10 Cose da mangiare a Cagliari e dove

Aggiornato a Marzo 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 64 viaggiatori.
Cosa mangiare a Cagliari? Scopri i migliori piatti, le specialitÓ della cucina tradizionale e dello street food locale, e i migliori ristoranti e locali tipici consigliati dai locals

Cagliari, nel dialetto sardo Casteddu, è il capoluogo di regione della Sardegna e vanta una lunga tradizione storica che ha visto il susseguirsi di popolazioni come i fenici, gli arabi e gli spagnoli; ognuna di esse non ha solamente lasciato (orgogliosamente) numerose testimonianze architettoniche ma anche note e uniche abitudini alimentari.

La vicinanza al mare ha contribuito enormemente alla crescita della tradizione culinaria della città, che introduce la preparazione del pesce in diversi modi e seguendo rigorosamente le consuetudini più antiche. A questo si affiancano anche tutte le risorse che questa terra offre, dalla lavorazione del pane alla preparazione di piatti a base di carne, come il porceddu.
La cultura gastronomica sarda è davvero vasta e originale e va assolutamente scoperta per la sua importanza, ma prima di presentarvi le 10 cose da mangiare a Cagliari, vogliamo fare un'ultima raccomandazione: non dimenticate di concludere i vostri pasti con un bicchierino di Liquore di mirto, specialità da leccarsi i baffi!

1 - Fregula

fregola sarda con cozze e vongoleFoto di JorgehdezalonsoLa fregola, o fregula, è uno dei più antichi piatti della tradizione sarda e si tratta una pasta secca di semola di grano duro dalla forma di piccole palline porose e dalla forme normalmente irregolare, poco più grandi del cous cous, con cui è strettamente imparentato per il gusto e la preparazione.

Alcune testimonianze fanno risalire la sua nascita al periodo degli scambi commerciali con Fenici o Punici, altri affermano sia un'invenzione esclusivamente frutto della creatività degli artigiani sardi. La variante più famosa è quella con le cocciule o arselle sarde (vongole veraci sarde), una ricetta tradizionale e antica che ha reso famosa la Sardegna per la sua unicità.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €15,00
  • Ingredienti principali: fregola, aglio, basilico, spezie, vongole veraci sarde

2 - Cocciula e cozzas a schiscionera

zuppa di cozzeSi tratta di una tradizionale e gustosa porzione di vongole e cozze preparate con ingredienti naturali ovvero olio d'oliva, aglio, prezzemolo e pan grattato.
La preparazione prevede prima una cottura in padella dei molluschi poi passati in un'altra padella con l'aglio, il prezzemolo e i pomodori tritati e soffritti con un filo di olio. Il segreto del piatto sta nell'aggiunta dell'acqua rilasciata dal pesce, il vino bianco e il peperoncino e solo successivamente pangrattato e il pepe. Vengono di solito servite molto calde con dei crostini o con il pane casereccio per assaporare in maniera perfetta la bontà di questo piatto.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €10,00
  • Ingredienti principali: vongole, cozze, olio d'oliva, aglio, pan grattato, prezzemolo, vino bianco, peperoncino

3 - Burrida a sa casteddaia

E' un gustoso antipasto a base di pesce e noci, l'ingrediente principale è il gattuccio di mare, che assomiglia a un piccolo squalo, molto presente nel mare sardo. E' un piatto che ha origini "povere", ma che oggi viene servito nei più importanti ristoranti di lusso per la sua raffinatezza; esistono tantissime varianti di questo piatto e le ricette sono gelosamente custodite soprattutto dai pescatori di queste zone. E' un pesce che è perfetto per la cottura in umido poiché non ha lische e viene cotto con abbondante aceto, noci, i suoi stessi fegatini, olio evo, aglio e prezzemolo.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €14,00
  • Ingredienti principali: gattuccio di mare, noci, olio, aglio, prezzemolo, aceto

4 - Pesce a scabecciu

E' una specialità tipica della cucina sarda: un piatto di pesce fritto, conservato in una salsa a base di cipolla, pomodoro e aceto (salsa agrodolce).
Normalmente il tipo di pesce utilizzato per questo piatto è quello grasso come ad esempio muggini, anguille, gattucci e palamiti.

Nella fase di frittura il pesce utilizzato viene prima privato della della testa e della lisca e passato nella farina di semola e poi fritto in olio bollente, quindi viene immerso nella salsa agrodolce. Dopo diverse ore di riposo (la tradizione vuole addirittura che stiano in frigo per quasi un giorno), questi pesci vengono consumati a freddo soprattutto come seconda portata o come antipasto.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €8,00
  • Ingredienti principali: pesce, aceto, pomodoro, cipolla, farina di semola, olio

5 - Su mazzamurru a sa casteddaia

E' un piatto povero ma davvero ricco di sapore, preparato con l'intento principale di recuperare il pane raffermo che altrimenti sarebbe andato buttato e quindi dava la possibilità di risparmiare. Gli ingredienti per preparare questa delizia sono il pane di semola casereccio raffermo, sugo di pomodoro, il formaggio grattugiato e del brodo fatto in casa. Nel tempo si sono susseguite tante ricette e modalità di preparazione diverse, oggi si fa cuocere il pane nel brodo, e viene poi cotto al forno, alternato a strati di sugo e formaggio, come una lasagna!
Molti usano consumarlo caldo e con un buon vino corposo come il Monica Doc di Sardegna Atzeni.

  • Consigliato a: pranzo, cena, spuntino
  • Costo medio: €6,00
  • Ingredienti principali: pane raffermo, sugo di pomodoro, scalogno, brodo, formaggio grattugiato

6 - Panada

panadaFonte: wikipediaIn sardo Sa panada, è una prelibatezza che ha fatto la tradizione culinaria sarda: la parola panada si rifà a quelle ricette che prevedevano cibi avvolti nella pasta di pane. In pratica è una torta salata il cui interno può essere riempito con carne o altri condimenti e la versione con le anguille è quella più diffusa nel Campidano poiché, soprattutto nel passato, l'attività di sussistenza delle popolazioni di questo luogo era proprio la pesca. Oggi la variante più diffusa è sicuramente quella con ripieno di carne di agnello (ma anche pollo o maiale), mentre quelle "vegetariane" contengono piselli, fave o carciofi.

  • Consigliato a: pranzo, cena, spuntino
  • Costo medio: €5,00
  • Ingredienti principali: patate, prezzemolo, pomodori secchi, anguille o carne

7 - Malloreddus

pasta tipica malloreddusFoto di Ewan MunroSono degli gnocchetti a forma di conchiglia rigata tipici della cucina sarda e sono fatti di acqua e farina di semola; sono tipici del Medio Campidano, tuttavia vengono realizzati anche con tecniche diverse in altre parti della Sardegna e vengono preparati sia nelle sagre di paese, che dai migliori chef sardi. Dall'impasto si ottengono delle listarelle che vengono tagliate a cubetti, la tradizione vuole puoi che questi ultimi vengano schiacciati contro l'estremità di un cesto di paglia detto su ciuliri (il setaccio) per conferire loro la tipica caratteristica rigata.
I malloreddus alla campidese sono il piatto classico della zona del cagliaritano e consiste in una gustosa porzione di pasta con ragù a base di salsiccia sarda, cipolla, salsa di pomodoro, fili di zafferano e infine pecorino sardo.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €10,00
  • Ingredienti principali: pasta, salsiccia, cipolla, salsa di pomodoro, zafferano, pecorino sardo

8 - Porceddu

porcetto sardo arrostoFoto di Japs 88Chiamato anche porcheddu, è un secondo piatto tradizionale della Sardegna e si tratta del suinetto da latte sardo o del porchetto sardo. Le origini affondano le radici nella cultura spagnola che influì e dominò l'isola per oltre 200 anni (dal 1479 al 1713). Originariamente era una ricetta tipica del periodo pasquale. Al giorno d'oggi viene preparato con un maiale di non oltre sette chili e cotto allo spiedo, aromatizzato e speziato con zafferano, noce moscata, pepe nero, timo, mirto e menta.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €15,00
  • Ingredienti principali: porchetto sardo, zafferano, noce moscata, pepe nero, timo, mirto, menta

9 - Papassinu

E' un dolce tipico sardo, preparato soprattutto durante la ricorrenza di Ognissanti, che si può trovare in molti locali, pasticcerie e supermercati della Sardegna e ovviamente anche nella città di Cagliari. I pabasinnas, così chiamati nel dialetto sardo, vengono preparati con un impasto di uva passa, pasta frolla, noci, mandorle, scorza di limone grattugiata, miele e spezie varie cotti in forno.

Il suo nome deriva dal termine papassa che in sardo significa proprio uva sultanina; il dolce, come già detto, viene preparato in tutta l'isola e perciò preparato in modi diversi e gli ingredienti possono variare, tuttavia viene sempre utilizzata l'ingrediente determinante che è l'uva passa, che nel periodo invernale raggiunge la sua massima maturazione.

  • Consigliato a: sempre
  • Costo medio: €6,00
  • Ingredienti principali: uva sultanina, pasta frolla, noci, mandorle, scorza di limone grattugiata, miele e spezie

10 - Seadas

preparazione casalinga delle seadasFoto di Japs 88E' il dessert sardo per eccellenza e si tratta di una tasca tonda, simile al raviolo, fatto con un impasto di semola ripiena di formaggio, fritta e avvolta nel miele. Il suo nome ha quasi certamente derivazione spagnola e descriverebbe le due metà di pasta che compongono il dolce.

Originariamente era un piatto che faceva prevalentemente parte della cucina povera ed era molto diffuso nelle tavole di pastori e famiglie meno abbienti. I suoi ingredienti rendono unico questo dessert, ovvero la "pasta violata" realizzata con strutto e semola di grano duro, e la lavorazione manuale che prevede tempi molto lunghi: la pasta va infatti va schiacciata, tesa e ripiegata in maniera continua fino ad ottenere la consistenza liscia, omogenea ed elastica. Il ripieno è principalmente di pecorino aromatizzato con le scorze di limone e inacidito al punto di renderlo filante dopo la sua cottura.

  • Consigliato a: sempre
  • Costo medio: €8,00
  • Ingredienti principali: semola di grano duro, strutto, formaggio, scorza di limone, sale, olio, miele di castagno o corbezzolo

Dove mangiare a Cagliari: migliori ristoranti, locali tipici e street food

cagliari sardina italia citta 1La cultura culinaria sarda è frutto di un crocevia di culture, offre un menù soprattutto a base di pesce cucinato nei più svariati modi, ma sempre secondo tradizione, offre prodotti della zona freschissimi, partendo dalla carne fino ad arrivare ai formaggi e i vini.

Cagliari in particolare, grazie alla sua posizione ed alla sua importanza, offre davvero una vasta scelta: è ricca di trattorie che offrono, sia alla gente del posto che ai turisti, la possibilità di gustare i sapori più autentici senza spendere cifre esorbitanti. Tuttavia non mancano i locali di livello più alto, premiati e riconosciuti per la loro importanza e in cui poter gustare la semplicità di questa cucina secondo nuovi canoni e ricette rielaborate dai più importanti chef della Sardegna. Ecco i migliori locali dove mangiare a Cagliari.

1 - Stella Marina Di Montecristo

  • Descrizione: trattoria spartana e molto frequentata dai cagliaritani, serve specialità di mare come grigliate di mare e di crostacei serviti su particolari taglieri di sughero in una location caratteristica con fotografie e dipinti nautici
  • Specialità: pesce della zona
  • Prezzo medio: da €30,00 a persona
  • Indirizzo: via Sardegna 140 - Ottieni indicazioni / tel: 347 578 8964

2 - Trattoria Gennargentu

  • Descrizione: locale che vanta una lunga tradizione dove si possono gustare le maggiori portate tipiche del cagliaritano come ad esempio la minestra di pesce, i cassulli con bottarga e carciofi e i maccaruin con cozze, zafferano e zucchine
  • Specialità: minestra di pesce
  • Prezzo medio: da €30,00 a persona
  • Indirizzo: via Sardegna, 60/c - Ottieni indicazioni / tel: 070 672021

3 - Ristorante Flora

  • Descrizione: gestito dall'omonimo hotel, questo ristorante serve piatti della tradizione sarda tra cui principalmente la fregula con arsette, le zuppe di legumi con le verdure selvatiche e le cotiche
  • Specialità: fregula con arsette
  • Prezzo medio: da €40,00 a persona
  • Indirizzo: via Sassari, 45 - Ottieni indicazioni / tel: 070 664735

4 - Sa Domu Sarda Cagliari

  • Descrizione: locale dove potersi immergere nella vera e antica tradizione culinaria tipica della cucina sarda, in particolare di mare e di terra in una location rustica e curata
  • Specialità: fregula, pane frattau
  • Prezzo medio: da €35,00 a persona
  • Indirizzo: via Sassari 51 - Ottieni indicazioni / tel: 070 653400

5 - Trattoria L'infinito

  • Descrizione: piccola trattoria dove mangiare pesce freschissimo cucinato in modi innovativi, anche se troverete anche cucinato tradizionale
  • Specialità: pesce della zona
  • Prezzo medio: da €30,00 a persona
  • Indirizzo: via Santa Gilla, 39 - Ottieni indicazioni tel: 070 283261

6 - Ristorante Dal Corsaro

  • Descrizione: ristorante gourmet, elegante e raffinato che serve piatti ricercati della grande tradizione culinaria di Cagliari
  • Specialità: piatti a base di carne e pesce
  • Prezzo medio: da €80,00 a persona
  • Indirizzo: viale Regina Margherita, 28 - Ottieni indicazioni / tel: 070 664318
Scopri la Guida Smart di Cagliari

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo Ŕ benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Guida di Cagliari

Torna su