Corsica Natura Viaggi Paesaggio La natura è così variegata che regala paesaggi fantastici spaziando da montagne colorate ad aggrovigliati canyon e da cime innevate a cime vista mare. Quale modo migliore per scoprire questi magici luoghi incontaminati se non con zaino in spalla, attrezzatura e qualche provvista? ll trekking è un'attività escursionistica molto praticata per andare alla scoperta delle meraviglie che il luogo offre e fare una classifica dei posti migliori non è per niente facile come non lo è ordinarli in base alla bellezza. Il bello, si sa, è un fattore soggettivo e personale, tuttavia ci siamo basati sulle opinioni comuni di chi ha vissuto queste esperienze in prima persona e siamo pronti a farvi scoprire quali sono i trekking più belli del mondo!

NB: La seguente classifica è frutto di un sondaggio che ha coinvolto oltre 10.000 utenti della community, chiamati ad esprimere 3 preferenze fra gli oltre 100 percorsi trekking precedentemente selezionati dalla redazione.

10 - GR20, Francia (970 voti)

gr20 corsica Iniziamo da una meta Europea e molto vicina all'Italia. Ci troviamo in Corsica, dove GR sta per Grande Randonnee, ovvero un sentiero a lunga percorrenza, in questo caso di una lunghezza di ben 180 km il cui tempo medio per completarlo va dai 12 ai 15 giorni.

Con questo percorso si attraversa l'isola francese da nord-ovest a sud-est, praticamente da Calenzana a Conca, passando per le montagne del Parco Naturale Regionale fino a costeggiare il litorale. I panorami di questo trekking sono davvero spettacolari con scenari montuosi incredibili e viste mozzafiato sulle non lontane coste italiane. Tuttavia, oltre alla bellezza paesaggistica, c'è da menzionare anche il dislivello il quale lo rende un percorso abbastanza difficile, ideale soprattutto per escursionisti esperti. Si parte infatti da 275 metri sul livello del mare fino a raggiungere i 2.200, per poi sul finale scendere a 252.

9 - Valle di Markha, India (1005 voti)

valle di markha india Si trova nel nord dell'India, nel territorio di Ladakh che fa parte del sistema montuoso dell'Himalaya. La valle è uno dei posti più belli e interessanti di tutta la catena montuosa, attraversata dall'omonimo fiume. Il luogo è ricco di paesaggi selvaggi di indiscutibile bellezza, inoltre ciò che lo rende affascinante è che è scarsamente popolato da esseri umani e ricco invece di animali locali quali i lama. Inoltre durante il percorso si incontrano villaggi rurali quasi abbandonati e alcuni tra i più antichi monasteri della regione.

Questo trekking dura dagli 8 ai 10 giorni e raggiunge una quota di 5.500 metri, tuttavia ha una difficoltà media rappresentata non tanto dal percorso stesso quanto dall'autosufficienza necessaria in fatto di vitto e alloggio. Nella valle infatti non ci sono punti d'appoggio e il più delle volte si parte in compagnia di un cavallante che fa da guida e nel frattempo si occupa di tutto. Si, forse un trekking un pò estremo ma ne vale certamente la pena per le viste panoramiche sui paesaggi montuosi e rocciosi tutti intorno!

8 - Pays Dogon, Mali (1097 voti)

pays dogon In Africa esistono milioni di gruppi etnici, tra i quali ci sono i Dogon che hanno fatto di Pays Dogon il loro territorio. Questo si estende tra un altopiano e una zona pianeggiante, ed è senza dubbio la zona più turistica del Paese per via del ricco patrimonio culturale e naturale, qui si incontrano tantissimi templi e santuari dedicati alla religione locale.

Questo trekking dura 2 giorni, partendo dal fiume Niger e addentrandosi in uno scenario di terra rossa, tipico africano. Si attraversano strade deserte e grotte fino a giungere al villaggio vero e proprio dove risiede questo popolo. Quì si trova un'imponente formazione rocciosa, la Falesia di Bandiagara, sotto la quale si possono ammirare le tipiche case di arenaria rossa col tetto di paglia e fango. Uno spettacolo indescrivibile e indubbiamente uno di quei casi in cui le parole non rendono giustizia a ciò che davvero vi aspetta!

7 - Rainbow Mountain, Perù (1112 voti)

rainbow mountain Chi non ha mai visto una foto della Rainbow Mountain? Certamente uno dei posti più fotografati e postati sui social! Nel sud del Perù, vicino alla città di Cusco, si trova Vinicunca, la famosa montagna arcobaleno sulla catena delle Ande la cui fama deriva proprio dalle caratteristiche striature verticali e parallele di 7 colori diversi date da minerali quali zolfo, rame, granito ecc.

Una montagna che senza dubbio incuriosisce parecchio, tuttavia il trekking per raggiungerne la cima non è affatto semplice e adatto a tutti. La montagna è alta 5.200 metri e il tempo stimato per la risalita è intorno alle 4 ore tra tratti ripidi e altri pianeggianti che danno un leggero sollievo alle gambe. Tra i 4.000 e i 5.000 metri di quota inoltrela respirazione potrebbe risultare pesante, infatti alcuni potrebbero aver bisogno di apposite mascherine, ma raggiungere la colorata cima e la vista che vi attende sulla valle sono un ottimo motivo per non mollare e portare a termine questo spettacolare trekking.

6 - Grand Canyon Rim Trail, USA (1199 voti)

grand canyon E' tra i trekking più rinomati al mondo e conduce al Grand Canyon, in Arizona, rendendolo così uno dei più belli e affascinanti del mondo.
Il Grand Canyon è un'immensa gola lunga ben 446 metri, profonda 1.857 metri e con una larghezza variabile da 500 metri a 29 km, creata nel corso di migliaia di anni dal fiume Colorado che ha eroso, scavato e modellato le rocce dando vita ad un vero e proprio spettacolo della natura.

Seguendo questo percorso si va da South Kaibab a Hermit's Rest, 21 km di panorami spettacolari sulle particolari formazioni rocciose del canyon di colore rossastro. Molteplici sono le opzioni escursionistiche, tra le quali la più diffusa di una sola giornata, indicata per tutti, anche per i trekkers meno esperti.

5 - Overland Track, Australia (1207 voti)

overland track In Australia, ma precisamente nella Tasmania, l'Overland Track è un percorso di 65 km che attraversa il Parco Nazionale Cradle Mountain fino al Lake St Clair. Camminando si attraversano paesaggi di vario genere e diversi tra loro quali montagne glaciali, foreste pluviali, fiumi e pianure ed è proprio questa la peculiarità di questo trekking.

La passeggiata non è impegnativa purché ci si attrezzi di tutto il necessario considerando che per completarla servono in media 5 o 6 giorni e, volendo, si può allungare di un'ulteriore giornata se si sceglie di fare anche il giro intorno al lago. E' possibile pernottare all'interno del parco, durante i giorni di trekking, in una serie di caratteristiche capanne, molto comode, che contribuiscono a rendere l'esperienza unica ed indimenticabile.

4 - The Narrows, USA (1250 voti)

the narrows Un bellissimo canyon statunitense, all'interno dello Zion National Park, nello Utah.
Si tratta infatti di una gola molto stretta nella quale scorre il fiume Virgin River tra altissime pareti rocciose di colore rosso. Questa volta non è un trekking dalle visuali panoramiche bensìun sentiero a bassa quota che segue il corso del fiume, all'interno del fiume stesso! Il percorso si estende per quasi 13 km dal Tempio di Sinawava a Big Springs ed è fattibile in una giornata intera. Ovviamente il periodo consigliato per questa escursione è l'estate, al massimo l'inizio dell'autunno, per via del livello dell'acqua il quale durante l'inverno aumenta richiedendo l'utilizzo di una muta integrale. Nei periodi indicati invece si può affrontare tranquillamente con dei pantaloncini corti e star tranquilli di non avere mai l'acqua al di sopra della vita.

3 - Inca Trail, Perù (1271 voti)

machu picchu inca trail E' tra i trekking più belli, questo percorso peruviano che conduce al sito archeologico UNESCO Machu Picchu, ovvero le rovine di un'antica città del popolo Inca situate a quota 4.200 metri. Questo trekking avviene sulla catena montuosa delle Ande e può durare 1 o 2 giorni in base al sentiero che si sceglie di percorrere tra le 3 opzioni di varia difficoltà: Mollepata, Classic e One Day.

Qualsiasi sia la via che sceglierete, l'Inca Trail ripaga al meglio ogni sforzo, non solo al raggiungimento dello straordinario capolinea con vista su Machu Picchu, ma anche durante il percorso stesso ricco di insediamenti, tunnel e altre rovine, oltre al fatto che si attraversano diversi ambienti naturali passando ad esempio dalla foresta pluviale alla tundra alpina.

2 - Cerro Chalten, Argentina (1283 voti)

cerro chalten E' uno dei trekking migliori dell'Argentina e anche di tutto il mondo: è conosciuto anche come Monte Fitz Roy. Nell'estremo sud dell'America Latina si trova la straordinaria regione della Patagonia ed è quì che si trova il Cerro Chalten, precisamente al confine tra Argentina e Cile, e tra il Parco Nazionale Los Glaciares e il Parco Nazionale Bernardo O'Higgins.

Questo trekking vi porta ad una quota di 3.405 metri dove regala una spettacolare vista panoramica composta da cime appuntite ed innevate e la visuale dall'alto sulla Laguna de Los Tres, un lago dal colore cristallino. I percorsi per raggiungere la vetta sono vari e con diverse difficoltà, ma tutti messi in sicurezza e con le dovute segnalazioni, pertanto non occorre necessariamente una guida e si può fare andata e ritorno nell'arco di un'intera giornata.

1 - Campo Base dell'Everest, Nepal (1301 voti)

campo base everest Non è il luogo d'arrivo di un percorso, bensì il trekking stesso. L'Everest fa parte della catena montuosa Himalaya ed è la sua cima più alta ma anche la più alta al mondo con ben 8.848 metri d'altezza, situata tra il Nepal e la Cina.
Il campo base è un itinerario impegnativo che termina a quota 5.364 metri, ai piedi del Ghiacciaio Khumbu per il quale infatti partono proprio da quì spedizioni guidate ancora più impegnative.

Questo percorso richiede un tempo di percorrenza tra gli 8 e i 10 giorni, prendendosi il tempo necessario per riposarsi e rifocillarsi lungo il cammino presso le diverse strutture rurali che si incontrano. Molti scelgono di farsi accompagnare da uno sherpa, etnia del luogo, per avere, oltre che una guida esperta, anche un'esperienza culturale. Raggiunto il campo base non si può che rimanere seduti in silenzio ad ammirare nella totale pace circostante, una bellissima cornice fatta di cime altrettanto alte, innevate e incontaminate.