isernia cattedrale di san pietro Fonte: wikimedia commons - Autore: Pufui Pc Pifpef I - Licenza: CC BY-SA 3.0

Isernia: cosa vedere, dove mangiare e cosa fare la sera

Cosa vedere a Isernia e dintorni: itinerari di un week-end e di un giorno. Scopri 10 cose da visitare, i migliori ristoranti e cosa fare la sera. Info e consigli utili su Isernia

isernia cattedrale di san pietro Fonte: wikimedia commons - Autore: Pufui Pc Pifpef I - Licenza: CC BY-SA 3.0 Isernia rappresenta uno dei primi siti di insediamento dell'uomo in Europa: la città fu abitata fin dal paleolitico e i ritrovamenti archeologici del territorio sono densi e importanti. Il territorio di Isernia si sviluppa sull'appenino molisano ed è circondato dai monti. Sia a livello paesaggistico che artistico e culturale, Isernia offre vaste prospettive rendendo la visita del suo centro storico e delle zona limitrofe altamente piacevole.
VEDI ANCHE: Spiagge più belle del Molise Paesi e borghi più belli del Molise 10 Posti da Visitare in Molise

10 cose da vedere a Isernia in un Weekend

1 - Cattedrale di San Pietro Apostolo

isernia cattedrale di san pietro Fonte: wikimedia commons - Autore: Pufui Pc Pifpef I - Licenza: CC BY-SA 3.0 La Cattedrale di Isernia sorge sul sito di un antico tempio pagano dedicato a Giove, Giunone e Minerva, di cui sono conservati i resti al di sotto dell'attuale chiesa, realizzata in stile greco-bizantino in epoca alto-medievale. Nel corso dei secoli la chiesa ha subito notevoli danneggiamenti ed è stata ristrutturata più volte, modificando parzialmente il proprio aspetto originario.

  • Come arrivare:13 minuti a piedi da piazza della stazione; 3 minuti a piedi da piazza Giosuè Carducci. Ottieni indicazioni
  • Orari:Sempre accessibile nel rispetto delle funzioni religiose.
  • Costo biglietto:Gratis

2 - Arco di San Pietro

arco di san pietro Fonte: wikipedia - Autore: TheFab4 - Licenza: CC BY-SA 3.0 La torre campanaria della Cattedrale, fatta edificare successivamente al terremoto del 1349, è comunemente detta "Arco di San Pietro", perché alla base propone un arco utile a garantire il passaggio di corso Marcelli. La torre campanaria serviva sia la Cattedrale che la chiesa di San Paolo ed è costruita come una torre a pianta quadrata in stile gotico con archi a sesto acuto, suddivisa in quattro ordini, comprendenti anche l'orologio civico.

  • Come arrivare:13 minuti a piedi da piazza della stazione; 3 minuti a piedi da piazza Giosuè Carducci. Ottieni indicazioni
  • Orari:Interno non visitabile.

3 - Fontana della Fraterna

fontana fraterna Fonte: wikipedia - Autore: Sailko - Licenza: CC BY 3.0 La Fontana della Fraterna non è solo uno dei simboli di Isernia ma viene annoverata anche tra le più importanti fontane monumentali d'Italia per la sua struttura architettonica, formata da una serie di archi a tutto sesto. La fontana fu costruita utilizzando la pietra di palazzi presenti in città, riportandovi anche ornamenti e decorazioni di costruzioni signorili dismesse.

  • Come arrivare:10 minuti a piedi dalla stazione. Si trova in piazza Giosuè Carducci. Ottieni indicazioni
  • Orari:Sempre accessibile.
  • Costo biglietto:Gratis

4 - La Pineta

La Pineta è un sito archeologico del paleolitico rinvenuto casualmente da un ricercatore nel 1979 ed oggi parte integrante del Museo Nazionale del Paleolitico di Isernia. Il sito ha messo a disposizione dei ricercatori di paleologia e antropologia importanti materiali che hanno permesso di analizzare e ricostruire i primi popolamenti europei, portando a conoscenza dell'uomo moderno costruzioni, manufatti, resti umani e faunistici di notevole rilievo.

  • Come arrivare:20 minuti a piedi dalla stazione; 22 minuti a piedi da piazza Giosuè Carducci; 17 minuti di autobus con la linea 3 da corso Risorgimento al Cimitero Ottieni indicazioni
  • Orari:dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.00
  • Costo biglietto:Intero: €4,00; integrato con Museo Santa Maria delle Monache €5,00; Ridotto: €2,00

5 - Museo Nazionale di Santa Maria delle Monache

All'interno dell'Antiquarium sono visibili reperti dell'agro di Isernia di epoca romana Repubblicana e Imperiale, tra cui il rilievo con scene di battaglia tra Alessandro e Dario, capitelli e are votive.

  • Come arrivare:16 minuti a piedi dalla stazione; 12 minuti con autobus 8 da via XXIV maggio a via Occidentale; 8 minuti a piedi da piazza Giosuè Carducci. Ottieni indicazioni
  • Orari:da martedì a domenica, dalle 8:15 alle 13:45.
  • Costo biglietto:Intero: €3,00; Integrato con Museo nazionale del Paleolitico €5,00; Ridotto: €2,00

6 - Chiesa di San Francesco

chiesa san francesco isernia Fonte: wikipedia - Autore: TheFab4 - Licenza: CC BY-SA 3.0 La chiesa e il suo annesso Monastero dei Padri Conventuali furono costruiti su volontà di San Francesco di Assisi nel 1222. Inizialmente dedicata a Santo Stefano e con ingresso opposto rispetto all'attuale, fu dedicata al patrono d'Italia dopo la sua morte e l'orientamento fu modificato prendendo la forma odierna, senza modificarne la struttura medievale. Alla sua sinistra si trova il cappellone di Sant'Antonio, edificato nel 1450, una vera e propria chiesa nella chiesa.

  • Come arrivare:16 minuti a piedi dalla stazione; 12 minuti con autobus 6 da via XXIV maggio a via VV.UU; 6 minuti a piedi da piazza Giosuè Carducci. Ottieni indicazioni
  • Orari:Sempre accessibile nel rispetto delle funzioni religiose.
  • Costo biglietto:Gratis

7 - Palazzo Jadopi

Palazzo Jadopi è famoso per le vicissitudini legate all'Unità d'Italia. Nel 1860, Stefano Jadopi si dimise dal parlamento napoletano per entrare nel comitato di accoglienza del nuovo re. Gli oppositori del nuovo sovrano gli tesero un agguato, accecando il figlio. Vittorio Emanuele inviò a sua difesa dei garibaldini che però furono sopraffatti dalle truppe dei Borboni: il palazzo fu incendiato e le teste dei garibaldini uccisi appese ai balconi. La leggenda narra che il palazzo sia ancora infestato dal fantasma di uno dei garibaldini che vi ha perso la vita.

  • Come arrivare:10 minuti a piedi dalla stazione; 5 minuti a piedi da piazza Giocuè Carducci. Ottieni indicazioni
  • Orari:Interno non visitabile.

8 - Il Palazzotto

Palazzo D'Avalos-Laurelli fu edificato nel 1694 per volontà del principe Diego D'Avalos, discendente di una famiglia originaria della Spagna e venuta in Italia con Alfonso I d'Aragona, e restaurato dopo i terremoti del XIX secolo da Don Onofrio Laurelli. Il palazzo ingloba al suo interno una delle torri medioevali presenti nella città, presumibilmente parte di un castello longobardo di cui si è persa traccia.

  • Come arrivare:15 minuti a piedi dalla stazione; 5 minuti a piedi da piazza Giosuè Carducci. Ottieni indicazioni
  • Orari:Interni non visitabili.

9 - Parco dell'acqua sulfurea

Si tratta di uno stabilimento termale di epoca romana in disuso e mal mantenuto, che tuttavia presenta ancora attiva la propria fonte di acqua sulfurea.

  • Come arrivare:14 minuti con autobus 8 da Corso Garibaldi a Unieuro.
  • Orari:Sempre accessibile.
  • Costo biglietto:Gratis

10 - Eremo dei Santi Cosma e Damiano

eremo ss cosma e damiano Fonte: wikimedia commons - Autore: TheFab4 - Licenza: CC BY-SA 3.0 Situato leggermente fuori città, l'eremo dei santi Cosma e Damiano sorge sui resti del tempio pagano di Priapo, dio protettore della virilità. La chiesa fu edificata nel 1130 e dedicata ai due medici proprio per sottolineare come il culto della virilità rimanesse vivo in Molise ance in epoca cristiana. Nel sedicesimo secolo, la chiesa fu arricchita della scalinata d'accesso e del porticato ma ha sempre mantenuto la lanterna di forma molto allungata, posta al di sopra del torrione, un evidente simbolo fallico.

  • Come arrivare:11 minuti con autobus 7 da corso Garibaldi a via San Ippolito; 16 minuti a piedi da piazza Giosuè Carducci. Ottieni indicazioni
  • Orari:Sempre accessibile.
  • Costo biglietto:Gratis

Cosa vedere a Isernia in un giorno: itinerario consigliato

Mattina - Cominciate la vostra visita di Isernia facendo colazione al Bar Centrale, in pieno centro storico, situato nella stessa piazza della Cattedrale. Dopo la vostra colazione, visitate gli interni della Cattedrale di San Pietro Apostolo e l'adiacente arco di San Pietro. Incamminandovi per corso Marcelli potrete ammirare Il Palazzotto e Palazzo San Francesco, oggi sede del Municipio, fino a raggiungere il Museo di Santa Maria delle Monache.

Pomeriggio - Consumate il vostro pranzo presso L'Ebrezza di Noè che propone eccellenti vini e piatti tipici del territorio a km 0. Dopo di che, proseguite la vostra visita della città passando in prossimità della chiesa di San Pietro Celestino. Alla fine di corso Marcelli, imboccate via Ippolito per girare subito a destra in strada del Breccione: a circa 500 metri da voi troverete il Santuario dei Santi Cosma e Damiano. Terminata la vostra visita all'eremo, potrete chiamare un taxi o passeggiare per 2 km fino a raggiungere il Museo Nazionale del Paleolitico in località La Pineta.

Sera - Conclusa la vostra visita al Museo Nazionale del Paleolitico, camminate per circa 1,5 km fino a raggiungere via Lorusso, dove potrete cenare al Retrogusto Pizzeria Braceria. Dopo cena, prosegunedo per via Lorusso potrete raggiungere piazza Carducci dove troverete la Fontana della Fraterna.

Itinerario di un giorno in sintesi

Mostra Mappa

  1. Colazione presso Bar Centrale in piazza Andrea D'Isernia, 24
  2. Cattedrale di San Pietro Apostolo - orari: Sempre accessibile nel rispetto delle funzioni religiose. - costo biglietto: gratis
  3. Arco di San Pietro - non visitabile negli interni.
  4. Il Palazzotto - non visitabile negli interni.
  5. Palazzo San Francesco - non visitabile negli interni.
  6. Museo di Santa Maria Delle Monache - orari: da martedì a domenica, dalle 8:15 alle 13:45 - costo biglietto: intero: €3,00; integrato con Museo nazionale del Paleolitico €5,00; ridotto: €2,00
  7. Pranzo presso L'Ebrezza di Noè in corso Marcelli, 25
  8. Chiesa di San Pietro Celestino - orari: Sempre accessibile nel rispetto delle funzioni religiose. - costo biglietto: gratis
  9. Santuario dei Santi Cosma e Damiano - Sempre accessibile nel rispetto delle funzioni religiose. - costo biglietto: gratis
  10. Museo Nazionale del Paleolitico - orari: dal martedì alla domenica dalle 9.00 alle 19.00 - costo biglietto: intero: €4,00; integrato con Museo Santa Maria delle Monache €5,00; ridotto: €2,00
  11. Cena presso Retrogusto Pizzeria Braceria in via Lorusso, 48
  12. Fontana della Fraterna - orari: Sempre accessibile - costo biglietto: gratis

Dove mangiare a Isernia: i migliori ristoranti

  1. Existo Osteria Molisana: cucina mediterranea a base di pesce, rivisitata in chiave contemporanea.
    Prezzo medio a persona: €25,00
    Indirizzo e contatti: corso Marcelli, 317 - Ottieni indicazioni - tel: 0865 299379 - Pagina FB
  2. Nabucco Osteria Verdi: cucina mediterranea con particolare attenzione a piatti vegetariani e salutari
    Prezzo medio a persona: €35,00
    Indirizzo e contatti: corso Marcelli, 160 - Ottieni indicazioni - tel: 338 253 3192 - Pagina FB
  3. Sorsi e Morsi: ristorante che propone anche servizio brunch, specializzato in menu per celiaci
    Prezzo medio a persona: €30,00
    Indirizzo e contatti: via Umbria, 4 - Ottieni indicazioni - tel: 0865 414650 - Pagina FB
  4. L'Ebrezza di Noe: café/ristorante rinomato per gli aperitivi; offre prodotti locali freschi, ottime birre e ampia scelta di vini.
    Prezzo medio a persona: €20,00
    Indirizzo e contatti: corso Marcelli, 25 - Ottieni indicazioni - tel: 0865 299564 - Pagina FB
  5. Retrogusto Pizzeria Braceria: locale non molto distante dal centro, offre ottima pizza, carne e dolci fatti in casa.
    Prezzo medio a persona: €25,00
    Indirizzo e contatti: via Lorusso, 48 - Ottieni indicazioni - tel: 0865 3666 - Pagina FB

Cosa fare la sera: le zone della movida e i migliori locali di Isernia

La vita notturna di Isernia si riversa tutta nel suo centro storico, all'interno delle traverse e dei vicoletti che costeggiano corso Marcelli e piazza della Conciliazione. Sebbene Isernia disponga di alcune discoteche all'interno del centro storico, giovani e meno giovani sembrano gradire alternative di divertimento più conviviali, come i cocktail bar rinomati e i pub aperti tutta la notte, dove bere e mangiare in buona compagnia, gustandosi anche serate di musica dal vivo.

I migliori pub, locali e discoteche

Organizza il tuo soggiorno a Isernia: info e consigli utili

  • Come arrivare:Isernia dispone di una stazione ferroviaria ben collegata. Tuttavia, se volete raggiungere la città molisana in auto, impiegherete circa 2 ore da Roma (180km) e da Pescara (144km), 1 ora e trenta da Napoli (108 km) e 3 ore e 15 minuti da Bari (280km). Gli aeroporti più vicini a Isernia sono l'Aeroporto Internazionale d'Abruzzo (Pescara) e Aeroporto Internazionale di Capodichino (Napoli).
  • Come muoversi: Il centro storico di Isernia può essere tranquillamente girato a piedi oppure usufruendo dell'efficiente e puntuale sistema di mezzi pubblici offerti dalla città. La società che cura il trasporto urbano si chiama Aesernia e dispone di 8 linee, di cui 3 urbane e 5 interurbane. Il costo di un biglietto urbano è di €1,00 e il servizio si svolge dalle 6 di mattina alle 22 circa.
  • Dove parcheggiare: parcheggiare l'auto a Isernia non è semplice. Benché le strade del centro dispongano di parcheggi in strada, è meglio lasciare l'auto in un parcheggio privato come Piazzale Homo Aeserniensis, in via Santo Spirito 17 (Ottieni indicazioni) e spostarsi in città a piedi o coi mezzi pubblici.
  • Dove dormire:Hotel e b&b a partire da €53,00 a camera - guarda le offerte
  • Cosa vedere nei dintorni: Cerro al Volturno con il lago di Castel San Vincenzo (23 km, 28 minuti in auto), Venafro col Castello Pandone e l'Anfiteatro (23 km, 24 minuti in auto), Scapoli (20 km, 29 minuti in auto), Castel San Vincenzo (25 km, 39 minuti in auto), Carpinone (10 km, 14 minuti in auto), Castelpetroso (16 km, 20 minuti in auto), Frosolone (33 km, 40 minuti in auto).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su