Vacanze a Santo Domingo: Belle Donne e vita notturna

Santo Domingo = Donne, divertimento e vita notturna! Scopri il divertimento di Boca Chica e dove trovare le donne e ragazze più belle e disponibili. Ecco info sui luoghi da visitare, consigli sul meteo per il clima migliore e tante curiosità.

Spiaggia a Santo Domingo
Negli ultimi anni il traffico turistico nella Repubblica Dominicana è cresciuto notevolmente, anche grazie alle vantaggiose offerte vacanza proposte dalle agenzie viaggi e dai tour operator.
Per questo motivo non è difficile trovare offerte per un soggiorno nella città di Santo Domingo, soprattutto nella zona coloniale.
La Capitale della Repubblica Dominicana si trova al centro della costa meridionale dominicana ed è bagnata dal Mar dei Caraibi.
Spiagge e belle donne sono la principale attrazione, non a caso il paese è considerato un'importante meta per gli appassionati di turismo sessuale.

VEDI ANCHE: TURISMO SESSUALE, ECCO DOVE ANDARE

Tuttavia questo paese offre molte più opportunità di quanto si possa immaginare. Non solo divertimenti e vita notturna quindi, ma anche strutture architettoniche dal forte valore storico e siti di incredibile importanza culturale.

Donne a Santo Domingo: da Boca Chica ai luoghi della movida

Belle donne a Santo Domingo...Santo Domingo è considerata come una delle location migliori per il turismo sessuale, sia maschile che femminile.
In genere è facile fare conoscenza già nelle spiagge, dove si è avvicinati da giovani ragazze e ragazzi disponibili.
Ovviamente i luoghi adatti in cui incontrare ragazzi sono diversi. Innanzitutto le spiagge, le principali sono due:

  • Boca Chica: la preferita dai dominicani, Si tratta di un litorale di spiaggia bianchissima protetta dalla barriera corallina, sempre superaffollata da ragazze e ragazzi bellissimi. Soprattutto nei weekend pullula di gente, ed è una località turistica molto caotica e trasgressiva, ricca di hotel, ristoranti e locali notturni frequentatissimi.
  • Bayahibe: un po' più riservata e selvaggia, ma altrettanto frequentata da bellezze dominicane.

Oltre alle spiagge, chi vuole stringere rapporti con la gente locale deve certamente frequentare pub, locali e night.
Il lungomare è ricco di locali interessanti, ma se ciò che vi interessa sono le donne, il quartiere da segnare a mente e Gazcue: qui si trovano i migliori pub per adulti.
Il Golden Legs Club è il night più divertente, se invece volete divertirvi in maniera spinta il locale più hot è Casa Theresa, in Avenida Ortega y Gasset n. 71.

I luoghi da non perdere

Plaza de ColonMa le donne non sono l'unica attrattiva della città.
Ecco alcuni luoghi da non perdere se si programma una visita in questa bella città:

  • La Cattedrale: la costruzione fu iniziata nel 1514 e finita nel 1542, dedicata a Santa Maria La Menor, fu la prima cattedrale costruita nel Nuovo Mondo. Lo stile è gotico con alcuni dettagli rinascimentali, la facciata è di pietra corallina ocra e, all'interno, ci sono tre navate e 14 cappelle; nella navata centrale c'è il bellissimo dipinto della Vergine de la Altagracia, del 1520, con un bellissimo altare e opere in argento ed oro dal valore inestimabile.
    La Cattedrale domina la Plaza de Colon (l'antica Plaza Mayor), al centro della quale risalta la statua in bronzo e granito di Cristoforo Colombo, eretta dallo scultore francese Gilbert nel 1887.
  • Alcázar de Colón e il Museo: palazzo costruito agli inizi del '500, in epoca coloniale fu residenza di don Diego Colombo, figlio di Cristoforo: in segno di ringraziamento il palazzo e il terreno vennero regalati alla famiglia Colombo dal Re Ferdinando il Cattolico.
    Alcázar de Colón oggi è sede dell'omonimo museo, dove sono conservati utensili coloniali, pitture, mobili, decorazioni ed esempi di cucine utilizzate tra il XII e il XX secolo; lo scopo del museo è quello di ricreare stili di vita di un tempo.
  • Calle de las Damas: ricca di edifici storici, come la Fortezza Ozama e il Palazzo Alcázar de Colón, è una via situata nel centro storico, così chiamata perché un tempo le nobili spagnole, la sera, erano solite passeggiare per questa via sfoggiando le loro vesti migliori.

Località di incontro della mondanità locale ed internazionale è la Casa de Campo, nella città La Romana: il complesso turistico si distingue per il suo famosissimo campo da golf "The Teeth of the dog" ( "denti di cane", comunemente chiamato "Teeth", che ha aumentato enormente i flussi turistici verso la Repubblica Dominicana) ed anche per i tornei d tennis, di polo e per eccellenti strutture di equitazione.

Consigli meteo: quando andare per trovare il clima migliore

Il litorale
Solitamente le vacanze a Santo Domingo si effettuano durante una crociera oppure all'interno di villaggi turistici con il classico All-inclusive.
Ultimamente è aumentata la visita turistica anche nel periodo natalizio, soprattutto per il fine anno, anche perché da novembre a fine marzo, inizio aprile, è il periodo migliore per visitare la città: chi decide di passare il Capodanno nel cuore dei Caraibi può scegliere una vacanza non solo di mare, sole, in completo relax su bianchissime spiagge, ma anche di vivere un'atmosfera più frenetica fra i locali più in, nightclub, casinò e discoteche della cosmopolita metropoli caraibica.
Il clima sull'isola è tropicale e le temperature oscillano dai 23° ai 27°C; i mesi da evitare sono quelli che vanno da giugno ad ottobre, perché i più piovosi dell'anno.

Come arrivare

Indicazioni stradali
In aereo: nella città sono attivi due aeroporti internazionali:

  • Las Américas - principale aeroporto passeggeri collegato con le principali capitali europee;
  • La Isabela - raggiungibile anche via mare attraccando al porto Multimodal Caucedo o al porto di Santo Domingo (sul lato ovest del fiume Ozama).

Sulla terraferma ci si può muovere con la metropolitana (le linee sono ancora poche, ma sei sono già in costruzione), i taxi ed i pullman di prima classe; i mezzi più usati sono i guaguas, autobus privati che variano dai minivan ad autobus di media grandezza.

Curiosità: quanto costa vivere a Santo Domingo?

La città dall'alto
Sono tante le motivazioni che spingono moltissima gente, soprattutto tanti pensionati italiani, a lasciare l'Italia per trasferirsi a Santo Domingo, ma la principale è rappresentata dalle tasse.
La Repubblica Dominicana non è un paradiso fiscale, le tasse ci sono e le pagano tutti perché sono molto basse, rispetto a quelle altissime che siamo costretti a pagare in Italia:

  • residenti con reddito fino a € 6.400, sia che la fonte del loro reddito sia interna che esterna, sono esenti dalle tasse;
  • residenti con reddito che va da € 6.400 a € 9.600, sono tassati con un'aliquota del 15%;
  • residenti con reddito fino a € 13.000 l'aliquota è del 20% ed arriva al 25% per i redditi oltre € 13.000.

Ad essere completamente esenti dalle tasse sono anche i pensionati, mentre chi non è residente viene tassato con un'aliquota fissa del 25% solo se i redditi hanno fonte esterna.
Inoltre, quella che noi chiamiamo I.V.A. (Imposta sul valore aggiunto che in Italia è del 22%) e che qui viene chiamata Imposta sulle transazioni di beni industriali e servizi (ITBIS) ha un'aliquota pari al 16% ed i beni ritenuti d prima necessità, come medici, prodotti alimentari, servizi educativi ed affitti, ne sono esenti.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti