Come arrivare e come muoversi in Palestina

Come arrivare e come muoversi in Palestina. Scopri la nostra guida completa: aeroporti principali, info su scali e ore di volo, consigli e tariffe per spostamenti in auto con i mezzi pubblici.

gerusalemme est palestinaLa Palestina, conosciuta anche con il nome di Territori Palestinesi, è una terra ricca di storia, dove si trovano Gerico, una delle più antiche città al mondo, e Gerusalemme, che racchiude in se luoghi di culto importantissimi per le tre grandi religioni monoteiste, quella ebraica, quella cristiana e quella islamica.
Purtroppo, questa zona ha una storia travagliata, al centro di conflitti che continuano tutt'ora. Infatti, per visitarla, occorre sempre prestare particolare attenzione ai luoghi in cui ci si reca, informarsi bene sulla situazione generale e, soprattutto, organizzare il viaggio nei minimi dettagli.
Se state pensando di visitare questo Paese, ecco tutto ciò che dovete sapere su come arrivare e come muovervi in Palestina.

Dove si trova

Mostra MappaLa Palestina è uno Stato, non facente parte delle Nazioni Unite, che si trova nel vicino Oriente e comprende Gerusalemme Est, la Cisgiordania e la Striscia di Gaza, la quale affaccia sul mar Mediterraneo.
Non dispone di un aeroporto, quindi l'unico modo per raggiungerla è quella di volare fino a Tel Aviv e da lì attraversare uno dei valichi controllati dalle autorità israeliane ed entrare così nei Territori Palestinesi. Questi valichi possono essere chiusi temporaneamente per motivi di sicurezza nel caso in cui le autorità lo ritengano necessario, quindi controllare sempre il valico che si intende passare.

Sicurezza, visto e documenti necessari

Requisiti d'ingresso:

  • passaporto con validità residua di almeno 6 mesi;
  • visto non richiesto per soggiorni turistici di durata inferiore ai 90 giorni;
  • al momento dell'ingresso in Israele le autorità rilasciano un tagliando con i dati del viaggiatore e i termini del visto e tale tagliando deve essere confermato fino al rientro in Italia e deve essere mostrato nel momento in cui si entra nei Territori Palestinesi;
  • l'ingresso e l'uscita dai Territori Palestinesi avviene attraverso dei valichi, chiamati check-points, controllati dalle autorità militari israeliane;
  • nessuna vaccinazione richiesta.

Restrizioni:

  • la presenza di timbri o visti di alcuni Paesi arabi sul passaporto non costituisce motivo di respingimento alla frontiera israeliana, ma potrebbero causarvi lunghi e approfonditi controlli e interrogatori da parte della Polizia di Frontiera Israeliana

Sicurezza:

  • area di crisi con elevati rischi per la sicurezza;
  • mantenere sempre un atteggiamento vigile, soprattutto a Gerusalemme dove il quadro della sicurezza è in continuo cambiamento;
  • sconsigliati viaggi nelle zone di Jenin e Nablus a nord e nei dintorni di Hebron a sud;
  • sconsigliato nella maniera più assoluta l'ingresso nella Striscia di Gaza, il Consolato Generale d'Italia e l'Ambasciata italiana non possono garantire sempre un'adeguata assistenza consolare ai connazionali che si trovano in queste zone;
  • prima di partire, segnalate la vostra presenza a Gerusalemme e nei Territori Palestinesi al Consolato Generale d'Italia a Gerusalemme e consultate il sito ufficiale della Farnesina nella sezione dei Territori Palestinesi.

Accorgimenti:

Adottare un atteggiamento sempre vigile, attento e prudente ed evitare zone troppo affollate, soprattutto dalle possibili tensioni tra cittadini israeliani e arabi; essere rispettosi nei confronti della cultura e delle tradizioni del luogo, rispettare le numerose aree di culto, adattandosi alle regole richieste; tenersi costantemente aggiornati sulla situazione in tempo reale, soprattutto controllare che i valichi che si intende oltrepassare siano aperti e non siano stati chiusi dalle autorità israeliane.

Principali aree geografiche o zone turistiche in Palestina

Per entrare nei Territori Palestinesi dovrete necessariamente passare per Israele. La cosa più semplice è quella di atterrare a Tel Aviv e oltrepassare il valico che si trova a Gerusalemme, arrivando così a Gerusalemme Est, che fa parte della Palestina, e poi da lì muoversi. Attenzione però: i valichi possono essere chiusi temporaneamente per motivi di sicurezza nel caso in cui le autorità lo ritengano necessario, quindi controllare sempre il valico che si intende passare.

La cosa migliore sarebbe quella di affidarsi ad un viaggio organizzato, in quanto potrete viaggiare in maniera sicura e, soprattutto, avrete la giusta assistenza nell'attraversamento dei valichi, l'agenzia si occuperà di fare tutto per voi e renderà più semplice questa operazione.
Ma vediamo nello specifico le zone più frequentate e visitate della Palestina, tralasciando la Striscia di Gaza e il suo valico, in quanto territorio caldamente sconsigliato:

1 - Gerusalemme Est e Betlemme

gerusalemme 2Per raggiungere questa zona, dovrete arrivare all'Aeroporto di Tel Aviv-Ben-Gurion e da lì poi raggiungere Gerusalemme, a 50 chilometri di distanza, con uno dei vari mezzi di trasporto disponibili.

Gerusalemme è una città antica, ricca di storica, ed è il luogo sacro per le tre grandi religioni monoteiste, quella cristiana, quella ebraica e quella islamica. Qui infatti potrete vedere luoghi di culto di tutte e tre le religioni, come la Spianata delle Moschee o la Chiesa del Santo Sepolcro.

Da Gerusalemme poi è molto semplice arrivare a Betlemme, altra città con un importante ruolo religioso, in quanto è il luogo dove nacque Gesù. Inoltre è una bella escursione da fare in giornata se fate base a Gerusalemme - prenota il tour online

In questa zona c'è un clima di tipo continentale e aprile, maggio, ottobre e novembre sono i mesi migliori per visitarla. Questo perché le stagione intermedie sono il periodo migliore, con temperature piacevoli e pochissime precipitazioni, le quali si concentrano principalmente nei mesi invernali, da metà maggio a metà ottobre non piove quasi mai.

Come arrivare

L'aeroporto di riferimento è quello di Tel Aviv-Ben-Gurion, il principale di Israele e hub per le compagnie israeliane El Al, Israir Airlines, Arkia e Sun D'Or. E' collegato con voli diretti all l'Italia. Alcuni voli sono operati da compagnie low cost come Ryanair, EasyJet e Vueling, con voli a partire da €72,00.

L'aeroporto dista circa 50 chilometri da Gerusalemme e per raggiungere la città avete diverse alternative:

  • in autobus, o con quello della linea 485 gestita da Afakim al prezzo di 16 NIS (circa €4,10) o con un autobus della compagnia Egged al costo medio di 25 NIS (circa €6,35), in circa un'ora;
  • in Monit Sherut, un taxi collettivo che parte dal terminal degli arrivi da cui parte appena il pulmino si riempie e vi porta fino al vostro hotel, il costo è di 64 NIS a persona (circa €16,20);
  • in treno, con la nuova linea ferroviaria, inaugurata nel 2018, che collega le due città in circa 30 min;
  • in taxi, che partono fuori dal terminal 3, la tratta costa 250 NIS (circa €63,50).

Come muoversi a Gerusalemme Est

Una volta arrivati, avendo oltrepassato il valico (vi ricordiamo che per passarlo dovrete mostrare il passaporto e il tagliando consegnatovi in aeroporto dalle autorità israeliane), il miglior modo per muoversi è a piedi, ma nel caso ci sono sempre numerosi taxi che vi porteranno in ogni destinazione.
In alternativa, nella zona potete usare sempre gli autobus, ad esempio per arrivare a Betlemme c'è la linea 231 che parte dalla Porta di Damasco di Gerusalemme e in mezz'ora arriva a Betlemme, il costo a tratta è di 8 NIS (circa €2,00) a persona, oppure potete muovervi in taxi.

L'alternativa è quella di prendere parte ad un tour organizzato, che vi porti alla scoperta dei punti salienti della Palestina, tutti visitabili in giornata, come Gerusalemme, Betlemme e la capitale Ramallah - prenota online il tuo tour di 1 giorno nella sponda occidentale del Paese.

2 - Ramallah e Cisgiordania

ramallahPer raggiungere Ramallah e la Cisgiordania, come per tutta la Palestina, dovrete necessariamente arrivare all'Aeroporto di Tel Aviv-Ben-Gurion e da lì spostarvi verso la capitale della Palestina, anche se la cosa migliore è arrivare a Gerusalemme e da lì muoversi verso la vostra destinazione.

Ramallah è la sede amministrativa dei Territori Palestinesi e la capitale culturale della Cisgiordania, ricca di musei e monumenti. Quelli da non perdere assolutamente sono il museo palestinese, il Dar Zahran Heritage Building, il memoriale di Mahmoud Darwish e la tomba di Arafat.

Il clima è di tipo continentale e il periodo migliore per visitarla sono le stagioni intermedie, nello specifico i mesi di aprile, maggio, ottobre e novembre. Infatti, questi periodi sono caratterizzati da temperature piacevoli e scarse precipitazioni, le quali si concentrano principalmente nei mesi invernali, mentre da metà maggio a metà ottobre non piove quasi mai.

Come arrivare a Ramallah

L'aeroporto di riferimento è quello di Tel Aviv-Ben-Gurion, collegato con voli diretti all l'Italia. Alcuni voli sono operati da compagnie low cost come Ryanair, EasyJet e Vueling, con voli a partire da €72,00. L'aeroporto dista circa 50 chilometri da Ramallah e raggiungerla può non essere semplicissimo.

I taxi non possono portarvi a destinazione, in quanto non possono entrare in territorio palestinese, quindi dovrete arrivare fino a Gerusalemme, passare il valico presente e dalla Porta di Damasco prendere un taxi per Ramallah. Le due città distano tra di loro 20 chilometri.

L'alternativa è quella di arrivare al centro di Tel Aviv con lo shuttle bus dell'aeroporto è da li prendere l'autobus della linea 422 gestita da Afakim al prezzo medio di 16 NIS (circa €4,10), il tempo di percorrenza è di circa 50 minuti.

Come muoversi a Ramallah

Potete farlo tranquillamente a piedi, se invece dovete spostarvi tra le varie zone e raggiungere ad esempio Gerusalemme o Betlemme dovrete prendere gli autobus della compagnia Afakim o muovervi in taxi.

L'alternativa, e forse anche la scelta migliore, è quella di prendere parte ad un tour organizzato, che vi porti alla scoperta dei punti salienti della Palestina, tutti visitabili in giornata, come Gerusalemme, Betlemme e la capitale Ramallah - prenota il tuo tour online.

Consigli utili

Come avete già potuto constatare, non sempre è semplice raggiungere i Territori Palestinesi. La soluzione migliore è quella di raggiungere Gerusalemme, passare il valico per Gerusalemme Est e da lì poi spostarvi alla scoperta del Paese.
Il modo migliore per farlo, secondo noi, è quello di prendere parte ad un tour organizzato, che includa anche il trasporto, in modo da scoprire questa terra antica nel modo più tranquillo e sicuro possibile.

  1. per entrare nei Territori Palestinesi, oltrepassate il valico presente a Gerusalemme
  2. per esplorare le città il miglior modo è quello di muoversi a piedi, per spostarvi nell'area potete utilizzare autobus o taxi
  3. il miglior modo per esplorare la zona è prendendo parte ad un tour organizzato
  4. nel caso decidiate di visitare il posto da soli, controllate sempre che i valichi che intendete passare siano aperti e non siano stati momentaneamente chiusi dalle autorità israeliane

Info utili

  • Abitanti: circa 330.000 a Gerusalemme Est, 2.880.000 in Cisgiordania e 1.890.000 a Gaza
  • Capitale: Ramallah, sede del Governo palestinese; Israele ha stabilito come propria capitale Gerusalemme, ma la decisione non è stata riconosciuta dalla maggior parte dei Paesi, Italia inclusa, che hanno la propria Ambasciata a Tel Aviv e il Consolato Generale competente per i Territori Palestinesi a Gerusalemme
  • Lingue: arabo e inglese
  • Moneta locale: Shekel (NIS) / €1,00 = 3,92 NIS
  • Clima: a Gerusalemme e in Cisgiordania è temperato, con estati calde con una forte escursione termica e con inverni miti, possibili nevicate; tra Gerico e il Mar Morto è pre-desertico, caldo e secco; a Gaza di tipo mediterraneo, con un'estate calde e inverni miti
  • Fuso Orario: +1h rispetto all'Italia
  • Distanza dall'Italia: 2.281 km (3-5 ore di volo) da Roma a Tel Aviv (per arrivare in Palestina bisogna per forza atterrare a Tel Aviv, unico aeroporto operativo e poi superare i check point lungo il confine)
Scopri la Guida Smart di Palestina

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo è benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Guida di Palestina

Torna su