agnone

Paesi e borghi più belli in Molise

I Borghi più belli in Molise. Elenco dei paesi e dei borghi più interessanti da visitare in Molise. Scopri paesini bellissimi per un week-end in Estate, Autunno, Primavera e Inverno.

agnoneIl Molise è una regione piccola e sottovalutata ma, non è sempre stato così. Vista il suo particolare territorio, per anni è stata al centro di scontri e mire espansionistiche di popoli, che hanno portato alla nasita di una serie di borghi fortificati. Quattro di questi sono stati inseriti all'interno della lista dei borghi più belli d'Italia, ma vale decisamente la pena visitarli tutti.

NB: La seguente lista è frutto di un sondaggio che ha coinvolto attivamente i membri della Community. Oltre 10.000 utenti sono stati chiamati ad esprimere le proprie preferenze, scegliende 10 borghi fra gli oltre 30 selezionati dalla nostra redazione.
VEDI ANCHE: 10 posti da visitare in Molise Spiagge più belle del Molise I 20 borghi più belli d'Italia

1 - Castelpetroso, Isernia

presepe a CastelpetrosoIl borgo medievale è sorto circa in epoca normanna. Del vecchio castello non rimane nulla, tranne parti di muratura a scarpa attorno il borgo medievale e due stanzoni al pian terreno, che ospitano il museo cittadino e il Presepe Artistico Molisano. Questa particolare opera d'arte mostra i personaggi impegnati negli antichi mestieri, con indosso costumi settecenteschi di alcuni comuni del Molise, collocati tra le riproduzioni dei monumenti più importanti della regione.

  • Periodo ideale per una visita: la prima domenica di agosto, per la Festa di San Nicola di Bari, l'ultima domenica di agosto per la Festa di Maria SS. Addolorata.
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorni.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: La Basilica Santuario dell'Addolorata; la cappella della Maddalena; la chiesa parrocchiale di San Martino; Chiesa della Madonna Della Libera; il borgo medievale. Isernia dista 19 minuti.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €55,00 a camera - guarda le offerte.

2 - Fornelli, Isernia

olive di fornelliFornelli è noto come il paese delle sette torri. Circondato da una cinta muraria medievale tra le meglio conservate del Molise, il borgo vanta anche un impianto urbanistico sullo stile dell'originario: particolari che gli hanno fatto guadagnare l'inserimento nella lista dei borghi più belli d'Italia. Oggi l'agglomerato urbano può essere diviso in tre profili urbanistici, collegati tra di loro: i primi due sono i più antichi, e comprendono la Chiesa Madre, il Palazzo e le sette torri, mentre il terzo, la parte moderna, di estende fino a valle. Caratteristico di Fornelli è anche il panorama, punteggiato da ulivi, grazie ai quali procudono uno degli oli più famosi della regione.

  • Periodo ideale per una visita: il 29 Aprile per la festa patronale di San Pietro Martire, il 22 Gennaio per la festa del co-patrono San Domenico Abate.
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorno.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: La Chiesa di San Pietro Martire; le cappelle nelle borgate di Madonna delle Grazie; Il Palazzo baronale; le sette torri; la porta principale di accesso al centro storico; la Porta Castello e la Porta Nova; la Fontana. Madonna delle Grazie dista 6 minuti.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €30,00 a camera - guarda le offerte.

3 - Larino, Campobasso

duomo di larinoLa fodazione di Larino risale con molta probabilità intorno al XII secolo a.C. per mano degli Osci, per poi diventare territorio di conquista di diversi popoli, come testimoniano i ritrovamenti archeologici, tra cui l'anfiteatro, le terme, il foro e mosaici vari. Di epoca medievale invece, sono la Cattedrale romanico, dal caratteristico rosone a 13 raggi, il Palazzo Ducale, attualmente sede del Museo Civico, della Biblioteca Comunale e dell'archivio storico.

  • Periodo ideale per una visita: Agli inizi di marzo, per la la festa più importante dell'anno: la carrese di San Pardo. Ad ottobre per l'omonima Fiera d'Ottobre, e durante il weekend che precede il Martedì Grasso, quando si svolge la sfilata dei "giganti di cartapesta".
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorno.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: palazzo Ducale; Duomo; borgo medievale; anfiteatro romano; Cattedrale. La città di Larino dista 25 minuti.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €35,00 a camera - guarda le offerte.

4 - Bagnoli del Trigno, Isernia

Bagnoli del TrignoLe origini del paese sono ignote, e si fanno risalire a diverse leggende, che hanno come protagonisti una tribù, in cerca di riparo dalle invasioni barbariche, un Duca, che si abbevera dalle acque del Trigno e infine, la semplice costruzione degli agglomerati urbani intorno alla sorgente termale. Raccolto intorno ad una rupe e attraversato dal fiume Trigno, le prime notizie certe risalgono al medioevo, quando il feudo divenne parte del Contado del Molise. Successivamente passo dalle mani dei signori spagnoli e francesi al Regno di Napoli e poi a quello d'Italia.

  • Periodo ideale per una visita: durante il periodo natalizio, quando sfilano per le strade le "'ndocce", a Carnevale per la sfilata dei carri, 19 agosto per "la firia", il 20 agosto quando si celebra la festa patronale di San Vitale, il 18 agosto per la festa in costume medievale in onore di Santa Caterina.
  • Tempo di visita consigliato: 1-2 giorni.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: chiesa di San Michele; parrocchia di Santa Maria Assunta; chiesa della Madonna di Fatima; Castello Sanfelice; Piazza Olmo; la scalinata Safelice. Civitanova del Sannio dista solo 17 minuti.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €47,00 a camera - guarda le offerte.

5 - Vastogirardi, Isernia

vastogirardi tempio italicoIn passato il borgo aveva il nome di Castrum Girardi per via del castello per poi assumere l'attuale nome, che si attribuisce all'ottima posizione geografica del paese, dalla cui sommità è possibile godere di un vasto panorama. L'origine del paese risale al 1100 -1200, periodo di fondazione del castello, ovvero una corte fortificata con al centro una piazza e intorno le abitazioni. Nella sua parte mediana domina la chiesa madre intitolata a San Nicola di Bari, patrono della località.

  • Periodo ideale per una visita: il 17 gennaio per il Falò di Sant'Antonio abate, 1º-2-3 luglio Festeggiamenti dei santi patroni Maria SS. delle Grazie e San Nicola di Bari e la sacra rappresentazione del "Volo dell'Angelo". Nel mese di agosto per la Sagra Cazzariegl e fasciuol.
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorni.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Castello fortificato Angioino; Santuario e tempio sannita; Chiesa parrocchiale di San Nicola di Bari. Agnone dista 25 minuti.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €35,00 a camera - guarda le offerte.

6 - Sepino, Campobasso

altilia sepinoSepino esisteva già prima delle Guerre sannitiche del IV secolo a.C. Sottoposta alle invasioni dei Goti, entrò a far parte del Ducato di Benevento. Nel IX secolo con le invasioni Longobarde la città romana si spopolò e fu fondata una nuova città fortificata più a valle, con un castello e chiese. Nella zona vecchia di Altilia invece si stanziarono dei pastori che riutilizzarono le mura del teatro come case. Il centro fu chiamato "Terravecchia".

  • Periodo ideale per una visita: per la tradizionale festa in onore della patrona Santa Cristina, che viene celebrata l'8- 9-10 gennaio, il 23 e 24 luglio, quando si ricorda la morte di Santa Cristina, il 25 luglio, si celebra la "Festa dell'Emigrante", la notte di capodanno per la suonata dei "Bufù".
  • Tempo di visita consigliato: 1-2 giorni.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: scavi archeologici di Saepinum e di Saipins; chiesa di Santa Cristina; chiesa di San Lorenzo; la porta Meridionale; la porta Orientale; la porta di Corte o porta Borrelli. La cittadina di Sassinoro dista 10 minuti.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €50,00 a camera - guarda le offerte.

7 - Agnone, Isernia

agnone Agnone è la sede del più antico stabilimento al mondo per la fabbricazione delle campane: uno dei pochi che possano fregiarsi dell'onore di utilizzare lo stemma pontificio. Storica città di papi, la tradizione vuole che Agnone sia sorta sulle rovine della città sannitica Aquilonia distrutta dai Romani: a testimonianza di ciò, nella zona sono stati recuperati diversi reperti archeologici. Gli ultimi decenni hanno visto Agnone sviluppare una cultura turistica, con la diffusione degli sport equestri, la creazione di numerosi centri di agriturismo, e la crescita esponenziale di eventi.

  • Periodo ideale per una visita: Il 24 dicembre in occasione dello svolgimento della "Ndocciata".
  • Tempo di visita consigliato: 2 -3 giorni.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: museo della campana, Belvedere del cardo estremo e chiesa di San Marco Evangelista; Chiesa parrocchiale di San Francesco e convento; Palazzo dei Conti Minutolo; Palazzo della città. La città di Capracotta dista 26 minuti.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €70,00 a camera - guarda le offerte.

8 - Rocchetta a Volturno, Isernia

rocchetta a volturnoLe tracce dei più antichi insediamenti, risalti ad un periodo compreso tra quello romano e quello Medievale, sono stati ritrovati nella località di Vaccareccio. La zona del borgo medievale, situato nella zona di Rocchetta alta è quasi del tutto disabitato, ed è dominato dai ruderi, piccole case in pietra e dal castello di Battiloro, circondato da una serie di piccole stradine. Di grande pregio ambientale, la zona è stata inclusa nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise.

  • Periodo ideale per una visita: l'ultima domenica di Carnevale per il Carnevale di Castelnuovo a Volturno.
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorno.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta; Monumento ai caduti della Seconda guerra mondiale; Monumento a Giaime Pintor; Museo internazionale delle guerre mondiali; Santuario rupestre Santa Maria delle grotte. Cerro al Volturno dista 11 minuti.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €65,00 a camera - guarda le offerte.

9 - Venafro, Isernia

Panoramica di venafroVenafro ha origini antichissime, che arrivano fino al popolo italico dei Sanniti. Nell'89 a.C. Venafrum fu teatro di uno scontro decisivo contro Roma, per essere poi invasa dai Longobardi durante il Medioevo. Nel VI secolo fu eletta poi a sede di una diocesi, nonché importante centro di passaggio da Molise e Abruzzo per Napoli. Il centro storico ha l'aspetto di borgo fortificato lungo la scarpata della montagna, distante dall'antico centro romano, identificato nella zona dell'anfiteatro. Il punto più alto del borgo è il Castello Pandone, mentre la Cattedrale, nel rispetto dello schema delle antiche città normanne, longobarde, si trova fuori le mura. L'assetto urbanistico risente della divisione romana in cardo e decumano, e dell'influsso del barocco napoletano.

  • Periodo ideale per una visita: Festa dei santi Martiri Nicandro, Marciano e Daria il 16-17-18 Giugno.
  • Tempo di visita consigliato: 1-2 giorni.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: Oasi naturalistica Le Mortine; il cimitero militare francese; Parco Regionale Agricolo Storico dell'Olivo di Venafro; il teatro romano; palazzo Siravo; palazzo Martino; palazzo Colicchio. Per raggiungere Pozzilli occorrono 7 minuti.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €30,00 a camera - guarda le offerte.

10 - Oratino, Campobasso

oratinoL'antico nome del borgo era Loretinum, nel XV Ratino, quindi Loratino e Oratino. Da dove derivi il nome, non si sa. Stando a quanto dichiarato da colui che era parroco in paese all'inizo del Novecento, la radice greca Or sarebbe derivato dal latino Oratenus, ossia "visibile dappertutto", quindi "luogo panoramico".La successione feudale di Oratino fu alquanto complessa nel corso delle varie epoche, e caratterizzata dalla costante presenza di più famiglie nobiliari, fino ad arrivare alla dominazione spagnola dei Di Silva.

  • Periodo ideale per una visita: 17 gennaio per Le Lessate, il maggio per San Bonifacio e il 24 dicmbre per La Faglia.
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorni.
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: La rocca; Palazzo Giordano; Chiesa di Santa Maria Assunta; Chiesa di Santa Maria di Loreto. La città di Campobasso si raggiunge in 15 minuti.
  • Come arrivare: Ottieni indicazioni.
  • Dove dormire: Hotel e b&b a partire da €20,00 a camera - guarda le offerte.

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo è benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti può interessare anche...

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su