Cantina Douro Portogallo

Cosa vedere nella Valle del Douro: città e attrazioni da non perdere

Aggiornato a Aprile 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 165 viaggiatori.
Cosa vedere nella Valle del Douro, Portogallo: città, attrazioni e luoghi di interesse da non perdere. Ecco info utili e le 10 cose da vedere nella Valle del Douro da non perdere assolutamente

Cantina Douro PortogalloLa Valle del Douro, nel nord del Portogallo, regala paesaggi idilliaci e, soprattutto, vini dolci ed intensi. Primo fra tutti, l'eccellente vino di Porto, famoso in tutto il mondo per la qualità e il sapore tipico.
Dal 1756 detiene il titolo di regione vinicola ed è la più antica del mondo, un luogo così incantevole da esser stato classificato Patrimonio Mondiale Unesco .

La città di riferimento della regione è Porto o, come dicono i portoghesi Oporto. E da qui si può partire per un viaggio itinerante alla scoperta di questa vallata meravigliosa per esplorare quello che è stato definito paesaggio culturale. In auto, in treno o in barca, con qualunque mezzo, si tratta di un'escursione che difficilmente lascia indifferenti...

La secolare tradizione viticola ha modellato un paesaggio d'incredibile bellezza, caratterizzato da filari di vigneti che si snodano dolcemente lungo le vallate, intervallati qua e là da pittoreschi villaggi e cittadine. Oltre alla bellezza naturalistica, ovunque si trovano cantine (dove invecchia il Porto) che propongono visite guidate con tanto di degustazione finale.
Ecco le città e attrazioni da non perdere nella Valle de Duoro!

​1 - Porto

porto citta portogalloStruggente, malinconica, rude, decadente. Proprio per questo, una città che, semplicemente, ammalia.

Adagiata lungo le rive del fiume Douro, Porto è un groviglio di strade e vicoli che si snodano su vari livelli e che, alla fine, confluiscono tutti al Ponte Dom Luis I, il simbolo della città. Costruzione in ferro progettata da un collaboratore di Gustave Eiffel (e in effetti lo stile che richiama la celebre torre di Parigi è ben evidente!). Il ponte, con strade su due livelli (una per le auto e una per il tram e i pedoni), collega la Ribeira, la zona vecchia con Vila Nova de Gaia, dall'altra parte del fiume, dove sono concentrate le cantine produttrici di porto.

Oltre a vagare senza meta tra i pittoreschi vicoli ammirando le alte e strette facciate delle case decadenti, a Porto ci sono attrazioni imperdibili: la cattedrale, la stazione di São Bento, la libreria Lello (di chiara ispirazione harrypotteriana), la Torre dos Clerigos, la chiesa di Sant'Ildefonso con la facciata ricoperta di azulejios e i barcos rabelos, le tipiche imbarcazioni con cui venivano trasportate le botti di vino.
VEDI ANCHE: 10 Cose da vedere assolutamente a Porto

2 - Amarante

amarante ponte 1Foto di António AmenLa cittadina è circondata da rigogliosi vigneti, in amena posizione sul fiume Tâmega (il più lungo affluente del Douro) , è perfetta per romantiche passeggiate lungo il fiume o tra le viuzze del centro storico.

Fu fondata dal monaco benedettino San Gonzalo, il santo patrono che, si dice, porti fortuna ai cuori solitari in cerca di anima gemella. Gli abitanti della città lo festeggiano 2 volte l'anno: il 13 gennaio e il primo sabato di giugno; festività durante le quali è usanza mangiare tipici dolcetti diventati così famosi che ormai si trovano nelle pasticcerie della città praticamente tutto l'anno. Ecco i nomi con cui li potete riconscere: papos de anjo, brisas do Tâmega, toucinho do céu, bolos de S. Gonçalo, galhofas.
Ma oltre ai dolcetti, Amarante è celebre anche per altre specialità culinarie quali prosciutti secchi affumicati, salumi e il vinho verde.

Le attrazioni più importanti: la chiesa e il monastero di San Gonzalo, il Museo Amadeo de Souza Cardoso e lo storico ponte, sempre dedicato a San Gonzalo, che Napoleone tentò invano di attraversare.

3 - Pinhão

panorama di pinhaoFoto di Daniel VILLAFRUELAE' considerato il centro geografico della regione vinicola del Douro, il punto dove sono maggiormente concentrate le tenute cheproducono il Porto di migliore qualità.

Interamente circondata da vigneti, è quindi una meta da intenditori. La sua scenografica posizione su un'ansa del fiume Douro, rende questa una località da sogno anche per gli astemi!

Degno di nota è l'edificio della stazione ferroviaria, di fine Ottocento, il cui interno è interamente rivestito di meravigliosi azulejos con raffigurazioni della coltivazione dell'uva.

Il bello di questa zona è ammirare i terrazzamenti che, sinuosi, si snodano su entrambi i versanti del fiume, costeggiandolo in auto o partecipando ad una crociera fluviale.

La città è perfetta anche per soggiornarvi. Qui sono infatti tantissime le quinta, una sorta di fattorie, agriturismi, B&B dove soggiornare, gustare prodotti locali, ammirare il panorama dei vigneti e, ovviamente, gustare il famoso vino liquoroso.

4 - Parco archeologico di Foz Coa

roccia con segni del paleolitico foz coaFoto di Henrique MatosVila Nova de Foz Coa, nella parte più torrida del Douro superiore, è famosa per un magnifico sito archeologico all'aperto: il Parco Archeologico Vale do Coa, con incisioni risalenti al Paleolitico.

Questi "pannelli" decorativi, risalenti al Paleolitico Superiore iniziale, sono la testimonianza di una vitalità e di una maestria di concezione e tratti che li hanno fatti giungere fino a noi, attraverso 25.000 anni. La lunga galleria d'arte illustra il periodo Neolitico e l'Età del Ferro, trasponendo in un sol colpo duemila anni di Storia.
Millennio dopo millennio, le formazioni rocciose che ne delimitano il letto, si sono trasformate in pannelli ricoperti da migliaia di incisioni collegate tra loro dall'impulso creativo dei nostri antenati.

Gli ultimi 17 km del corso del Côa sarebbero dunque stati lo scenario del primo parco archeologico portoghese, inserito nel 1998 nell'elenco dei monumenti che l'UNESCO considera Patrimonio dell'Umanità.

NB: Visite guidate per piccoli gruppi. E' consigliato prenotare con largo anticipo.

5 - Vila do Conte

praia das caxinas portogalloFoto di Vitor OliveiraE' una popolare località di villeggiatura a nord di Porto, le cui attrazioni principali sono le spiagge cittadine, considerate le più belle nel nord del Portogallo, e l'imponente monastero di Santa Clara, che domina il centro città.

ll pittoresco centro storico, la foce del fiume, le splendide spiagge e un passato legato al commercio del sale, sono gli elementi che hanno trasformato questa località nel rifugio preferito del weekend per molti abitanti di Porto.

In epoca romana, fu un importante centro per l'esportazione del sale nonché un eminente sede di cantieri navali nell'epoca delle scoperte.

Questa cittadina è famosa per la sua spiaggia, Praia de Vila do Conde, un lungo arenile che si estende per circa 6 km fino alla foce del fiume Ave e che assume, nei vari tratti, nomi diversi: spiaggia di Caxinas utilizzata dai pescatori, la Praia do Turismo, molto frequentata dai turisti, appunto, e Praia Azul, la più amata dai surfisti.

Souvenir di Vila do Conde sono i bellissimi merletti a tombolo creati dalle donne della regione.

6 - Peso da Régua

peso da regua panoramaFoto di Daniel VILLAFRUELAPunto d'arrivo (e partenza) delle crociere sul Douro, Peso da Régua è il principale centro amministrativo e commerciale della Valle del Douro. Non si tratta di sicuro di una delle località più affascinanti, ma è un'ottima base per esplorare la regione.

La città ebbe origine da una casa romana qui ubicata, la "Villa Reguela", sebbene il suo periodo di maggiore sviluppo si ebbe dopo il 1756, con la creazione della Real Companhia Geral da Agricultura das Vinhas do Alto Douro, che istituì la prima regione vinicola del mondo.

Situata accanto al fiume Douro, la località ebbe un ruolo preponderante nella produzione e, soprattutto, nella commercializzazione del Porto; era infatti proprio da qui che le botti di vino venivano trasportate, a bordo dei tradizionali rabelos, fino a Vila Nova de Gaia, dove il vino invecchiava nelle cantine.
Interessante, per conoscere molti aspetti della coltivazione del vino e della regione, il Museu do Douro. Inoltre dal belvedere di São Leonardo em Galafura e di Santo António do Loureiro, si possono ammirare i vigneti terrazzati lungo le sponde del fiume.

E, per una giornata di relax, nei dintorni, vi è la località termale di Caldas de Moledo.

7 - Lamego

lamego santuario de nossa senhora dos remedios scalinataFoto di Concierge.2CE' una prospera cittadina 10 km a sud del Rio Douro, si trova nel distretto di Viseu. È una città d'arte, sede vescovile ed un importante centro posto fra le colline vitifere della Beira Alta, sul versante meridionale della valle del Douro.

Fondamentalmente, si visita questa città per 2 motivi principali: la spettacolare scalinata a zigzag che conduce alla Igreja de Nossa Senhora dos Remedios: conta più di 600 scalini ed è decorata dalle tipiche piastrelle portoghesi, azulejos, bianche e azzurre; il secondo è la possibilità di degustare il Raposeira, un piacevolissimo vino frizzante profumato, alternativa all'onnipresente Porto.

Il centro storico si snoda fra una stradine tortuose e viali alberati, e custodisce altri interessanti siti medievali.

I dintorni di Lamego offrono inoltre numerose attrattive quali castelli, cappelle medievali, conventi abbandonati, monasteri semidiroccati, ponti fortificati e punti panoramici.

8 - Visita guidata in una cantina vinicola + degustazione

cantina douro portogalloA Porto, e in tutti i paesi della valle del Douro, sono tantissime, praticamente tutte, le cantine che propongono visite guidate (più o meno ben organizzate e più o meno costose), generalmente completate da degustazioni con formaggi, cioccolato e altri prodotti locali.

Le esperienze più complete sono quelle che portano il visitatore a conoscere tutto il mondo che sta dietro il Port Wine, dalla vigna al bicchiere, in un formato unico che inizia con una introduzione attraverso il tour di un museo interattivo o la proiezione di un video esplicativo.

Il tour nella Valle del Douro assume poi una connotazione più pratica nelle cantine ,attive e visitabili; e qui, infatti, che si ha la possibilità di imparare qualcosa di più sulle caratteristiche uniche di ogni tipo di Porto, anche vicino ai barili dove crescono, protetti dalla luce e dal calore.
Per concludere, infine, con una raffinata e goduriosa degustazione di vini della casa, guidata da un sommelier che suggerisce gli abbinamenti migliori tra i singoli vini e vari tipi di formaggio, cioccolato, cracker e composte.

9 - Rota das Amendoeiras, itinerario dei mandorli in Fiore

mandorlo in fioreE' un viaggio a bordo di un treno antico lungo i campi di mandorle in fiore.

Poco prima dell'arrivo della primavera, tra febbraio e marzo, le valli del Douro cambiano colore, si tingono di bianco e rosa ed assumono un carattere molto romantico, quasi puro, che annuncia la nuova stagione imminente.

Per ammirare questo scenario assolutamente unico, il metodo migliore o, ritenuto uno dei più bei spettacoli della natura, è attraversare la valle del Douro, percorrendo appunto la Strada dei Mandorli in fiore a bordo di un treno a vapore e gasolio, come a inizio XX secolo. I turisti viaggiano su locomotive e carrozze storiche ad una velocità costante di 30 km orari. La Linha do Douro, che collega Porto a Pocinho, è una grande opera di ingegneria che vince gli ostacoli naturali attraversando 26 gallerie e 30 ponti. Il risultato? Un percorso indimenticabile alla scoperta di scenari impressionanti e immensa tranquillità.

Leggenda narra che fu un giovane re a portare i mandorli in Portogallo; si dice che li abbia piantati per soddisfare la sua principessa, di origine nordica. Lo scenario creato dai mandorli in fiore ricorda infatti una coltre bianca di neve.

10 - Crociera sul Douro

porto douro portogalloL'esperienza più affascinante è una gita in barca con un calice di Porto.

Sono tantissime le tipologie di crociere offerte.
La più tradizionale è la Crociera dei 6 Ponti sul fiume Douro che permette di ripercorrere le orme degli antichi commercianti di vini che trasportavano il vino dalla valle alle cantine vinicole.

Il giro inizia, generalmente, alla banchina della Ribeira di Porto.
Durante la navigazione si ha modo di ammirare gli splendidi paesaggi e gli edifici della Ribeira e di Vila Nova de Gaia da una nuova prospettiva, l'acqua. Dal fiume si gode di un punto di vista davvero eccezionale. Le belle rive rocciose della valle del Douro, in cui si stendono i vigneti, iniziano nei pressi di Barqueiros e si snodano fino a Barca d'Alva, offrendo uno dei più impressionanti paesaggi rurali costruiti dall'uomo.

La crociera permette inoltre di scoprire qualcosa di più sui barcos rabelos, le antiche barche che trasportavano le botti e alcune curiosità sugli storici ponti che collegano le due rive del fiume.

Ci sono escursioni giornaliere o crociere di più giorni a bordo di barche-hotel.

Viaggiare informati: info utili e documenti necessari

  • Abitanti: 1.700.000
  • Lingue: portoghese
  • Moneta locale: euro
  • Clima: mediterraneo, con estati calde e secche ed inverni miti
  • Distanza dall'Italia: 1.690 km (media di 2 ore e 30 minuti di volo)

Dove si trova

Mostra Mappa
Il Douro è una subregione del nord del Portogallo, che comprende parte del distretto di Braganca, del distretto di Vila Real, del distretto di Viseu, e del distretto di Guarda. Per un totale di 19 comuni. Confina a nord con l'Alto Tràs-os-Montes, ad est con la Spagna, a sud con la Beira interna Nord e il Dão-Lafões e ad ovest con il Tamega.
Si trova sulla riva settentrionale del fiume Duero, poco lontano dall'Oceano Atlantico. Nella sua area metropolitana rientra Vila Nova de Gaia, la seconda località più popolosa del Portogallo dopo Lisbona.

Tour ed escursioni nella Valle del Duoro

Scopri la Guida Smart di Portogallo

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo è benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Guida di Portogallo

Torna su