Montecarlo di Lucca: tradizioni e... innovazioni!

Montecarlo di Lucca è un paesino dalle forti tradizioni, tra i centri più importanti del tardo medioevo toscano. Oggi invece il paese si contraddistingue per delle originali iniziative, ultima delle quali... un matrimonio con dei testimoni speciali!


Il comune di Montecarlo di Lucca ha una storia che la colloca tra i più importanti centri toscani del XIV secolo. Fu proprio in quegli anni infatti che Montecarlo si trovava in mezzo alle guerre, frequenti per tutto il secolo, tra Lucca, Pisa e Firenze; la sua rilevanza strategica era dovuta alla sua posizione, al confine fra la pianura di Lucca e la Valdinievole.
Un anno che sicuramente i montecarlesi non dimenticheranno facilmente è il 1325, quando dalle mura della Rocca di Montecarlo, allora Rocca del Ceruglio, Castruccio Castracani guidò le truppe lucchesi contro l'esercito fiorentino, causandone la disfatta.
Montecarlo si affermò come fortezza inespugnabile. Il suo valore militare unito alle fortificazioni, vanificò i vari tentativi dei capitani di ventura: John Hawkwood, Pandolfo Malatesta, Jacopo del Verme e Niccolò Piccinino dovettero arrendersi di fronte all'imprendibile Rocca.
Ancora oggi le rovine dell'antica fortificazioni sono visibili nell'area nord-ovest della cinta muraria, costruita in forma triangolare per seguire il perimetro della Rocca: al vertice del triangolo una torre semicircolare e due torri gemelle che la collegano alle mura.
Questa costruzione fu edificata da Cosimo I de' Medici ad ulteriore rafforzamento della rocca nel 1554, come Fortezza Medicea contro gli attacchi di Siena.

A Montecarlo... matrimoni "originali"

Ultimamente il paesino di Montecarlo di Lucca si è distinto per una originale iniziativa, promossa dal comune: un matrimonio in 3, dove la terza figura e... un cane!
Il comune ha varato un albo online per rendere ufficiale la coabitazione con un animale, che viene addirittura ammesso alla cerimonia nuziale.
Il Sindaco di Montecarlo di Lucca non è nuovo a questo tipo di iniziative legate al giorno delle nozze: ha infatti già consentito il matrimonio civile presso le cantine vitivinicole doc del Montecarlo, ha reso possibile il matrimonio anche in orari non convenzionali (persino alla mezzanotte), e adesso ammette la presenza di un animale nella cerimonia. Non soltanto il cane, infatti, ma anche canarini, gatti o altri animali domestici.
Coloro che segnaleranno sull'albo online di convivere ufficialmente con un animale, riceveranno un attestato simbolico della sua presenza alla cerimonia, con tanto di iscrizione dell'albo comunale.

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo è benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti può interessare anche...

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su