Cosa vedere a Castel Sant'Angelo, Roma: consigli, prezzi e come arrivare

Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo, Roma, guida alle opere da visitare assolutamente. Consigli, mappa, prezzi, info su cosa vedere e come arrivare, cenni storici e curiosità.

Castel Sant'Angelo panorama la seraRoma, la città eterna. La città dell'arte e della cultura. I musei sono tantissimi e in qualche giorno è assolutamente impossibile riuscire a vedere tutto. Oltre ai grandi classici come il Colosseo o i Musei Vaticani, merita una visita anche il Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo, antico mausoleo voluto dall'imperatore Adriano nel 123 d.C. Collocato poco distante da Piazza San Pietro, sulla sponda destra del Tevere, di fronte al ponte Sant'Angelo, probabilmente è uno dei punti più fotografati della città, soprattutto verso il tramonto e la sera, quando cala il buio e le luci si accendono sulla città.
VEDI ANCHE: 10 cose da vedere assolutamente a Roma

Cosa vedere e come visitare Castel Sant'Angelo

vista frontale di Castel Sant'AngeloCastel Sant'Angelo nacque come Mausoleo per la famiglia dell'Imperatore Adriano, ma, nel corso dei secoli, ha cambiato più volte la sua funzione e numerosi sono stati i lavori e le trasformazioni che ha subito. Al giorno d'oggi si sviluppa su sette diversi livelli.

Il livello 1 corrisponde all'antico mausoleo ed è composto da una grande base base quadrata sulla quale poggiava una costruzione a tre piani con forma cilindrica.
I cambiamenti più consistenti sono avvenuti quando la fortezza è diventata la residenza dei Papi. Nel 1400, ad esempio, vennero costruiti i 4 bastioni dedicati ai 4 evangelisti. Inoltre, vennero aggiunti quelli che oggi sono i livelli 4, 5, e 6, i quali ospitavano le camere dei Papi.
Infine, il livello 7 è una grande terrazza su cui poggia la statua di San Michele e da cui si gode di una bellissima vista su tutta la città.
Come potete immaginare, questo castello è ricco di storia, al suo interno ogni angolo merita di essere visto. Ma ora scopriamo insieme quali sono le 10 opere da vedere a Castel Sant'Angelo.

1 - Busto dell'Imperatore Adriano

Questo busto, databile circa la metà del II secolo d.C., raffigura l'imperatore Adriano, colui che ha voluto la costruzione del Castel Sant'Angelo. Il busto si trova nella cordonata esterna di Paolo II, precisamente all'interno di una nicchia alla fine di una rampa di scale.

  • Autore: ignoto
  • Data: metà del II secolo

2 - Campana della Misericordia

La Campana della Misericordia si trova al livello 7, sulla Terrazza dell'Angelo. Chiama anche campana "dei condannati", veniva usata per annunciare le esecuzioni capitali che avvenivano al piano inferiorie, nel Cortile delle Fucilazioni.

  • Autore: ignoto
  • Data: ignota

3 - Statua di San Michele Arcangelo nella Terrazza

statua di san michele arcangeloIl San Michele Arcangelo è una stata in bronzo delle dimensioni di 4,70 x 5,40 metri. L'originale, attualmente, è esposto nella Sala della Rotonda. Quella che vedrete al livello 7, sulla Terrazza dell'Angelo, vicino alla Campana della Misericordia, è una copia realizzata in acciaio innossidabile e titanio.

  • Autore: Peter Anton Verschaffelt
  • Data: 1752

4 - Statua di San Michele Arcangelo nel Cortile degli Angeli

Anche questa statua dell'Arcangelo Michele merita di essere vista durante la vostra visita. Questa è alta 3,30 metri, è realizzata in marmo e rame ed è collocata nel Cortile degli Angeli dal 1910.

  • Autore: Raffaello da Montelupo
  • Data: 1752

5 - Ritratto di Prospero Farinacci

Questo quadro è una delle poche opere ritrattistiche dipinte da Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d'Arpino. Il soggetto del quadro è Prospero Farinacci, un celebre giureconsulto e avvocato, e viene rappresentato seduto ad un tavolo, con un libro aperto, mentre indica un foglio bianco, sul quale c'è la firma dell'autore.

  • Autore: Giuseppe Cesari
  • Data: 1607

6 - Festino degli Dei - Copia da Giovanni Bellini

festino degli deiL'autore di quest'opera è purtroppo ignoto, però il quadro rappresenta una copia di quello realizzato da Giovanni Bellini dipinto intorno al 1509 e ora esposto alla National Gallery of Art di Washington. Un'altra copia, sempre databile al XVII secolo, è invece conservata alla National Gallery of Scotland di Edimburgo.

  • Autore: ignoto
  • Data: XVII secolo

7 - Il Cardinale Gozzadini riceve Giacomo III Stuart

L'ambientazione di questo quadro viene descritta da Crespi ne "La vite de' pittori bolongnesi" (1769). Il dipinto mostra il momento in cui il Cardinale Gozzadini riceve il re d'Inghilterra Giacomo III Stuart a Imola, di passaggio mentre si recava a visitare la città di Roma.

  • Autore: Antonio Gionima
  • Data: 1717/1719

8 - Giovane donna con unicorno

giovane donna con unicornoQuesto dipinto a olio su tela mostra una giovane donna seduta a terra, vicino a un unicorno. La ragazza guarda verso di noi e con un dito indica la creatura al suo fianco, quasi invitandoci ad osservarlo.

  • Autore: Luca Longhi
  • Data: 1535/1540

9 - Compianto su Cristo morto

Queste sculture sono fatte di legno intagliato, scolpito e dipinto. La scena rappresentata è quella del momento in cui il corpo del Cristo viene deposto dalla croce e le persone intorno a lui lo compiangono. L'autore è sconosciuto, anche se recenti studi attribuiscono l'opera ad una bottega di origine lombarda/piemontese.

  • Autore: manifattura lombarda
  • Data: metà del XV secolo

10 - Madonna con Bambino e Santi

Quest'opera è un olio su tavola trasportata poi su tela. La scena rappresentata è quella della Madonna con in braccio il piccolo Gesù, circondata da Santi Pietro, Paolo, Bernardo e Stefano.

  • Autore: Luca Signorelli
  • Data: 1515/1520

Dove si trova e come arrivare

Mostra Mappa

  • A piedi: si trova al centro di Roma, a solo un chilometro di distanza dai Piazza San Pietro - Ottieni indicazioni
  • In bus: la fermata del museo è "Piazza Pia/Castel Sant'Angelo" dove passano i bus 23, 30, 40, 62, 280, 982, N11
  • In metro: le fermate della metro più vicine al museo distano 15 minuti a piedi e sono la Ottaviano e la Lepanto, dove passa la linea A.

Orari e prezzi

  • Orari:tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:30; chiuso il 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre.
  • Miglior orario per evitare code: potete acquistare i biglietti direttamente online per evitare la coda alla biglietteria - Castel Sant'Angelo: ingresso e tour di Piazza San Pietro
  • Costo biglietto:biglietto intero €14,00
  • Riduzioni: dai 18 ai 25 anni biglietto ridotto €7,00
  • Gratuità: gratuito la prima domenica del mese; ingresso sempre gratuito per i minori di 18 anni, per studenti e docennti dell'UE delle facoltà di Architettura, Lettere (indirizzo Archeologico o Storico-Artistico), di Conservazione dei Beni Culturali e di Scienze della Formazione, per studenti e docenti dell'UE iscritti alle Accademie di Belle Arti, gruppi scolastici, portatori di handicap e un loro accompagnatore; guide turistiche dell'UE.

Tour, visite guidate e biglietti online

Consigli utili per visitare l'attrazione

  1. Alzati presto: vi consigliamo di arrivare al museo almeno mezzora prima dell'orario di apertura e, se volete risparmiare tempo, di prenotare la visita online
  2. Acquista la city card: il Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo fa parte del Roma Pass. Ci sono due diversi pass: quello da 48 ore a €29,00 e quello da 72 ore a €39,50. Entrambe prevedono ingressi scontati a diversi musei, oltre l'ingresso gratutito al primo con quello da 48 ore e ai primi due con quello da 72 ore. Inoltre permette di usare gratuitamente i mezzi di trasporto - acquista online
  3. Biglietto prioritario: potete acquistare il biglietto online prenotando la visita. La prenotazione è consigliata per gruppi superiori a 20 persone e per le scuole, facoltativa per i singoli. Il diritto di prenotazione è di €1,00 da sommare al costo del biglietto d'ingresso.
  4. Visite guidate: il museo organizza delle visite guidate di massimo 15 persone alle Olarie, alle prigioni storiche e alla stufetta di Clemente VII. Queste visite sono comprese nel biglietto di ingresso ma è obbligatoria la prenotazione, anche direttamente in biglietteria.
  5. Occhio alle restrizioni: non è permesso mangiare o bene nelle sale espositive; le fotografie possono essere scattate senza l'uso del flash.
  6. Tempo minimo: vi consigliamo di dedicare almeno 2 ore.

Cenni storici e curiosità: cosa sapere in breve

statua di Sant'Angelo a Castel Sant'AngeloCastel Sant'Angelo, durante il corso degli anni, ha cambiato la sua funzione più volte. Voluto dall'Imperatore Adriano come mausoleo per la sua famiglia, fu costruito tra il 123 e il 139 d.C.
Nel 359 il mausoleo viene trasformato dall'Imperatore Onorio in fortezza, da qui prende il nome "castello". Il nome "Sant'Angelo" viene aggiunto nel 590, anno in cui a Roma c'era la peste: secondo una leggenda, il Papa Gregorio Magno organizzò una processione durante la quale, proprio in prossimità della fortezza, apparve l'Arcangelo Michele. Da questo episodio nasce il nome che ancora oggi utilizziamo per questo luogo, "Castel Sant'Angelo".
In seguito, il castello è diventato la residenza dei Papi, prigione, caserma e, dal 1927, ufficialmente museo statale.

Non hai ancora prenotato volo e hotel? Consulta le nostre offerte!


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Torna su