Zanzibar Africa Tanzania Alluvione

Cosa sapere per un Viaggio a Zanzibar

Zanzibar Africa Tanzania AlluvioneParlando di Zanzibar si pensa subito al caldo, alle spiagge da cartolina con sabbia bianca e mare cristallino, e a sorseggiare un buon cocktail tropicale all'ombra di una palma. E' tutto vero, ma prima di partire bisogna fare un po' di chiarezza e avere una manciata di informazioni necessarie e utili.
Ad esempio sapevate che Zanzibar, al contrario di come si pensa, non è una singola isola bensì un intero arcipelago? Proprio così! Le due isole principali sono Unguja, la più grande, e Pemba, la più piccola, vicino alle quali vi sono un'altra settantina di isole sparse. Ecco cosa sapere per organizzare al meglio un viaggio su questo paradiso tropicale!

Periodo migliore

nakupenda spiaggia di zanzibarDal punto di vista climatico, sono due i periodi ideali per un viaggio a Zanzibar:

  • Da giugno a ottobre il clima è perfetto per fare vita da spiaggia, con giornate moderatamente calde fino a 30°C e rare giornate di pioggia;
  • gennaio e febbraio sono mesi più caldi con picchi di 33°C ma sempre con poca pioggia.

Questi ultimi due mesi inoltre rappresentano anche un buon compromesso qualità-prezzo in quanto sono meno turistici, di conseguenza più economici, nel caso in cui preferiate un soggiorno all'insegna della natura piuttosto che di sola spiaggia e relax tra i tanti visitatori dell'isola.
VEDI ANCHE: Quando andare a Zanzibar: clima, periodo migliore e mesi da evitare

Documenti necessari

E' obbligatorio il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e il visto il cui costo è di $50 (€46,00) e la richiesta va effettuata online sul sito del Tanzania Service Immigration Department. La procedura è semplice e veloce, richiede soltanto i propri dati, alcune informazioni sul viaggio (voli, alloggi, destinazioni), una foto personale e la foto fronte retro del passaporto. Confermando il tutto si procede al pagamento e in circa 10 giorni si riceve l'email con il link per scaricare il visto.

Quanto ad altri documenti non obbligatori, per un viaggio in Tanzania è consigliabile stipulare un'assicurazione viaggio e sanitaria, e inoltre se avete in mente di noleggiare un'auto, allora sappiate che la patente di guida internazionale è riconosciuta.

Quanti giorni

  • Durata minima del viaggio: almeno 8 giorni
  • Durata consigliata del viaggio: almeno 10 giorni

Come vestirsi e cosa portare

Recandosi nel periodo consigliato saranno sufficienti vestiti leggeri, prediligendo quelli in cotone, e tutto il necessario da spiaggia, quindi costume, telo mare, cappellino, occhiali da sole e crema solare. Quanto all'abbigliamento abbondate con t-shirt, pantaloncini, camicie leggere, gonne, sandali, ma non dimenticate una felpa leggera per la sera, un ombrello per le rare giornate di pioggia, e un pantalone lungo, preferibilmente non jeans, nel caso vogliate fare escursioni come il safari. Se siete appassionati di snorkeling ricordatevi inoltre una maschera e le scarpe in gomma.

Cosa vedere

scimmia a jozani forestaSe avete scelto di soggiornare a Unguja non potete perdervi un tour a Stone Town, una giornata nella Foresta di Jozani ad osservare la fauna locale, e le principali escursioni nel bellissimo atollo Nakupenda, a Prison Island e al suo Santuario delle Tartarughe e la bellissima spiaggia Kizimkazi per l'avvistamento dei delfini.

Se invece avete scelto Pemba allora imperdibili sono le due città Chake-Chake e Wete, e le attività principali come una giornata nella Ngezi Forest, lo snorkeling a Misali Island e un tuffo a Fundo Island, Panza Island, Kojana Island e Mtangani Island.

Tornando a Zanzibar per la seconda volta o più, invece consigliamo di optare isole che non avete visto, le isole sono collegate tra loro da voli di 45 minuti. Se state tornando a Unguja allora dedicate del tempo anche alle località minori come la piccola foresta Masingini e le isolette Tumbatu e Chumbe. Nel caso di Pemba invece non ci sono attrazioni minori, viste le moderate dimensioni dell'isola avrete già visitato tutto la volta precedente.
VEDI ANCHE: 10 Cose da vedere assolutamente a Zanzibar Le 10 escursioni da fare assolutamente a Zanzibar Le 10 spiagge più belle di Zanzibar

  • Se visiti la destinazione per la prima volta: Stone Town, Nakupenda, Prison Island e il Santuario delle Tartarughe, Kizimkazi, Chake-Chake, Wete, Ngezi Forest, Misali Island, Fundo Island, Panza Island, Kojana Island e Mtangani Island
  • Se stai ritornando nella destinazione: l'isola alternativa rispetto alla volta precedente, Masingini Forest, Tumbatu Island e Chumbe Island

Come muoversi

bus dalla dalla zanzibarFoto di Fanny Schertzer. I trasporti purtroppo lasciano molto a desiderare, in compenso non mancano i taxi il cui prezzo è ovviamente molto economico rispetto agli standard ai quali siamo abituati e inoltre vige sempre la regola della contrattazione (prezzo medio per pochi km €3,00). Se comunque volete vivere un'esperienza come un vero local allora dovete assolutamente salire a bordo di un dalla-dalla, furgoncini con funzione di taxi collettivo che viaggiano tra tutte le località ma senza orari pre-stabiliti. Seguono una tratta ma non si sa mai precisamente quando si arriverà a destinazione e questo rende il viaggio una vera avventura! Il costo è ripartito tra i vari passeggeri e il viaggio più costoso vi costerà circa €1,00.

Cosa prenotare in anticipo

dolphin tour escursioneInnanzitutto, vista la situazione trasporti, il nostro consiglio è quello di prenotare in anticipo un transfer privato all'aeroporto, servizio che spesso viene messo a disposizione direttamente dagli hotel e resort. Consigliamo inoltre di prenotare prima anche eventuali noleggi auto o moto d'acqua se avete intenzione di fare escursioni in autonomia. In caso contrario vi suggeriamo di prenotare già da casa anche eventuali tour ed escursioni per evitare di trovarsi a dover contrattare in loco con i classici beach boys con prezzi più alti e senza nessuna garanzia. I prezzi dei tour variano da €20,00 a €60,00 in base alla tipologia e alla durata.

Dove dormire

resort zanzibarLe isole principali sono Pemba e Unguja, quest'ultima è la più grande e viene erroneamente definita Zanzibar. Per soggiornare consigliamo Unguja proprio perché essendo l'isola maggiore offre diverse soluzioni per tutti i budget e anche molto intrattenimento, le coste nord, est e sud hanno le spiagge migliori, in particolare la prima è quella più ricca di resort mentre le altre due sono più tranquille dal punto di vista turistico.
Pemba ha meno offerta turistica e più costosa ma al contrario della precedente è più naturale, poco turistica e di conseguenza più tranquilla. Questa è definita l'isola verde in quanto ricoperta di foreste, dove le zone relativamente più turistiche sono il nord e il sud, mentre le coste est e ovest sono ancora più tranquille.
Nella costa ovest si trova Stone Town, quì le spiagge non sono particolarmente paradisiache ma la città offre un viaggio culturale unico tra edifici coloniali, vivaci mercati e la migliore cucina locale di tutto l'arcipelago.

Dove mangiare

mercato zanzibarLa tradizione culinaria si basa su alimenti facilmente reperibili quali frutta, verdura, carne e pesce fresco per la realizzazione di ricette povere, ad esempio il Nyama Choma (un mix di carne o pesce grigliato servito con verdure). Ogni piatto è comunque arricchito con spezie e accompagnato da una porzione di riso.
Un alimento molto utilizzato è il cocco in ogni sua forma (latte, polpa, farina) sia consumato direttamente che impiegato nella cottura del riso. I piatti più diffusi sono l'ugali (polenta bianca di mais), il matoke (platano cotto servito soprattutto con carne) e i samosa (frittelle triangolari farcite di carne macinata speziata).

I luoghi migliori in cui assaggiare la vera cucina tipica sono i mercati locali che pullulano di postazioni street food e i piccoli ristoranti allestiti in modo alquanto semplice e rustico, gestiti completamente dalla gente del posto. La cosa curiosa di questi ristorantini è che spesso sono sprovvisti di menù e propongono piatti in base a ciò che sono riusciti a reperire al mercato! Il costo medio di un pasto in questa categoria di locali è di circa €5,00.

Quanto costa

  • Costo voli e spostamenti: il volo ha un costo medio di €250,00 a tratta mentre gli spostamenti in loco vanno da pochi centesimi su taxi e bus tradizionali a una decina di euro per il transfer aeroportuale
  • Costo accomodation: i prezzi variano da €15,00 a notte in ostello con camera condivisa, a €30,00 a notte per una stanza privata in hotel tre stelle, fino a superare i €50,00 a notte in caso di resort di lusso con tutti i comfort e servizi
  • Budget giornaliero minimo per pasti e attrazioni: per i pasti servono almeno €15,00 al giorno, mentre per visitare le attrazioni spesso ci si affida alle escursioni organizzate spendendo intorno ai €35,00 per ognuna

Come pagare

La moneta locale è lo Scellino della Tanzania il cui cambio è molto conveniente per noi europei (€1,00 / 2.525,98 TZS). Come in molti paesi africani, seppur Zanzibar vive di turismo, in molte realtà è possibile pagare solo in contanti. E' il caso di ristoranti di media categoria e hotel familiari. Addirittura nei mercati, sui taxi e con i venditori ambulanti è buona regola la contrattazione!

Ristoranti, hotel e resort di un certo livello sono invece attrezzati per i pagamenti con carta. Visa e Mastercard sono i circuiti accettati! In ogni caso, se l'intenzione è quella di andare in giro piuttosto che trascorrere la vacanza interamente nel proprio hotel o resort, un piccolo gruzzoletto di contanti bisogna sempre averlo.

Per il cambio in scellini esistono tanti piccoli baracchini che offrono un cambio a tasso agevolato rispetto alle banche dove invece le commissioni variano ma sono comunque alte. In ogni caso, vivendo di turismo, l'isola si è adattata anche ad altre monete e in molti esercizi è possibile pagare direttamente in Euro e Dollari.

Sicurezza

donna africa zanzibar isola naturaE' un luogo abbastanza sicuro. Non si registrano infatti particolari episodi di disordine pubblico o attentati anche se l'arcipelago da diversi anni soffre la contrapposizione tra Governo e opposizione, ma la situazione è comunque tranquilla ad eccezione di qualche saltuaria manifestazione politica dalle quali ovviamente stare alla larga. Inoltre, nonostante l'isola sia molto turistica e l'economia gira abbastanza, c'è anche tanta gente che vive nella povertà più assoluta. Per tale motivo è bene non ostentare ricchezza e mostrare beni di valore (gioielli, orologi ecc) per evitare eventuali scippi e furti, i quali possono sempre accadere nei confronti dei turisti.

Per quanto invece riguarda la sicurezza dal punto di vista climatico, durante la stagione delle piogge (marzo-maggio e novembre-dicembre) si verificano spesso inondazioni con conseguenti allagamenti e crolli di infrastrutture. Prima di ogni viaggio si consiglia di consultare il sito ufficiale della Farnesina.

Consigli utili e norme di comportamento

  1. Contrattare sempre i prezzi è la regola base per gli acquisti nei negozi, per strada, sui taxi e nei mercati.
  2. Lasciare una mancia è buona abitudine vista la generosità e la disponibilità che ognuno offre ai turisti nel dare indicazioni, consigliare o accompagnare nei posti più difficili da raggiungere.
  3. Affidarsi solo ai taxi riconosciuti dall'apposita targa, soprattutto durante le ore notturne.
  4. Evitare di mettere in mostra gioielli, orologi, telefonini e altri beni di lusso e oggetti di valore.
  5. Rispettare sempre la cultura locale, l'arcipelago è molto conservatore delle tradizioni culturali e religiose, soprattutto nel periodo del Ramadan.
  6. Evitare di spostarsi in costume al di fuori delle spiagge, o con gambe e spalle scoperte, sempre per un fattore legato alla cultura, prediligendo quindi pantaloni lunghi leggeri e t-shirt piuttosto che short e canotte.
  7. Occhio al noleggio auto, non superare la velocità di 60-70 km/h, considerate le condizioni delle strade con asfalto disastrato e presenza di sabbia e ghiaia.
  8. Occhio agli animali, che vivono liberi e non è strano incontrare una mucca per strada che passeggia tra le auto.

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)

Aggiornato a Febbraio 2021 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 47 viaggiatori.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Zanzibar

Inserisci una domanda
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su