Forte di San Leo: sulle tracce di Cagliostro

21 Voti ricevuti
Durata del viaggioDURATA VIAGGIO 1 Giorni Budget approssimativo a personaBUDGET A PERSONA Da 1€ a 250€ Diario di viaggio insiema aCON CHI In coppia Continenti VisitatiCONTINENTI VISTI Europa
Il Forte di San Leo, conosciuto anche come Rocca di San Leo, è situato nell'omonimo borgo nella provincia di Rimini, nella bellissima Valmarecchia.

Stati Visitati: Italia

Hai fatto un viaggio ed anche tu vuoi scrivere un diario di Viaggio?
È gratis, Clicca qui!
maybeifindmyself.com Visualizza Profilo

Vota questo diario di viaggio:
Clicca mi piace.

Mi Piace

Giorno 1

Il Forte è senza dubbio il simbolo distintivo del Borgo. Le sue origini risalgono al VI secolo, ai tempi di Goti e Bizantini. L'imponente struttura, a lungo contesa tra le casate di Malatesta e di Montefeltro, ha subito diverse modifiche e ristrutturazioni negli anni, anche a causa della sua posizione. Il Forte di San Leo sorge infatti sulla vetta di un colle calcareo che negli anni è stato soggetto a diversi crolli che ne hanno intaccato l'architettura.

Il Forte, costruito per essere una roccaforte inespugnabile, è diventato in seguito proprietà dello Stato Pontificio che lo convertì a carcere. Fra i reclusi più famosi spiccano Felice Orsini, accusato di aver causato una strage nel tentativo di assassinare Napoleone III, e il palermitano Giuseppe Balsamo, più noto come Conte di Cagliostro. Il Conte, che fu alchimista, guaritore e massone, viaggiò per l'Italia e per l'Europa riuscendo ad imbrogliare i più e facendosi accogliere dalle maggiori corti dell'epoca. In seguito fu processato ed arrestato come eretico dalla Chiesa Cattolica e poi rinchiuso nelle prigioni all'interno del Forte di San Leo. Inizialmente relegato in una normale cella troppo umida per la sua salute, venne poi trasferito in un'altra senza porte, nella quale fu calato attraverso una botola e prelevato alla stessa maniera solo quattro anni dopo, il 26 Agosto del 1795, alla sua morte.
Lezioni di storia a parte quello che mi sono trovato davanti visitando il Forte di San Leo è stato uno spettacolo da togliere il fiato. La struttura è raggiungibile a piedi o con una navetta da Piazza Dante Alighieri, io ho scelto il percorso a piedi. La passeggiata è in salita ma veramente breve e mi ha permesso di entrare perfettamente in sintonia con il clima del luogo. Una volta raggiunta la vetta all'interno della fortificazione potrete visitare un museo contenente armi ed oggetti d'epoca, così come le prigioni, il tutto acquistando un biglietto al costo di 9€ (per adulto).

Eppure, per quanto bello e ben conservato sia l'interno, quello che davvero mi ha lasciato a bocca aperta è stato il panorama circostante. Il Forte affaccia sulla bellissima Valmarecchia, zona che ha ispirato diversi lavori di Piero della Francesca e Leonardo da Vinci, davanti a me solo colline a perdita d'occhio e la meravigliosa sensazione di trovarmi in bilico sul tetto del mondo. Sì, dico in bilico perché effettivamente siamo in alto e la roccia calcarea non sembra convintissima di voler rimanere lì ancora a lungo, ma fidatevi amici miei, ne vale davvero la pena!

Vota diario

Mi Piace
Hai fatto un viaggio ed anche tu vuoi scrivere un diario di Viaggio?
È gratis, Clicca qui!

Vota questo diario di viaggio:
Clicca mi piace.

Mi Piace