Salar de Uyuni, deserto di sale in Bolivia: come arrivare, prezzi e consigli

Aggiornato a Ottobre 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 54 viaggiatori.

salar uyuni tramontoFoto di Lucag. Il Salar de Uyuni (Bolivia) è la più grande distesa salata del mondo, un enorme deserto di sale grande approssimativamente quanto l'Abruzzo: nei suoi 10.582 km² contiene circa 10 miliardi di tonnellate di sale, e rappresenta un terzo delle riserve di litio del pianeta, e crea il più grande specchio del mondo, nonché uno dei posti più belli del mondo per la particolarità del suo paesaggio.
Pare sia formato da ben 11 strati, con quello superficiale spesso 10 metri, che crea una distesa di sale bianco così scintillante da fare invidia ad una vetrina di Cartier!

Dove si trova e come arrivare

Mostra Mappa

  • Da La Paz: Uyuni è ben collegata alla capitale della Bolivia tramite voli interni della compagnia Amaszonas. Sono disponibili anche altri mezzi più economici come l'autobus (durata tragitto 12 ore) o il treno. In alternativa si può atterrare a San Pedro de Atacama (nel vicino Cile) e raggiungere Uyuni via terra con un viaggio di 3 giorni
  • Da Milano o da Roma: non ci sono voli diretti dall'Italia, ma Air Europa e Amaszonas effettuano collegamenti con scalo a Madrid, Santa Cruz e La Paz (durata da 26 h). In alternativa, si può atterrare a San Pedro de Atacama (Cile) e proseguire in jeep - Confronta i voli

Come raggiungere il Salar de Uyuni

Il Salar de Uyuni non si visita in autonomia ma è necessario prendere parte a tour organizzati in 4×4 della durata di uno o più giorni, in base al punto di partenza. Questi solitamente partono dalla cittadina di Uyuni o da San Pedro de Atacama, nel vicino Cile.

Chi atterra a La Paz, capitale della Bolivia, può arrivare a Uyuni in aereo con un volo nazionale della compagnia Amaszonas (voli 3 volte alla settimana), oppure via terra con autobus notturni che effettuano la tratta La Paz-Uyuni (tra 10 e 12 h). Altra alternativa è il treno che passa per Oruro, ma i posti sono pochi e vanno prenotati per tempo. Chi arriva dal Cile, può partecipare a tour che partono da San Pedro di Atacama e arrivano a Uyun dopo tre giorni.

Quanto costa visitare il Salar de Uyuni? Prezzi, offerte e consigli

salar de uyuni uyuni 1Non ci si può addentrare da soli in questa immensa distesa di sale.
Solitamente i tour in jeep 4x4 durano 3 giorni, ma i prezzi variano in base alla lunghezza e alla personalizzazione dell'itinerario. Un'escursione standard in jeep da condividere con altri viaggiatori (ogni auto porta 4/5 persone) ha un costo di circa $180,00 (€150,00) con partenza da Uyuni, mentre di $230,00 (€193,00) con partenza da Tupiza, al confine con l'Argentina. Diversi sono i tour di più giorni in partenza da Atacama, ma se soggiornate ad Uyuni potete optare anche per un tour di un giorno con pranzo incluso. In alternativa, se soggiornate a La Paz potete scegliere il tour in aereo di 3 giorni!

I pacchetti comprendono colazione, pranzo, cena, pernottamento in case locali con bagno e acqua fredda, trasporto in 4x4. Gli ingressi alla riserva, all'isola Incahuasi, le tasse alla frontiera, l'acqua extra e quanto non espressamente indicato va pagato in bolivianos (300,00 BOBO, circa €36,00).

Orari e prezzi

I prezzi e gli orari solitamente si rifanno ai tour guidati, in quanto non è consigliato visitare in autonomia la riserva. Infatti ci si potrebbe facilmente perdere ed in più sono necessari mezzi 4x4 adatti. Assicuratevi che i tour che prenotate includano i seguenti costi:

  • Visita al Pueblo Fantasma: 15 BOB / €2,00
  • Ingresso alla Reserva Natural de Fauna Andina Eduardo Avaroa: 150 BOB / €20,00
  • Visita all'Isola Incahuasi, nel salar de Uyuni: 30 BOB / €4,00
  • Bagno alle terme (facoltativo): 6 BOB / €0,80
  • Doccia all'hotel di sale (facoltativo): 10 BOB / €1,30

Tour, visite guidate e biglietti online

Quando andare? Info su clima e periodo migliore

Mese Temperature medie (min/max) Precipitazioni (giorni/mm)
Gennaio 4 / 17° 2 gg / 54 mm
Febbraio 4 / 16° 2 gg / 40 mm
Marzo 3 / 16° 1 gg / 13 mm
Aprile 1 / 17° 1 gg / 13 mm
Maggio -3 / 15° 0 gg / 0 mm
Giugno -6 / 14° 0 gg / 0 mm
Luglio -6 / 13° 0 gg / 0 mm
Agosto -5 / 15° 0 gg / 0 mm
Settembre -2 / 16° 0 gg / 0 mm
Ottobre 1 / 17° 1 gg / 13 mm
Novembre 2 / 18° 2 gg / 40 mm
Dicembre 4 / 17° 2 gg / 40 mm
  • Clima: il sud ovest della Bolivia, dove si trova il deserto di Uyuni, ha un clima desertico pur trovandosi in altitudine. Il sole tropicale trovandosi ad una notevole altezza aumenta gli effetti a causa della superficie bianca. Qui c'è un'unica stagione con temperature che si abbassano sotto lo zero da maggio a ottobre (-5/15°), ma questo è anche il periodo dove il rischio di rovesci è pari a zero. Da novembre ad aprile può capitare di incontrare qualche pioggia ma i rovesci non superano mai 150 mm annui
  • Periodo migliore: Il salar è secco nei mesi invernali (mag-set) e inondato dall'acqua in quelli estivi (nov-mar). Sebbene sia visitabile tutto l'anno, in genere si consigliano i mesi di passaggio (settembre, ottobre e novembre), quando le leggere piogge rendono il Salar un vero e proprio specchio, azzerando totalmente i confini tra cielo e terra
  • Periodo da evitare: In piena estate australe (da Novembre a Marzo), che coincide con la stagione delle piogge, alcune zone diventano inaccessibili

Cosa portare: abbigliamento ed equipaggiamento consigliati

  • Abbigliamento: abbigliamento termico e pesante per la sera e la notte, giacca pesante, vestiti mezza stagione per il giorno, scarpe comode, berretto di lana, sciarpa, guanti
  • Equipaggiamento: termos per bevande calde, zainetto per escursioni, macchina fotografica, occhiali da sole, crema solare, sacco a pelo pesante, scaldini termici

Cosa vedere e come visitare Uyuni e il deserto di sale

Ragazzo che salta nel desertoNonostante l'altitudine e il clima un po' instabile, si tratta di una attrazione turistica sensazionale proprio per la sua unicità.
Esistono differenti tipologie di tour, dalla visita veloce di 1-2 giorni con partenza dalla città di Uyuni fino ai percorsi di trekking 3-4 giorni.
Ecco tutte le informazioni necessarie per organizzare la vostra escursione.
All'interno del Salar è possibile visitare:

  1. Sol de Mañan: un'area geotermica di 10 kmq tra i 4.800 e i 5.000 metri caratterizzata da un'intensa attività vulcanica che forma laghi di fango bollente, pozze di vapore dove potersi bagnare e geyser con fumarole sulfuree; poco più in basso, a circa 4.200 metri, si trovano le Termas de Polques, delle sorgenti termali per un bagno nelle acque sulfuree alla temperatura di circa 30°
  2. Vulcano Tunupa: è un vulcano dormiente da parecchio tempo, si trova sul lato settentrionale del Salar de Uyuni ad un'altezza di 5321 m, e domina tutto l'immenso deserto di sale. Offre una ricca diversita di flora e fauna, i più allenati apprezzano la scalata ma non è sicuramente un'escursione per tutti
  3. Mummie di Coquesa: all'interno di una caverna a margine del deserto si possono ammirare le Mummie di Coquesa, abitanti dell'omonimo villaggio, che risalgono a circa 3000 anni fa e sono state ritrovate all'interno di questo deserto senza confine
  4. Laguna Colorada: a 4.278 mslm. Si tratta di un lago color amaranto a causa della presenza di alghe e plancton. Le rive sono invece orlate di brillanti depositi bianchi di magnesio, borace, gesso e sodio. Qui è facile avvistare i fenicotteri rosa
  5. Hotel Luna Salada o Hostal di Sal: una costruzione di sale dove all'interno sono presenti tavoli e servi igienici sempre costruiti con il sale: qui spesso ci si ferma per una sosta prima di entrare nell'immenso deserto salino. Non è propriamente un'attrazione ma potrebbe comunque essere interessanti per alcuni
  6. Cimitero delle Locomotive: uno dei luoghi da non perdere all'interno del Salar, qui si possono ammirare i resti di vecchi treni che percorrevano la tratta andina
  7. Isla Incahuasi: l'isola più grande del Salar, chiamata anche isola dei cactus, ed è un affioramento roccioso la cui cima è formata da resti di un antico vulcano. Da non perdere l'alba, momento in cui i cactus si incendiano pian piano mentre il sole sorge. Possibilità di partecipare ad appositi tour di osservazione del cielo notturno e alba al Salar
  8. Zona degli esagoni: una parte del Salar de Uyuni dove la distesa di sale appare infinita. Nei mesi più secchi si è circondati solo da sale, mentre quando piove si può ammirare lo splendido effetto specchio
  9. Canyon dell'Anaconda: una zona desertica caratterizzata da formazioni rocciose che si sono formate dalla lava pietrificata e che hanno dato origine a forme particolari come la coppa del mondo, l'albero, il cammello dormiente e l'Italia perduta
  10. Isla de Pescado: un'altra isola nel mezzo del Salar, chiamata così perché quando si ammira il profilo ponendo lo sguardo da est a ovest durante le piogge, è possibile scorgere il profilo di un pesce. Sulla sua superficie ci sono numerosi cactus, alcuni alti anche 10 m

Consigli utili per visitare l'attrazione

  • Scegli solo tour in jeep 4x4: è il modo migliore per evitare problemi nella distesa salata di Uyuni. E' categoricamente sconsigliato avventurarsi da soli e a piedi, il deserto è talmente grande e uniforme che perdersi sarebbe fin troppo facile.
  • Spirito di adattamento: non aspettatevi hotel o sistemazioni 4 stelle, non esistono. Gli alloggi sono spartani, si cena presto (intorno alle 19:00) perché dopo le 21:00 non è assicurata neppure la corrente elettrica.
  • Portatevi la carta igienica: ebbene si, i bagni sono in comune e non hanno né acqua calda né... carta igienica!

Cenni storici e curiosità: cosa sapere in breve

Salar uyuni come si è formatoSecondo una leggenda Aymara le protagoniste della formazione del deserto furono i giganti Kusina, Kusku e Tunupa, che sono in realtà le montagne circostanti. Tunupa e Kusku erano sposati, ma il secondo tradì la moglie con Kusina: Tunupa pianse così tanto da riempire tutta la distesa con le sue lacrime salate, dando origine al deserto di sale.

Una leggera variante della leggenda sostiene che invece le lacrime di Tunupa sgorgarono dopo essere stata abbandonata dal marito Kusku con il figlio appena nato; durante ogni allattamento, Tunupa si disperava in lacrime che, miste al latte materno, formarono il Salar.

Ma per scoprire la reale motivazioni bisogna andare indietro di circa 40.000 anni. L'altopiano su cui si trova il deserto non aveva sbocchi, quindi tutta l'acqua proveniente dalle montagne circostanti si convogliava qui, creando il lago Minchin, un enorme lago preistorico. A causa dell'elevata salinità, tutta l'acqua colpita dai forti raggi del sole delle Ande evaporò, facendo rimanere questa massiccia crosta di sale.
Nella parte più profonda e centrale, il lago raggiunge una profondità di 120 metri.

Immagini e giochi di prospettiva

Giochi di prospettiva: foto 1
Giochi di prospettiva: foto 2
Giochi di prospettiva: Foto 3
Giochi di prospettiva: Foto 4
Giochi di prospettiva: Foto 5
Giochi di prospettiva: foto 6
Giochi di prospettiva: foto 7
Giochi di prospettiva: foto 8
Giochi di prospettiva: foto 9
Giochi di prospettiva: foto 10
Giochi di prospettiva: Video
1/11

Viaggiare informati: info utili Bolivia

  • Abitanti: 11.428.245
  • Capitale: capitale legislativa Sucre, capitale governativa La Paz
  • Lingue: spagnolo, Aymara, Quechua
  • Moneta locale: boliviano (BOB) / cambio: €1,00 = 8,23 BOB
  • Clima: vario in base alla zona. In inverno, da maggio a ottobre, sull'altopiano andino il clima è secco, mentre in estate, da novembre ad aprile, vi è la stagione delle piogge. Nelle zone amazzoniche, il caldo umido è costante tutto l'anno, mentre in quelle desertiche è secco tutto l'anno, un po' più freddo durante l'inverno - scopri di più
  • Vaccinazioni: vaccino febbre gialla fortemente raccomanda a tutti i viaggiatori che si recano in Bolivia. Obbligatorio per chi provenienti o ha transitato da Paesi a rischio di trasmissione della malattia
  • Requisiti d'ingresso: passaporto con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell'ingresso; biglietto di andata e ritorno. Consigliata assicurazione sanitaria
  • Distanza dall'Italia: 10.468 km (22 ore di volo compreso scalo)
  • Assicurazione di viaggio/sanitaria: consigliata. Con noi ottieni uno sconto del 10% e hai copertura completa, assicurazione medica h24 e consulenza telefonica illimitata – fai un preventivo gratis

Assicurazione di viaggio: il nostro consiglio

Noi ci affidiamo sempre alla compagnia Compagnia di assicurazioni, che fornisce una copertura completa a dei prezzi assolutamente competitivi.
Inoltre mettono a disposizione un'assistenza clienti, un call center sempre attivo e l'assicurazione medica h24 con consulenza medica telefonica Illimitata: sappiamo bene che quando ci si trova all'estero in situazioni di emergenza, trovare un consulente sempre pronto a rispondere è la cosa più importante.
Visita il loro sito e ricevi uno sconto del 10% sulla tua polizza riservato agli utenti di Travel365.

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Bolivia

Inserisci una domanda
Commenti sull'articolo
  • Rosaria Risalvato
    Rosaria Risalvato 09 Marzo 2016 17:49

    Wow.. Che immagini spettacolari!!!

    Rispondi
  • Tommaso Dainelli
    Tommaso Dainelli 03 Maggio 2016 17:43

    Penso che questo sia senza dubbio uno dei posti più belli cdel mondo

    Rispondi
  • Francesco Lo Cicero
    Francesco Lo Cicero 09 Maggio 2016 14:57

    Io ci sono stato e penso di non aver mai visto un luogo tanto bello in vita mia. Occhio però che alcune Agenzie discutibili o guide particolarmente inadatte possono rovinare la vostra esperienza... Personalmente vi consiglio di affidarvi alle agenzie menzionate dalla guida lonely planet se non volete ritrovarvi in mezzo al deserto con un'auto in panne!!!

    Rispondi
  • Ilenia Miranda
    Ilenia Miranda 16 Febbraio 2017 16:49

    Il Salar de Uyuni è un posto magico per la sua bellezza ma non solo! Sapevate che è anche il principale giacimento al mondo di Litio? elemento indispensabile per creare le batterie ricaricabili dei nostri pc, tablet e smartphone!

    Rispondi
  • Katia Musso
    Katia Musso 16 Luglio 2020 17:37

    Uno dei luoghi più belli al mondo! Da piangere per l'emozione !!!

    Rispondi
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su