Tunisia Cartagine Rovine Tramonto

Escursioni da Tunisi: le migliori gite di un giorno nei dintorni di Tunisi

Aggiornato a Maggio 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 165 viaggiatori.

Tunisia Cartagine Rovine TramontoQuesta città è la capitale della Tunisia, offre attrazioni davvero molto interessanti, basti citare la sua Medina e il Museo del Bardo, il più importante museo archeologico di tutto il Maghreb.

E' collocata in una posizione strategica che permette di fare escursioni giornaliere verso siti di grande valore storico quali El Jem e Cartagine, località più amene come Sousse e Monastir, pittoreschi villaggi come Sidi Bou Said e Keirouan, la quarta città santa per il mondo islamico.
Ecco le migliori gite di un giorno nei dintorni di Tunisi!

1 - Cartagine

carthago cartagine storia tunisi 1Questo importantissimo sito archeologico si trova nelle prima periferia della città.

E' un luogo unico, che rievoca tempi antichi e millenni di storia.
Il sito è molto vasto e mezza giornata è il minimo indispensabile per visitare almeno le attrazioni principali, se invece si vogliono fare le cose per bene e visitare tutto, compresi i musei, con calma e senza fretta, una giornata intera è perfetta.

Le tappe principali sono: l'Anfiteatro, le Ville romane, il Teatro romano, il Museo paleocristiano, il Museo di Cartagine, il Tofet di Salambo, le Terme di Antonino ed il Quartiere Magon.

2 - Sidi Bou Said

tunisi sidi bou said 1Questo villaggio è arroccato su un promontorio che domina il Golfo di Tunisi e per questo motivo si è aggiudicato l'appellativo di "Balcone del Mediterraneo".

La caratteristica che contraddistingue questo posto è la predominanza delle tinte bianco e blu: le case sono di un bianco cangiante (per mantenerle fresche in estate e per tenere lontane le zanzare) e sulle facciate spiccano porte, portoni e persiane blu. Un colpo d'occhio fantastico reso ancor più abbagliante da rigogliosi cespugli di bouganville!

Negli anni, il villaggio ha sempre attirato molti artisti, soprattutto gli avanguardisti di inizio XX secolo. Il Cafè des Nattes, celebre locale sulla sommità di una collinetta alla fine della via principale, ne è la prova.
Sorseggiando un tè alla menta con i pinoli potete osservare gli arredi di un tempo e le foto ingiallite alle pareti che testimoniano il passaggio di personaggi del calibro di Paul Klee, Simone de Beauvoir, Andrè Gide e Jean Paul Sartre.

3 - El Jem

architettura antichita viaggio eljemE' un anfiteatro romano, di forma ellittica, è lungo 149 m, largo 124 m ed alto 36 m. Gli spazi potevano ospitare fino a 30.000 spettatori.

Queste misure classificano l'Anfiteatro di El Jem al 7° posto tra i più grandi, dopo quello di Roma, Capua, Milano, Autun, Verona e Cartagine.

La sua sagoma rotonda e massiccia sorge in una pianura piatta nel pieno deserto, fatto che permette di vederlo a una distanza molto lunga.

Si tratta inoltre di una tra le poche opere meglio conservate nonostante le tante vicissitudini che ha subito nel corso del tempo, una su tutte, le palle di cannone con cui fu bombardato alla fine del XVII secolo per rimuovere una tribù ribelle che vi si era trincerata e che gli causò una grande breccia.

Non solo monumento storico, viene usato come uno spazio culturale per il Festival della musica sinfonica di El Jem e altri eventi artistici.

4 - Sousse e Monastir

tunisia monastir portici cupola 1E' una cittadina fondata dai Fenici che conserva monumenti di rara bellezza.
Vanta una Medina divenuta patrimonio mondiale dell'Unesco e il suo porto, ha svolto un'importanza strategica sin dalla notte dei tempi. Proprio da qui, infatti, passavano importanti scambi commerciali per mercanteggiare spezie, tessuti e prodotti tipici.

La Medina è dominata dalla Torre Khalef, mentre nella città vecchia si trovano monumenti come il Ribat, fortino e luogo di ritiro religioso, la Grande Moschea che ricorda una fortezza minimalista e la Kasbah. Gli amanti di storia possono approfondire la conoscenza del paese al Museo Archeologico di Sousse che conserva importanti mosaici.

Poco distante da qui, troviamo Monastir ,con le sue lunghe spiagge di sabbia dorata. Oltre alla vita balneare, anche Monastir offre interessanti monumenti: la bellissima fortezza di Harthema, la Medina, il Museo Islamico ed il Mausoleo di Bourguiba costruito nel 1963, identificabile da 3 cupole (2 verdi e una dorata) e 2 minareti che segnano l'ingresso dove è sepolto Habib Bourguiba, primo Presidente della Tunisia.

5 - Kairouan

moschea grande torre kairouanE ' la quarta città santa per il mondo islamico dopo La Mecca, La Medina e Gerusalemme. Questa affascinante città è distante dalla costa, ed è caratteristica per la sua posizione in mezzo di un paesaggio di steppe.

Fu prima capitale del Maghreb. Iscritta dall'Unesco nel Patrimonio mondiale, possiede numerose meraviglie: la medina, la Grande moschea, i Bacini aghlabidi, l'incantevole mausoleo di Sidi Saheb.

I non musulmani possono entrare nel cortile della Grande Moschea e scorgere la maestosa sala di preghiera; volendo si può anche salire sul minareto, ispirato al faro di Alessandria.

Altro monumento importante è la leggiadra zaouia Sidi Saheb ("Moschea del barbiere"), rivestita da ceramiche colorate. Interessante il Museo Raqqada dove sono conservate ceramiche, monete d'oro e pagine del Corano.

Altre esperienze magnifiche da non perdersi sono passeggiare tra i vicoli della Medina, salire sui bastioni merlati che circondano la città vecchia, visitare il pozzo Barrouta, molto antico e venerato nella credenza popolare.

6 - Dougga

il teatro di dougga resti romaniFoto di Monaam Ben FredjL'antica Thugga è considerata la città antica meglio conservata di tutto il nord Africa. Conserva infatti, ancora oggi, numerosi resti di monumenti di epoca punica, numide e romana, fatto che la rende uno dei più importanti siti archeologici dell'Unesco.

Il centro monumentale, foro e mercato, insieme con i bagni pubblici, il teatro ed il circo, tutti integralmente conservati, riflettono perfettamente il modo in cui una popolazione indigena si sia urbanisticamente adattata ed evoluta durante il periodo romano.

Il monumento più imponente nel complesso archeologico è il Capitolium. Eretto ai tempi di Marco Aurelio, tra il 166 e il 167 d.C, il Tempio Capitolino è dedicato alla Triade Capitolina (Giove, Giunone e Minerva) vero e proprio culto nazionale del popolo romano.

L'altro grande monumento è il Mausoleo di Massinissa, fatto costruire in onore del padre da Micipsa, sovrano berbero re dei Numidi, nel 138 a.C. Tale monumento funerario è un mausoleo a torre costituito da una pianta poligonale che sorregge una struttura a più livelli, l'ultimo dei quali a forma piramidale.

7 - Hammamet

hammamet sud spiaggia mare turcheseFoto di MJJRLa città è l'ideale per godersi un po' di sole e relax, con le sue piagge bianche e mare turchese caratterizzano le coste del nord della Tunisia.

Il fascino della città deriva anche dalla sua favolosa Medina, che, a detta di molti, è addirittura la più spettacolare di tutte le medine della Tunisia. E, in un angolo della città vecchia si può ammirare l'imponente Kasbah.

In ambito più moderno, una delle attrazioni principali è l'odierno Centro Culturale Internazionale di Dar Sebastian, fatto costruire nel 1920 dal miliardario uomo d'affari rumeno George Sebastian. Edificio che coniuga elementi Art Déco con altri tipici dell'architettura locale, tripudio di marmi e colonne, così scenografico che l'architetto Frank Lloyd Wright lo definì "La più bella casa che avesse mai visto".

ll nome della città deriva da hammam, ovvero bagno termale: infatti le acque che sgorgano dalle sorgenti hanno proprietà terapeutiche e rigeneranti per corpo e spirito.

8 - Biserta e lago

tra mare e lago bisertaFoto di T ACollocata tra mare e lago, questa città conserva i resti di una storia tumultuosa sin dai tempi dei Fenici.
Cittadina accogliente che consente di sfruttare i vantaggi e le comodità di una città moderna ma che, al tempo stesso, ha mantenuto le tradizioni nei quartieri più pittoreschi.

Imperdibile la visita della Kasbah, circondata da possenti mura di fortificazione all'interno delle quali si sviluppa un labirintico dedalo di vicoli e dove si trova anche la Ksiba, una piccola fortezza oggi adibita a Museo oceanografico.

Consigliato anche un giro per il souk e la visita alla Grande Moschea. La zona del vecchio porto è molto suggestiva con barche variopinte che scivolano a fianco le mura della Medina.

A 35 km da Biserta si trova la riserva naturale del lago Ichkeul, inserita dall'Unesco nel Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Si raggiunge attraverso la strada RN 11, direzione sud-ovest verso Mateur; dopo aver attraversato Tinja la strada taglia la ferrovia. L'ingresso si trova a 50 m sulla destra.
Il parco è un paradiso per gli appassionati di birdwatching. Si entra gratuitamente e si effettua un percorso a piedi in totale libertà ed autonomia. Non è consentito campeggiare.

  • Distanza: 70,7 km
  • Come arrivare: bus n. 35 da Place de la République (1h e 30 minuti, €2,00), treno da Tunis Ville (4 fermate, 1h e 50 minuti, €3,00), taxi (45 minuti, €12,00) - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre
  • Costo biglietto: gratis anche il parcheggio della riserva naturale

9 - Parco Nazionale di Ichkeul

parco nazionale di ichkeulFoto di Mokdad.nysrineQuesto parco è un'area protetta nel nord della Tunisia che comprende l'omonimo lago e le zone umide che lo circondano.

Il parco copre un'area rettangolare di 11,4 per 20 chilometri, sorge attorno al Lago Ichkeul, nei pressi delle coste del Mar Mediterraneo la cui particolarità è quella di essere alimentato da sei wadi di acqua dolce in inverno e di essere collegato al Mediterraneo attraverso il lago di Biserta durante l'estate.

E' riserva della biosfera dal 1977 e fa parte dei Patrimoni Mondiali dell'umanità dal 1980.
Il lago Ichkeul e le circostanti paludi sono un approdo importante per centinaia di migliaia di uccelli migratori ogni anno: oltre 200 mila gli uccelli provenienti dall'Europa. Si possono notare anatre, oche, cicogne e fenicotteri rosa. Vi è anche un piccolo numero di bufali d'acqua, il mammifero più grande della Tunisia, ora in via di estinzione.

Per arrivarci, una volta attraversata Tinja la strada taglia la ferrovia, l'ingresso si trova a 50 m sulla destra.
Si entra gratuitamente e si effettua autonomamente un percorso a piedi in libertà. Per visite guidate occorre acquistare un tour che preveda altre mete del nord.

  • Distanza: 85 km
  • Come arrivare: bus n. 35 da Place de la République con cambio a Bizerta (2h e 10 minuti, €8,00), taxi (1h e 15 minuti, €14,00), treno da Tunisi Ville (cambio a Tunjie, 2 ore, €5,00) - Ottieni indicazioni
  • Orari: sempre
  • Costo biglietto: ingresso gratuito consentito anche il campeggio

10 - Esperienza nel Deserto del Sahara

deserto cammelli douz sabbiaPer scoprire il vero deserto bisogna addentrarsi nella regione più a sud del Paese. Certamente un giorno non vi basterà e l'escursione prevede almeno un pernotto.

In nostro consiglio è quello di affidarvi ad un tour, che prevede anche il prelievo dall'hotel in cui alloggiate, pernotto e trasporto.

I tour solitamente hanno inizio da Douz, "la porta del deserto": l'oasi più antica della Tunisia che si erge a ridosso del deserto del Sahara tra dune di sabbia bianca e foreste di palme da dattero. Da qui si può scegliere tra una gita a dorso di dromedario oppure un'avventura più spericolata a bordo di quad o 4×4 guidando tra le dune, per poi concludere con una cena a base di piatti tipici sotto una tenda berbera.

Notte sotto le stelle nel campo tendato. La mattina dopo si raggiunge Chott El-Jerid, una distesa salata dai colori cangianti che si estende per oltre 5.000 kmq. Più a nord si giunge a Tozeur, capitale dei datteri in cui si possono ammirare tipiche architetture di mattoncini ocra disposti in modo da formare affascinanti disegni geometrici - prenota il tuo tour online

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Tunisi

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su