Pescara) - Ottieni indicazioni
      9. Lago di Barrea, Barrea (L'Aquila) - Ottieni indicazioni
      10. Val Fondillo, Opi (L'Aquila) - Ottieni indicazioni

      Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

      Forse ti potrebbe anche interessare
      Lascia il tuo commento
      Accedi con Facebook Facebook
      Accedi con l'email

      Articoli Correlati

      Ultimi commenti

      Torna su