Cosa vedere a Gand in un giorno

Aggiornato a Maggio 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 183 viaggiatori.
Cosa vedere a Gand in un giorno. Itinerario dei posti da non perdere assolutamente. Consigli utili per visitare Gand in 24 ore!

gand castelloFoto di Trougnouf (Benoit Brummer). A soli trenta minuti da Bruxelles, Gand è una splendida città fiamminga poco conosciuta. Ex capitale delle Fiandre e oggi centro culturale grazie alla sua prestigiosa università, è una tappa imperdibile per una gita di unico giorno da Bruxelles alla scoperta della storia e dell'architettura belga.
Ecco quindi qualche consiglio su cosa vedere a Gand in un giorno.

Itinerario di un giorno a Gand: Mattina

Mostra Mappa

1 - Cattedrale di San Bavone, Castello di Geeraard il Diavolo

cattedrale di san bavoneFoto di Mylius Iniziamo il nostro giorno nella parte est del centro storico, con la visita alla Cattedrale di San Bavone, il luogo di culto principale della città. La facciata della cattedrale è di chiaro stampo gotico e ha una struttura slanciata grazie all'alto campanile, che domina la piazza su cui si staglia. Fermiamoci in uno dei diversi chioschi della piazza e facciamo colazione con un buon gauffre, il nome belga per chiamare il waffle, che potranno costare dai €4,00 ai €6,00 a seconda del topping scelto.

Dopo colazione entriamo dunque nella cattedrale, ad ingresso gratuito, che ospita il Polittico dell'Agnello Mistico, un dipinto monumentale su pannelli di legno i cui significati simbolici sono tuttora avvolti nel mistero.
Una volta conclusa la visita alla cattedrale rechiamoci alle sue spalle e raggiungiamo il castello di Geeraard il Diavolo, una struttura fortificata che in età medievale ebbe funzione difensiva, ma che attualmente non è possibile visitare all'interno. Tuttavia, gli esterni, sulla riva di un ramo minore del fiume Schelda, meritano sicuramente qualche minuto della nostra attenzione. Il castello apparteneva originariamente a Zeger III, ma oggi lo conosciamo col nome di suo figlio Geeraard, detto "il diavolo" per via della sua pelle scura.

2 - Beffroi, Chiesa di San Nicola, Korenmarkt

gand beffroiAttraversiamo di nuovo la piazza in direzione opposta e arriviamo al Beffroi, la torre civica campanaria, nonché edificio medievale più alto della città. L'ingresso ha un costo di €10,00 e permette di salire in cima alla torre, da cui è possibile ammirare il panorama del centro storico di Gand da un'altezza di circa 90 metri, comodamente raggiungibile in ascensore.
Fermiamoci anche al piano intermedio prima di raggiungere la cima, di modo da poter assistere al meccanismo del gigantesco carillon che aziona le campane della torre.

Una volta tornati all'esterno facciamo visita all'edificio che ospita la terza torre medievale di Gand, vale a dire la Chiesa di San Nicola, dedicata al santo di Bari e luogo di culto più antico della città, eretta tra il XIII e il XV secolo con pianta a croce latina. L'ingresso è gratuito: all'interno troveremo sulle colonne i peculiari stemmi in oro delle gilde e delle corporazioni commerciali che nel medioevo scelsero la chiesa come cappella di famiglia. La chiesa si trova nella piazza del Korenmarkt, uno dei principali luoghi di ritrovo della città e sede di numerosi bar e ristoranti.

In sintesi:

Itinerario di un giorno a Gand: Pomeriggio

Mostra Mappa

1 - Het Groot Vleeshuis, Municipio

gand municipioPer pranzo ci spostiamo sulle rive del Leie e raggiungiamo l'Het Groot Vleeshuis, l'ex mercato della carne dove potremo degustare il prosciutto Ganda, preparato ancora oggi con l'antica ricetta medievale e servito con la mostarda Tierenteyn-Verlent, prodotta solo a Gand, dal tipico gusto piccante.

Assicuriamoci di non pranzare troppo tardi, così da poter poi visitare il Municipio, il cui unico ingresso è alle 14:00, previa prenotazione. Il municipio è composto da due edifici differenti, l'uno di architettura gotica e l'altro rinascimentale. All'interno del Municipio è possibile visitare la cappella per i matrimoni, la sala del trono risalente al 1634 e le due sale di rappresentanza Pacificatiezaal e Arsenaalzaal, la prima riconoscibile per il pavimento labirintico e la seconda per le travi in legno del soffitto. Il biglietto di ingresso ha un prezzo di €8,00.

2 - Graslei e Korenlei, Castello dei Conti di Fiandra

gand castelloFoto di Trougnouf (Benoit Brummer) Dopo il Municipio torniamo sulle sponde del Leie, e dal ponte di San Michele prendiamo le scale che ci portano sulle banchine che costeggiano il fiume. Queste due banchine gemelle, la Graslei e la Korenlei, sono state a lungo il fulcro degli scambi commerciali in città, come testimoniato dalle case delle corporazioni di mercanti ancora presenti, nel tipico stile architettonico fiammingo.

Percorriamo le banchine in direzione nord fino ad arrivare alla prossima tappa, ovvero il Castello dei Conti di Fiandra. La fortezza, di epoca medievale, sorge all'incrocio dei fiumi Leie e Shelda, ed offre un percorso di visita di circa 90 minuti, dove potremo esplorare il castello seguendo le indicazioni dell'audio guida, inclusa nel biglietto di ingresso (€10,00). Di notevole interesse sono la ricostruzione di un'imbarcazione d'epoca medievale all'interno di una sala, dove è possibile anche simulare la remata, e la passeggiata lungo le mura. Non perdiamo inoltre la visita alle prigioni, dove sono conservate ancora catene e strumenti di tortura.

In sintesi:

Itinerario di un giorno a Gand: Sera

Mostra Mappa

Cena, Patershol

patershol gent quartiereFoto di Paul Hermans Conclusa la visita al castello ci spostiamo a nord, nel quartiere di Patershol. Qui le strade seguono l'antico tracciato medievale, e si snodano in viuzze strette tra gli edifici storici. Le botteghe dei mercanti hanno conservato le loro strutture nei secoli, ma ad oggi ospitano bar e ristoranti, permettendo una piena immersione nella storia di Gand e nei suoi sapori tipici.

Tra questi scegliamo il Karel De Stoute, sicuramente non economico (circa €40,00 a persona) ma uno dei migliori locali della città dove assaggiare l'autentica cucina fiamminga.

In sintesi:

Prima di partire: consigli utili

  • Quando andare: il periodo migliore corrisponde ai mesi di giugno e luglio. In questo modo si eviteranno i prezzi dispendiosi dell'alta stagione, beneficiando invece delle temperature moderate, delle tantissime ore di luce e dei festival cittadini - maggiori info su quando andare a Gand
  • Clima e abbigliamento: Gand è piovosa tutto l'anno, ed il clima può variare in breve tempo: assicuratevi quindi di portare un ombrello o ancora meglio una giacca impermeabile in tutte le stagioni
  • Come muoversi: il centro storico è la più grande area pedonale del Belgio: meglio quindi portare scarpe comode, perché tutti gli spostamenti saranno fatti a piedi

Cosa non vedere: le attrattive a cui è meglio rinunciare

  1. Museo delle Belle Arti
  2. Museo Huis van Alijn
  3. Chiesa di San Michele
  4. Vooruit Arts Centre
  5. Flemish Opera

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Guida di Gand

Torna su