Phi Phi Islands: un paradiso per chiunque.

11 Voti ricevuti
Durata del viaggioDURATA VIAGGIO 2 Giorni Budget approssimativo a personaBUDGET A PERSONA Da 251€ a 500€ Diario di viaggio insiema aCON CHI In coppia Continenti VisitatiCONTINENTI VISTI Asia
Quando organizzo un viaggio su un'isola ho sempre paura di non sapere cosa fare. Dopo qualche giorno sdraiata sulla sabbia inizio ad annoiarmi. Non credevo che le Phi Phi Islands potessero riservarmi tante avventure e tante emozioni.

Stati Visitati: Thailandia

Hai fatto un viaggio ed anche tu vuoi scrivere un diario di Viaggio?
È gratis, Clicca qui!
Selena Gherardi Selena Gherardi Visualizza Profilo

Vota questo diario di viaggio:
Clicca mi piace.

Mi Piace

Giorno 1

Per gli amanti della natura e del mare questo posto è uno dei luoghi più affascinanti sulla terra. Appena arrivata mi sono informata sui prezzi per noleggiare un taxi boat thailandese e girare le isole che circondano le Phi Phi Islands fino a giungere a Maya Bay. La barriera corallina di Pileh bay è splendida! Puoi giungere in questo punto solo utilizzando la barca. Un altro punto splendido dove ammirare delle bellissime grotte è Inside Field. Uno spettacolo impressionante. Dopo una mezzora giungo alla spiaggia più famosa della Thailandia. Al mio arrivo ho trovato molte persone, anche se dopo pochi minuti si è liberata parecchio e ho potuto fare delle ottime foto.

Ero a conoscenza della straordinaria bellezza di questo luogo e anche dell'inquinamento che sta subendo. Per contribuire alla salvaguardia del mare e dei suoi abitanti, ho noleggiato il Taxi Boat thaialndese, proprio perchè il suo motore non mette in pericolo l'ambiente dato che viene appoggiato sulla barca. L'attrezzo lungo e metallico a cui sono applicate le eliche non crea alcun inquinamento.
Se prenotate questo tipo di escursione dovrete aggiungere al prezzo del noleggio, anche un ulteriore somma per poter scendere a riva essendo diventata una zona molto prestigiosa. Il termine che loro utilizzano per definire la spiaggia è “Parco Nazionale”.

Giorno 2

Il giorno dopo ho notato che in più punti del resort erano affissi dei cartelli con la scritta: “View Point” e mi sono incuriosita. La freccia indicava un percorso su un'altura che mi incuriosiva moltissimo. In ogni mio viaggio devo aggiungere sempre un pizzico di sana avventura. Ho preso il mio zaino e ho iniziato ad incamminarmi seguendo il percorso che piano piano mi ha portata ad esplorare la giungla. Fare trekking ascoltando i suoni di questo posto incontaminato è stata un'emozione difficile da descrivere. Il caldo era davvero asfissiante. Durante la passeggiata ho notato che sul percorso c'erano molti piccoli villaggi che abituati al passaggio dei turisti preparavano un tavolo con qualche prodotto tipico da vendere. In questi luoghi Il tempo si è fermato nel passato. Vedevo spesso bambini molto piccoli giocare da soli per la strada. Sono spesso in viaggio e so bene che in molti punti del mondo, non puoi permetterti di lasciare giocare i tuoi bambini senza la supervisione di un adulto. Nonostante camminassi sola non temevo niente e nessuno. Dopo un ora di puro e sano treccking finalmente giungo alla Viuw point. La piattaforma che hanno costruito permette ai turisti di godere di una vista indescrivibile. Un'altra cosa che ho apprezzato moltissimo è stata vedere qualche specie di scimmia, in totale libertà, girare fra gli alberi.

Vota diario

Mi Piace
Hai fatto un viaggio ed anche tu vuoi scrivere un diario di Viaggio?
È gratis, Clicca qui!

Vota questo diario di viaggio:
Clicca mi piace.

Mi Piace