Come arrivare e come muoversi in Uzbekistan

Aggiornato a Giugno 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 59 viaggiatori.

Situato al centro dell'Asia Centrale, l'Uzbekistan riveste grande importanza dal punto di vista storico e culturale in quanto fu il centro nevralgico della leggendaria Via della Seta. E' proprio da lì, infatti, che sono passati avventurieri e mercanti, ma anche filosofi, astronomi e matematici, uomini di grande intelletto che hanno lasciato un segno tutt'oggi tangibile e ben evidente.

Forte di attrazioni monumentali stupefacenti e spinto da un'energica linfa vitale, l'Uzbekistan sta pertanto puntando molto sul turismo. E' un paese giovane, emergente e che sta facendo importanti investimenti in tal senso. Sono tanti i motivi per cui un viaggio in Uzbekistan è consigliato. In primis, la possibilità di vivere una vacanza magica, immersi in atmosfere da Mille e una Notte, e per incoraggiare questo popolo orgoglioso ed estremamente ospitale!

Ecco la nostra guida su come arrivare e muoversi nelle varie zone dell'Uzbekistan.

Dove si trova

Mostra MappaL'Uzbekistan, ufficialmente Repubblica dell'Uzbekistan, è uno stato dell'Asia Centrale che ha ottenuto l'autonomia dall ex Unione Sovietica nel 1991. Confina a nord e a ovest con il Kazakistan, a est con il Kirghizistan e il Tagikistan, a sud con l'Afghanistan e il Turkmenistan. Insieme al piccolo stato del Liechtenstein, è l'unico Paese al mondo a non avere sbocchi sul mare e ad essere, a sua volta, circondato da altrettanti stati che non sfociano sul mare. Esteso per 1.500 km da nord-ovest a sud-est, con una larghezza media che non supera i 300 km, l'Uzbekistan si allunga dalle falde occidentali del massiccio dellAlaj (a est), che inquadrano la Valle di Fergana, sino alle rive del vastissimo lago d'Aral.

Principali aree geografiche o zone turistiche Uzbekistan

Nel cuore dell'Asia Centrale, l'Uzbekistan confina a nord e ad ovest con il Kazakistan, a est con il Kirghizistan ed il Tagikistan, a sud con l'Afghanistan ed il Turkmenistan. E' un territorio in massima parte pianeggiante e spesso desertico.

Le aree principali dell'Uzbekistan sono: la Regione di Tashkent, centro economico-politico del Paese incentrato sulla capitale; il Nord dominato dalla vasta sabbia rossa deserto del Kizilkum e preminente nei circuiti turistici per l'antica città di Khiva; la Regione centrale di Samarcanda e Bukhara, vero e proprio cuore della via della Seta; la Valle di Fergana, la più fertile e popolosa parte del paese e la Regione del morente Lago d'Aral.

1 - Tashkent

tashkent uzbekistan moschea est 2La capitale dell'Uzbekistan fu distrutta da un terremoto nel 1966 e venne totalmente ricostruita in epoca sovietica. Il risultato è una grande città che presenta la tipica fisionomia delle città dell'est Europa: grandi viali, monumentali edifici, immensi parchi, mastodontiche statue commemorative ed enormi condomini grigi, chiaro retaggio degli anni del regime staliniano.

Le attrazioni da visitare sono il complesso Sheikhan-taur: ciò che rimane di moschee, madrase e mausolei del XIV-XV secolo; la Madrasa Barak Khan, oggi sede dell'ente religioso islamico, la Moschea Tellya Sheik (non visitabile perché utilizzata per le preghiere del venerdì) e il museo-biblioteca Moye Mubarek dov'è custodito il Corano più grande al mondo. Caldamente consigliato il tour tra le principali stazioni della metropolitana che, come quelle di Mosca, sono decorate come fossero saloni di palazzi nobiliari.

Per quanto riguarda quando andare, il periodo migliore per una visita sono le mezze stagioni: aprile-maggio e settembre-ottobre, quando le temperature sono miti e non vi è particolare escursione termica tra giorno e notte.

Come arrivare e come muoversi

Si atterra direttamente in capitale, all'Aeroporto Internazionale Yuzhniy di Tashkent (TAS). L'Aeroporto Internazionale Yuzhniy di Tashkent è collegato da Roma e Milano con voli diretti (6 ore e 20 minuti) operati dalla Uzbekistain Airlines. Il costo medio del biglietto si aggira attorno ai €600,00. Anche Aeroflot e Turkish effettuano la tratta facendo scalo a Mosca ed Istanbul, con prezzi a partire da €450,00.

L'aeroporto dista 12 chilometri dal centro della città e il mezzo migliore per raggiungerlo è il taxi: impiega al massimo 15 minuti e costa circa €4,00. L'aeroporto infatti non è collegato direttamente dal treno (la stazione ferroviaria dista 5 chilometri dall'aeroporto) e neppure dalla metropolitana. L'unica alternativa al taxi è il Bus: linee 11, 25, 32, 40, 45, 47, 61, 66, 67, 77, 94 e 106. Il biglietto è molto economico €0,10, ma il viaggio dura tra i 30 e i 60 minuti.

Durante il soggiorno a Tashkent i mezzi più comodi per spostarsi sono il taxi, il bus e la metropolitana.

2 - Samarcanda

uzbekistan samarcanda storicamente 1Samarcanda è la tappa più ambita di un viaggio in Uzbekistan.

Imperdibile la scenografica e maestosa Piazza Registan, il fiore all'occhiello della città stessa dove ci sono 3 madrase che dialogano l'una con l'altra. Assolutamente da vedere sono anche Moschea Bibi-Khanum fatta costruire da Tamerlano in onore della moglie prediletta, la necropoli di Shah-i-Zinda, dove si succedono meravigliose cappelle decorate dove sono seppellite le donne della famiglia di Tamerlano; il Mausoleo di Gur-i Amir dove giace il corpo del valoroso condottiero in un cenotafio di giada. Ed ancora, il museo archeologico di Afrasiab e l'Osservatorio di Ulug Begh.

Il periodo migliore per una visita sono le mezze stagioni: aprile-maggio e settembre-ottobre, quando le temperature sono miti e non vi è particolare escursione termica tra giorno e notte.

Come arrivare e come muoversi

L'aeroporto di riferimento il Samarkand International Airport (SKD). Nessuna compagnia aerea opera con voli diretti dall'Italia a Samarcanda. Facendo uno o più scali, ci si può affidare alle compagnie Turkish, S7, UTair, Aeroflot e Uzbekistan. Tenuto conto dello scalo il viaggio dura almeno 11 ore e il costo medio del biglietto si aggira attorno ai €600,00.

L'aeroporto dista 7 chilometri dal centro città e per raggiungerlo si può scegliere tra il taxi (10 minuti circa per €4,00), bus e tram.

Durante il soggiorno a Samarcanda i mezzi più comodi per spostarsi sono il taxi, il bus e il tram. Una volta raggiunta una determinata zona, si può girare per il singolo quartiere a piedi perché molte attrazioni sono tra loro vicine.

3 - Bukhara

bukhara moschea minareto 1Bukhara supera Samarcanda per quantità di monumenti. Oltre 140 e tutti Patrimonio Unesco. Il giro classico della città comprende: Piazza Lyabi-Hauz, sui cui lati si affacciano la Madrasa Nadir Divan-Begi e la Khanaka Nadir Divan-Begi, l'ex quartiere ebraico, i Toks, gli antichi bazar dalla tipica struttura coperta da cupole, la Madrasa Ulug Begh, la Madrasa Aziz Khan e lo scenografico complesso Kalon con madrasa, moschea e minareto (il più alto del Paese).

Il periodo migliore per una visita sono le mezze stagioni: aprile-maggio e settembre-ottobre, quando le temperature sono miti e non vi è particolare escursione termica tra giorno e notte.

Come arrivare e come muoversi

In questo caso,l'aeroporto di riferimento è il Bukhara International Airport (BHK). Nessuna compagnia aerea opera con voli diretti dall'Italia a Bukhara. Facendo uno o più scali, ci si può affidare alle compagnie UTair, S7, Aeroflot, Pubeda, Airways e Uzbekistan. Tenuto conto dello/gli scalo/i, il viaggio dura almeno 15 ore e il biglietto costa a partire da €626,00.

L'aeroporto dista 4 chilometri dal centro città e per raggiungerlo si può scegliere tra il taxi (5 minuti circa per €3,00) e il bus.

Le attrazioni più interessanti di Bukhara sono concentrate nella zona centrale, comodamente girabile a piedi. Solo alcuni monumenti si trovano nella primissima periferia, in questo caso si può optare per il taxi.

4 - Khiva

khiva citta city view vecchio 2Khiva, unica città dell'Asia Centrale ad aver mantenuto un alto livello di integrità e perfezione dell'insieme architettonico, nel 1990 ha ottenuto il riconoscimento di sito Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

La parte di Khiva più interessante da visitare è la cittadella, la cosiddetta Ichan Qala, racchiusa da possenti mura in pisè e mattone crudo e custodisce circa 50 monumenti tra moschee, madrase, palazzi e minareti dalle raffinate decorazioni. Passeggiando tra gli stretti vicoli si possono ammirare la Madrasa Amin Kahn (oggi hotel), il Minareto Kalta Minor totalmente ricoperto da maioliche, la Fortezza Kunya Ark ex residenza dei regnanti, la Moschea Juma dalle oltre 200 colonne lignee, il Mausoleo di Pakhlavan Mahmood dalle raffinatissime decorazioni blu, il caravanserraglio e l'harem di Palazzo Tash Kaul, tripudio di decorazioni d'alto livello.

Il periodo migliore per una visita sono le mezze stagioni: aprile-maggio e settembre-ottobre, quando le temperature sono miti e non vi è particolare escursione termica tra giorno e notte.

Come arrivare e come muoversi

Nel caso di Khiva, l'aeroporto di riferimento è quello di Urgench (UGC), collegato da Roma e Milano con voli diretti (5 ore e 40 minuti) operati dalla Uzbekistain Airlines. Il costo medio del biglietto si aggira attorno ai €600,00. Anche Aeroflot e Turkish effettuano la tratta facendo scalo a Mosca ed Istanbul, con prezzi a partire da €550,00.

L'aeroporto dista 40 chilometri dal centro della città e per raggiungerlo ci sono 2 alternative: il taxi che impiega 35 minuti e costa circa €6,00, oppure il treno (30 minuti di viaggio per €6,00), quest'ultima opzione è però scomoda perché non ci sono fermate all'aeroporto; la stazione va dunque raggiunta in taxi (10 minuti, €2,00).

Visitare Khiva significa visitare la Cittadella e lo si può fare solo ed esclusivamente a piedi.

5 - Lago d'Aral

lago d aralFoto di Zhanat Kulenov. Al confine tra il Kazakistan e l'Uzbekistan, si trova quel che rimane del Lago d'Aral, un tempo un lago di acqua salata che, nella prima metà del 1960 era il quarto lago più grande al mondo con una superficie di circa 68mila kmq. Oggi l'immenso letto d'Aral è parzialmente prosciugato, soprattutto sul versante uzbeko. Si tratta di una zona estremamente interessante dal punto di vista naturalistico e che si presta a fotografie molto suggestive.

Per salvare il lago d'Aral il governo del Kazakistan ha avviato un progetto di recupero con la costruzione di una diga di 12 chilometri lungo lo stretto canale che collega il lago nord con il bacino a sud. Ben diversa è invece la questione in Uzbekistan, dove sono state sì adottate misure simili ma senza lo stesso successo. Qui infatti l'economia si fonda principalmente sulla coltivazione del cotone che necessita di una grande quantità d'acqua; fermare l'irrigazione significherebbe condannare alla disoccupazione tantissime persone.

Il periodo migliore per visitare la zona è tra metà aprile a metà maggio e da metà settembre a metà ottobre; gli inverni sono rigidi e in estate si arriva anche a 40°.

Come arrivare e come muoversi

Se siete interessati a visitare questa zona, dovete sapere che l'aeroporto di riferimento è quello di Nukus (NCU).
Nessuna compagnia aerea opera con voli diretti dall'Italia a Nukus. Facendo uno o più scali, ci si può affidare alle compagnie UTair, S7, Aeroflot, Korean, Pubeda, Airways e Uzbekistan. Tenuto conto dello/gli scalo/i, il viaggio dura almeno 15 ore e il biglietto costa a partire da €626,00.

L'aeroporto non è vicino alla zona del lago d'Aral, dista infatti 326 chilometri e per raggiungerlo non ci sono mezzi come il treno. L'unico modo è affidarsi a un driver o ad un transfer privato magari fornito dalla struttura in cui soggiornerete. Il viaggio dura circa 5 ore e mezza.

Le attrazioni del Lago d'Aral sono perlopiù di carattere naturalistico, non collegate da mezzi pubblici. Il modo migliore per visitarle è avere un mezzo proprio oppure affidarsi a driver privati.

6 - Valle di Fergana

valle di ferganaSituata nel sud-est del Paese, la valle di Fergana è in un esteso bacino pianeggiante circondato dalle catene del Tina Shan a nord e del Pamir a sud. Si tratta di una zona molto fertile e tra le più popolose ed industrializzate dell'Uzebekistan.

L'artigianato è il padrone indiscusso di questa zona. La valle di Fergana, non solo è un importantissimo centro di produzione del cotone ma è anche conosciuta in tutto il mondo per la ricca produzione di ceramica e seta.

La città più importante della zone è Koknad, capitale del Khanato di Kokand tra il XVIII e il XIX secolo, epoca in cui contava più di 30 madrasse e un centinaio di moschee. Oggi Koknad è una città moderna.

Il periodo migliore per una visita sono le mezze stagioni: aprile-maggio e settembre-ottobre, quando le temperature sono miti e non vi è particolare escursione termica tra giorno e notte. Fergana ha un clima simile a quello di Samarcanda e Bukhara ma, essendo situata a 600 metri di quota, è un po' più fredda.

Come arrivare e come muoversi

L'aeroporto di riferimento l'Aeroporto è quello di Fergana (FEG), conosciuto anche come l'Aeroporto Gornyj. Nessuna compagnia aerea opera con voli diretti dall'Italia a Fergana. Facendo uno o più scali, ci si può affidare alle compagnie Uzbekistan Airways, S7 Airlines, Ural Airlines, Nordwind Airlines, IrAero, UTair Aviation, Red Wings Airlines. Tenuto conto dello/gli scalo/i il viaggio dura almeno 15 ore e il biglietto costa a partire da €700,00.

L'aeroporto dista dalla città di Fergana solo 5 chilometri e il taxi l'unico mezzo per raggiungerla. Il tragitto è brevissimo: 5 minuti per €1,50.

Il modo più comodo per girare nella zona della valle di Fergana è avere un mezzo proprio oppure affidarsi a un driver privato.

Consigli utili

Le città più importanti dal punto di vista artistico e culturale si prestano ad essere visitate a piedi in quanto le attrazioni principali sono raccolte nel centro storico. Per le regioni situate ai confini, che sono interessanti più che altro dal punto di vista naturalistico, la cosa migliore è affidarsi ad un driver privato oppure acquistare tour organizzati.

  1. Khiva, Bukhara e Samarcanda visitatele a piedi. E' la soluzione più comoda e la migliore per godervi le attrazioni
  2. A Tashkent utilizzate la metropolitana. Non solo è un rapido ed economico mezzo di trasporto, ma le sue stazioni sono vere e proprie opere d'arte. Ammiratele ma NON fotografatele, è severamente proibito
  3. Per le regioni naturalistiche (Lago d'Aral e Valle di Fergana), l'ideale è affidarsi a guide esperte e prendere parte a tour organizzati oppure ingaggiare driver privati

Viaggiare informati: info utili

  • Capitale: Tashkent
  • Popolazione: 33.790.000
  • Superficie: 447.409 Kmq
  • Lingue: uzbeko, russo, tagiko, inglese
  • Moneta: Sum uzbeko (UZS) / €1,00 = 10.522,40 UZS
  • Documenti: passaporto in corso di validità; dal 1° febbraio 2019 abolito il visto per soggiorni fino a 30 giorni
  • Fuso orario: +4 h rispetto all'Italia, +3 h quando in Italia vige l'ora legale
  • Vaccinazioni: nessuna vaccinazione richiesta; consigliate epatite A e B, tifo, tetano, difterite, meningite
  • Info sulla sicurezza: visita la sezione Uzbekistan sul sito della Farnesina
  • Assicurazione di viaggio/sanitaria: consigliata. Con noi ottieni uno sconto del 10% e hai copertura completa, assicurazione medica h24 e consulenza telefonica illimitata – fai un preventivo gratis

Assicurazione di viaggio: il nostro consiglio

Noi ci affidiamo sempre alla compagnia Compagnia di assicurazioni, che fornisce una copertura completa a dei prezzi assolutamente competitivi.
Inoltre mettono a disposizione un'assistenza clienti, un call center sempre attivo e l'assicurazione medica h24 con consulenza medica telefonica Illimitata: sappiamo bene che quando ci si trova all'estero in situazioni di emergenza, trovare un consulente sempre pronto a rispondere è la cosa più importante.
Visita il loro sito e ricevi uno sconto del 10% sulla tua polizza riservato agli utenti di Travel365.

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Uzbekistan

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su