serengeti parco nazionale

Safari in Tanzania: prezzi, quando andare e dove

Quali sono i migliori safari in Tanzania? Qual è il periodo migliore e come scegliere dove andare? Ecco tutte le info per un Safari in Tanzania, con prezzi e consigli utili sui migliori parchi

serengeti parco nazionaleOsservare gli animali nel loro habitat naturale, vivere a contatto con delle nuove culture, visitare i parchi naturali: un safari è di certo un'esperienza destinata a rimanere impressa nella mente di chi vi partecipa. Esistono centinaia di luoghi dove potersi recare per un safari, e uno di quelli destinati a regalare un'avventura indimenticabile è certamente la Tanzania, grazie ai suoi paesaggi unici al mondo. Organizzare e vivere un safari, però, non è una cosa semplice. Bisogna conoscere i requisiti d'ingresso nel paese, il periodo migliore per andare e ovviamente, scegliere il safari da effettuare. Ecco tutte le informazioni utili per vivere un viaggio in Tanzania perfetto.

Viaggiare informati: info utili

  • Abitanti: 55,57 milioni
  • Capitale: Dodoma (dal 1973, precedentemente era Dar Es Salam)
  • Lingue: Swahili (lingua ufficiale), arabo e inglese (altra lingua ufficiale, ma utilizzata prevalentemente nelle grandi città, le mete turistiche e a scopi commerciali)
  • Moneta locale: Scellino Tanzano (€1,00=2.773,8 scellini tanzani)
  • Clima: tropicale, con temperature che possono variare da i 10 ai 20 °C sugli altipiani, nel resto del paese scendono raramente al di sotto dei 20°C. È possibile suddividere la Tanzania in due grandi regioni. Nella prima (centro occidentale fino a sud ovest), la stagione delle piogge si ha da dicembre ad aprile. Nella seconda regione (nord e costa settentrionale), la stagione delle piogge si verifica rispettivamente da ottobre a dicembre (comunemente chiamate "piccole piogge") e marzo-maggio, le famose "lunghe piogge".
  • Vaccinazioni: Non ci sono vaccinazioni obbligatorie da effettuare prima di entrare nel paese, fatta eccezione per quella contro la febbre gialla, nel caso in cui si entri in Tanzania via terra passando per paesi a rischio, o dopo aver effettuato 12 ore di fermo in aeroporti siti in tali zone. Si consigliano quelle per epatite A, epatite B, malaria, tifo e specialmente la profilassi antimalarica.
  • Requisiti d'ingresso: passaporto con validità residua di almeno sei mesi e visto turistico. La permanenza è limitata a tre mesi
  • Distanza dall'Italia: 6.316,20 km (7-8 ore di volo)

Quando andare: clima e periodo migliore

Il periodo migliore per viaggiare in Tanzania dipende da diversi fattori, come ad esempio la temperatura, i luoghi da visitare e ovviamente, i flussi migratori degli animali, spettacolo sempre emozionante.
I mesi migliori per visitare la Tanzania vanno da Maggio a Ottobre, vista la grande presenza di animali in tutti i parchi e la scarsa possibilità di piogge. Altri periodi consigliati sono Settembre e Ottobre nel Parco di Arusha, famoso per la presenza dei fenicotteri rosa e bufali, Dicembre, Gennaio e Febbraio nel Parco del Serengeti (periodo di nascita dei cuccioli) e nell'Area di Conservazione di Ngorongoro. Giugno-Luglio è ideale per assistere alla migrazione degli Gnu. Novembre-Aprile è invece il periodo consigliato agli amanti del bird-watching che, durante il periodo delle piogge, potranno osservare numerose specie presso la pianura del Serengeti.
VEDI ANCHE: quando andare in Tanzania - info su clima e periodo da evitare

  • Clima: Tropicale, con stagione secca tra maggio e ottobre e tra gennaio e febbraio, e una stagione delle piogge tra dicembre ed aprile al sud e tra marzo e maggio al nord. Le temperature sono pressoché costanti con minime intorno ai 18/20° e massime intorno ai 30/32°.
  • Periodo migliore: Generalmente il periodo migliore è fra Maggio e Ottobre, con preferenza per Luglio e Agosto, ma dipende molto dalla zona scelta.
  • Periodo da evitare: da fine Ottobre ad Aprile generalmente la Tanzania è più piovosa, sebbene Gennaio e Febbraio siano ideali per la migrazione degli Gnu nel Serengeti dalla Tanzania al Kenya.

1 - Parco Nazionale del lago Manyara - Ngorongoro Conservation Area

ngorongoro conservation areaIl Parco nazionale del lago Manyara si entende su una lingua di terra che include lo stesso lago, con una lunghezza di circa 50 km e una larghezza tra i 6 e gli 8 km. L'estremità settentrionale del parco occupa diversi ambienti che vanno dalla fitta foresta alla savana, fino ad arrivare alle zone acquitrinose. Questo offre la possibilità di contatti ravvicinati con diverse specie di animali tra cui gli elefanti, attrattiva principale, colonie di babbuini, gnu, zebre e giraffe, per non parlare delle 380 specie di uccelli, tra cui gli eleganti fenicotteri. I predatori presenti nell'area sono soprattutto leopardi e leoni.

Percorrendo sempre la comoda strada asfaltata dell'arrivo, è possibile raggiungere la Ngorongoro Conservation Area, dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'Unesco nel 1978. Tra le aree naturali più popolate e affascinante della Tanzania, la zona deve il suo nome al cratere di Ngorongoro, che si formò quando un vulcano esplose e collasso su se stesso all'incirca 3 milioni di anni fa, dando vita all'attuale caldera, profonda 610 metri e sede del lago Magadi. Caratterizzato da acqua molto bassa, il lago è diventato presto la casa di stormi di fenicotteri e gru coronate, senonché fonte d'acqua per i 30.000 animali che vivono permanentemente nella savana circostante. L'area è uno dei pochi posti in tutta l'Africa dove si possono incontrare contemporaneamente elefanti, bufali, leoni, leopardi e rinoceronti, i famosi "Big Five", che sarà possibile fotografare durante i Game Drive in programma all'interno del cratere.

  • Periodo migliore: Giugno-Settembre / Gennaio-Febbraio
  • Durata consigliata: 4 giorni
  • Prezzo medio: a partire da €1.000,00 a persona

2 - La Grande migrazione invernale

migrazione gnu serengetiNella zona di Ndutu, all'interno della Ngorongoro conservation Area, è possibile assistere all'inizio di quello che può essere definito lo spettacolo più suggestivo al mondo: la Grande Migrazione. Qui, circa un milione e mezzo di gnu e mezzo milione di zebre si danno "appuntamento", per dare inizio al loro viaggio alla ricerca di cibo e acqua, sfidando grandi e pericolosi predatori. Da qui sarà possibile osservare il loro viaggio dal Kenya verso il Serengeti centrale, dove stazioneranno da dicembre a marzo, spostandosi all'interno dell'area inseguendo gli sporadici acquazzoni, fonte di nuova erba fresca.
VEDI ANCHE: i migliori safari in Kenya

  • Periodo migliore: Dicembre - Marzo
  • Durata consigliata: 8 giorni
  • Prezzo medio: a partire da €3.000,00

3 - I parchi della Tanzania del Nord

serengeti parco nazionaleI famosi parchi del Nord della Tanzania possono comporre un itinerario unico in quanto sono vicini l'uno all'altro, e quindi visitabili in un'unico safari.
Il parco di Arusha, ai piedi del Kilimanjaro, è l'ideale per avventurarsi subito alla ricerca dei "Big Five", elefante, rinoceronte, bufalo, leone e leopardo: i cinque animali che non possono mancare in un Safari fotografico.
Presso il coloratissimo Lago Momela, sarà poi possibile ammirare i centinaia fenicotteri rosa che vi risiedono, gioia per gli amanti del bird watching, che troveranno di certo interessante anche il parco Nazionale del Lago Manyara.
Vero e proprio paradiso degli uccelli, che ammontano all'incirca a 380 specie, questo piccolo ma caratteristico parco offre una vista mozzafiato data dall'alternarsi delle montagne della Rift Valley con specchi d'acqua, boschi e grandi foreste d'acacie. Un paesaggio magnifico casa di babbuini, scimmie blu, elefanti, giraffe e zebre.

Muovendosi verso la Ngorongoro Conservation Area, dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'Unesco nel 1978, sarà possibile visitare la Gola di Olduvai, la famosa "culla dell'umanità". Il luogo deve il suo nome al ritrovamento dei resti di un ominide, che risale a circa 2 milioni di anni fa. Altro luogo suggestivo della zona è il cratere Ngorongoro, la più vasta caldera esistente al mondo, dove vivono vivono all'incirca 30.000 grandi mammiferi tra cui bufali, leoni, elefanti, ghepardi e rinoceronti. Al centro del cratere è presente il lago Magadi, caratterizzato dalle acque basse, habitat di stormi di fenicotteri e gru coronate.

Nella stessa area, poco più a nord, si trova il Parco Nazionale del Serengeti, una tappa assolutamente imperdibile nonché "casa" dei Big Five (elefante, leone, leopardo, rinoceronte, bufalo).
Muovendosi alla volta del Parco Nazionale del Serengeti, sarà possibile osservare il mutamento del paesaggio da verde e rigoglioso a sconfinata Savana. Qui ci sarà grande spazio per i Game Drive Safari, alla ricerca di elefanti, leopardi, zebre, gnu, bufali e di tutti gli altri animali, che a centinaia vivono in questa zona. Particolarmente consigliati sono i Game Drive alle prime luci dell'alba, che danno la possibilità di ammirare il sole rosso, che illumina i suggestivi paesaggi africani.

Proseguendo per la strada principale, è possibile raggiungere in 2-3 ore il Parco del Tarangire, famoso per i branchi di elefanti, i giganteschi baobab ma sopratutto per i pitoni africani, che risiedono nelle foreste e nei pressi del fiume.
Nella stessa area, poco più a sud, c'è il Parco Nazionale del Lago Manyara, che da solo occupa 230 kmq dei 330 complessivi del parco, dov'è possibile incontrare sia 380 tipi di uccelli diversi, che un gran numero di specie animali tra cui elefanti, bufali, zebre, giraffe, leopardi, antilopi e diversi altri.

  • Periodo migliore: da metà dicembre a metà marzo e da metà giugno a metà ottobre.
  • Durata consigliata: 8 giorni
  • Prezzo medio: a partire da €2.800,00

4 - Parco del Tarangire - Lago Natron

tarangireIl parco nazionale del Tarangire è un area naturale protetta della Tanzania settentrionale, famosa per i secolari baobab, e i branchi di elefanti che qui risiedono. Soprattutto durante la stagione secca, il parco ospita numerose specie di animali, tra cui bufali, gazzelle, giraffe e alcuni predatori, quali leoni e ghepardi, attirati dal fiume Tarangire: l'unica fonte d'acqua disponibile nel raggio di chilometri.

Spostandosi verso sudest della stessa area è possibile raggiungere l'area naturale protetta del Lake Manyara National Park, dove si trova l'omonimo lago alcalino. Tutto il parco costituisce una zona rinomata per la ricchezza di varietà vegetali, per diversi tipi di foresta e la savana che si alternano tra loro, e per la fauna del parco. Qui infatti vivono numerose specie tra cui elefanti, babbuini, zebre, giraffe, fenicotteri rosa e numerosissime altre specie di uccelli, che fanno del lago un paradiso per gli amanti del bird watching.
Tra gli ospiti del parco non si possono non menzionare i leoni del Manyara che, infastiditi dall'umidità del terreno e dagli insetti, hanno acquisito la curiosa abitudine di arrampicarsi sugli alberi.

  • Periodo migliore:Settembre-Ottobre ed Aprile-Maggio
  • Durata consigliata: 4 giorni
  • Prezzo medio: a partire da €660,00

5 - I parchi del sud della Tanzania

tanzania parchi del sudI Parchi del Sud della Tanzania sono considerati il territorio più selvaggio e incontaminato dell'intera nazione. Il Ruaha National Park è la seconda area protetta più grande della nazione, ed ospita una della popolazioni di elefanti più numerose, insieme a mandrie di bufali, kudu, gazzelle, antilopi e più di 400 specie di uccelli, che sarà possibile ammirare durante i game drive ed escursioni a piedi.
Ovviamente non mancano i predatori che, vista la grande abbondanza di fauna durante la stagione secca, banchettano industarbati nella zona. Il fiume Ruaha, che scorre nella parte orientale del Parco, è abitato da ippopotami, coccodrilli e numerosi uccelli acquatici. Altri due fiumi attraversano la zona, il Mwagusi e lo Mdonya, dove però l'acqua scorre soltanto nel periodo delle pioggie. Durante tutto il resto dell'anno i due fiumi si prosciugano completamente, ed i loro letti vengono utilizzati dagli animali come percorsi, per raggiungere le altre riserve idriche.

L'acqua è invece l'elemento caratterizzante della Riserva Faunistica del Selous, dov'è possibile effettuare i migliori safari in barca di tutte la Tanzania. La zona è percorsa dal fiume Rufiji e da un'immensa savana, dove vivono alte concentrazioni di elefanti, ippopotami, licaoni e coccodrilli, che sarà possibile ammirare durante i safari a piedi, vietati nella maggior parte degli altri parchi nazionali africani.
Altro luogo di particolare interesse per i più avventurosi è la gola di Stiegler: un canyon profondo all'incirca cento metri, percorribile con una teleferica.

  • Periodo migliore: Da Giugno a Novembre i letti asciutti del fiume attirano numerosi elefanti e bufali, ed è possibile ammirare gli animali concentrarsi attorno ai fiumi e alle pozze d'acqua. Da Dicembre a Marzo, grazie alle giornate calde, il clima umido e le possibili piogge, il territorio si fa sempre più verde, ed è possibile ammirare i nuovi cuccioli.
  • Durata consigliata: 10 giorni
  • Prezzo medio: a partire da €2.940,00

Cosa indossare e cosa mettere in valigia

Il clima in Tanzania fa la differenza. Vista la presenza di diverse tipologie di clima, che variano in base alle zone da visitare, è bene portare con sè un abbigliamento diversificato: leggero e pratico per i safari nei parchi più caldi, antivento e caldo per i luoghi più freddi, ad esempio le tappe sul Kilimangiaro.

  • Abbigliamento consigliato: È consigliato l'abbigliamento di colore chiaro (ma non bianco, in quanto tende a sporcarsi facilmente), mentre i colori scuri sono da evitare, visto il particolare fascino che esercitano sulle zanzare, e la loro capacità d'attrazione della luce solare. Di fondamentale importanza è indossare abiti coprenti, a maniche lunghe con calzini lunghi, in modo da ridurre la superficie del corpo esposta alle punture degli insetti. Felpe e giacche a vento sono inoltre consigliate durante le stagioni secche, dove la mattina e la sera le temperature sono piuttosto basse.
  • Accessori utili: È sempre bene avere in valigia l'occorrente per la protezione solare forte, crema idratante, bandana per il vento, cappello e repellente per gli insetti: non dimenticate che siete vicini all'equatore.

Organizza il tuo Safari in Tanzania

Per un preventivo personalizzato, potete chiamare i nostri agenti di viaggio e concordare insieme a loro il safari più adatto alle vostre esigenze. Di seguito i recapiti:


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su