sintomi mal di mare

Consigli per il Mal di Mare: sintomi e rimedi

Quali sono i sintomi principali del Mal di Mare? E come fare per prevenire o curare ogni fastidio? Scopri info e curiosità, farmaci consigliati, rimedi omeopatici e rimedi naturali.

sintomi mal di mareIl Mal di Mare: quel brutto e sgradevole mix di sensazioni che affligge un sacco di persone nel mondo. Facile riderci su per chi non ne è "affetto", ma i problemi che può creare sono davvero fastidiosi e indipendenti dalla volontà. Leggete questo articolo per conoscere questo disturbo, come curarlo (anche in modo naturale) e come prevenirlo.
VEDI ANCHE: SINTOMI E RIMEDI DEL MAL DI VIAGGIO

I sintomi principali

sintomi mal di mareLa Naupatia, meglio conosciuta coma Mal di Mare, è un disturbo che si manifesta in alcune persone quando viaggiano su imbarcazioni o mezzi di trasporto simili. E' causata da sensazioni conflittuali che arrivano al cervello: dagli occhi giunge l'informazione di essere fermi, mentre dagli organi preposti all'equilibrio arriva un segnale di movimento. Questo scoordinamento genera un allarme per tutto il corpo e le prime funzioni ad essere bloccate sono quelle della digestione. A differenza dell'opinione comune, non è quindi il movimento in sé a generare il disturbo. I sintomi si manifestano inizialmente con uno stato di malessere indefinito, accompagnato da una sorta di senso di disgusto ed ansia. A questo punto solitamente il soggetto diviene poi pallido ed inizia a sudare freddo. Ma non è tutto: subentrano cefalea, nausea e in alcuni casi anche vomito. Inoltre esistono categorie di persone più portate a subire il Mal di Mare:

  • bambini di età compresa tra i 2 e 12 anni
  • chi è spesso soggetto a fenomeni di nausea e/o vomito
  • individui molto paurosi o ansiosi
  • donne in gravidanza.

Farmaci per curare il Mal di Mare

Considerando che il problema è in realtà un comportamento "scorretto", il trattamento farmacologico non dovrebbe essere necessario nè sensato. Sono, però, disponibili in commercio farmaci basati su scopolamina, prometazina e dimenidrinato. Li trovate in farmacia sotto forma di capsule, gomme da masticare o supposte (Travelgum, Valontan, Xamamina sono i più comuni). La conseguenza principale dovuta all'uso di questi farmaci è la sonnolenza, che visto il disagio potrebbe anche rappresentare un vantaggio. Attenzione però: interferiscono con molti medicinali e non sono indicati per alcune specifiche patologie. Un'altra opzione è rappresentata dal cerotto transdermico, da posizionare dietro l'orecchio e a base di scopolamina (Transcop). Pur essendo efficace, ha maggiori effetti indesiderati (secchezza della bocca, disturbi agli occhi e vertigini) ed è controindicato per i bambini sotto i 12 anni, per le donne in gravidanza o in periodo di allattamento.

Cure omeopatiche e rimedi naturali

rimedi naturaliSe non vi va proprio di prendere medicinali, sappiate che esistono moltissimi altri rimedi:

  • A seconda del soggetto, può essere d'aiuto uno stimolante come il caffè o un calmante come la camomilla.
  • Un ottimo rimedio, utilizzabile anche in gravidanza, è il braccialetto antinausea: conosciuto in farmacia come Seaband, è composto da una coppia di polsini provvisti di un bottone rigido che va posizionato circa tre dita sotto il polso per stimolare un particolare punto della medicina cinese (detto P6) coinvolto, appunto, nei meccanismi che generano la nausea.
  • Lo Zenzero previene ed allevia quest'ultima. Si può assumere sotto forma di: tisana prima di partire, caramelle, fresco da mangiare durante il viaggio, olio essenziale su un fazzolettino per respirarne l'aroma al momento del bisogno.
  • Un'altro olio essenziale utile è quello di Menta Piperita: una goccia su mezza zolletta di zucchero da lasciare sciogliere in bocca quando necessario.
  • La floriterapia consiglia il Fiore di Bach n° 28, Scleranthus. Facilita l'adattamento a nuove situazioni, regala un buon equilibrio e aiuta a muoversi con sicurezza.
  • L'omeopatia, invece, suggerisce Cocculus: 5 granuli un'ora prima di partire e poi ancora appena prima della partenza. In seguito lo si può assumere ogni mezz'ora o ogni ora a seconda delle nausee presenti durante il viaggio. Altri rimedi omeopatici sono Petroleum e Nux Vomica.
  • Un rimedio che non vi aspettate di certo è il succo di mela. Prima di partire non saltate la colazione, ma fatene una leggera comprensiva di un bicchiere di tale bevanda: vi aiuterà con il suo apporto di zuccheri naturali e vi darà la giusta idratazione durante il viaggio. Portatene anche un pò con voi, in modo da poterlo bere non appena sentite l'avvicinarsi dei sintomi del Mal di Mare.
  • La millenaria Ayurveda suggerisce lo Zafferano: bevete una tisana a base di quest'ultimo prima della partenza o preparatela in modo da portarla con voi in un thermos. Basta sciogliere un pizzico di zafferano in una tazza d'acqua bollente, mescolare e dolcificare a piacere. I principi attivi dello zafferano sono antiemetici, quindi utili in caso di vomito.

Come prevenire il Mal di Mare

prevenireSi possono prevenire tutti questi pessimi sintomi e magari evitare addirittura il disturbo? La risposta è si. Vi forniamo alcuni accorgimenti e consigli in proposito:

  1. Cercare di sincronizzare la visuale ai reali movimenti subiti
  2. Fissare l'orizzonte esterno finché non lo si percepisce come fermo ed orizzontale: è la nave che oscilla, non il mondo esterno.
  3. Evitare di leggere, guardare la TV e parlare con qualcuno osservandolo
  4. Evitare qualsiasi posizione che nasconda il mondo esterno
  5. Respirare aria fresca: aprite, dunque, i finestrini o salite sul ponte della nave
  6. Rilassarsi ascoltando della musica e/o svolgere esercizi di respirazione
  7. Concentrarsi su un'attività mentale semplice, come contare a ritroso da 100 a 1
  8. Non preoccuparsi. Il viaggio non deve rappresentare un problema: più ci si preoccupa, più aumenta il malessere
  9. Evitare i pasti pesanti e gli alcolici prima del viaggio
  10. Durante il tragitto è opportuno mantenersi idratati bevendo dell'acqua.

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo è benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti può interessare anche...

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su