Seconda metropoli del Brasile dopo San Paolo, Rio de Janeiro è una città con oltre 6 milioni di abitanti, caratterizzata da una struttura urbana unica nel suo genere. Ciò che colpisce maggiormente è la sua netta contrapposizione tra ricchezza e povertà, tra meravigliosi quartieri con grattaceli moderni e costosi, e favelas, i famosi quartieri fatiscenti abitati dal ceto più povero. Trascorrere qualche giorno a Rio significa immergersi nella vita di mare grazie alle sue belle spiagge, nella natura per ammirare foreste e montagne ma anche vivere i quartieri centrali più tipici con palazzi, musei e chiese. Un viaggio in una cultura unica e speciale.

Scopriamo insieme cosa vedere a Rio de Janeiro, quali sono le migliori attrazioni e le cose da fare assolutamente!mappa principali attrazioni rio de janeiro

Cerchi un hotel a Rio de Janeiro? Abbiamo selezionato per te le migliori offerte su Booking.com.

1 - Cristo Redentore

brasile rio panorama turismo ocean 1 2cristo redentore rio de janeiro follaSimbolo di Rio e di tutto il Brasile, proclamato Patrimonio Unesco dell'Umanità, il Cristo Redentore è un vero e proprio monumento leggendario famoso in tutto il mondo. Si tratta della terza statua più grande del pianeta, nonché della più grande e famosa scultura Art Deco esistente. La statua, sviluppata dal 1926 al 1931 dall'ingegnere Heitor da Silva Costa, raffigura Gesù Cristo a braccia aperte e tese, come se volesse abbracciare l'intera città.

Situata nel Parco Nazionale di Tijuca ed alta ben 38 m, la statua si affaccia dalla cima del Corvocado, la più celebre collina di Rio, a ben 710 m di altezza. Arrivati in cima, si ammira un panorama incredibile, unico nel suo genere: di fronte il Pan di Zucchero e la costa con la baia di Guanabara, seguendo il braccio destro si scorge il Lago Rodrigo de Freitas, l'ippodromo, il Giardino Botanico e Ipanema e Leblon, mentre il braccio sinistro punta verso la parte nord di Rio con il Maracanà e l'aeroporto.

Ai piedi del monumento c'è una targa dedicata a Guglielmo Marconi, poiché nel 1931 con un impulso radio inviato da Coltano, in provincia di Pisa, Marconi fece accendere le lampade che illuminano il monumento. Nella cappellina alle spalle del monumento vedrete invece la statua di una Madonnina Nera. Si narra che dopo numerosi giorni di pesca infruttuosa alcuni pescatori raccolsero nelle reti il corpo della madonnina, al quale mancava la testa; rigettarono così nuovamente le reti, raccogliendo anche il volto della piccola statua che però era in mezzo a moltissimi pesci. Si gridò così al miracolo.

Scegli orari e mezzi: scegli se possibile una giornata soleggiata e non nuvolosa o densa di foschia e nebbia per riuscire a godere appieno dell'immenso e fantastico panorama. Gli orari migliori sono la mattina presto o qualche ora prima del tramonto. Ti consigliamo inoltre di raggiungere il Redentore con il treno a cremagliera, un trenino panoramico con biglietti a disponibilità limitata, pertanto assicurati di aqusitare il biglietto online.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: con il treno a cremagliera. La stazione capolinea del trenino si trova in Rua Cosme Velho 513, raggiungibile tramite i mezzi pubblici (arrivare fino alla stazione metro Largo do Machado, poi prendere l'autobus 422 o 498). Disponibile anche il servizio minibus da Largo do Machado, Copacabana , Centro Visitatori in Estrada das Paineiras e Barra da Tijuca - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 8:00-19:00 / trenino in servizio 8:00-19:00, bus navetta 8:00-18:00
  • Costo biglietto: trenino con ingresso 79,00 BRL (€17,80), ridotto 51,00 BRL (€11,44) / Minibus da 30,00 BRL (€6,70) a 106,00 BRL (€23,80)

2 - Pan di Zucchero

rio de janeiro brasile 2Il Pan di Zucchero, o Pão de Açúcar, è uno dei tanti morros cittadini, cioè le colline di granito coperte da vegetazione, ma questo è sicuramente il più famoso sia perché si raggiunge con la suggestiva funivia che fu inaugurata nel 1912, la prima in Brasile e la terza nel mondo e poi perché da qui si gode un panorama mozzafiato.

La funivia collega il Morro da Urca al Pan di Zucchero e dalle cime delle due colline si scopre un paesaggio straordinario della città, con l'ingresso al Botafogo, il bordo di Copacabana e l'ingresso della baia di Guanabara. Questa collina è un monolite di 396 m che si è formato circa 600 milioni di anni fa, quando il continente Africano si è separato da quello dell'America del Sud, e fu proprio alla base di questa montagna che nel 1565 venne fondato il primo insediamento di coloni che crearono Rio.

Si narra che il nome derivi dalla ricca produzione di canna da zucchero del XVI e XVIII secolo e dalle forme coniche che esso assumeva durante la sua fabbricazione tradizionale; secondo altri invece il suo nome è collegato alla parola indigena che significa alta collina.

Come arrivare alla cima: se sei sportivo, raggiungi a piedi in circa 40 min il Morro da Urca attraversando un sentiero nella foresta che attraversa Pisa Clàudio Coutinho, dalla parte del mar di Praia Vermelha, e da qui prendi la funivia. Viceversa, prendi direttamente la funivia da Praia Vermelha, nella zona di Urca. Cerca comunque di salire sul Pan di Zucchero o alle prime ore del mattino, quando ancora non c'è molta folla, o al tramonto, quando l'intera baia di Rio de Janeiro si illumina con i colori più belli, in attesa della notte. In ogni caso, consigliamo di acquistare il biglietto per la funivia online per evitare di perdere tempo alle code.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: la partenza della funivia si trova in Av. Pasteur 520. Dal quartiere Lapa nel centro di Rio con il bus 433 (45 min); linee 107, 513, 581 e 582 fermano a 3 min a piedi dalla funivia. Si può anche arrivare in taxi o con Uber (costo medio 15,00 BRL/€2,40, 12 min). Da Praia Vermelha, tram diretto (107, 513, 581) fino alla collina di Urca (20 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: servizio funivia da Praia Vermelha partenze 8:10-20:00, da Morro da Urca 8:20-20:20. Partenze ogni 20 min
  • Costo biglietto: intero 110,00 BRL (€24,70), ridotto 55,00 BRL (€12,35), fino a 5 anni gratis

3 - Copacabana

rio vista da sugarloaf copacabanario copacabana people soccer footballLa spiaggia più famosa di Rio de Janeiro, ma anche una delle più conosciute a livello mondiale per la sua bellezza paesaggistica è Copacabana. Lunga ben 3,4 km, parte dal Forte di Copacabana fino all'Avenida Princesa Isabel ed è incorniciata dalle montagne e dalla distesa di mare. Situata nell'omonimo quartiere a sud della città, rappresenta uno dei principali punti di ritrovi per i locali, e nonostante si tratti di una zona dove è ancora molto diffusa la criminalità, conserva un notevole fascino grazie ai suoi piccoli bar all'aperto "botecos", ai ristoranti, agli hotel, tra cui il famoso Belmond Copacabana Hotel, e alla movida che si riversa lungo i viali.

Copacabana è famosa soprattutto per il Capodanno brasiliano, dove la gente si veste di bianco, colore che per i brasiliani è segno di buon augurio, pace, fortuna e prosperità per l'anno nuovo. La tradizione pare provenire da antiche tradizioni afro-americane che continuano ad essere fortemente sentite in tutto il Brasile. Oltre agli abiti bianchi, è rigoroso che l'intera spiaggia sia illuminata da innumerevoli candele.
Tra gli altri eventi famosi che si svolgono qui menzioniamo anche i mondiali di Futebol de Areia e diversi tornei di beach volley.

Si trova a sud est di Rio. Si raggiunge dalla Carioca Metro Station, vicina al quartiere Lapa, con le linee L1, L4 fino alla stazione "Siqueira Campos"(25 min) o con i bus 2020 e 442 (1 h). In alternativa, Uber (12 min, 18,00 BRL/€2,80) - Ottieni indicazioni

Goditi la spiaggia di giorno: il mare di Copacabana non è di certo tra i più limpidi e cristallini al mondo, ma il suo intrattenimento e il suo fascino ti conquisterà sicuramente a suon di tuffi, sole e caipirinha! La zona infatti è divenuta famosa nel 1923 con l'apertura dell'Hotel Copacabana Palace, che inaugurò l'età d'oro di questa zona, luogo di evasione tropicale per ricchi e famosi. Sebbene la sera sia illuminata e frequentata anche dalla polizia, si sconsiglia di frequentare la spiaggia.

4 - Praia de Ipanema

beach mare tramonto crepuscoloipanema rio beach soccerUna delle più famose e imperdibili spiagge a Rio de Janeiro, resa ancora più famosa grazie alla celebre canzone stile bossa nova "Garota de Ipanema" di Tom Jobim e Vincius de Morais. Un mix di allegria e spensieratezza unica che vi trasporterà direttamente nel tradizionale stile di vita carioca.

La spiaggia è lunga 2 km, dall'Arpoador fino al Giardino Alah. Insieme a Copacabana, è uno dei punti di ritrovo più gettonati per giovani e turisti da tutto il mondo grazie alla presenza di numerosi locali e spazi per eventi e spettacoli, ma anche per praticare surf, pallavolo e calcio.

La spiaggia di raggiunge dalla Uruguaiana Station, nel centro di Rio vicino al quartiere di Lapa, prendere la metro L1, L4 e scendere alla fermata di General Osório (20 min). In alternativa, con Uber si impiegano circa 18 min, ma dipende sempre dal traffico (in media 24,00 BRL/€3,80) - Ottieni indicazioni
VEDI ANCHE: Le 10 spiagge più belle di Rio de Janeiro

Scegli il "posto" più adatto a te: il "Posto 9", al centro della spiaggia, è il punto di ritrovo più importante per i giovani più alternativi e per ammirare corpi statuari. Questa zona è conosciuta anche come "Cemeterio dos Elefantes", perché qui si ritrovano molti hippy e artisti. La parte di lido che si estende di fronte a Rua Farme de Amoedeo è frequentata soprattutto dalla comunità gay, mentre il "Posto 8" dai ragazzini che provengono dalle favelas. Se vuoi praticare il surf, la zona dell'Arpoador è quella ideale, e dal suo promontorio si assiste a un tramonto spettacolare con il magico sfondo del mare cristallino e dello splendido profilo del Morro Dois Irmãos.

5 - Favela Rocinha

favelas edifici tettoiefavela rocinha dall altoNon si tratta soltanto della più grande favela di Rio de Janeiro ma, probabilmente, della zona più estesa e popolosa dell'intero continente latinoamericano. Rocinha si presenta come un vero e proprio concentrato di casupole che si estende sull'intera fiancata della montagna, un tipo di favela chiamata morros, diversamente da quelle sorte in pianura. Precisamente si trova nella zona sud di Rio de Janeiro, nei pressi dello svincolo per i quartieri più ricchi della città, Gàvea e Barra de Tijuca. Di fronte alla favela si trova il ricco quartiere di São Contrado, dove i grandi palazzi dei ceti medio-alti si contrappongono in maniera paradossale alla povertà e alle costruzioni nettamente più basse, vere e proprie catapecchie costituite da minuscoli vicoli, i cosiddetti becos.

Qui vicino circa 300.000 persone a cui lo stato non fornisce alcun servizio: niente istruzione, niente sanità niente elettricità o acqua; pertanto i cittadini se li prendono. L'intento di tutti i governi è che gli abitanti delle favelas se ne vadano da qui, in cambio lo Stato gli darebbe una casa in periferia, ma loro non vogliono andarsene perché il loro lavoro è in città e oltre all'abitazione in periferia non avrebbero comunque né trasporti, né scuole, né lavoro.

Come e perché visitare una favela? Per rendersi conto della realtà della vita di milioni di persone e per contribuire ad aiutare i bambini. Rochina, come altre favelas, va assolutamente visitata solo in compagnia di guide, prenotando un tour guidato, e i proventi servono in gran parte per finanziare asili, scuole e fare opere di solidarietà. Le visite si svolgono la mattina o comunque nelle ore di luce per evitare di trovarsi in situazioni spiacevoli.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: nella parte sud di Rio e si raggiunge dal centro, quartiere Lapa, con la metro stazione Carioca linee L1 - L4 fino alla stazione di Sao Conrado (50 min), poi a piedi in 18 min. Da visitare solamente con tour organizzati - Ottieni indicazioni
  • Orari: in base al tour organizzato, generalmente della durata di 4 h
  • Costo biglietto: in base al tour organizzato, generalmente da €28,00

6 - Jardim Botanico

jardim botanico rio de janeiroFoto di Cyro A. Silva. A Rio, ai piedi del Corcovado e all'estremità della Laguna Rodrigo de Freitas, si trova uno dei più importanti giardini botanici del mondo, un autentico e imperdibile scrigno naturale che venne fondato ne 1808 da Dom Joao VI. Con una superficie totale di 137 ettari, al suo interno possiede rare collezioni di bromeliacee, orchidee e un'interessante esposizione di alberi secolari e piante esotiche provenienti da tutto il mondo, come la noce moscata, il pepe, la cannella e tante altre spezie originarie delle Indie orientali. Molto interessante anche il giardino stile giapponese con cascate, laghetti con carpe, piante di bambù, bonsai e ciliegi.

Invece, una zona del Giardino botanico è completamente selvaggia, e fa parte della foresta di Tijuca, che si estende fino alle pendici del monte Corvocado. Qui vi suggeriamo di passeggiare immersi nella flora della tipica foresta tropicale tra laghetti, scimmie urlatrici, tucani e splendide e coloratissime farfalle. Non potrete fare a meno di essere catturati dall'immenso splendore di questa irrinunciabile tappa del nostro viaggio.

Visitalo durante la settimana: il giardino è tranquillo e poco affollato durante la settimana mentre nei week end vede un via vai di famiglie e coppiette. Se vuoi concederti un po' di relax nel grazioso caffè che si trova nel giardino, consigliamo di portare un repellente contro gli insetti se non vuoi essere divorato.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Rua Jardim Botanico 920, a sud ovest di Rio. Si raggiunge dal centro, quartiere Lapa, in 50 min con metro da Cinelandia linea L1 e L4 fino a Botafogo, da qui con il bus azzurro Botafogo-Gavea fino al Giardino. Nelle vicinanze del Giardino si trova la Lagoa Rodrigo de Freitas - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 8:00-17:00
  • Costo biglietto: intero 15,00 BRL (€3,40), ridotto 7,50 BRL (€1,70)

7 - Parcque Nacional de Tijuca

rio de janeiro vista panoramaIl Parque Nacional de Tijuca, o Foresta di Tijuca, è ciò che rimane della foresta pluviale atlantica che un tempo circondava Rio in ogni lato. Creata nel 1861 dall'imperatore Pedro II per riuscire ad arginare il problema della deforestazione causata dalla coltivazione della canna da zucchero e del caffè, oggi si estende su una superficie di 120 kmq caratterizzati da vette elevate, sentieri montuosi, torrenti, cascate e alberi.

Tra le attrazioni da non perdere vi sono il Pico da Tijuca, il Pico do Papagaio e il Taunay Cascatinha. Il primo è il punto più alto di tutto il parco ed è raggiungibile attraverso un ripido e avventuroso sentiero (praticabile anche dai principianti), dalla cima si può ammirare un magnifico panorama della città, che ingloba anche la Baixada Fluminense il ponte Rio-Niteròi. Meritano una visita la Cascata Gabriela, la Cascata Diamantina e la Cascatinha Taunay, oltre alle numerose grotte come quella di Luis Fernandes e quella di Paulo e Virginia.

Un altro punto imperdibile è il Centro Visitatori, con la sua mostra permanente chiamata "Una foresta nella metropoli". Si tratta di uno spazio didattico e interattivo per promuovere l'utilizzo consapevole delle aree pubbliche e delle sue risorse. Un'esperienza emozionante ma anche altamente istruttiva.

Organizza la visita: i carioca consigliano di visitare questa zona nei week end, quando è più frequentato per evitare di incorrere in rapine a mano armata. In alternativa, per essere più tranquillo, ti consigliamo di fare un tour guidato tra Foresta e Giardino Botanico. In alternativa, c'è anche il tour in jeep.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: nella zona ovest di Rio, l'ingresso è sito in Estr. da Cascatinha 850. Si raggiunge facilmente in auto o uber in 40 min dal centro storico (zona Lapa). In alternativa bus 221, 233 e 234 da Uruguaiana Station o metro L1,L4 fino a "Seans Pena", poi bus per Barra da Tijuca - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 8:00-17:00
  • Costo biglietto: gratis, escursioni guidate a pagamento

8 - Sambodromo

rio de janeiro carnevaleEmblema del famosissimo Carnevale di Rio de Janeiro, il Sambodormo, il cui nome ufficiale è Passarela Professor Darcy Ribeiro, è una struttura architettonica fissa costruita per ospitare manifestazioni in forma di parata. Ha una forma che si sviluppa in senso longitudinale per circa 700 m ed è costeggiato per tutta la sua lunghezza da spalti atti a ospitare gli spettatori. Luogo in cui si svolgono molti eventi e manifestazioni nel corso dell'anno, è senz'altro più famoso per essere il posto dove sfilano le Scuole di Samba di Rio de Janeiro durante il carnevale.

E' stato costruito nel 1984 su progetto dell'architetto Oscar Niemeyer per ovviare alle problematiche che incontrava la città ogni anno in occasione del carnevale. Se vi trovate a Rio per il Carnevale non perdetevi le famose parate, ovviamente acquistando i biglietti mesi prima se volete assicurarvi un posto. Nei pressi del Sambodromo si trova anche il piccolo Museo do Carnaval che consente di ripercorrere la storia delle scuole di samba a Rio e di provare qualche costume.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Rua Marques de Sapucai, Cidade Nova. Si raggiunge a piedi dal centro storico, quartiere Lapa, in 27 min (2 km) oppure con la linea L1, L4 della metro fermata "Praca Onze". Nelle vicinanze il Campo de Santana (450 m, 5 min) e Praca da Apoteose (200 m, 2 min) - Ottieni indicazioni
  • Orari: in occasione degli eventi, come il Carnevale / Museo do Carnaval mar-dom 11:00-17:00
  • Costo biglietto: in base agli eventi / Museo gratis

9 - Quartiere Lapa

rio de janeiro citta urbano edificiUno dei quartieri più centrali e suggestivi della città, che ha vissuto giorni d'oro prima del XX secolo, quando era abitato da ricchi signori della borghesia. Oggi, sebbene molti palazzi del quartiere siano dismessi e la zona abbia vissuto periodi di decadenza, Lapa possiede un'anima particolare grazie anche alle opere di rinascita e rivitalizzazione degli anni '90. Il quartiere Lapa, al mattino, è un tranquillo viavai di abitanti e turisti che si aggirano nei caratteristici negozi di antiquariato ma, al calar del sole, si trasforma in un centro nevralgico di vita notturna con bar, ristoranti e discoteche aperte fino alla mattina.

A Lapa non potete perdere la visita degli Arcos do Lapa, costruiti in epoca coloniale per funzionare come acquedotto, oggi sono gli stretti binari sui quali viaggiano i caratteristici bondinhos, i treni elettrici che collegano Lapa al Quartiere di Santa Teresa.

Si trova nella parte est di Rio ed è un quartiere centrale, vicino a Santa Teresa. Servito dalle stazioni della metro "Carioca" e "Cinelandia" linee L3 e L4, dal tram L1 e L3 e da numerosi autobus. Nelle vicinanze la Scalinata Selaron (300 m, 4 min) e l'Aqueduto da Carioca (300 m, 4 min) - Ottieni indicazioni

Vivi la movida di Lapa: la sera le vie principali da frequentare sono Lavradio, Men de Sà e Riachuelo, dove si trovano famosi locali come il Circo Voador, con show musicali di ogni tipo, il Carioca da Gema con spettacoli dal vivo di samba, e il Rio Scenarium, che ingloba al suo interno antiquariato e intrattenimento di samba, coro, gafieira, MPB e forrò.

10 - Museo del Domani

il museo di domani museo domani rioIl Museo del Domani, nome originale Museu do Amanhã, è un'eredità delle Olimpiadi del 2016, che hanno voluto donare alla città una struttura futuristica dove scienza, arte, passato e presente si mescolano in maniera intelligente. La struttura, creata su un progetto di Calatrava, è completamente ecosostenibile, alimentata da pannelli solari e raffreddata dall'acqua della baia. Si trova nell'area di Porto Maravilha e ha la forma di una astronave adagiata su 30.000 mq dove ci sono anche piscine, piste ciclabili e aree ricreative.

All'interno del museo vero e proprio si distinguono tre filoni narrativi: il rapporto tra il cosmo e la terra, la formazione della materia e della vita fino alla nascita del pensiero ed infine il comportamento umano e l'etica. Si tratta di un'esposizione che spinge i visitatori ad una riflessione sul futuro del pianeta, il tutto con una vista sulla baia di Guanabara, un'ecosistema alterato dall'uomo. All'uscita i video e le schede informative propongono soluzioni per preservare la salute ambientale della baia, della città e delle aree del Brasile che purtroppo stanno subendo troppi danni.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Praça Mauá 1, a nord di Rio, nella zona portuale. Si raggiunge dal centro storico, quartiere Lapa, a piedi in 30 min (2,5 km) oppure con la metro L1, L4 fino a Uruguaiana Station, poi a piedi per 1 km. Nei pressi si trova anche il Boulevard Olimpico - Ottieni indicazioni
  • Orari: mar-dom 10:00-18:00, lun chiuso
  • Costo biglietto: intero 20,00 BRL (€3,00), ridotto 10,00 BRL (€1,50)

11 - Cattedrale Metropolitana di Rio

chiesa cattedrale panoramaNel pieno centro storico di Rio si trova questo eccentrico edificio religioso intitolato a Sao Sebastiao, la Cattedrale Metropolitana, chiesa madre dell'Arcidiocesi di Rio. La struttura di forma conica con un diametro di 106 m e un'altezza di 96 m è molto particolare e moderna e l'interno, con circa 20.000 posti, è caratterizzato da statue, affreschi e diverse opere d'arte.

Costruita in 12 anni, è stata consacrata nel 1976 e ciò che colpisce particolarmente sono le 4 vetrate colorate che arrivano fino al soffitto, per un'altezza complessiva di 60 metri. Nel seminterrato della cattedrale, poi è possibile visitare il Museu de Arte Sacra, un'esposizione interessante di reperti storici tra cui spiccano il fonte battesimale utilizzato durante i battesimi dei principi reali e il trono di Dom Pedro II.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Av. Chile 245, nel quartiere Lapa. Si raggiunge facilmente a piedi, nelle vicinanze il Teatro Municipal (150 m, 2 min), gli Archi di Lapa (150 m, 2 min) e la scalinata Selaron (400 m. , 5 min). Fermata metro di riferimento "Carioca" - Ottieni indicazioni
  • Orari: tutti i giorni 7:00-17:30
  • Costo biglietto: gratis

12 - Scalinata Selaròn

escadaria selaronFoto di Adelano Lázaro. Tra via Joaquim Silva a Lapa e Via Pinto Martins, nel quartiere di Santa Teresa, a soli 5 min da Arcos da Lapa, si trova questa bellissima "escadaria" (scalinata), iniziata nel 1990 dall'artista Jorge Selarón, diventata poi una vera e propria opera d'arte ricca di significati nascosti.

Rivestita da circa 2 mila piastrelle, mattonelle e azuleyos provenienti dal Brasile e da diversi angoli del pianeta, è lunga 125 m e larga 4 m con 215 gradini, costeggiati da vasche da bagno laterali che fungono da vasi per lussureggianti piante. Sembra di trovarsi in un emozionante e stravagante quadro ricco di vivaci colori. Come lo stesso Selaron affermava: "Si tratta di un insieme di colori, disegni e storie di tutto il mondo".

Si trova tra via Joaquim Silva a Lapa e Via Pinto Martins a Santa Teresa, si raggiunge da entrambi i quartieri a piedi. La fermata della metro più vicina è "Cinelandia" a 750 m. Nelle vicinanze l'Aqueduto da Carioca (300 m, 4 min) e la Catedral Metropolitana (450 m, 5 min) - Ottieni indicazioni

rio de janeiro scalinata selaronScopri la storia della scalinata: potrà sembrare strano, ma per realizzare quest'opera non sono stati impiegati soldi pubblici. L'unico ad occuparsi di questa scalinata è stato l'artista cileno che inizialmente cominciò il lavoro come progetto collaterale alla sua passione principale, la pittura, ma che ben presto divenne per lui un'ossessione. Per potersi autofinanziare vendette tutti i suoi dipinti e si trasformò in artista di strada, disposto a vendere uno schizzo veloce per pochi centesimi pur di ricavare soldi per finire la sua scalinata. Un imperdibile simbolo di Rio de Janeiro che, data l''eccentricità artistica, è stato anche scelto come location di videoclip di artisti come U2 e Snoop Dogg.

13 - Stadio Maracana

brasile rio panorama turismo ocean 1 1maracana football stadium brazil 1Sebbene visitare lo Stadio Maracana durante un incontro di "futebol" possa essere un'esperienza al limite della sicurezza, gli appassionati di calcio solitamente vogliono vivere questa esperienza. Questo stadio, ristrutturato nel 2014 in occasione della Coppa del Mondo, è famoso perché al suo interno vengono disputati alcuni degli eventi sportivi più importanti del mondo. Le partite si svolgono in tutti i mesi dell'anno, soprattutto il sabato e la domenica.

La particolarità di questo stadio è di avere 20.000 posti coperti nel primo anelli, che nel 1948 furono venduti come abbonamenti speciali per finanziare il progetto e ancora oggi danno diritto ai possessori di assistere agli eventi gratuitamente. Nello stadio è presente anche il Museo dello Sport, dove sono raccolte immagini, foto, trofei e alcune divise dei più grandi campioni del calcio, tra cui la maglia 10 di Pelè.

Visita lo stadio con un tour: ovviamente, gli interni dello stadio sono visitabili solamente tramite tour organizzato. Appassionato o no, ti consigliamo di fare un tour di 3 ore dietro le quinte del Maracanà, dove verrai accompagnato da una guida per scoprire gli spogliatoi, la sala stampa, le panchine dei giocatori e scattare foto a bordo campo. Verrai poi condotto nella sede del Regatos do Flamengo Futebol Club e ti verranno svelati i segreti di questa famosa squadra brasiliana. Infine, potrai fare acquisti nello store ufficiale Flamengo.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in AV. Maracana, Sao Cristovao, a nord ovest della città. Si raggiunge dal centro storico, quartiere Lapa, fermata "Rua Teixeira de Freitas proximo" con bus 238, 433 e 464 (20 min); o con metro L1, L4 da "Cinelandia" fino a "Sao Francisco Xavier", poi a piedi per 1 km - Ottieni indicazioni
  • Orari: in base agli eventi e ai tour / Museo lun-ven 9:00-17:00
  • Costo biglietto: in base agli eventi / Tour da €37,00 / Museo dello Sport 50,00 BRL (€7,70)

14 - Quartiere Santa Teresa

rio de janeiro brasile santa teresaQuesta zona deve il suo nome al convento di Suore Carmelitane che venne fondato proprio qui nel 1750 e nel corso degli anni divenne la zona più chic di Rio, abitata da famiglie benestanti, artisti e intellettuali. Soprannominato la Montmatre di Rio, Santa Teresa è caratterizzato da stradine in pendenza, casette irregolari e la spettacolare scalinata di Selaròn.

Merita una visita il Museu da Chacara do Ceu (6,00 BRL/€1,00 circa), che ospita una meravigliosa collezione di dipinti di Raymondo di Castro Maia, noto industriale e collezionista d'arte. Da non perdere anche il maestoso Palazzo Laurinda Santos Lobo, importante luogo culturale dove si tengono concerti e mostre d'arte. Altra tappa è il Museo Casa de Benjamin Constant, residenza del 1860 dove si possono ammirare libri di valore, collezioni d'arte, manufatti e fotografie che raccontano la storia di Rio in quegli anni. Inoltre, in tutti i mesi dell'anno in questa zona vengono organizzate manifestazioni improvvisate e feste di strada, che lo rendono un luogo vivace ed affollato, soprattutto nei fine settimana.

Si trova nella zona del centro storico di Rio, si raggiunge a piedi dal quartiere Lapa in 20 min; in alternativa bus 014 che si ferma in diversi punti del quartiere o con il panoramico Bonde che parte dalla stazione di "Rua Lelio Gama" vicino alla metro "Carioca" linea L1,L4, L2 - Ottieni indicazioni

la bonde santa teresa rio de janeiroFoto di Henrique Freire / GovRJ. Fai un giro sullo storico La Bonde: si tratta della linea tranviaria del quartiere, costruita nel 1896 e che, ancora oggi, funge da unica linea tranviaria in città, una vera e propria attrazione turistica dalla quale ammirare un panorama spettacolare. Questi si dirigono verso gli Arcos do Lapa, risalgono Rua Joaquim Murtinho e raggiungono Largo di Guimaraes. Da qui una linea (Paula Matos) va verso nord ovest fino a Largo Das Neves, l'altra (Dois Irmaos) va verso sud e termina vicino al bacino idrico di Dois IRmaos. Attivo 7:00-22:00, biglietto a/r 20,00 BRL (€3,00).

15 - Museo di Arte Contemporanea

brasile museo d arte rio de janeiroTra le attrazioni da non perdere a Rio segnaliamo questo importane Museo di Arte Contemporanea (MAC) sito a Niteroi, una città nell'area urbana di Rio. La struttura, la cui forma ricorda quella di un disco volante installata su una grande vasca circolare come se fosse un fiore di loto, si trova su un promontorio affacciato sull'oceano, è stata progettata dall'architetto brasiliano Oscar Niemeyer ed il museo è stato inaugurato nel 1996.

Suddiviso su 4 livelli collegati da una scala circolare interna, ha diverse sale espositive ed il nucleo principale della collezione conta 1.200 opere realizzate principalmente da artisti brasiliani. Il Museo organizza inoltre poi mostre temporanee, attività didattiche ed eventi speciali.

Una struttura unica nel suo genere: l'architetto che ha disegnato il museo, Oscar Niemeyer, ha progettato oltre 500 edifici costruiti in tutto il mondo ed è l'unico nel settore ad aver anche progettato un'intera capitale, Brasilia. Tra gli altri capolavori sparsi per il mondo la chiesa di San Francesco a Belo Horizonte; in Francia la Renault e la torre della Défence; ad Algeri la moschea, a Milano la Mondadori.

Info pratiche: indicazioni, orari e prezzi
  • Come arrivare: in Mirante da Boa Viagem a Niteroj, ad est di Rio. Dal quartiere Lapa 50 min. Da Praça XV si prende una barca della Compagnia Barcas S/A direzione Praça Araribóia ed in 20 min si raggiunge l'Estação das Barcas in Praça Araribóia, situata a Niterói. Da qui autobus 47B, direzione Museu/Boa Viagem - Ottieni indicazioni
  • Orari: mar-dom 10:00-18:00, lun chiuso
  • Costo biglietto: intero 10,00 BRL intero (€1,55), ridotto 5,00 BRL (€0,75)

Altre attrattive da visitare

rio de janeiro brasile viaggio rioRio è una città grandissima, una metropoli, non basterebbe un mese per visitarla tutta! Oltre ai quartieri già presentati, passeggiate anche per Botafogo, conosciuto principalmente per il calcio, ma che rappresenta un vero e proprio punto di ritrovo per i più giovani! Inoltre, la città è ricca di meravigliose spiagge: oltre a Ipanema e Copacabana non potete perdervi Praia Vermelha e Praia do Diabo (scoprite qui le spiagge più belle di Rio).

Se amate arte e cultura, potrete optare per diversi musei: il Centro Cultural Correios con mostre temporanee di artisti brasiliani e internazionali (gratis); il Centro Culturale Banco di Brasil (CCBB) dove è esposta una collezione di monete e francobolli (gratis); il Complexo Cultural da Marina (gratis); il Museo di Arte Moderna che ospita numerose opere d'arte moderna (14,00 BRL/€2,20); ed il Museo Nazionale delle Belle Arti, il paradiso per gli amanti dell'arte (gratis).

Se avete abbastanza tempo a disposizione, non potete perdervi delle escursioni di un giorno nei dintorni: da vedere assolutamente Petropolis, che ospita il famoso Museu Imperial (tour da Rio da €28,00). Non potete poi non trascorrere una giornata alla scoperta della meravigliosa costa nei dintorni della città, raggiungendo Angra dos Reis e Ilha Grande in motoscafo!

10 cose da fare a Rio de Janeiro

Scattare un selfie davanti al murales più famoso
Partecipare al Carnevale di Rio
Qualche ora in barca a Guanabara Bay
Trascorrere una giornata a Ilha Grande
Godersi un rifrescante Acaj
Ammirare il panorama da Vista Chinesa
Visitare la favela Vidigal e trekking ai Due Fratelli
Provare l'autentica feijoada
Scoprire l'arte urbana
Trascorrere qualche ora al Lagoa Rodrigo
1/10

  1. Scattare un selfie davanti al murales più famoso: si chiama "Etnias" ed è una parete alta 15 m e lunga 170, in cui sono raffigurati cinque volti di indigeni provenienti da cinque diversi continenti. Il murales è stato fatto in occasione delle Olimpiadi del 2016 ed è una analogia con i 5 anelli
  2. Partecipare al Carnevale di Rio: uno degli eventi più attesi al mondo, in cui tutta la città è in festa! Si tratta anche di uno dei periodi più costosi per visitare la città, ma ne vale assolutamente la pena. Programma e info qui
  3. Qualche ora in barca a Guanabara Bay: suggeriamo almeno mezza giornata in barca a vela su Guanabara Bay. In questo modo godrete di alcune delle più belle vedute di Rio de Janeiro, con la baia e il Pan di Zucchero torreggiante in lontananza, passando tra isole e fortezze della baia mentre navigate in acque idilliache. Info e costi qui
  4. Trascorrere una giornata a Ilha Grande: si tratta di una delle isole più belle del Brasile, che sta diventando sempre più amata dai turisti. Vista la sua distanza, vi consigliamo di raggiungerla con un tour in partenza da Rio, tutto incluso (info e costi qui)
  5. Godersi un rifrescante Acaj: si tratta di una particolare bacca con cui si fanno frullati, smoothie e gelati, che si sta pian piano diffondendo in tutto il mondo! E' il rimedio naturale più efficace per combattere le calde giornate brasiliane
  6. Ammirare il panorama da Vista Chinesa: si tratta di uno spettacolare belvedere panoramico, dal quale potrete avere una visuale completa di quasi tutta la metropoli! Uno dei punti panoramici più amati da tutti i turisti, non potete perdervela
  7. Visitare la favela Vidigal e trekking ai Due Fratelli: le cime del Dois Irmãos sono una delle escursioni più belle da fare a Rio. Partendo dalla favelas Vidigal, si sale per circa 40 minuti a piedi fino a raggiungere la vetta da cui si gode un panorama meraviglioso che si estende su Ipanema, Lagoa e sulla zona orientale meno conosciuta di Rio. Info e costi qui
  8. Provare l'autentica feijoada: si tratta di uno dei piatti tipici della cucina brasiliana, probabilmente quello più noto e rappresentativo. Uno dei migliori si trova al Bar do Mineiro, nel quartiere di Santa Teresa.
  9. Scoprire l'arte urbana: Rio de Janeiro è un vero e proprio museo a cielo aperto, con tutte le opere sparse tra le sue vie. Se siete amanti del genere, vi consigliamo di prendere parte ad un tour tra l'arte urbana della città. Info e costi qui
  10. Trascorrere qualche ora al Lagoa Rodrigo: nella zona sud di Rio, circondato da montagne, foreste tropicali e spiagge, il lago Lagoa Rodrigo de Freitas è un luogo perfetto per un po' di relax, per un giro in pedalò o per una biciclettata. Qui a Natale viene installato il più grande albero di Natale galleggiante che attira ogni anno migliaia di turisti.

Organizza il tuo soggiorno a Rio de Janeiro: consigli, voli e hotel

rio de janeiro brasil montagna 6Di certo Rio non è una destinazione da weekend. Solo il volo dura tra 14 e 21 ore circa, dall'Italia generalmente si fa scalo a Parigi o Amsterdam, ma si possono trovare anche diretti. Il costo difficilmente scende sotto €500,00 (confronta i voli).
A Rio il top è il nostro inverno, da dicembre a marzo, ma si può andare tutto l'anno.

La città è veramente enorme, la sensazione è quella di perdersi facilmente. Quindi organizzate bene la visita, gli spostamenti, e per un primo approccio, affidatevi a dei tour guidati, per individuare i punti di riferimento e conoscere a primo acchito la città insieme a una guida locale. Questo consiglio vale specialmente per visitare le favelas: non fatelo da soli.

Per l'utilizzo dei mezzi pubblici, acquistate RioCard Bilhete Único Carioca, la tessera prepagata e ricaricabile con sconti. La sera invece usate taxi e uber, è più sicuro. Gli alloggi non sono particolarmente cari, quindi meglio restare nelle zone centrali e ben collegate, come Santa Teresa o Ipanema (confronta gli alloggi su booking).
Per godervi la movida, c'è l'imbarazzo della scelta: Lapa e Santa Teresa sono ricchi di locali, aCopacabana e Ipanema si concentrano soprattutto discoteche, mentre a Botafogo abbondano pub e birrerie.

Per famiglie con bambini, i must sono la funivia per il Pan di Zucchero, il treno a cremagliera per il Cristo Redentore, la visita del parco di Tijuca, ma anche l'Acquario (100,00 BRL/€15,50), il Giardino botanico e i musei interattivi come il Museu del domani o il Museu das Imagem e do Som (gratis).