paesi e borghi pi belli in basilicata

Paesi e borghi più belli in Basilicata

I Borghi più belli in Basilicata. Elenco dei paesi e dei borghi più interessanti da visitare in Basilicata. Scopri paesini bellissimi per un week-end in Estate, Autunno, Primavera e Inverno.

paesi e borghi pi belli in basilicataForse un po' ignorata in passato dai viaggiatori, è stata ultimamente riscoperta e poi divenuta destinazione preferita da molti: parliamo della Basilicata. Grazie alla morfologia aspra con rilievi e vallate, molti dei borghi della Basilicata si trovano arroccati sulle montagne e, alle volte, sembrano quasi isolati.

Insieme alle fortezze medievali, ai castelli, alle spiagge splendide e alla golosa cucina lucana, questi piccoli paesini addossati sui rilievi attirano ogni anni tantissimi turisti.
Vediamo insieme quali sono i paesi e borghi più belli in Basilicata da non perdere assolutamente.

NB: La seguente lista è frutto di un sondaggio che ha coinvolto attivamente i membri della Community. Oltre 10.000 utenti sono stati chiamati ad esprimere le proprie preferenze, scegliende 10 borghi fra gli oltre 30 selezionati dalla nostra redazione.
VEDI ANCHE: Posti più belli da visitare in Basilicata Borghi più belli d'Italia

1 - Guardia Perticara

guardia perticara"Il paese dalle case in pietra", Guardia Perticara è soprannominato così: un borgo in cui la pietra di Gorgoglione dà vita ai portali, alle gradinate e agli archi. Un posto da esplorare passeggiando per i suoi vialetti acciottolati e le scalette che portano fin su al castello, che domina la Valle del Sauro. Molte case hanno stemmi, bassorilievi, rosoni e altri dettagli da ammirare... C'è da perdersi in questo piccolo borgo!

Nei dintorni, sono da visitare i ruderi dell'antica città vescovile di Turri, il Bosco Comunale Amendola in cui si possono fare percorsi di trekking e le Grotte Basiliane.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate, in cui troverete diversi eventi e feste del paese
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorno
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: in città il centro storico e il castello. Nei dintorni, Bosco Comunale Amendola, Grotte Basiliane, antica città di Turri
  • Come arrivare:Ottieni indicazioni
  • Dove dormire:Hotel e b&b a partire da €34,00 a camera - guarda le offerte

2 - Venosa

venosa 1Venosa è il borgo che nel 65 a.C ha dato i natali a Orazio, il famoso poeta romano. Qui potrete vedere diversi tesori di valore inestimabile come l'imponente Castello di Pirro del Balzo, che si erge al centro del paese e ospita il Museo Archeologico Nazionale, il Parco Archeologico in cui si possono vedere le terme romane, i resti di domus private e l'anfiteatro. Ancora, le catacombe cristiane, l'abbazia della Santissima Trinità al cui interno ci sono preziosi affreschi e diversi palazzi, come l'elegante Palazzo Calvino e il grandioso Palazzo Rapolla.

Nei dintorni si possono visitare Lavello e il suo antico quartiere medievale, il Sito Paleolitico di Notarchirico, uno dei più antichi di Europa, Melfi e i Laghi di Monticchio. Non dimenticate di assaggiare il celebre Aglianico del Vulture, uno tra i più grandi vini rossi d'Italia che qui viene prodotto.

  • Periodo ideale per una visita: estate e autunno, specialmente ad ottobre in cui si tiene la Festa del Vino in cui Venosa onora la sua tradizione
  • Tempo di visita consigliato: 1-2 giorni
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: a Venosa, il castello, il parco archeologico e il museo, l'abbazia, i palazzi. Nelle zone limitrofe, Melfi, laghi di Monticchio, Sito Paleolitico di Notarchirico, Lavello
  • Come arrivare:Ottieni indicazioni
  • Dove dormire:Hotel e b&b a partire da €49,00 a camera - guarda le offerte

3 - Castelmezzano

castelmezzano basilicataCastelmezzano è incastonato in pareti di guglie e picchi, sembra quasi che la roccia si fonda con le case e le viuzze che lo popolano. Passeggiate nel centro storico molto suggestivo, per le ripide scalette che ogni tanto sfociano su punti panoramici da cui vedere le cosiddette "Dolomiti lucane".
I luoghi di interesse sono la chiesa Madre di Santa Maria, la chiesa rupestre della Madonna dell'Ascensione scavata tra le rocce e numerosi palazzi gentilizi come quello di Merlino, Parrella, Campagna, il vasto palazzo ducale dei De Lerma e, infine, i resti di una fortezza svevo-normanno.

Le attività che potrete svolgere sono tante, specialmente trekking, mountain bike, pesca, equitazione e raccolta dei funghi in autunno. Castelmezzano è immerso nel Parco regionale di Gallipoli Cognato e delle Dolomiti lucane che consente di fare arrampicate ed escursionismo con percorsi attrezzati.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate in cui ci sono diverse sagre e manifestazioni. Per i più temerari, dal 14 giugno al 14 settembre si può fare il Volo dell'Angelo, un minuto e mezzo di volo con un cavo sospeso a 400 metri d'altezza tra Castelmezzano e il comune di Pietrapertosa
  • Tempo di visita consigliato: 1-2 giorni
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: in città i numerosi palazzi, la chiesa madre e la chiesa rupestre. Nei dintorni, Parco regionale di Gallipoli Cognato e delle Dolomiti lucane, Pietrapertosa
  • Come arrivare:Ottieni indicazioni
  • Dove dormire:Hotel e b&b a partire da €53,00 a camera - guarda le offerte
  • Card, ticket e tour consigliati:Castelmezzano: tour di 2 ore in un bellissimo villaggio in Italia

4 - Matera

matera basilicataMatera è una città scolpita nel tufo tra le più antiche al mondo: qui storia, cultura e natura si fondono dando vita ad un luogo con scenari mozzafiato. Matera è la città dei sassi, delle chiese rupestri e aree naturali, dei musei e dei concerti.
Ovviamente da non perdere è la parte antica con i celebri sassi, un complesso architettonico unico in cui le grotte adibite ad abitazioni, i vicoli tortuosi, i giardini e cunicoli sotterranei si intrecciano creando un paesaggio meraviglioso.

La cattedrale di Matera, che offre una veduta scenografica sulla città, le chiese rupestri, il Palombaro che è la grande cisterna scavata sotto Piazza Vittorio, il Musma (Museo della Scultura Contemporanea di Matera) dedicato interamente alla scultura. Infine, potrete visitare delle rigogliose aree naturali nei dintorni quali il Parco della Murgia Materana, l'Oasi WWF di San Giuliano ed il Colle Timmari.
VEDI ANCHE: Come visitare Matera in un giorno

5 - Maratea

maratea basilicataGrotte, spiagge silenziose, acque trasparenti e montagne lussureggianti: Maratea è una delle mete turistiche più belle della Basilicata, perfetta per gli amanti del mare, delle immersioni e dello snorkeling. Camminate fra le sue vie che sfociano in romantiche piazzette, osservate le numerose chiesette, gli eremi e monasteri, le case bianche e l'enorme statua del Cristo Redentore che domina dalla cima del monte di San Biagio, da cui può godere della costiera di Maratea.

Per rilassarsi sulle spiagge e fare un bagno segnalo la spiaggia Nera, di Macarro, A'Gnola e Castrocucco; per gli appassionati di immersione e snorkeling sono imperdibili le grotte di Maratea ricche di flora e fauna, la grotta delle Meraviglie, l'isola di Dino (a pochi km dalla città) che ospita la Grotta Azzurra e quella del Leone.
Potete visitare località limitrofe molto particolari quali Sapri, Trecchina, caratteristico villaggio di montagna e Rivello.

  • Periodo ideale per una visita: primavera e estate. Scegliete soprattutto l'estate se desiderate approfittare del mare cristallino e praticare attività acquatiche
  • Tempo di visita consigliato: 2-3 giorni
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: a Maratea, centro, spiagge, chiese, statua del Cristo Redentore, Monte San Biagio. Nei dintorni, Sapri, Trecchina e Rivello
  • Come arrivare:Ottieni indicazioni
  • Dove dormire:Hotel e b&b a partire da €44,00 a camera - guarda le offerte

6 - Acerenza

acerenzaAcerenza è uno splendo borgo medievale situato su una rupe di tufo a oltre 800 metri dal livello del mare, tra il fiume Bradano e il torrente Fiumarella. Non perdete la maestosa cattedrale dell' XI secolo, anche se è impossibile non vederla dato che svetta su tutto il panorama del borgo di Acerenza. Dopo potete incamminarvi tra le viuzze del centro storico, i palazzi settecenteschi ornati di sculture o stemmi di antiche famiglie, la chiesetta di San Vincenzo.

Ci sono inoltre tre interessanti musei: il Museo dei legni intagliati nel convento di Sant'Antonio, il Museo Diocesano di Arte Sacra che custodisce sculture in legno e marmo, manoscritti, dipinti, argenterie del Settecento e il Museo della Civiltà Contadina.
Acerenza è nel Parco Nazionale delle Vulture che offre una natura da scoprire con percorsi naturalistici, mentre sul fiume Bradano potete praticare pesca sportiva e canoa.

  • Periodo ideale per una visita: primavera ed estate. A metà agosto si tiene una rievocazione storica con oltre 200 figuranti
  • Tempo di visita consigliato: 1 giorno
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: in città, cattedrale, musei e centro storico. Nelle zone limitrofe, Fiume Bradano e Parco Nazionale delle Vulture
  • Come arrivare:Ottieni indicazioni
  • Dove dormire:Hotel e b&b a partire da €72,00 a camera - guarda le offerte

7 - Viggianello

viggianelloViggianello è un borgo con un'impronta bizantina e normanna, in cui i monaci bizantini disseminarono le laure (gruppi di celle monastiche con chiesa in comune) visibili ai piedi del centro storico. Degni di nota sono la cappella di San Sebastiano, di origine bizantina, così come la chiesa madre dedicata a Santa Caterina d'Alessandria ricca di opere d'arte. Da vedere nel convento di Sant'Antonio la scultura della Madonna con Bambino in marmo bianco di Pietro Bernini, il padre di Gian Lorenzo.
Nel centro storico troverete un vasto complesso architettonico fatto da palazzi come il settecentesco palazzo Caporale, il palazzo De Filpo e il barocco palazzo Marino con i suoi numerosi saloni.

Tra le attività, si possono fare nel Parco del Pollino, in cui sorge Viggianello, trekking, equitazione, canoa, rafting, arrampicata e pesca. I posti da esplorare nel parco sono la sorgente del fiume Mercure, la Riserva Faunistica del Cervo e l'Orto Botanico.

8 - Pisticci

pisticci 1Pisticci è una località sulla costa ionica, famosa per le sue spiagge dorate e i fondali bassi. Una meta imperdibile per gli amanti del mare, ma non solo. Nel suo centro storico, nella parte di "Pisticci vecchia", ci sono numerose attrazioni da visitare, come la chiesa in stile romanico rinascimentale dei Santi Pietro e Paolo che, al suo interno, ospita altari e tele preziose, l'antica porta del paese e Piazza Umberto I, costellata da importanti palazzi storici. Nella frazione di Marconia si trova il maestoso castello di San Basilio, con un caratteristico torrione centrale.

Nell'area collinare sulla riva del Basento, a pochi passi da Pisticci, è situata San Teodoro, dove c'è il sito dell'Incoronata. Nel sito, ci sono le rovine di un villaggio del IX secolo a.C. in cui sono stati ritrovati diversi reperti, ora esposti nel Museo archeologico nazionale di Metaponto. Inoltre, sempre nei dintorni, potete visitare Matera, il Parco Archeologico dell'antica città greca di Metapontum, con i templi e le "Tavole Palatine".

9 - Pietrapertosa

pietrapertosaAlla fine di ripidi tornanti, all'interno del Parco di Gallipoli Cognato e delle Dolomiti Lucane, si trova Pietrapertosa, con il suo paesaggio fatto di guglie aguzze, rocce inclinate e massi. Potrete ammirare vecchie case signorili e il quartiere arabo: un insieme di casette situate tra pareti rocciose, in cui si stabilirono gli arabi portati qui dal principe Bomar. Non è rimasto molto, ma l'Arabata conserva l'atmosfera severa di un tempo.

Non perdete le tante cappelle, i decoratissimi portali, il convento francescano e la chiesa matrice di san Giacomo Maggiore, in cui ci sono due tele del 1606 di Antonio Ferro e altri importanti affreschi. Ancora, il castello di epoca normanno-sveva, rimasto ormai un rudere, ma che permette di godere di uno scenario meraviglioso dalla sua cima.
Caso unico in Italia, a Pietrapertosa è possibile vivere l'emozione del Volo dell'angelo, sul cavo d'acciaio sospeso a 400 metri d'altezza tra le rocce di Castelmezzano e Pietrapertosa.

Nelle zone limitrofe si trova il Bosco di Montepiano, un'oasi verde molto tranquilla e, in più, ci sono affascinanti percorsi naturalistici che si snodano tra Pietrapertosa e Castelmezzano.

  • Periodo ideale per una visita: primavera e autunno. Dal 14 giugno al 14 settembre viene effettuato il Volo dell'Angelo
  • Tempo di visita consigliato: 1-2 giorni
  • Cosa vedere in città e nei dintorni: a Pietrapertosa, quartiere arabo, chiesa madre, cappelle, resti del castello. Nelle zone vicine, Bosco di Montepiano, Castelmezzano, Parco di Gallipoli Cognato e delle Dolomiti Lucane
  • Come arrivare:Ottieni indicazioni
  • Dove dormire:Hotel e b&b a partire da €64,00 a camera - guarda le offerte

10 - Irsina

irsinaTra i paesi e borghi più belli in Basilicata, per concludere, vi è il borgo di Irsina. I punti di interesse sono la concattedrale di Santa Maria Assunta che conserva la cripta, il campanile dell'antica chiesa e una preziosa scultura di Sant'Eufemia di Andrea Mantegna. Degni di nota sono gli affreschi di scuola giottesca che si trovano in quello che in passato era il castello normanno di Irsinia, ora cripta di San Francesco.

Fate poi una passeggiata tra le vie del borgo, scoprirete la cosiddetta "Casa di conchiglie", interamente decorata con sassolini e conchiglie di mare. Da visitare il museo Janora, che espone più di 300 reperti che raccontano l'arte e la vita in questa terra.

Poco distante dalla città c'è, invece, il grande bosco di Verrutoli in cui ci si perde contemplando la rigogliosa natura e il Castello di Monteserico, da cui si può osservare una vista magnifica.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su