Cosa si mangia in Sri Lanka: piatti tipici, consigli e curiosità sulla cucina tipica

Aggiornato a Marzo 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 21 viaggiatori.

Si è portati a pensare che la cucina singalese sia simile a quella indiana. In realtà, lo Sri Lanka ha sviluppato una propria cucina nazionale in quanto il suo patrimonio e le sue tradizioni culinarie derivano dalla mescolanza di prodotti locali con ricette e prodotti portati sull'isola nel corso dei secoli da indiani, arabi, portoghesi, olandesi e britannici.

Il piatto base è il riso al curry, pressoché onnipresente, che accompagna carne, pesce e verdure. Gli ingredienti base sono anche pesce, cocco e frutta. Un mix di sapori contrastanti, testimonianza del fatto che, per antonomasia, questa è l'isola delle spezie.
La cucina singalese è estremamente piccante. Se non la gradite è bene avvertire il personale del ristorante al momento dell'ordinazione, oppure optare per i convenienti buffet dove c'è sempre qualcosa di neutro (riso in bianco, pollo grigliato).

Lo street food è parte essenziale della cucina locale e, girando per il Paese, s'incontrano spesso bancarelle che vendono samosa e vadai.

Ecco i piatti tipici dello Sri Lanka.

10 Piatti tipici dello Sri Lanka

1 - Curry and mixed rice

curry riso con zuppaIl riso al curry è onnipresente, un po' come il pane da noi. E' disponibile in qualsiasi caffè o ristorante, è economico e nutriente.
Per curry si intende un insieme di spezie ed erbe aromatiche fresche amalgamate fra loro, cui viene aggiunta una quantità smodata di peperoncino.

L'accoppiata riso+curry è la base; ci sono poi tantissime varianti. La forma più semplice prevede una montagnola di riso con sopra qualche cucchiaiata di curry vegetale, dhal, un pezzetto di pollo o di pesce.
La versione più sofisticata prevede invece una porzione di riso accompagnata da almeno 7 contorni, un pasto importante che si ispira al rijsttafe olandese.

Rice and curry lo troverete ovunque, fatevene una ragione, inizierete a mangiarlo già sul volo di andata e, una volta a destinazione, resterete stupiti dal fatto che i locals lo mangino già a colazione!

  • Consigliato a: sempre
  • Costo medio: da €0,50 la versione base, il prezzo aumenta se si aggiunge carne o pesce
  • Ingredienti principali: riso, curry, carne, pesce, verdure

2 - Deviled sweet and sour fish curry

devil fish gamberetti con salsa piccante sri lankaMolto diffusi sono anche i piatti piccanti (o alla diavola). Queste pietanze vengono solitamente preparate con una salsa densa e piccante, grossi pezzi di cipolla e peperoncino, dove poi l'ingrediente principale viene portato a cottura immerso in questo sugo.

Nel caso specifico del Devil sweet and sour fish, il pesce viene fritto, poi immerso in una salsa agrodolce, e poi di nuovo soffritto insieme a cipolle rosse, peperoni e banane.

Eccellente se accompagnato con un po' di riso fritto o con una paratha (pane indiano simile alla focaccia).

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €7,00
  • Ingredienti principali: pesce, cipolla, peperoncino

3 - Lamprais

piatto lamprais con riso e curryM​​​​​olti piatti tradizionali sono stati influenzati dal passato coloniale del Paese. Un esempio è questo piatto di origine olandese.
Si tratta di riso bollito in brodo accompagnato da frikkadels (polpette), un curry misto di carne, curry di melanzane e sambol.

Tutti questi ingredienti vengono quindi avvolti in una foglia di banana insieme a varie spezie tra cui cardamomo e cannella e cotti al forno. In alcune versioni sono aggiunte anche uova, verdure e sottaceti.

Considerando la sua ricchezza ed il tempo necessario per cucinarlo, il lamprais viene generalmente preparato per le occasioni speciali quando è previsto un grande raduno di amici e familiari.

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: €12,00
  • Ingredienti principali: riso, carne, uova

4 - Dhal curry

dal curry sri lankaFoto di SouthofindiaE' uno dei piatti più comunemente consumati (già a colazione). L'ingrediente principale sono le lenticchie (daal) che vengono cucinate con il latte di cocco e trasformate, grazie all'aggiunta del curry, in un ricco stufato che si sposa perfettamente con il riso.
Viene infatti spesso accompagnato al riso bollito, al roti (una sorta di piadina) e al naan (focaccia).

Il Dhal Curry è un curry molto delicato e nutriente che piace a tutti. E' un piatto di derivazione indiana e può essere considerato universale. Ha un sapore delicato, non è piccante, vegetariano, adatto anche ai bambini.
Può costituire il piatto principale o il contorno, è quindi estremamente versatile.

  • Consigliato a: sempre
  • Costo medio: €0,80
  • Ingredienti principali: lenticchie, curry

5 - Kottu (vegetarian, egg, cheese)

kothu sri lankaFoto di KARTY JazZLo street food più popolare è il Kottu. Si tratta di pezzi triturati di paratha (pezzi di pane non lievitato) che vengono prima fritti e poi mescolati con verdure e altri ingredienti come pancetta, uova, pollo e spezie sulla piastra bollente. Esiste anche una versione vegetariana con porri, cipolle e cavoli.

Può essere definito l'hamburger dello Sri Lanka, spesso viene servito accompagnato da una ciotola di salsa al curry per inumidire ed aggiungere sapore alla piadina fritta.
Si compra nei tipici locali da fast food ai lati delle strade: si può portare via in modalità take-away, oppure ci si può fermare a mangiarlo nei tavolini allestiti all'interno. Vederlo preparare al momento dal cuoco è uno spettacolo coinvolgente!

  • Consigliato a: spuntino
  • Costo medio: €0,80
  • Ingredienti principali: paratha, uova, carne, verdure, spezie

6 - Brinjal

brinjal ricetta melanzane sri lankaFoto di Kanchana BosePiù che un piatto vero e proprio, si tratta di un contorno. La ricetta è praticamente a base di melanzane e generalmente accompagna i piatti di curry e riso, ma la particolarità sta nel metodo di cottura con cui viene preparata.
Anzitutto occorre precisare che le melanzane dell'isola sono ben diverse dalle nostre: decisamente più piccole e più chiare, con striature bianche.

La melanzana viene prima tagliata a cubetti e fritta, per poi essere caramellata con zucchero, aceto, cipolle rosse, chili verde, semi di senape, peperoncino e chiodi di garofano.
Il sapore che ne risulta è un contrasto dolce-salato davvero squisito.

Pur essendo uno dei piatti più celebri del Paese, è chiaro che ogni area dell'isola, ma anche ogni casa, abbia la propria variante.

  • Consigliato a: contorno a pranzo e cena
  • Costo medio: €0,50
  • Ingredienti principali: melanzane e spezie

7 - Hoppers (Appa)

sri lanka egg hoppers 1Foto di Ji-ElleAnche noti anche come Appa, sono un alimento icona dello Sri Lanka.
Si tratta di una specie di crepes, sottilissime e croccanti, preparate con una pastella a base di uova, latte di cocco e un goccio di toddy (vino di palma). Hanno una forma concava, come fossero una specie di scodella, perché vengono cotte, anziché sulla classica piastra per le crepes, in un piccolo wok. In questo modo rimangono spesse e più soffici sul fondo e sottili e croccanti verso i bordi.

Possono essere ordinate semplici, ma più spesso vengono farcite con un uovo fritto, salsine a base di ceci e verdure varie.
Si trovano ovunque e sono davvero gustose.

  • Consigliato a: colazione e spuntino
  • Costo medio: €1,00
  • Ingredienti principali: uova, latte di cocco, verdure

8 - Pol roti, coconut roti and chili salt

rotiFoto di Federica ErmeteIl Roti è una sorta di piadina morbida, una specie di tortilla che somiglia al roti indiano (ma meno grasso) e al chapati africano.
L'impasto è preparato con cocco fresco grattugiato, farina, acqua e sale. Vengono formate delle palle di impasto che vengono poi appiattite e cotte su una piastra ben calda.

Viene consumato come spuntino inzuppato in una salsa al curry piccante ottenuta miscelando cocco grattugiato, peperoncino in polvere, pomodoro, succo di lime, cipolle rosse e sale.
Con un po' di fantasia può essere definito una mini-pizza cingalese.

  • Consigliato a: spuntino
  • Costo medio: €0,50
  • Ingredienti principali: cocco fresco grattugiato, farina, acqua

9 - Ulundhu vadai

street food ulundhu vadai snack frittoOltre che per le pietanze estremamente piccanti, i singalesi vanno matti per gli snack fritti.

Ovunque si incontrano chioschi di venditori ambulanti che vendono polpettine e involtini di ogni forma e dimensione fritti, unti e bisunti!
Questi snack fritti sono comunemente chiamati "eat shorts" e, oltre ad essere venduti nei baracchini lungo la strada, vengono offerti dai venditori ambulanti sui treni o in spiaggia.

Gli Ulundhu vadai, nello specifico, sono piccole frittelle, molto simili a delle polpette piatte, realizzate col dhal (lenticchie), combinato con spezie incredibili e fritte fino ad essere perfettamente croccanti all'esterno e morbide all'interno.

  • Consigliato a: spuntino
  • Costo medio: €0,25
  • Ingredienti principali: lenticchie

10 - Pesce alla griglia

pesceFoto di Federica ErmeteDopo aver visitato il triangolo culturale e ammirato i panorami degli altipiani, una volta raggiunta la costa dell' isola, non si può non farsi una bella mangiata di pesce che qui la fa da padrone. I prodotti ittici, infatti, costituiscono il grosso dell' alimentazione nelle zone di mare.
Pesci comuni sono tonno, orata, branzino, dentice, sgombro, ma anche gamberi, granchi, aragoste e calamari.

Il pesce è la soluzione ideale per chi vuole essere di sicuro di non incappare in pietanze infuocate, in quanto il pesce viene semplicemente cucinato alla griglia.

Nelle località di mare, come Mirissa e Hikkaduwa e Negombo, all'ora del tramonto, il classico rito è attendere il rientro delle barche dei pescatori, mentre i ristoratori cominciano ad allestire i tavoli sulla spiaggia.
Il pesce fresco di giornata viene collocato su banconi cosparsi di ghiaccio e, all'ora di cena, non si deve far altro che scegliere ciò che si vuole mangiare direttamente dal banco. Questo viene cucinato alla griglia e si paga al peso.
Mangiare pesce freschissimo con i piedi nella sabbia è sicuramente un'esperienza molto romantica e da fare almeno una volta nella vita!

  • Consigliato a: pranzo, cena
  • Costo medio: da €25,00 al kg
  • Ingredienti principali: pesce fresco

Dolci tipici del Sri Lanka

Sarà che la frutta tropicale a disposizione è buonissima, sarà che fa veramente molto caldo e si ha perlopiù voglia di roba fresca e dissetante, ma non vi è una cultura particolare del dolce.

Anche nei ristoranti e nei buffet degli hotel, si trova più che altro una gran quantità di frutta da accompagnare, eventualmente, a del gelato industriale.
Anche a colazione, il massimo del dolce che si trova sono dei biscotti secchi molto semplici e qualche torta morbida tipo ciambellone, niente quindi di particolare o che faccia pensare a qualcosa di tipico.
Ecco le specialità di pasticceria rilevanti.

1 - Yogurt di bufala e Kitul

yogurt kitul dessert cremaL'usanza di consumare la cagliata mescolata insieme ad altri ingredienti proviene dall'India.

In Sri Lanka la cagliata di latte di bufala viene sempre condita con sciroppo di melassa kithul, uno sciroppo a base di zucchero grezzo di canna liquido. In mancanza di questo ingrediente, questa specie di yogurt può essere mescolata semplicemente con zucchero, miele o tocchetti di frutta.

Il sapore è così acidulo che è impossibile mangiarlo da solo!
La cagliata cingalese ha infatti un sapore molto simile a quello dello yogurt naturale, ma molto più aspro.

Cremoso e leggermente acidulo è ideale per "addolcire" la bocca senza essere stucchevole.

  • Costo medio: €1,50
  • Ingredienti principali: yogurt di bufala, kithul

2 - Wattalappam

wattalappam dessertE' un budino fatto con latte di cocco, è di derivazione malese che ricorda vagamente il crème caramel, ma è molto più denso e meno viscido.

Gli ingredienti base sono: latte di cocco o latte condensato, jaggery, anacardi, uova, varie spezie, tra cui cardamomo, chiodi di garofano e noce moscata, e talvolta baccelli di vaniglia grattugiati

  • Costo medio: €1,50
  • Ingredienti principali: latte di cocco, uova, anacardi

3 - Kiribath

budino di riso riso latte di cocco kiribathE' un dolce tradizionale a base di riso e latte di cocco. Può essere considerato una forma di torta di riso o budino di riso.

Simbolo di buon auspicio, si cucina principalmente in occasioni speciali e festività. Essenziale per ogni momento propizio, è comunemente portato in tavola per la colazione del primo giorno di ogni mese. E pietanza immancabile durante la celebrazione del capodanno singalese, quando viene cucinato e servito come primo pasto dopo l'alba del nuovo anno.
E' inoltre il primo alimento solido con cui vengono svezzati i neonati ed è anche servito ai matrimoni.

Solitamente viene servito con Lunumiris, una miscela di cipolle rosse e spezie, ma anche con le banane.
La ricetta per replicare questo dolce è abbastanza semplice: si fa bollire il riso in acqua bollente per circa 15 minuti, quindi si aggiunge latte di cocco e il tutto viene nuovamente cotto fino a quando il liquido non viene assorbito del tutto.

  • Costo medio: €1,00
  • Ingredienti principali: riso, latte di cocco

4 - Pittu

pittu dolce sri lankaFoto di BHARATHESHA ALASANDEMAJALUSono dei dolcetti, tanto per cambiare, a base di cocco. Una combinazione di farina (o di riso o di karukan), cocco fresco grattugiato e una manciata di cocco disidratato.

Hanno la forma di cilindretti bianchi e vengono tradizionalmente cotti al vapore in bambù, ma adesso, a volte, sono cotti a vapore in tubi metallici circolari.
Dopo la cottura, questi friabili tortini sono serviti con latte di cocco zuccherato.
Talvolta i pittu vengono speziati con cumino e serviti con contorni vari fra cui zucchero di palma, curry ai ceci o banane.

  • Costo medio: €0,20
  • Ingredienti principali: cocco

5 - Frutta

king coconutFoto di Federica ErmeteQuesto paese possiede una varietà incredibile di frutta, meravigliosa, che colora i banchi del mercato, dal mango alle banane, dall'avocado all'ananas, fino agli strani frutti locali come il durian e la limonia, il mangostano e il jackfruit.
Impossibile non assaggiare queste prelibatezze ed innamorarsene. Sono lo snack perfetto per rinfrescarsi e dissetarsi durante i caldi pomeriggi.

Si può consumare sia la frutta fresca oppure provarla sotto forma di gustosi succhi e frullati, ed ancora, sotto forma di golose macedonie magari con l'aggiunta di una pallina di gelato.
Alcuni frutti vengono venduti per strada come snack, è il caso di coni di carta riempiti con bastoncini di mango che i locali cospargono di peperoncino!

Altra modalità di consumo, prevede la frittura; uno degli spuntini più apprezzati sono i semi di jackfruit fritti, che vengono salati e serviti in piccoli sacchetti di carta da mangiare mentre si passeggia.

  • Costo medio: da €0,40
  • Ingredienti principali: frutta

Bevande e liquori: cosa si beve in Sri Lanka

Prima raccomandazione: evitare l'acqua del rubinetto! Bere sempre e solo acqua imbottigliata ed utilizzarla anche per lavarsi i denti.
Le bibite analcoliche sono diffuse ovunque, sia le marche internazionali sia quelle locali.
Il latte di cocco è onnipresente, così come, d'altra parte così non poteva che essere, il celebre te.
Molto diffuso anche il caffè, sia in forma solubile che sotto forma di Nescafè.
Vi è infine una radicata cultura per gli alcolici. I singalesi vanno matti per la birra, introdotta dai prigionieri stranieri sotto il regno di Kandy.

1 - Ceylon Tea

ceylon black tea foglieFoto di Patrick KolencherryIl Paese è uno dei principali produttori al mondo di tè. Un viaggio qui non sarebbe la stessa cosa senza assaporarne diverse tazze al giorno.

Il posto migliore dove degustare varie tipologie di tè sono le fabbriche produttrici dove è previsto un canonico tour (prenota il tuo tour online).
Prima viene mostrato il processo di lavorazione, dalla raccolta all'essiccazione, passando per la fermentazione e lo sbriciolamento delle foglie, e poi si viene fatti accomodare nel bar dove vengono servite varie tipologie di tè: più o meno leggero e in diverse aromatizzazioni.

Immancabile, infine una passeggiata tra le piantagioni osservando le raccoglitrici all'opera e una tappa nello shop.

  • Costo medio: da €0,80 la confezione piccola
  • Ingredienti principali: tè

2 - Acqua di cocco

Nessun ingrediente è più vitale del cocco. Ogni famiglia ne consuma almeno 2 noci al giorno. Del cocco non si butta praticamente niente, un po' come da noi il maiale.
L'acqua si beve, la polpa si mangia e viene grattugiata per ottenere il latte di cocco nel quale vengono marinati pesce e carne e, infine, con la scorza, si ricavano cortecce robuste per fabbricare corde e utensili vari.
In Sri Lanka ci sono molte varietà di questo frutto speciale, tra cui, la più famosa, è il cocco reale color arancio.

Molto diffusa e apprezzata nei caldi pomeriggi, l'acqua di cocco va bevuta direttamente dal frutto.
Si tratta di un prodotto ampiamente disponibile in quanto, ovunque, lungo le strade, ci sono chioschi di venditori pronti a spaccare con un machete la noce di cocco.
Lievemente acidulo, non a tutti può piacere, ma è sicuramente molto dissetante.

Si dice anche, grazie alla miscela di glucosio e potassio, sia un buon rimedio contro i postumi della sbronza e i sintomi della dissenteria. Dalla scorza se ne ricava una sorta di paletta con cui poi raschiare la parete interna e gustare il delicato frutto, poco saporito e un po' viscido.

  • Costo medio: €0,20
  • Ingredienti principali: cocco

3 - Caffè

In Sri Lanka il caffè ha sempre avuto un ruolo di secondo piano, rispetto al tè, soprattutto da quando le piantagioni di caffè dell'isola andarono distrutte negli anni settanta dell'Ottocento.

Il caffè è comunque una bevanda che si trova sempre. Spesso si trova sotto forma solubile, anche se di produzione locale; questo spiega il gusto leggero e amarognolo.
Non è raro però trovare locali che fanno espresso e cappuccino, di gusto discutibile.
Per andare sul sicuro, la scelta migliore è optare per il Nescafè, erogato direttamente da macchinette apposite.

  • Costo medio: €0,50
  • Ingredienti principali: caffè

Consigli e curiosità: dove mangiare e cosa evitare

negoziante venditore street food sri lankaIl dove mangiare dipende molto da dove vi trovate. Alcune città, seppur grandi, come Kandy e Sigiryia, sono sprovviste di ristoranti turistici, mentre in capitale o nelle località di mare vi è un pullulare di locali.

L'opzione più comoda, se non addirittura obbligata, è quella di cenare presso l'hotel in cui si soggiorna.
La scelta migliore sono i buffet degli hotel, tra l'altro molto economici (€5,00/6,00 bevande escluse).
Lungo la costa e nelle località di mare conviene mangiare pesce: freschissimo e di ottima qualità (circa €25,00 al kg).

Bancarelle e chioschi con snack fritti che si susseguono lungo la strada sono belli da vedere e imperdibili da immortalare, ma fermatevi a questo. Non è consigliabile consumare i prodotti dello street food, perché non vi è sicurezza circa le condizioni igieniche né sulla qualità e freschezza dell'olio usato per friggere.

Resta sottintesa la raccomandazione di bere solo acqua imbottigliata (ed utilizzarla anche per lavarsi i denti!), mangiare solo verdura cotta e frutta che si possa sbucciare.

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Torna su