La mappa degli gnomi di Breslavia

Perché gli gnomi sono simbolo di Breslavia in Polonia? Quanti sono i piccoli ometti sparsi per la città e dove si possono vedere? Scoprilo nella mappa degli gnomi di Breslavia!

C'è una città in Europa in cui i padroni non sono gli uomini, bensì delle piccole entità simpatiche, accoglienti e costantemente impegnate nel fare qualcosa: si tratta di piccolo gnomi, e la città in questione è Wroclaw, italianizzata in Breslavia, nella Polonia Occidentale, vicino al confine con la Germania. Ma da dove arrivano queste fiabesche presenze che popolano la città? Perché sono diventate così popolari?

Il Simbolo di Breslavia

Il Simbolo di BreslaviaOrmai diventati una vera e propria attrazione turistica, gli oltre 170 gnomi (numero in continuo aumento) sparsi per tutta la città di Breslavia hanno origini storiche davvero particolari. Per capirle dobbiamo tornare negli anni '80.
VEDI ANCHE: LE 10 CITTA' PIU' COLORATE DEL MONDO
In quel periodo, in Polonia era ancora presente il comunismo, con forze dell'ordine molto severe e avverse a qualsiasi tipo di incontri segreti e di manifestazioni contro il regime. Come protestare dunque, se non in modo pacifico e assurdo? Ed è proprio l'idea che venne in mente a un gruppo di individui eccentrici, che decisero di dare vita a un movimento chiamato "Alternativa Arancione". La loro strategia? Usare il nonsense per evitare l'arresto da parte della polizia.
All'inizio questi pacifici oppositori iniziarono a esprimere il loro dissenso tramite graffiti dipinti sui muri della città, che però venivano costantemente dipinti di bianco da parte delle autorità cittadine. Venne dunque l'idea di passare a figure di gnomi sottoforma di statue: da allora il numero di gnomi non si è mai assestato, e ovunque si vada può capitare di incontrare uno gnomo che prende un gelato, uno gnomo che dà il benvenuto ai turisti, uno gnomo che va in bicicletta, uno gnomo che preleva a un bancomat. Insomma, gnomi sempre indaffarati, come solo loro sanno fare.
VEDI ANCHE: I LUOGHI DEI GIGANTI IN SICILIA
L'amministrazione stessa della città si è oramai affezionata a questi simpatici gnomi: già nel 2005 il sindaco si impegnò a fondo per continuare questa tradizione, assumendo Tomasz Moczek, un rinomato scultore polacco, affinché creasse 5 nuove statue che sarebbero state posizionate nelle principali zone turistiche della città vecchia.
"Alternativa Arancione", un ottimo esempio di un movimento pacifista perfettamente integrato nella propria città al punto tale da influire in modo decisivo sullo sviluppo turistico della stessa: oseremmo dire un caso più unico che raro.

La mappa degli Gnomi

Mostra MappaOra il problema è: come riuscire a vedere tutti gli gnomi presenti a Breslavia? L'impresa è ardua: all'ufficio turistico è possibile acquistare a soli 2 euro una guida con la mappa, ma il rischio è che essa non sia mai completa, a causa del continuo arrivo di nuovi piccoli amici. Ma c'è un'altra triste realtà che rende difficile l'aggiornamento delle mappe: alcuni gnomi sono di proprietà di aziende, e spariscono con esse se queste falliscono o si spostano, per cui alcuni gnomi si trovano ora in posti non accessibili al pubblico, come ad esempio uffici militari.
Il consiglio migliore per vedere gli gnomi di Breslavia? Abbandonare la mappa e passeggiare in modo spensierato per la città, stando sempre attenti a cosa accade in basso e poi, se si desidera, confrontare il proprio "record" di avvistamento gnomi con quello di altri amici.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su