Mirtilli Rossi Ringraziamento Vino

Giorno del Ringraziamento: cos'è, quando si festeggia e cosa si mangia

Aggiornato a Giugno 2020 Queste informazioni sono state aggiornate grazie al contributo di 30 viaggiatori.

Mirtilli Rossi Ringraziamento VinoChi non ha mai sentito parlare del Giorno del Ringraziamento?

Basta anche solo un film o una serie tv americani e tutti sappiamo di cosa stiamo parlando!
Conosciuto come Thanksgiving Day, è una delle feste più importanti negli USA. Una festa molto sentita e celebrata da tutti. E' festeggiata rigorosamente in casa dove si riuniscono con tutta la famiglia intorno al tavolo da pranzo per ringraziare Dio, la vita, gli amici e i parenti per ciò che hanno.

Ma andiamo a scoprire un po' nel dettaglio il Giorno del Ringraziamento: il significato, le sue origini e qualche curiosità.

Quando e dove si festeggia

tavolaSi festeggia ogni anno, il quarto giovedì del mese di novembre, negli Stati Uniti. E' meglio conosciuto come il Thanksgiving Day.
Non tutti lo sanno, ma questa tradizione è sentita anche in Canada, dove i festeggiamenti si svolgono però ogni secondo lunedì di ottobre.

Per gli americani, questa festività ha un forte e semplice significato simbolico: ringraziare la vita e Dio di tutte le cose buone capitate durante l'anno.

La tradizione vuole che la cena venga sempre organizzata a casa, mai al ristorante. E' l'occasione per riunirsi con amici e parenti attorno al famoso tacchino per ringraziare (Dio, la vita, gli amici, i parenti) per ciò che si ha.

La maggior parte degli americani onora questo giorno recitando una preghiera di ringraziamento prima di consumare il pasto.

Cosa si mangia

mirtilli rossi ringraziamento vinoProtagonista in tavola, già dal 1621, è il famoso tacchino ripieno al forno.
Gli ingredienti base del ripieno sono: castagne, verdure varie, mollica di pane, aromi, sale e pepe. Ma ogni famiglia custodisce la sua ricetta segreta!

Ad accompagnare il "Re della tavola", una serie di contorni tipici.
Anzitutto le salse d'accompagnamento alla carne: la salsa gravy, magico sughetto preparato con il fondo di cottura rilasciato dal tacchino emulsionato con burro, brodo e farina, e la salsa di mirtilli dal gusto agrodolce.
Onnipresenti anche le patate sotto forma di mashed potatoes, il nostro tradizionalissimo purè di patate che, nella versione americana, è arricchito con aglio, scalogno, panna acida e cheddar; torta di patate; insalata di patate servita fredda e condita con una vinaigrette di maionese, senape, aceto, aglio in polvere, erba cipollina, sale e pepe.
A corollario, una serie di verdure al vapore ripassate nel burro: spinaci, mais, pisellini e carote.
Il tutto viene accompagnato dal pane di mais.

E per concludere, la Pumpkin pie, gustosa crostata farcita con purea di zucca aromatizzata con zenzero e cannella.

Curiosità sul Thanksgiving Day

  1. Il National Thanksgiving Turkey Presentation è una cerimonia durante la quale il presidente degli USA "concede la grazia" a due tacchini. Questa tradizione è nata nel 1963 e il primo presidente a concedere tale grazia fu John Fitzgerald Kennedy
  2. Dal 1989 uno dei tacchini graziati dal Presidente apre la parata sulla Main Street di Disneyland. Entrambi gli esemplari graziati vengono poi trasferiti nel ranch di Frontierland, che si trova nel parco stesso
  3. Black Friday è il venerdì (giorno successivo al Ringraziamento) dedicato allo shopping e che sancisce l'inizio delle compere natalizie. E' stato denominato "venerdì nero" per l'enorme traffico stradale e per il fatto che i guadagni dei commercianti sono "neri" visto che vendono la merce a prezzi stracciati
  4. La Parata di Macy's è la sfilata con pupazzi gonfiabili organizzata a New York dall'omonimo grande magazzino. Questo evento attrae ogni anno milioni di visitatori e si tiene su un percorso di 4 km tra i grattacieli di Manhattan
  5. Dopo il pranzo in famiglia è usanza guardare in tv la partita di football americano. Questo rito affonda le sue radici ai tempi della Grande Depressione, quando la squadra dei Portsmouth Spartans arrivò a Detroit per scontrarsi, proprio nel giorno del Thanksgiving, con i campioni in carica, i Chicago Bears
  6. Nel 1857 James Pierpoint compose una canzone per la festività: "One Horse Open Sleigh". Il successo fu tale che la canzone venne riproposta a Natale e, nel 1859, il titolo venne ufficialmente cambiato in Jingle Bells
  7. Benjamin Franklin voleva il tacchino come simbolo ufficiale degli Stati Uniti, pensando fosse più americano dell'aquila e "più rispettabile"
  8. Il tacchino come simbolo si deve a Sarah Josepha Hale, scrittrice che, nel romanzo "Northwood, A Tale of New England," del 1827, parlando del menù ideale relega un posto d'onore al tacchino

Storia e origini

the first thanksgiving di jean louisll primo Thanksgiving Day fu celebrato nel 1621 quando 53 padri pellegrini di Plymouth, nel Massachusetts, vollero celebrare la riuscita del loro primo raccolto nel Nuovo Mondo.

Ma ci sono altre versioni che fanno risalire l'origine della festività a molto prima.
Gli abitanti di San Elizario in Texas sostengono che il primo Thanksgiving venne celebrato nel 1585 dall'esploratore spagnolo Juan de Oñate, sopravvissuto con 500 seguaci alla traversata del deserto di Chihuahua in Messico.

Qualunque sia l'origine, Abramo Lincoln la istituì come festa ufficiale nel 1863.
Pare che la scrittrice ed editrice giornalistica Sarah Josepha Hale, convinta che questa cerimonia potesse rafforzare lo spirito di unione del paese, sin dal 1846 si impegnò a convincere i presidenti USA a rendere nazionale questa festività, fino ad allora esclusiva del New England.

Pian piano perse il suo significato cattolico per diventare una ricorrenza più pagana. Si tratta infatti di un momento per riunirsi con le persone care e ringraziare per ciò che si ha.

Conosci questo posto?

Condividi le tue foto, suggerisci modifiche e segnalazioni. Tieni aggiornate le informazioni e aiuta migliaia di viaggiatori come te :)


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail

Domande frequenti su Nord America

Inserisci una domanda
Commenti sull'articolo
  • Roberta
    Roberta 01 Agosto 2020 16:11

    Durante i miei quattordici viaggi negli Stati Uniti mi sono trovata due volte a festeggiare il giorno del Ringraziamento:nel 2007 in Georgia e nel 2010 a Daytona in Florida. Tutte e due le volte ho rispettao la tradizione, cenando con piatti a base di tacchino anche se ho avuto difficoltà a trovare dei locali aperti perché, come avete ben scritto nell'articolo, gli americani festeggiano in famiglia.

    Rispondi
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Guida di Nord America

Torna su