Brandenburgertor Berlino La Germania è un Paese che offre tantissime possibilità e prospettive per il futuro e negli ultimi anni convince anche molti italiani a compiere il grande salto e a trasferirsi all'estero. Stiamo infatti parlando di uno dei Paesi Europei con maggior forza economia e politica, con una qualità della vita alta e ottimi stipendi, anche grazie all'istituzione di un alto stipendio minimo.
Ecco tutte le informazioni su come trasferirsi in Germania.

Documenti necessari e requisiti

Trovandosi all'interno dell'Unione Europea, trasferirsi in Germania è abbastanza semplice per un cittadino italiano, in quanto non sono richiesti documenti particolari o difficili da recuperare. Per arrivare in Germania e vivere li i primi 3 mesi ti serviranno semplicemente la carta d'identità e la tessera sanitaria europea. Prolungando il tuo soggiorno e stabilendoti definitivamente nel Paese, dovrai invece richiedere ulteriori documenti, necessari soprattutto per poter lavorare. Vediamoli nel dettaglio:

  • Codice fiscale tedesco: in tedesco Steueridentifikationsnummer. Si compone di 11 cifre e viene assegnato dallo stato tedesco per poter identificare ogni singolo cittadino;
  • Certificato di residenza: in tedesco Anmeldung, per attestare che vivi in Germania.

Entrambi i documenti sono da richiedere all'ufficio dell'anagrafe, in tedesco Standesamt, del Comune in cui alloggi. Dovrai presentarti all'ufficio con la tua carta d'identità e un regolare contratto di affitto. In mancanza di quest'ultimo, potrai anche presentare una dichiarazione scritta e firmata che attesti che stai attualmente vivendo in Germania. Una volta ottenuto il tuo Steueridentifikationsnummer potrai ottenere la nuova tessera sanitaria, attivare un'assicurazione sanitaria e aprire un conto corrente bancario oppure potrai anche aprire Partita IVA e lavorare come freelance.

Costo della vita rispetto all'Italia

Mediamente il costo della vita in Germania è più alto rispetto all'Italia, soprattutto se si fa un confronto con le città del mezzogiorno italiano o comunque con le piccole località di provincia. Tuttavia le differenze si assottigliano parecchio prendendo a riferimento grandi città come Napoli o Milano.

Di seguito trovate una tabella puramente indicativa per avere un'idea dell'entità di alcune spese comuni.

Tipologia di spesa Milano Napoli Berlino Dresda
1 litro di latte €1,31 €1,19 €1,00 €0,89
500 g di riso €2,42 €1,51 €2,11 €2,08
500 g di pane bianco fresco €2,12 €1,06 €1,38 €0,99
Bottiglia d'acqua (1,5 l) €0,44 €0,63 €0,62 €0,55
Affitto mensile appartamento da 85 mq in centro €1.189,76 €675,00 €1.131,15 €466,67
Affitto mensile appartamento da 85 mq in periferia €821,58 €350,00 €775,60 €445,56
Utenze per appartamento da 85 mq €203,90 €145,00 €288,98 €230,81
Connessione Internet €29,25 €30,50 €37,11 €29,75
1 litro di benzina €2,07 €2,18 €2,14 €2,20
Abbonamento mensile trasporti urbani €39,00 €40,00 €85,00 €63,50
Cena per 2 in ristorante economico €34,00 €24,00 €20,00 €20,00
2 biglietti per il cinema €20,00 €16,00 €22,00 €20,00
1 caffè al bar €1,20 €1,00 €3,00 €2,50
Pacco da 20 sigarette €5,80 €6,00 €7,20 €7,00
Abbonamento mensile in palestra €66,12 €50,00 €27,59 €32,86

Stipendio medio e categorie di lavoratori più richieste

La Germania attira sempre più italiani principalmente per due motivi: uno stipendio medio più alto e la disoccupazione più bassa in Europa. Lo stipendio medio mensile, infatti, è di €2.780,00. Anche se il costo della vita in Germania è più alto rispetto a quello dell'Italia, tenendo conto sempre della città in cui ci si trasferisce, a fine mese un lavoratore medio tedesco riesce a mettere da parte di più rispetto ad un lavoratore medio italiano.

Ma quali sono le categorie di lavoratori più richieste? Vengono richiesti principalmente ingegneri, sia ingegneri elettrici che meccanici, ma anche automobilistici. D'altronde l'industria automobilistica in Germania rappresenta una grande fetta dell'economia, basti pensare alla BMW o alla Mercedes. Un altro settore con una grande richiesta è quello ospedaliero, con grande richiesta di medici e personale sanitario. Infine, il terzo grande settore è quello della tecnologia e dell'IT.

Oltre a queste tre grandi categorie, ci sono altri settori che hanno un ricambio di personale e una richiesta che varia in base al periodo e questi sono: edilizia, ristorazione, metalmeccanici ed e-commerce.

In quale città conviene andare a vivere

In base al ruolo che ricopri e alla posizione che stai cercando ci sono delle città più o meno indicate, anche grazie alla presenza di grandi multinazionali o di un ampio mercato. Vediamo nel dettaglio, per ogni professione, quali sono le città che presentano le maggiori possibilità:

  • se sei un ingegnere: Monaco e Bonn sono la destinazione ideale per gli ingegneri informatici, per ingegneri specializzati in trasporto ottima Amburgo. Se cerchi lavoro nel settore automobilistico, trasferisciti nelle città dove sono presenti le sedi delle grandi multinazionali d'auto;
  • se sei un medico o un operatore sanitario: puoi recarti in città che hanno anche importanti Università, come Francoforte o Stoccarda, ma anche Düsseldorf. Qui tieni conto che la competizione è molto alta, quindi in questo caso potresti anche scegliere località più piccole, ma la situazione è da valutare di anno in anno in base alle offerte di lavoro;
  • se lavori nell'informatica o nella comunicazione: la città migliore è sicuramente Berlino, cosmopolita, artistica e con tantissime opportunità. E' la destinazione perfetta anche per i freelance, per i creativi o per entrare nel mondo delle start up.

Come trovare casa e come trovare lavoro

Quando arriverai in Germania per il primo alloggio le soluzioni sono principalmente due: soggiornare da amici o parenti tedeschi oppure cercare un ostello o un alloggio temporaneo su airbnb per il primo periodo. In questo primo periodo potrai iniziare a cercare un lavoro e un'abitazione fissa, che sia un appartamento condiviso o meno. Vediamo nel dettaglio come fare.

Come trovare una casa

Per la ricerca dell'alloggio hai diverse soluzioni: il passaparola, i gruppi Facebook e i siti di ricerca. Sicuramente cercare un primo alloggio da condividere è un'ottima soluzione per dividere le spese e conoscere nuove persone, anche per praticare il tedesco se avrai qualche coinquilino della Germania. Inoltre, quando guardi gli annunci fai attenzione al costo proposto: molte volte non vengono riportati i costi per bollette e spese varie, quindi devi preventivare sempre un po' di più.

Una volta individuato l'alloggio, per richiedere un contratto di affitto dovrai mostrare un contratto di lavoro, in modo da dimostrare di poter garantire i pagamenti ogni mesi. Nel caso tu non abbia ancora un lavoro, puoi ricorrere ad un Bürgschaft, ovvero una garanzia firmata da un terzo che può garantire la tua affidabilità, ancora meglio se questa terza persona è tedesca o comunque residente nella zona.

Se decidi di cercare una casa tramite portali web, ecco una selezione dei migliori siti:

Come trovare un lavoro

Il nostro consiglio è quello di iniziare a cercare un lavoro quando sarai già in Germania. Il primo passo è tradurre il curriculum in tedesco. Se non sei ancora a tua agio con la lingua rivolgiti ad un professionista, il curriculum non deve presentare nessun errore.

Il secondo passaggio è cercare lavoro: potrai farlo tramite agenzie interinali, uffici di collocamento o tramite ricerca sul web. Quest'ultima è sicuramente la soluzione più comoda e veloce, in quanto ogni giorno si trovano tantissimi annunci in qualsiasi settore, dalla ristorazione fino all'IT, ma anche lavori e commissioni per freelance. I siti sono davvero numerosi, ecco una piccola selezione in base al lavoro che stai cercando:

Trasferirsi in Germania senza sapere il tedesco

La Germania è ormai un Paese cosmopolita e in grandi città come Berlino l'inglese è ampiamente diffuso. Tuttavia sapere il tedesco è fondamentale per chi ha intenzione di trasferirsi, e soprattutto, bisogna conoscerlo a buoni livelli! Questo ti permetterà di entrare in settori come quello ingegneristico e tecnico, ma anche e soprattutto nel settore medico, dove sarai a contatto con pazienti tedeschi e dovrai essere in grado di comunicare nel migliore dei modi.

Il tedesco non è una lingua semplice, sia a causa della grammatica che della complessità delle parole. Che tu sia un principiante ad un entry level o che tu abbia già un buon livello ma hai bisogno di fare pratica, la soluzione migliore è prendere delle lezioni di tedesco online sul sito Preply, una piattaforma che ti permette di trovare insegnati con cui fare lezioni private in diretta streaming. E' possibile consultare la lista dei tutor disponibili e richiedere una lezione di prova con ognuno di essi, in modo da scegliere un preferito.
Così facendo potrai arrivare in Germania preparato, conoscendo almeno le basi della lingua, che ti saranno utili già per richiedere i documenti iniziali.

Pro e contro di vivere e lavorare in Germania

La Germania è sicuramente un Paese che offre tantissime prospettive e possibilità, ma trasferirsi in un altro luogo, lontano da casa e da tutto quello che si conosce, non è di certo facile. Prima di prendere una decisione di questa importanza è necessario analizzare bene vantaggi e svantaggi.

✅ Vantaggi ❌ Svantaggi
Ottime prospettive di lavoro Distinzione tra vita lavorativa e sociale (niente pause caffè, cene aziendali)
Stipendi medi più alti rispetto l'Italia Rapporto freddo con colleghi e collaboratori
Meritocrazia e possibilità di fare carriera Conoscere la lingua tedesca ad un alto livello
Orari di lavoro meglio organizzati Clima più freddo rispetto all'Italia (soprattutto rispetto al Sud)
Poca corruzione Cibo e caffè
Numerosi stimoli, tra città e natura Orari di negozi e attività (domenica quasi tutto chiuso)

In sintesi: cosa serve per trasferirsi in Germania

Carta di identità valida per espatrio obbligatoria
Tessera sanitaria europea obbligatoria
Codice fiscale tedesco obbligatorio per permanenze oltre 3 mesi
Certificato di residenza obbligatorio per permanenze oltre 3 mesi
Conoscenza della lingua fortemente raccomandata
Specializzazione lavorativa raccomandata ma non indispensabile
Contratto di lavoro raccomandato ma non indispensabile
Alloggio raccomandato ma non indispensabile
Contratto di affitto non obbligatorio per permanenze inferiori a 3 mesi
(necessario per ottenere certificato di residenza)