Verucchio, il Medioevo ai tempi nostri

Pasqua e Pasquetta a Rimini: alla scoperta dei Borghi dell'Entroterra

Cerchi idee per Pasqua e Pasquetta a Rimini e dintorni? Ecco un itinerario tra borghi stupendi e attrattive storiche assolutamente affascinanti. Scopri le meraviglie di Rimini Antica ed i paesini di San Leo, Verrucchio e Santarcangelo.

Verucchio, il Medioevo ai tempi nostriPasqua si avvicina. Gli italiani cominciano a muoversi verso le città d'arte e verso le mete di mare più accattivanti, che hanno trovato il modo di offrire molto di più che spiaggia e ombrelloni. Un esempio? Da decenni a Rimini il week end di Pasqua coincide con il week end del Paganello, il Campionato Mondiale di frisbee acrobatico sulla sabbia che raccoglie intorno alle spiagge riminesi migliaia di sportivi e appassionati del genere.
VEDI ANCHE: DOVE ANDARE A PASQUA IN ITALIA
Rimini in realtà ha molto da offrire, merito di una politica che negli ultimi anni ha promosso il territorio a 360 gradi, spaziando dal mare alla collina, passando dall'enogastronomia all'offerta culturale. Protagonista indiscusso di questo cambiamento è stato l'entroterra, un territorio vario e ricco di piccoli borghi medioevali che ogni anno attirano migliaia di persone da tutt'Europa. Oggi vi proponiamo alcuni di questi paesini da visitare a Pasqua e Pasquetta...

San Leo, la prigione di Cagliostro

San Leo, la prigione di Cagliostro
Si parte da San Leo, uno dei "Borghi più belli d'Italia", noto ai più per ospitare la fortezza dove è stato imprigionato ed è morto - nel 1795 - il conte di Cagliostro. San Leo sorge su un masso roccioso con suggestive pareti a strapiombo. Il centro storico ha conservato la sua bellezza originaria con edifici romanici e la rocca che sovrasta su tutto.

Verucchio, il Medioevo ai tempi nostri

Verucchio, il Medioevo ai tempi nostri
Siamo in piena Valmarecchia - la valle attraversata dal fiume Marecchia - e incontriamo Verucchio - capitale della Signoria dei Malatesta che ospita una delle rocche medioevali più imponenti dell'intero territorio (pare che sia proprio da queste stanze che sia cominciata l'avanzata della famiglia verso la conquista di Rimini).
VEDI ANCHE: 5 CITTA' MEDIEVALI DA VISITARE IN ITALIA
La cittadina ha il classico impianto medioevale con edifici sacri e importanti testimonianze archeologiche della presenza villanoviana tra il X e il VI sec. a.C.
Numerose le necropoli e gli insediamenti emersi dagli scavi cittadini tanto che a Verucchio si trova un Museo che ospita gioielli di oro e ambra, armi e oggetti d'arredo.

Sottoterra, nelle grotte di Santarcangelo

Sottoterra, nelle grotte di Santarcangelo
Guidando verso sud, merita una visita Santarcangelo di Romagna, la cittadina che poggia sul Colle Giove, e che si caratterizza per la presenza di 160 grotte tufacee, molte delle quali visitabili. La città fa parte della rete internazionale delle città del buon vivere (cittàslow) ed è considerata capitale del teatro italiano in virtù dello storico festival che - ogni anno - raccoglie migliaia di artisti da tutto il mondo per il Festival del Teatro in piazza.
VEDI ANCHE: LUOGHI MISTERIOSI DA VISITARE IN ITALIA
Oggi è un borgo molto curato - che deve parte della sua genuinità alla presenza di osterie e ristoranti sorti dentro antichi edifici - con alcune piazze e monumenti tipici del medioevo e altri più moderni e "sognanti" disegnati da Tonino Guerra, che a Santarcangelo è stato di casa.

Quattro passi nella Rimini Romana

Quattro passi nella Rimini Romana
Ma torniamo a Rimini. Lontano dalla spiaggia, nel centro storico incontriamo una città dal cuore romano con numerosi monumenti, testimonianza del passaggio di "Roma". Il centro della città si sviluppa tra l'Arco d'Augusto e il Ponte di Tiberio: il primo segna l'ingresso trionfale della città, dalla strada che collegava Rimini a Roma; il secondo è il ponte di 2mila anni che attraversa il fiume Marecchia, voluto dallo stesso Augusto.
Altro pezzo di storia romana si trova in piazza Ferrari: si tratta della Domus del Chirurgo, la casa Eutyches (Eutiche) un medico di origine orientale che esercitava a Rimini. La Domus è stata restituita al pubblico nel 2007, e conserva intatta la divisione delle stanze e alcuni importanti murales; inoltre nel vicino Museo della Città si trovano 150 strumenti medici che sono stati ritrovati nel corso degli scavi e che appartenevano a Eutyches.

Informazioni e link utili

Per organizzare un tour a Rimini e nell'entroterra riminese potresti avere bisogno di alcune informazioni:

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo Ŕ benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti pu˛ interessare anche...

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su