Grande Mosquee De KairouanFoto di Cimoi. Talvolta vista solo come meta per il turismo da spiaggia, la Tunisia è una nazione ricca di bellezze e di sorprese tutte da scoprire, anche lontane dalle strisce sabbiose. Ci troviamo nel nord Africa: la Tunisia ha una lunga storia di colonizzazioni e di religione, che hanno regalato a questi territori culture particolari e architetture meravigliose. Vediamo le 10 cose da non perdere assolutamente in Tunisia.

Cosa vedere in Tunisia

1 - Grande Moschea di Qayrawan

01 grande moschea di qayrawanFoto di Cimoi. Una delle più importanti moschee tunisine, fu costruita nel I sec. d. C. su una superficie di oltre 9.000 mq. Distrutta e ricostruita nel corso del tempo, dall'esterno sembra una fortezza e intorno alle mura vi sono gallerie con colonne in granito e porfido, riutilizzate dagli antichi monumenti provenienti da Cartagine. Un vero tesoro architettonico.

2 - Parco Ichkeul

02 parco ichkeulFoto di Touzrimounir. Parco nazionale formato da un lago di 90 kmq, da paludi e dal djebel Ichkeul, una montagna calcarea alta 511 m. Qui vengono a svernare centinaia di uccelli migratori, ed è un fulcro per tutta l'Africa del Nord. Dal 1980 il parco è Patrimonio Mondiale dell'Unesco.

3 - Museo Nazionale del Bardo

03 museo nazionale del bardoTristemente noto per l'attacco terroristico del 18 marzo 2015, il Museo Nazionale del Bardo è il maggiore museo di tutta la Tunisia, e contiene la più ricca collezione di mosaici romani del mondo che vanno dal II al IV secolo. Vi sono anche opere scultoree e reperti punici.

4 - Medina di Sousse

04 medina di sousseFoto di BishkekRocks. Sousse è una città in cui storico e moderno si incontrano e convivono alla perfezione. Una delle attrattive maggiori è la parte delle città chiamata Medina, perfettamente conservata e che si erge davanti al mare con alte mura dorate. La Medina racchiude monumenti di eccezionale importanza.

5 - Le Spiagge più belle!

05 mahdiaFoto di Fatma Hamdi. Non possono mancare nella nostra lista le spiagge più belle della Tunisia: tra le migliori ricordiamo Sidi Mahrez, Seguia e Mahdia. Quest'ultima, a sud di Monastir, è considerata una delle più belle spiagge di tutto il Mediterraneo.

6 - Bulla Regia

06 bulla regiaFoto di Anatiomaros. Città romana nel nord della Tunisia, vicino all'odierna Jendouba. Gli antichi romani costruirono qui ville sotterranee per sfuggire al caldo estivo: un lavoro di perfetta ingegneria che si è ben conservato nel corso dei secoli. Alcuni pavimenti sono tuttora ricchi di mosaici; altri mosaici si trovano invece al Museo del Bardo.

7 - Chott el-Jerid

07 chott el jeridFoto di Gorik Francois. Lago salato situato nel nord-ovest della Tunisia, ai confini del deserto del Sahara. Si tratta del più esteso lago salato di tutta la regione: la sua superficie è di oltre 5.000 mq. E' identificato come il lago Tritone delle fonti antiche.

8 - Ribat di Monastir

08 ribat di monastirFoto di User: (WT-shared) Shoestring di wts q373. Monastero e fortezza costruito nell'VIII secolo e in origine pensato come struttura per difendere l'Islam dall'invasione dei Cristiani. In seguito queste costruzioni furono maggiormente impiegate per la trasmissione della religione islamica: il Ribat di Monastir ebbe un ruolo intellettuale di rilievo per il Paese.

9 - Sito di Thugga

09 thuggaFoto di Asram. Patrimonio Mondiale dell'Unesco con alcune rovine tra le meglio conservate di tutto il Nord Africa. Si possono ammirare numerosi resti di monumenti punici, numidi e romani. Tra i più importanti monumenti c'è

10 - Villaggio di Matmata

10 matmataFoto di Leon petrosyan. Reso celebre dal film Star Wars, il villagio di Matmata è composto da numerose abitazioni scavate nel terreno, a opera dei berberi più di 1.000 anni fa. Il villaggio è arroccato a circa 600 m di altitudine, e presenta una particolare architettura troglodita.

La Tunisia è pericolosa? Info sulla sicurezza

In generale, la Tunisia non è un paese particolarmente pericoloso da visitare come turista, nonostante alcuni episodi terroristici avvenuti in passato facciano pensare il contrario.

Viaggiare in Tunisia è sicuro se si rispettano alcune comunissime regole di buonsenso, come per esempio non esibire contanti o altri oggetti di valore in maniera plateale, non passeggiare in quartieri periferici e poco raccomandabili e, soprattutto, non avventurarsi nelle aree desertiche in completa autonomia.

Durante il vostro soggiorno sarà bene osservare le dovute misure di cautela soprattutto nei luoghi più frequentati. Se siete amanti delle escursioni vi consigliamo di rivolgervi ai tour operator specializzati, famosi per la loro professionalità. La raccomandazione più importante è quella di tenersi informati costantemente tramite i mezzi di informazione locali ed internazionali, in modo da sapere in anticipo (nel limite del possibile) di eventuali situazioni problematiche in merito alla sicurezza e mobilità del Paese.

Per avere maggiori informazioni riguardo al tema della sicurezza in Tunisia, vi invitiamo comunque a consultare il sito ufficiale della Farnesina.

Documentazione richiesta

Tra i documenti necessari vi servirà ovviamente un passaporto con validità residua di almeno 3 mesi. Il visto d'ingresso, invece, non è necessario a meno che non desideriate effettuare un soggiorno superiore ai 90 giorni all'interno del paese.

Consigli utili e norme di comportamento

  1. Mantenete un atteggiamento rispettoso, specie nei momenti di visita ai luoghi di culto: in particolare, ricordatevi di vestirvi in maniera adeguata coprendo le spalle e indossando abiti e pantaloni lunghi.
  2. Contrattate sempre i prezzi, sia quando prendete un taxi che quando acquistate merce in un negozio/bancarella.
  3. Se viaggiate in maniera autonoma con un vostro mezzo di trasporto, fate attenzione a non percorrere strade secondarie e zone poco frequentate. Portate con voi una cartina stradale cartacea: potreste non avere una buona ricezione Internet.
  4. Se volete effettuare un'escursione nel deserto, non fatelo mai per conto vostro ma affidatevi ad agenzie esperte o prendete parte a un tour organizzato.
  5. Soprattutto nelle zone dei Suq, fate attenzione ai gruppi di bambini che potrebbero avvicinarsi con il solo scopo di derubarvi: purtroppo la povertà è un fenomeno molto diffuso e i bambini vengono addestrati ben presto a queste pratiche disoneste.

Info e consigli utili per un viaggio

Quando andare: periodo migliore

Senza dubbio le mezze stagioni, ovvero la primavera e l'autunno, ideali sia per girare per le città e le zone desertiche sia per godersi la vita da spiaggia (la stagione balneare infatti è piuttosto lunga e può protrarsi fino a fine ottobre). Le temperature medie in questi mesi si aggirano tra i 20° e i 30°. La temperatura del mare invece è tra i 19° e i 25° da marzo a maggio e da settembre a fine ottobre.

Come muoversi

All'interno delle città, è necessario spostarsi a piedi (soprattutto nelle zone del Suq e del centro storico) oppure si può optare per un taxi se si desidera raggiungere zone più lontane del tessuto urbano. A Tunisi, capitale e città più sviluppata di tutto il paese, è possibile utilizzare i mezzi pubblici: la città infatti è dotata di una metropolitana leggera, composta da 6 linee (il prezzo del biglietto è davvero irrisorio: meno di €0,15 a tratta!), ma anche di un'efficiente rete di autobus, sebbene più affollata rispetto alla metropolitana (anche in questo caso, i prezzi sono piuttosto bassi: circa €0,12 per un breve tragitto).

Al di fuori della capitale e delle altre città, invece, vi consigliamo di noleggiare un mezzo di trasporto privato con il quale girare in tutta libertà per il paese (prestando attenzione di non percorrere strade secondarie o luoghi troppo isolati!). In alternativa, potreste sempre affidarvi a un tour organizzato: in questo caso, vi muoverete per il paese in gruppo con comodi autobus e senza dover preoccuparvi di nulla.

Dove dormire

Se decidete di alloggiare nella capitale, Tunisi, e di utilizzarla come punto di appoggio per poi esplorare i dintorni, avrete a disposizione un'ampia scelta di alloggi sia per tipologia che per budget.

Noi vi consigliamo, però, di uscire dalla grande città per vivere il vero fascino offerto dalle atmosfere tunisine: ecco perché l'opzione migliore è, a nostro parere, soggiornare a Djerba, la più grande isola del Nord Africa a pochissimi chilometri di distanza dalle coste tunisine. Qui troverete un mare cristallino e spiagge bianchissime, oltre a numerosi resort e villaggi turistici che vi faranno sentire coccolati e davvero in vacanza.
Molti di questi villaggi, inoltre, organizzano escursioni e visite guidate sulla terraferma, così che avrete modo di esplorare il paese in totale sicurezza e senza preoccuparvi troppo di organizzare in maniera autonoma tutti i vari spostamenti. Hotel e b&b a partire da €30,00 a camera - guarda le offerte

Dove mangiare

La cucina tunisina è un vero e proprio tripudio di sapori e colori, che vanno ad unire influenze diverse: da quelle berbere a quelle andaluse, da quelle arabe a quelle italiane e turche. In particolare, tra i piatti tipici della tradizione culinaria troviamo al primo posto il couscous, seguito dalla Shakshouka (di influenza tipicamente medio-orientale) e la chorba (una zuppa a base di pollo, prezzemolo, sedano e succo di limone).
In ogni caso, in giro per il paese potrete trovare ristoranti di ogni fascia di prezzo, dai più ricercati a quelli più spartani. Molto consigliata una visita per i mercati popolari, non solo per fare shopping o curiosare ma per poter assaggiare anche il buonissimo street food del luogo.
Fate sempre attenzione che il cibo sia ben cotto per evitare problemi gastro-intestinali, così pure di bere l'acqua se possibile solo da bottiglie sigillate.