Dove e cosa mangiare a Pigna, in Liguria di Ponente

3 Voti ricevuti
Durata del viaggioDURATA VIAGGIO 1 Giorni Budget approssimativo a personaBUDGET A PERSONA Da 1€ a 250€ Diario di viaggio insiema aCON CHI In coppia Continenti VisitatiCONTINENTI VISTI Europa
Pigna è un antico borgo ligure dell'alta Val Nervia, molto frequentato da gatti e turisti nord europei. Probabilmente se ci siete stati è solo per poter fare una sosta alle sue celebri terme naturali (decisamente poco profumate, ma assolutamente benefiche) o per scattare una foto alla splendida cascata accanto all'hotel. E' una struttura imponente, che ricorda molto i fasti della Riviera degli anni d'oro del sanremese Festival della canzone italiana. Interni molto curati, belle stanze, ma soprattutto fantastica acqua termale con anche piscina interna riscaldata. Dall'hotel si possono fotografare bellissimi scorci della suddetta cascata e dell'intero borgo, essendo leggermente distaccato da quest'ultimo e posizionato un po' più in alto.
Il Grand Hotel propone spesso pacchetti benessere, ma potete tranquillamente decidere di prenotare una camera e godere solamente dei benefici delle due piscine e del percorso flebologico oppure di aggiungere qualche trattamento a vostra scelta.
Il costo di una camera standard con colazione va da 80 a 100 Euro in base al periodo.

Stati Visitati: Italia

Hai fatto un viaggio ed anche tu vuoi scrivere un diario di Viaggio?
È gratis, Clicca qui!

Vota questo diario di viaggio:
Clicca mi piace.

Mi Piace

Giorno 1

Pigna è un paesino con poco più di 800 abitanti a poca distanza dalla di certo più rinomata, mondana e marittima Bordighera. Una località dell'entroterra immersa nel verde e dal nome decisamente curioso: pare che le vecchie case di questo borgo, strette strette l'una all'altra e attraversate da ripidi viottoli, appaiano proprio come il frutto delle conifere. Un paesino dove il tempo sembra essersi fermato, tra pigri gatti che si riposano al sole e rane gracidanti che chiaccherano allegre mentre uccelli nascosti conversano tra loro.
In questo minuscolo angolo di Ponente nella provincia d'Imperia non avrete l'imbarazzo della scelta a livello di luoghi in cui mangiare, ma ve ne consiglio caldamente due, entrambi sulla via principale del Paese: Trattoria La Posta e Micky's Deli+Sul Ponte. I piatti preparati da entrambi sono quelli tipici della cucina locale e, senza spendere una fortuna e con prezzi decisamente onesti viste le porzioni, potrete assaggiare "un pezzo di Liguria" al di là della solita focaccia.
Fossi in voi a La Posta non mi perderei per nessuna ragiona al mondo il mix di torte salate, a poco meno di 10 Euro. Deliziose è dire poco! Badate bene: la troverete aperta solo all'ora di pranzo o durante il giorno ma solo come rivendita di alcuni prodotti locali / panificio.
Ogni volta che torno, almeno una sosta è d'obbligo da Micky's Deli+Sul Ponte. E sapete perché? E' sempre tutto buonissimo!!!
Vi starete anche facendo delle domande sui due nomi. Beh, è una cosa un po' particolare. A pranzo mangiando da Micky's mangerete Sul Ponte. I due locali sono divisi da una parete removibile in legno. Così pranzerete degustando le fantastiche prelibatezze fatte a mano di Micky's nei graziosi tavolini de Sul Ponte ma consultando anche il loro menu, a meno che non decidiate di portarveli a casa visto che è anche take away di prelibatezze pignasche e liguri.
La sera, invece cenerete solo Sul Ponte, in questo ambiente grazioso e semplice, ma ricco di insoliti dettagli come lo splendido lampadario "di foglie", le stoviglie tutte differenti così come i cuscini delle sedute esterne.
Se non fa freddo potrete mangiare in una verandina che da sulla strada, molto carina e sempre ricca di fiori.
La veranda è sempre ornata da graziose lucine (a volte anche con bizzarre forme…).
Il ristorante/pizzeria si chiama Sul Ponte proprio perché praticamente si trova sopra questa struttura architettonica dove spesso simpatiche oche sguazzano e conversano.
Alla sera, oltre ai piatti tipici, potrete gustare anche delle ottime pizze.
Imperdibili i Ravioli di Pigna, o meglio Raviore. A mio avviso spettacolari, sia nella versione di Micky's (di giorno) che di Sul Ponte (la sera).
Questo primo piatto (condito con burro, salvia e formaggio) è a base di pasta farcita con il cosiddetto preboggión, una miscela di erbe spontanee tipiche della cucina ligure. Esso consiste in un insieme di erbe selvatiche, spesso contenente spinaci e borragine. Ma nessuna nonna o alcun cuoco vi svelerà mai la sua segreta mistura, quindi fatevene una ragione: assaporate e deliziate il vostro palato! Con 9 Euro ne mangerete un piatto che, vi assicuro, sazierà l'appetito anche dei più famelici.
A Pigna non potrete non assaggiare "capra e fagioli" (a meno che non siate vegetariani come la sottoscritta): a quanto pare una vera delizia (il mio compagno e moltissime altre persone apprezzano molto questo piatto). E poi qui i fagioli non sono legumi qualsiasi: sono addirittura presidio Slow Food! I Fagioli bianchi di Pigna sono piccoli, dal gusto particolare perché crescono in queste specifiche terre e la produzione è solo di 40/45 quintali l'anno al massimo. Con 13 Euro vi verrà servito questo cibo tipicamente pignasco, adagiato in recipienti di coccio che daranno un tocco ancora più tradizionale e paesano al piatto.
Ma la scelta è ampia e potrete provare molti altri piatti tipici come il classico "coniglio alla ligure", il "brandacugniun" (a base di stoccafisso) o i "barbagiuai" (sorta di ravioli fritti con zucca e formaggio). E "cruseti cun a méscia", "pisciarada", "bernardun" e "murigneti dulsi"… A voi il testare piatti dai nomi quasi impronunciabili che nascondono chissà quali prelibati ingredienti della cucina di queste terre.
Con meno di 30 euro mangerete benissimo e di sicuro non uscirete affamati, anzi!
Una passeggiatina per le vie del borgo è caldamente consigliata dopo cena, fidatevi! Ecco, un consiglio: vestitevi carini se volete, ma non strafate soprattutto le donne. Meglio un paio di ballerine o al massimo delle zeppe. Mi ringrazierete vista la pendenza di alcune strade e la presenza di antichi ciottoli.
Qualsiasi cosa decidiate di mangiare, accompagnatela con del buon Rossese di Dolceacqua, vino rosso dal caratteristico sapore e di produzione ridotta del paese omonimo poco distante da Pigna, molto pittoresco e caro a Monet. Il prezzo di una bottiglia al tavolo si aggira attorno ai 13 Euro, ma renderà la vostra cena decisamente più allegra e raffinata allo stesso tempo.

Come arrivare:

- Da Bordighera (IM) - 22 Km circa: Uscire da Bordighera e continuare sulla SS1; Superare Vallecrosia; A Ventimiglia continuare su SS1 / SS1DIR / Corso Genova / Viadotto Torrente Nervia; Alla rotonda di Corso Genova prendere la 1° uscita e proseguire su SP64; Attraversare Dolceacqua; Attraversare Isolabona; Girare a sinistra in Corso Lodovico Isnardi e proseguire fino ad entrare in Pigna
- Grand Hotel Antiche Terme di Pigna, Regione Lago Pigo, Pigna (IM) - (La cascata è proprio accanto all'hotel e ben visibile anche da un belvedere direttamente sulla strada) - Tel. Hotel +39 0184240010 / Tel. Terme +39 0184240040 - www.termedipigna.it - FB: Grand Hotel Terme di Pigna
- Trattoria La Posta, Via San Rocco 60, Pigna (IM) - FB: Trattoria La Posta Pigna
- Micky's Deli, Via San Rocco 103, Pigna (IM) - FB: Micky's Deli Pigna
- Sul Ponte, Via San Rocco, Pigna (IM) - FB: Sul Ponte - (Sul Ponte è anche un B&B. Per maggiori informazioni consultare il sito www.sulponte.com)

Vota diario

Mi Piace

Ti è piaciuto questo diario? Condividilo su:

  • facebook
  • Tweet
  • Mail
Hai fatto un viaggio ed anche tu vuoi scrivere un diario di Viaggio?
È gratis, Clicca qui!

Vota questo diario di viaggio:
Clicca mi piace.

Mi Piace