Panoramadacastelbellino

La leggenda dell'Osteria delle Streghe

Un luogo intriso di magia e leggenda, Pianello Vallesina Ŕ una piccola frazione del comune di Monte Roberto nelle Marche, dove si narra la leggenda dell'Osteria delle Streghe

Panoramadacastelbellino
Arroccato su un'altura a poco più di 112 metri sul livello del mare, nella provincia di Ancona, sorge una piccola frazione del comune di Monte Roberto, dal nome Pianello Vallesina.
Si tratta di un tipico centro a vocazione rurale e contadina, con una popolazione di poco inferiore ai 2.000 abitanti, nel cuore della valle del fiume Esino.
I motivi per parlare di questo luogo, in verità non sono molti: di certo, si ricorda la produzione dell'ottimo vino Verdicchio dei Castelli di Jesi, ma una storia ancor più affascinanti circonda questo posto, ed in particolare una dimora, ancora oggi esistente, dal nome ben più che evocativo: l'Osteria delle Streghe! Casacolonica2Si tratta di una leggenda, secondo cui una notte lontana, una fredda notte d'inverno, in una vecchia casa in cima ad un'altura un uomo solitario, che lì abitava, fu attratto da una strana visione che catturò la sua attenzione: vide 3 fiammelle ardere dalla finestra, e colto da stupore, misto a paura e curiosità, si armò di coraggio e uscì fuori per verificare di cosa si trattasse.
Con grande sorpresa, vide le fiammelle dissolversi e, quasi contemporaneamente, un riecheggiare di risa femminili si fece sempre più vicino.
Dopo qualche istante, le risa presero forma, e l'uomo vide tre bellissime fanciulle dall'area misteriosa che, apparentemente infreddolite, chiesero ospitalità e del cibo per placare i morsi della fame.
L'uomo non ebbe molte esitazioni, e fu molto cordiale (nonché audace) nel farle entrare e nell'offrire loro tutto quanto il cibo, seppur poco, che possedeva.
Per riscaldare le tre ospiti inattese, mise inoltre tutta la legna ad ardere nel camino, tanto che le donne rimasero ben più che stupite dalla cordialità sorprendente, e dopo essersi ristorate e saziate a volontà, decisero di rivelare all'uomo la loro vera identità: erano tre streghe! Non si sa quali fossero inizialmente le loro reali intenzioni; sta di fatto che decisero di ricambiare cotanta gentilezza esaudendo un desiderio, qualunque desiderio il buon uomo avesse espresso.
AlberoDopo averci pensato su un po', egli fu pronto a dare la risposta: il suo unico e più grande desiderio era quello di avere cibo in abbondanza per poter sfamare i poveri viandanti di quel tempo.
Se fino a quel momento l'atteggiamento così gentile le aveva sorprese, con questa risposta le streghe erano rimaste basite, per la bontà d'animo e la generosità di quell'uomo. Anziché scegliere ricchezza, agi e glorie per se stesso, espresse un desiderio che comportava per lui fatica e rivolto comunque alla soddisfazione di altri piuttosto che personale.
Le streghe non esitarono ad accontentarlo e, svanite improvvisamente dietro una nuvola che odorava di zolfo, la dispensa di quella casa iniziò ad arricchirsi di cibo, cosicché l'uomo potè cucinare per tutti e divenne in breve tempo famoso, grazie alla sua cucina generosa, semplice e gustosissima!
Da quel momento, la sua casa fu chiamata Osteria delle Streghe.
L'Osteria delle Streghe è un luogo che esiste ancora, e si chiama oggi "La Collina delle Streghe".
Si tratta di una fattoria agrituristica che offre servizi di alloggi e osteria.

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo Ŕ benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti pu˛ interessare anche...

Ti Ŕ piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su