Calatafimi medievale

Calatafimi Medievale: un tuffo nella Sicilia dei Vespri!

Un tuffo nel Medioevo, al tempo dei Vespri Siciliani: a Calatafimi Segesta, il 25 e 26 Maggio ha luogo la rievocazione storica della Calatafimi Medievale, un appuntamento per rivivere le tradizioni storiche e promuovere il territorio

Calatafimi medievale
La Sicilia non perde occasione per rievocare orgogliosa il suo passato. E' il turno di Calatafimi-Segesta, delizioso paesino nella provincia di Trapani, al centro di un itinerario di grande interesse paesaggistico e archeologico: il Tempio Ionico di Segesta, il mausoleo di Pianto Romano, e il Castello Eufemio nel cuore del paese.
Rievocazione storica, dicevamo: a Maggio, precisamente il 25 e 26, Calatafimi dà vita al progetto "Calatafimi Medievale - Rievocazione storica", un'iniziativa per dare lustro al territorio e valorizzare le sue radici e la sua tradizione e storia locale.
Un tuffo nel passato, un salto indietro di circa 7 secoli e mezzo per rivivere il periodo storico dei Vespri Siciliani, la dominazione angioina che qui a Calatafimi, al contrario del resto della Sicilia, ha assunto contorni assolutamente unici.

Un angolo di medioevo

Il quartiere della "Circiara" si trasformerà in un angolo di medioevo: vedrete così passare cavalieri bardati con l'armatura splendente in sella ai propri destrieri, dame e fanciulle con gli abiti d'epoca, e naturalmente mercanti ed artigiani dediti alla manifattura di ceramiche e prodotti caratteristici, magari anche di perduta memoria ma dal fascino assolutamente immortale.
Ma non finisce qui: l'organizzazione prevede persino un campo d'armi, giochi di quartiere, qualcuno pensato anche per i più piccoli.
Straordinario appuntamento è quello della cena medievale per i nobili, ed una spettacolare esibizione di falchi in volo e balli medievali.

La rievocazione storica

Siamo nel 1282 in Sicilia, periodo della dominazione Angioina: uno dei periodi storici più bui per la storia siciliana, con il popolo vessato di imposte, soprusi e abusi di ogni genere, come mai se ne erano visti nelle dominazioni precedenti. Il popolo Siciliano decise così di insorgere e ribellarsi a quello stato di cose: l'insurrezione popolare prese il nome di Vespri Siciliani.
Nessun angioino riuscì a raggiungere Napoli da vivo, salvo uno: a Calatafimi, infatti, il governatore della città era Guglielmo Porcelet, che a differenza dei suoi "colleghi" si distinse per senno e giustezza, facendosi amare ed apprezzare dalla popolazione.
Il popolo di Calatafimi mostrò così tutta la propria moralità lasciandogli salva la vita, e permettendogli di rientrare sano e salvo a Napoli. La manifestazione è patrocinata dal Comune di Calatafimi Segesta ed indetta dai Cavalieri del Castello Eufemio in collaborazione con la Coperativa Etica, il Gruppo di rievocazione storico medievale di Erice "Societas Draconistrarum", l'Associazione Sportiva Olimpia 91, l'Associazione Allegria, la Pro Loco di Calatafimi, il gruppo storico Castelli del Belice di Salemi, ed i tanti volontari.
Ecco un video di presentazione dell'evento:

Hai trovato qualcosa che non va?

Ogni contributo č benvenuto, e tutti possono contribuire.
Aiutaci anche tu a trasmettere informazioni sempre aggiornate a tutti i nostri utenti

Segnalacelo
Forse ti puō interessare anche...

Ti č piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Commenti sull'articolo
  • Vivona Rosario
    Vivona Rosario 03 Maggio 2013 16:06

    complimenti per come avete descritto l'evento e il contesto storico, ....allora tutti a Calatafimi Segesta (TP) il 25 e il 26 maggio 2013, dalle ore 16.30

    Rispondi
  • Socičtasdraconistrarum -erice
    Socičtasdraconistrarum -erice 03 Maggio 2013 21:00

    Un bell'articolo che non si limita a ripetere il "comunicato stampa". Mi piace il collegamento ed i riferimenti storici dell'evento. Ci vediamo a Calatafimi per rivivere la storia ricostruita e l'entusiasmo di tutti i giovani che si stanno preparando ed impegnando. Artigianato filologico, scherma e giochi medievali, tiro con arco storico, danze, storie e racconti

    Rispondi
  • Vito Mandina
    Vito Mandina 09 Maggio 2013 16:07

    Grazie per le belle parole ad entrambi, anche io sono un appassionato di storia della Sicilia, e quella dei Vespri secondo me č una delle pagine che meglio dipinge la forza e l'orgoglio dei Siciliani.
    Ma i complimenti vanno fatti a voi che portate avanti queste iniziative, a cui spero di poter partecipare! In quel caso, ci vediamo a Calatafimi il 25 e 26 Maggio!

    Rispondi
Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Torna su