Matera Sassi Sasso Barisano 1

Visita ai Sassi di Matera: Come arrivare, prezzi e consigli

Aggiornato a Giugno 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 67 viaggiatori.
Cosa sono e come visitare i Sassi di Matera. Ecco info su come arrivare, prezzi, orari e una guida per un tour completo in poco tempo

Matera Sassi Sasso Barisano 1I Sassi di Matera sono un luogo unico e dal fascino straordinario che testimoniano la capacità dell'uomo di adattarsi perfettamente all'ambiente e al contesto naturale, utilizzando con maestria semplici caratteristiche come la temperatura costante degli ambienti scavati, la calcarenite del banco roccioso e lo sfruttamento dei pendii. Il nucleo urbano dei Sassi è caratterizzato da un paesaggio rupestre sviluppato su 32 ettari, di cui fa parte anche il territorio circostante, in gran parte protetto dal Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano.

Il sito originario si è sviluppato a partire dalle grotte naturali scavate nella roccia, successivamente modellate in strutture sempre più complesse all'interno di due grandi anfiteatri naturali: il Sasso Caveoso e il Sasso Barisano. Ecco qualche consiglio per visitare al meglio i Sassi di Matera.

Dove si trovano e come arrivare

Mostra Mappa
I Sassi si riferiscono alla parte vecchia della città di Matera.
Sono divisi in tre aree: il Sasso Barisano a Nord-Ovest, il Sasso Caveoso a Sud e la Civita che li divide al centro. Quest'ultima è la parte più antica, quella che per prima è stata scelta dall'uomo per essere modellata ed abitata. Essa si estende fino a piazza Duomo, inglobando il perimetro un tempo delimitato dalle mura cittadine.
Il nome del Sasso "Barisano" indica la parte che si estende verso Bari, mentre il "Caveoso" prende il nome dalla elevata presenza di case-grotta in questa zona.

  • A piedi: imboccare uno dei vicoli che partono dal centro storico, nello specifico: Via Lucana, Via Ridola, Piazza del Sedile, Piazza Duomo, Via delle Beccherie, Piazza Vittorio Veneto, Via San Biagio, Via San Rocco Via Santa Cesarea, Piazza San Francesco d'Assisi, Via del Corso e Piazzetta Pascoli - Ottieni indicazioni
  • In bus: gestito dall'azienda Miccolis. La navetta parte dal parcheggio di via Saragat dove è possibile lasciare l'automobile e scende nei Sassi dall'ingresso di via Daddozio (8:00 -24:00, ogni 15 minuti €0,80).

Orari e prezzi

matera barisanoPoiché i Sassi sono due rioni del centro storico di Matera, possono essere visitati gratuitamente a qualunque ora del giorno.

Tuttavia il modo migliore per godersi il luogo è partecipare ad un tour guidato a piedi accompagnati da una guida esperta, che saprà spiegarvi nel dettaglio la magnificenza degli scavi. I tour hanno una durata media di 2 ore e i prezzi variano dai €20,00 ai €40,00.

Tour, visite guidate e biglietti online

Cosa vedere e come visitare i Sassi di Matera

casa vecchia materaI Sassi di Matera offrono al visitatore un grande paesaggio culturale.
Si visitano a piedi in un continuo saliscendi tra scale e stretti vicoli.

Architettonicamente presentano una serie incredibile di elementi che si sono stratificati nel tempo. Case scavate dall'uomo, chiese rupestri, aree di sepoltura, si alternano continuamente con fabbricati di tutte le epoche storiche. Grotte, ipogei, chiese, scalinate, ballatoi, orti e giardini, sono incastonati l'uno nell'altro a formare un luogo unico e magico, così particolare da non avere eguali al mondo.

Lungo l'asse principale che collega i due rioni (via Bruno Buozzi, via Madonna delle Virtù e via D'Addozio), è possibile ammirare il paesaggio del versante opposto, quello della Murgia Materana, altrettanto suggestivo.

Interessantissimo il tour delle chiese, dove si visitano le Chiese rupestri, testimonianza concreta del passaggio evolutivo dell'uomo dalla Preistoria al Cristianesimo.

Imperdibile la Casa Grotta, casa-museo che offre ai visitatori l'idea di com'era organizzata la vita famigliare nelle case dei Sassi. Ti consigliamo la Matera City Card per accedere ai siti di maggior interesse della città.

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Alzati presto: l'ideale sarebbe raggiungere il sito la mattina presto quando non vi è ancora il massimo dell'afflusso di visitatori.
  2. ZTL: non si può accedere con veicoli a motore in determinate fasce orarie. Chi alloggia nelle strutture ricettive all'interno dei Sassi deve chiedere, tramite la struttura ospitante, l'apposito permesso alla polizia municipale.
  3. Bus navetta: servizio transfer da e per il centro storico e la parte vecchia. Servizio attivo attivo tutti i giorni, dalle 8:00 alle 24:00, ogni 15 minuti
  4. Tempo minimo: l'ideale sarebbe poter dedicare almeno mezza giornata alla visita dei Sassi.
  5. Pasti: un'esperienza sicuramente suggestiva e particolare è pranzare o cenare in uno dei tanti ristoranti ricavati nelle rocce di tufo.
  6. Visita guidata: partecipare ad una visita con una guida turistica autorizzata vi permetterà di scoprire in maniera più approfondità la vera essenza del luogo.

Cenni storici, curiosità e info pratiche: cosa sapere in breve

vista sassi di materaOriginariamente i Sassi di Matera erano un ambiente rupestre in continuità con quello che si trova sul fronte opposto al canyon scavato dalla Gravina. I primi insediamenti umani risalgono al paleolitico e si svilupparono in grotte; con il tempo questo paesaggio è stato sempre più modificato dall'uomo che ha scavato e plasmato la roccia madre trovando nel tufo (lo strato friabile della calcarenite) un'eccezionale possibilità di insediamento al riparo dagli agenti atmosferici. Con l'avvento del Cristianesimo, ecco la costruzione delle chiese rupestri.

I Sassi sono collegati con l'attuale centro della città, che si trova sul piano, attraverso numerosi accessi. Per accedere ai Sassi basta imboccare una delle numerose vie o vicoli che dal centro cittadino scendono verso gli antichi rioni.

Questa è la location di numerose pellicole cinematografiche. Ricordiamo La Passione di Cristo con Mel Gibson, Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini, Cristo si è fermato a Eboli di Francesco Rosi e Ben-Hur.

Per essere sicuri di non perdervi qualcosa, ecco qui di seguito una macrosuddivisione dei vari rioni e, per ognuno, le attrattive principali:

  • Sasso Barisano: si accede da Piazza Vittorio Veneto e da Via D'Addozio. Da vedere: Chiesa di Sant'Agostino, Cripta di San Giuliano e Chiesa di San Pietro Barisano. In Via Fiorentini ci sono i Sassi in miniatura realizzati dall'artigiano Eustachio Rizzi. Interessanti anche il Museo Laboratorio della Civiltà contadina e le cisterne sotterranee di San Giorgio nei pressi dell'omonimo hotel.
  • Civita Nord: da Piazza Pistola si ammirano paesaggi rupestri; verso il Barisano si incontrano la Chiesa di Madonna delle Virtù, quella di San Nicola dei Greci e la Casa di Ortega con le opere dell'artista.
  • Civita Sud: vi si accede da Via Muro, resa famosissima dal film La Passione di Cristo. Da visitare la Casa Cisterna, tipica abitazione dell'epoca e la Casa Grotta, emblematico ambiente ipogeo. Nelle vicinanze, la Chiesa del Purgatorio Vecchio.
  • Sasso Caveoso: si raggiunge tramite l'unica carrabile. E' la zona ideale per ammirare il Parco della Murgia sul versante opposto. Qui si trovano la famosa Chiesa di Madonna de Idris e la maggior parte delle tipiche abitazioni scavate nella roccia.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Guida di Matera

Torna su